Gallipoli, un 25 Aprile da festeggiare, con tanti “mordi e fuggi” e qualche “vecchio” problema in attesa

Gallipoli – Un 25 Aprile tutto sommato positivo per la città di Gallipoli, grazie anche alle temperature da mare. Quello appena trascorso è stato un buon ponte, secondo la voce quasi unanime di gran parte degli operatori e dei commercianti, se pur con qualche perplessità e alcuni nodi da risolvere. “E’ stato un ponte simile quello pasquale – commenta Mario Emanuele Barba (foto a sinistra), dell’associazione Bed and breakfast – si è visto un bel movimento in giro ma come pernottamenti non c’è stato il pienone; abbiamo avuto tanti stranieri ma sono mancati i pugliesi; stiamo forse pagando l’incertezza legata ad alcune situazioni come i due nodi fondamentali del parcheggio del porto e della litoranea; la mancanza di una programmazione non consente di dare risposte chiare ai clienti”.

Andrea Coppola

Discorso diverso per i campeggi, villaggi e grandi strutture attive tutto l’anno dove proprio la programmazione e la promozione consentono di avere buone presenze anche in bassa stagione. “Noi stiamo raccogliendo i frutti di alcune iniziative all’estero che ci hanno consentito di avere diversi equipaggi stranieri per tutto l’inverno – dice Andrea Coppola (foto) dall’agricampeggio e glamping Torre Sabea  – e in questi giorni abbiamo avuto un movimento positivo, anche di equipaggi italiani e credo che il ponte del primo maggio sarà ancora più intenso per il weekend che lo precede”. Una lettura più tecnica dei giorni appena trascorsi viene dal Campeggio la Masseria, sempre litoranea nord, dove si sono registrate presenze in leggero aumento rispetto al 25 Aprile dello scorso anno. “Il modesto aumento di presenze nelle giornate del 24 e 25 – spiegano dalla direzione – va interpretato come un segnale positivo tenuto conto del fatto che mentre lo scorso anno il 25 era un lunedì e consentiva con un solo giorno di ferie di fare la vacanza quest’anno ne ha potuto usufruire solo chi aveva la possibilità di prendere sia il lunedì che il martedì”.

Situazione che si verificherà con il prossimo Primo Maggio per cui si nutrono grandi speranze. Valutazione positiva al netto delle oggettive problematiche esistenti viene anche dall’associazione imprenditori e commercianti. “Abbiamo riscontri più che positivi – commenta il presidente Matteo Spada – la maggior parte degli ospiti hanno usufruito del ponte breve facendo solo due o al massimo tre giorni. Problematiche principali quelle relative alla litoranea sud, dove la maggior parte degli avventori e dei gestori hanno riscontrato diverse difficoltà. Si è sperimentato quello che accadrà in estate, tenuto conto che se oggi possiamo parlare di piccoli problemi considerato i numeri ridotti, durante la stagione invece saranno amplificati. Nel centro storico invece tutto o quasi piuttosto al di sopra delle aspettative soprattutto per il settore ristorazione”. Se per i pernottamenti infatti qualcuno non ha registrato il pienone le presenze giornaliere di turisti di passaggio sono state ottime. “ Siamo soddisfatti – conclude Spada – ma permangono le grandi preoccupazioni legate alle aree a parcheggio della litoranea e al parcheggio del porto per il quale si aspetta una risoluzione con un cambio di modalità che, nonostante le rassicurazioni, tarda ad arrivare”.

Commenta la notizia!