Teatro Garibaldi di Gallipoli, spazio alla tragedia greca

ragazzi via malinconico

Due le tragedie greche nel loro repertorio: “Edipo re” di Sofocle (nella foto) e la “Medea” di Euripide

GALLIPOLI. Continuano gli appuntamenti al Teatro Garibaldi con due spettacoli curati dal gruppo teatrale “I ragazzi di via Malinconico”. Il 12,13, 14 e 15  e 16 marzo alle 20.30 sarà portata in scena “Medea”, riadattamento di Euripide, con la regia di Roberto Treglia. “L’amore eccessivo non porta onore, né dignità”: Medea è una storia di passione, disperazione e ferocia, una tragedia senza tempo. Per assicurarsi che l’odiato marito soffra e non abbia discendenza, Medea vince la sua natura di madre e uccide i propri figli. La visione è sconsigliata ai minori di 14 anni.

Il  20, 21 e 22 marzo sarà invece la volta di “Edipo Re” di Sofocle, sempre portato in scena da “I Ragazzi di via Malinconico” e con la regia di Roberto Treglia. “Chi ha paura non fa che sentire rumori”: una violenta epidemia e una fiera mostruosa molestano la città di Tebe, il popolo è infermo e i saggi sono inquieti. Edipo libera la città dalla morsa della Sfinge, ma l’aria, nel regno, resta irrespirabile. Edipo è irrequieto, si sente solo, minacciato, non trova risposte, con orrendi ricordi che gli attanagliano la mente. I tasselli prendono posto e le immagini si completano alla fine. Resta confermato invece per il 25 marzo il concerto di Gino Paoli “Musica…senza fine” al Teatro Italia, mentre presso il Teatro Tito Schipa continua la Stagione Lirica 2015 con  la “Tosca” di Puccini prevista per il 26 marzo.

Commenta la notizia!