A Galatone torna al suo posto la statua di San Vito rubata nel 1981. Cerimonia di consegna con il vescovo e i carabinieri del Nucleo patrimonio culturale

505

Galatone – Ha fatto ritorno al suo posto, a Galatone, la statua di San Vito a suo tempo rubata dalla chiesa della Collegiata di Santa Maria Assunta.

Sabato 14 dicembre si è celebrata la cerimonia di consegna nel corso della messa celebrata dal vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, Fernando Filograna, presenti il comandante del Nucleo patrimonio Culturale dei carabinieri Lorenzo Pella, il comandante provinciale Paolo Dembech, il soprintendente alle belle arti Maria Piccarreta  ed il referente diocesano per l’arte sacra monsignor Giuliano Santantonio e del sindaco Flavio Filoni.

Il ringraziamento del Sindaco Flavio Filoni

«Un grazie al maggiore Lorenzo Pella, ai suoi collaboratori del Nucleo patrimonio culturale di Udine dell’Arma dei carabinieri, che grazie al loro prezioso lavoro hanno riportato la statua di San Vito nella nostra Galatone», ha affermato Filoni.

La statua rubata nel 1981, dal valore di circa 30mila euro, era stata posta in vendita in una casa d’aste in Lussemburgo: risale ad epoca rinascimentale ed è stata ritrovata in ottime condizioni di conservazione. I carabinieri sono riusciti a ritrovarla monitorando i siti internet che trattano la compravendita di oggetti d’arte.