Ugento – Attesissimo evento del settembre ugentino, da mercoledì 26 a venerdì 28 la festa dei Santi Medici torna ad animare il paese riconfermandosi come ogni anno uno degli appuntamenti più sentiti con la fede e le tradizioni.

L’organizzazione quest’anno è affidata a un nuovo Comitato festa, nato proprio nel 2018 e composto da 17 membri (in foto il gruppo). A presiederlo c’è Elio Scarcella, mentre la carica di vicepresidente è ricoperta da Donatello De Nuzzo. “Luminarie nuove, con una spalliera allestita dalla ditta Santoro di Alessano, e la fanfara dei bersaglieri giovedì 27 sono le due novità principali di quest’anno. Il comitato si è formato da poco, ma abbiamo lavorato per mettere insieme un programma all’altezza della festa”.

Il programma religioso – Nella giornata della vigilia, mercoledì 26 settembre, nel santuario dei santi Medici si comincia con le messe in programma alle 6.30, 7.30, 8.30, 9.30, 10.30 e 17.30. Alle 18.30 partirà poi la processione per le vie del paese, secondo quest’itinerario: vie Salentina, Ripamonti, Dei Cesari, M. Colosso, piazza Colonna, vie Messapica, Immacolata, Monsignor Zola, Fratelli Molle, Capitan Ugo Giannuzzi, Modena, Bolzano, Acquarelli, piazza Italia, vie Trento, Mare, San Nicola, corso Umberto I, piazza Colosso, largo Duomo. Al termine della processione, il vescovo della diocesi Ugento-Santa Maria di Leuca, monsignor Vito Angiuli, celebrerà la messa in piazza San Vincenzo. Giovedì 27 i riti religiosi proseguono con le messe al santuario dei Santi Medici (ore 6.30, 7.30, 8.30, 9.30, 18.30, 19.30) e con il solenne pontificale presieduto sempre da monsignor Vito Angiuli. Venerdì 28 e sabato 29 la messa al santuario è invece fissata per le ore 19.

Pubblicità

Il programma civile – Mercoledì 26 si comincia con una serata all’insegna della musica latino americana in compagnia di Antonio da Costa, che sale sul palco in piazza San Vincenzo alle ore 22. Giovedì 27 sarà il giorno clou della festa: in mattinata c’è la tradizionale fiera mercato e del bestiame, e alle 18.30 la fanfara dei bersaglieri (con la partecipazione dell’Associazione bersaglieri di Matino) partirà dall’oratorio per arrivare poi in piazza San Vincenzo, dove si esibirà in uno spettacolo di chiusura (questo il percorso seguito dalla fanfara: vie Firenze, Brindisi, Padova, Fiume e Ancona, piazza Italia, vie Bolzano, Acquarelli, Corfù, Piave, Marchesi di Ugento, Messapica, Porta San Nicola, corso Umberto, piazza Colosso). In serata, dalle 21, concerto delle bande “Città di Racale” e “Città di Francavilla Fontana” (sempre in piazza San Vincenzo); e alle 23 il cielo si accende con lo spettacolo di fuochi d’artificio. Nell’ultima giornata della festa, venerdì 28 settembre, in piazza San Vincenzo alle 20.30 c’è lo spettacolo “Gli amici del teatro comico ugentino”. Alle 22, invece, spazio al concerto di Pierdavide Carone e Antonio Maggio, entrambi noti anche per la loro partecipazione a programmi tv quali “Amici” (nel caso di Carone) e “X Factor” (Maggio), oltre che al Festival di Sanremo (che Maggio vinse nel 2013, per la categoria Giovani).

Pubblicità

Commenta la notizia!