Torna il presepe a Neviano, parrocchia e volontari al lavoro

by -
0 1218
Presepe Vivente Neviano-1

La grotta della Natività del 2013. In basso Don Fernando Stefanelli

don fernando stefanelli -NEVIANO. Ritorna nella tradizione nevianese il presepe vivente. Organizzato dalla parrocchia San Michele Arcangelo, con il comitato “Santa Croce”, gli Amici del presepe ed il patrocinio del comune di Neviano “L’evento di Betlemme” sarà ambientato in tutto il centro storico. Il presepe vivente verrà aperto il 25 dicembre  per poi replicare il 26 e 28 dicembre e l’1 e il 6 gennaio (dalle 18 alle 21). Curato nella ricostruzione degli eventi con più cento figuranti in costume, al presepe vivente si accede dal sagrato della chiesa Madre dove, da un accampamento romano,  si entra nella piccola “Betlemme”.
All’interno del centro storico un percorso guiderà i visitatori facendoli immergere in una realtà emozionante e incantevole che rievoca dal vivo la magia della Natività. Per l’occasione i vicoli brilleranno di luci (curate nei particolari per tutto il percorso) e torce, dal tempio di Erode, agli scribi per poi proseguire con la riproposizione degli antichi mestieri: il vasaio, il cestaio, le lavandaie con la ricostruzione dei loro ambienti tipici, degli abiti e degli attrezzi.

A chiudere l’edizione 2014 del “Presepe vivente” nevianese sarà, il pomeriggio del 6 gennaio, giorno dell’Epifania, la sfilata per le vie del paese dei Re Magi a cavallo che si dirigeranno  verso la capanna della Natività. «È doveroso – afferma il parroco Don Fernando Stefanelli – dire grazie ai volontari che lavorano incessantemente per preparare il tutto, a coloro che hanno concesso l’uso dei locali a chi contribuisce con varie offerte, e a quanti si impersonano nelle varie vesti». A ridosso del centro storico nei giorni di apertura del presepe non mancheranno come da tradizione “pittule purtadduzzi e cartaddate” nonché tutto ciò che caratterizza la tradizione natalizia nel Salento.

di Giuseppe Calò

Commenta la notizia!