Taviano, è guerra tra Sindaco e Vicesindaco

by -
0 1938

CARLO PORTACCIO SINDACOTAVIANO. Dopo mesi di distinguo e polemiche in Giunta, è scoppiata la guerra tra sindaco, Carlo Portaccio, e il suo vice, Giuseppe Tanisi, assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica. Il fatto che ha dato la stura a questo contrasto, ormai insanabile agli occhi dei più, è stata la decisione della maggioranza di fare la differenziata a Mancaversa dal 1° luglio e aumentare del 5% la tassa sui rifiuti ai cittadini tavianesi, questo per coprire le spese della differenziata, circa 120mila euro per dodici mesi. La bagarre tra i due si è concretizzata in Consiglio comunale, con l’astensione di Giuseppe Tanisi, sull’aumento della Tari e creando lo scompiglio nelle file della maggioranza.

Nell’occasione Tanisi ha proposto a tutti i consiglieri di rinunciare all’indennità, cosa che lui ha formalizzato al protocollo del comune.  La maggioranza di Portaccio ha risposto con un manifesto, definendo Tanisi, “un novello pifferaio magico che si sveglia dicendo che esistono delle alchimie finanziarie per sostenere definitivamente il costo della raccolta differenziata, fingendo di ignorare che, per legge, devono essere i cittadini a pagare la tassa sulla spazzatura”. Pronta e subitanea la risposta del vice sindaco che su un altro manifesta replica alle accuse sostenendo di volere una politica reale e di stare dalla parte dei cittadini.  “Nella mia vita –scrive Tanisi – ho imparato che la politica non è un mondo virtuale ma realtà, servizio e ricerca di soluzioni utili al benessere dei propri concittadini”.

Commenta la notizia!