A Morciano di Leuca l’ipotesi del voto al “singolare”, l’attuale vicesindaco “rischia” di correre da solo

Il sindaco uscente lascerebbe spazio al suo vice Lorenzo Ricchiuti. Una seconda lista resta solo un'ipotesi

1516

Morciano di Leuca – Salvo sorprese dell’ultima ora, per Morciano di Leuca quella del prossimo 26 maggio si prospetta un’elezione “singolare” nel vero senso della parola. Al momento, infatti, ai nastri di partenza c’è solo la lista civica “Avanti uniti per Morciano” (espressione dell’attuale maggioranza di centrosinistra) con a capo Lorenzo Ricchiuti, medico veterinario 43enne e attuale vicesindaco.

L’ufficialità su liste e candidati si avrà solo sabato 27 aprile ma appare già esclusa la ricandidatura del sindaco uscente Luca Durante (eletto nel 2014, a soli 36 anni, con una percentuale del 57,78% e con 1.362 voti). Nella lista di Ricchiuti, troverebbero conferma altri quattro esponenti dell’attuale maggioranza: Walter Colella, Maria Rosaria Ottobre, Giovanni Quaranta e Salvino Quaranta.

Voci di paese ipotizzano la formazione di un gruppo di centrodestra ma, se ufficializzata, la corsa solitaria di Ricchiuti comporterebbe il rischio derivante dalla necessità di dover raggiungere il quorum dato dalla partecipazione al voto di almeno il 50% degli aventi diritto.

Pubblicità

A Morciano di Leuca, paese di 3.300 abitanti, nel 2014 i candidati furono Luca Durante (57,78%) che ebbe la meglio su Antonio Renzo (21,21%) e Giuseppe Negro (21%). Nel 2009, invece, fu corsa a due tra Giuseppe Picci (50,8%) e Luca Durante (49,2%).

Pubblicità