A Parabita nuova vita per “Palazzo Veneri”, nell’800 prima sede della Banca Popolare

L'immobile ospiterà un Centro per i servizi di accoglienza, informazione e promozione turistica

1793

Parabita – Apre al pubblico, con una funzione ed un nome tutti nuovi, lo storico edificio di Piazzetta degli Uffici che ha visto nascere a fine ‘800 la Banca Popolare di Parabita, oggi Banca Popolare Pugliese. L’immobile, donato gratuitamente dall’Istituto di credito al Comune, aprirà i battenti il 10 ottobre prossimo con il nome di Palazzo Veneri e diventerà un Centro per i servizi di accoglienza, informazione e promozione turistica, grazie anche alla sua preziosa collocazione, all’ingresso del centro storico, e alla sua vicinanza ai siti culturali e artistici di maggiore attrattività per Parabita.

La storia dell’edificio

Situato in via Vittorio Emanuele angolo via Padre Serafino, l’immobile fu edificato intorno al 1870 dalla famiglia Vinci. Pochi anni dopo fu poi acquistato dalla neonata Banca Popolare di Parabita che nel 1888 vi iniziò la sua attività, rimanendoci fino alla metà del secolo scorso, quando l’Istituto di credito, che nel frattempo aveva inglobato la Banca agricola di Matino, la Banca popolare di Aradeo ed una dozzina di altre società, si spostò nell’attuale e attigua sede, sempre in piazzetta Uffici, prima di diventare nel 1994 Banca Popolare Pugliese.

Comodato d’uso gratuito di 25 anni

Alfredo Cacciapaglia

A chiedere la disponibilità dell’immobile, ormai non più utilizzato dalla banca, era stato lo stesso Comune di Parabita e nel 2011, con l’amministrazione Cacciapaglia, venne stipulato un contratto di comodato d’uso gratuito per 25 anni. Nel marzo 2015, poi, è stato lo stesso presidente della Banca Popolare Pugliese, Vito Antonio Primiceri, d’accordo con gli Ordini deliberanti, a decidere di donare l’immobile al Comune: unica clausola posta per il passaggio di proprietà, l’utilizzo del palazzo per scopi pubblici, ovvero a favore di tutta la comunità cittadina.

I lavori di ristrutturazione

Stefano Prete

A quattro anni da quell’accordo, e dopo una serie di corposi lavori di ristrutturazione finanziati dalla Regione Puglia, Palazzo Veneri è finalmente pronto ad inaugurare il suo nuovo corso, restituendo alla città il suo grande valore storico e architettonico.
Alla cerimonia di inaugurazione e taglio del nastro, giovedì 10 ottobre alle ore 18.30 insieme al presidente Primiceri, al sindaco Stefano Prete e ad altri amministratori, parteciperà anche l’assessore regionale Loredana Capone.