Castrignano del Capo – Telefona alle amiche della fidanzata accoltellata pochi giorni fa e, per questo, ritorna in carcere. Il  30enne di Castrignano del Capo Giorgio Vitali (foto) ha, infatti, violato il divieto di comunicare con l’esterno impostogli dal regime di detenzione agli arresti domiciliari. Lo avrebbe fatto per conoscere le condizioni di salute della ragazza, la 27enne Stefania De Marco, sempre ricoverata nell’ospedale di Tricase ma, da ieri, non più in Rianimazione ma in Chirurgia. Una leggerezza (quella della telefonata) che riporta nel carcere leccese di Borgo San Nicola il giovane accusato di tentato omicidio in relazione all’aggressione, con un coltello da cucina, avvenuta a Morciano di Leuca (nell’abitazione del nonno della ragazza) la sera del 2 settembre per motivi di gelosia.

Il ricorso della Procura Il provvedimento appena adottato anticipa di fatto la decisione del Tribunale del riesame chiamato a pronunciarsi sulla concessione degli stessi domiciliari da parte del Giudice per le indagini preliminari, a neppure due giorni dall’aggressione, sulla base della confessione resa dal giovane, del suo pentimento e dell’assenza di “concreti rischi di fuga o di reiterazione del reato”. Non è convinta di tutto ciò, però, la Procura che ha immediatamente firmato il ricorso contro tale provvedimento, ritenendo, tra l’altro, che il pentimento e la confessione siano giunti soltanto nel corso dell’interrogatorio e solo alcune contraddizioni.

Pubblicità

La ricostruzione dell’aggressione Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto la sera del 2 settembre, in seguito alla decisione della ragazza di troncare il rapporto (i due erano insieme da un anno e mezzo), Vitali avrebbe aggredito la fidanzata con varie coltellate che hanno procurato vari tagli (17 circa) tra le scapole e la nuca, bloccandole la bocca con una mano (la ragazza ha varie ecchimosi al volto). Se ne saprà di più quando la stessa vittima dell’aggressione sarà in condizioni di spiegare meglio agli inquirenti quanto le è accaduto.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!