Una moglie a Taviano e una a Santo Domingo

by -
0 777

Taviano. Vuoi mettere Santo Domingo  (foto) con Taviano? Se il nostro mare e le nostre coste hanno in fondo poco da invidiare alle isole caraibiche, il fascino dell’altrove, per di più esotico, continua a fare centro. Sempre più frequenti i viaggi in quei lidi per vacanze e può anche succedere che qualcuno decida di restare lì e di mettere su famiglia. Niente di male, le donne domenicane sono molto belle. Le complicazioni sorgono quando a Taviano rimane la moglie.

È successo ad un tavianese di mezza età sbarcato a Santo Domingo. Al paese lasciava un matrimonio finito male, con una separazione mai ratificata con un divorzio.

Non è il solo caso, succede a tanti e spesso della seconda vita lontana dall’Italia o non si sa niente o si fa finta di niente. Questa volta il secondo matrimonio del tavianese  nell’isola caraibica è venuto fuori per colpa delle… carte. Quando è stato ratificato il matrimonio a Santo Domingo l’ambasciata italiana ha trasmesso l’atto al Comune di Taviano. Quindi la scoperta che l’uomo era sposato dal 1980 con una compaesana.

Inevitabili le conseguenze: secondo la legge italiana l’uomo è bigamo. E per questo il giudice Carlo Cazzella lo ha rinviato a giudizio: il 16 febbraio, sempre che l’uomo lasci la terra in cui ha trovato la seconda moglie e venga in Italia, dovrà presentarsi davanti al giudice monocratrico nella sede distaccata del Tribunale di Casarano.

Verrà o non verrà in Italia? Sono più di dieci anni che l’uomo non torna  e c’è da dubitare che possa farlo proprio per presentarsi in tribunale. Si è affidato, comunque, alla difesa dell’avvocato Andrea Starace.

Commenta la notizia!