A “Linea blu”, su Rai Uno, le bellezze di Portoselvaggio e dell’entroterra neretino

Il servizio andrà in onda nella puntata del 5 ottobre

1861

Nardò – Il parco naturale di Portoselvaggio ma anche le bellezze dell’entroterra neretino e  alcuni scorci della città, faranno bella mostra di sé nello storico programma di Rai Uno “Linea blu”. Nei giorni scorsi la troupe e la conduttrice Donatella Bianchi (che è anche presidente del Wwf Italia) hanno effettuato le riprese dicendosi “stupiti” per le bellezze di Nardò e del suo territorio.

La puntata del 5 ottobre

Il servizio realizzato andrà in onda nel corso della puntata di sabato 5 ottobre, alle ore 14, su Rai Uno. Dalle splendide ville “eclettiche” in località Cenate, le riprese sono passate ai fondali del mare neretino a “caccia” dello Junker 88, un bombardiere bimotore tedesco risalente alla Seconda guerra mondiale che giace da quasi 70 anni su un fondale a circa due miglia e mezza ad ovest di Santa Caterina.

Le riprese dal mare in città

Si è poi proseguito con una escursione nelle grotte che si affacciano sulla Baia di Uluzzo con una sortita a Punta Lea ed una visita al Museo della Presitoria. Ma “Linea Blu” farà vedere anche qualche bell’angolo della città, completando un ricco reportage del territorio.

Le riprese, in parte a bordo di una imbarcazione, sono state girate con il sostegno della Capitaneria di porto di Gallipoli, in collaborazione con il Museo della Preistoria, Costa del Sud diving service di concerto con la Soprintendenza archeologica delle arti e paesaggio di Lecce, Brindisi e Taranto.