Xylella, deciso: arriva il Commissario di Protezione civile

XYLEFA_24fabrizio nardoniGALLIPOLI. Finalmente la decisione – tanto attesa perché alla base dell’avvio delle operazioni decise lo scorso settembre da Ministero e Regione Puglia – è arrivata. Lo con una nota il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, presso la cui sede si è svolto l’odierno incontro. Vi hanno partecipato  oltre al ministro Maurizio Martina, il capo dipartimento della Protezione civile Franco Gabrielli, il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, l’assessore all’Agricoltura della Regione, Fabrizio Nardoni (foto) e i rappresentanti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel corso dell’incontro si è fatto il punto sulle azioni già intraprese (in gran parte riguardanti il monitoraggio della situazione nell’area colpita dall’infezione) e su quelle da realizzare in attuazione dei provvedimenti di lotta obbligatoria già emanati dall’Unione europea, dal Governo italiano e dalla Regione.

Tra un commissario “ad acta” di nomina governativa ed uno di Protezione civile, che ha poteri straordinari poiché deve affrontare calamità eccezionali, si è scelta questa seconda via. “Così si renderà ancora più incisiva l’attività a tutela del territorio colpito dalla Xylella e del patrimonio nazionale olivicolo”, si legge nella nota ministeriale. Si informa infine che nei prossimi giorni si darà avvio alle procedure per la nomina di un commissario di Protezione civile. Ma prima ancora serve la dichiarazione dello stato di calamità, che spetta alla Regione e che va comunicata al Governo.

“I risultati della riunione odierna presso il Ministero delle Politiche agricole sull’emergenza xyella fastidiosa confermano finalmente quanto da lungo tempo auspicato: la nomina di un Commissario straordinario con il coinvolgimento della Protezione civile e la conferma dell’equiparazione a calamità naturale della terribile epidemia”: lo afferma in una nota di commento alla riunione l’on. Salvatore Capone, deputato di San Cesario. “è un importantissimo passo in avanti che permette la velocizzazione del piano condiviso dal Ministero e dalla Regione Puglia; anche per le imprese agricole significa un risultato importantissimo”, aggiunge Capone, per il quale “l’esito odierno  sembra andare incontro anche a chi, nuovamente in questi giorni, ha sottolineato come non fosse possibile rispondere ad una emergenza straordinaria con l’ordinaria amministrazione”.

Commenta la notizia!