A Castrignano del Capo i 100 anni di nonna Michelina, “la Giacchini”

3093

Castrignano del Capo – Ha il cuore forte come la roccia nonna Michelina Rosafio, nata a Castrignano del Capo il 23 febbraio 1919, 100 anni compiuti sabato scorso. Per l’occasione, il parroco don Fabrizio Gallo e il sindaco Santo Papa con alcuni assessori si sono recati nella sua casa per farle visita.  Donna del sud, madre, nonna e bisnonna è oggi circondata dall’amore immenso dei suoi quattro figli, dodici nipoti e altrettanti pronipoti.

Michelina, conosciuta in paese come “la Giacchini”, è rimasta vedova del marito Domenico nel lontano 1976 e nel 2006 ha vestito il nero del lutto per prematura scomparsa del figlio Michelino. Laboriosa e instancabile, ha lavorato come tabacchina e come cuoca dedicandosi ai figli prima e ai nipoti poi con amorevole dedizione. «Sulla sua tavola non sono mai mancate le verdure e il piccante –  affermano i familiari –  ancor prima che diventasse di moda lei tifava per la cucina vegetariana».

Ha attraversato un secolo sostenuta dalla fede e dalla voglia di fare comunità: «Ha sempre preso parte ai pellegrinaggi religiosi organizzati dalla parrocchia. Nella vita – ricordano i parenti  – si è sempre sforzata di trovare il lato buono delle cose e quella bella energia l’ha sempre trasmessa a tutti noi».