A Supersano torna in chiesa, dopo il restauro, l’effigie di Gesù morto

539

Supersano – Domenica delle Palme dal significato particolare a Supersano dove verrà svelata, dopo il restauro, l’effigie di Gesù morto. L’opera, di proprietà della confraternita Maria SS. Immacolata, venne realizzata 105 anni fa dallo scultore e cartapestaio leccese Giuseppe Manzo.

Il sacro simulacro sarà accolto alle 18.15 presso la chiesa Madre per essere svelato dinanzi ai fedeli. Dopo la Messa, alle 19.30 avrà luogo la presentazione dei lavori di restauro con il saluto del parroco don Oronzo Cosi e del segretario della confraternita Fabrizio Mariano. Seguiranno gli interventi delle restauratrici Erika Nutricati e Claudia Schmidt, del pronipote dell’artista Antonio manzo, del ricercatore Gianluigi Lazzari e dell’ex funzionario della Soprintendenza Giovanni Giangreco.

Pubblicità