Home Tags Posts tagged with "viviana cazzato"

viviana cazzato

Specchia – Una nuova avventura per l’artista presiccese Viviana Cazzato (in foto), abile a fare rete tra gli artisti, che domenica 29 luglio presso Palazzo Risolo a Specchia inaugura la IV edizione della collettiva “Le fil rouge – Attraverso i tuoi occhi”: partecipano 35 artisti provenienti da tutta Italia, chiamati a interpretare la pittrice messicana Frida Kahlo. La mostra, patrocinata da Comune di Specchia, Provincia di Lecce e Regione Puglia, rimarrà aperta fino al 12 agosto, dalle 21 a mezzanotte.

Non un soggetto a caso – Si è scelto di rendere omaggio a Frida, donna energica e passionale che ha saputo imporsi non solo nel campo artistico ma anche in quello culturale, diventando un punto di riferimento e un mito per le generazioni successive (la Cazzato l’ha anche tatuata su un braccio).
“A ogni artista è stata lasciata la libertà di espressione attraverso la propria forma di rappresentazione: chi con la pittura, chi con la scultura, chi attraverso opere multimediali, farà scoprire attraverso i propri occhi la personale visione di Frida Kalho. Non si può parlare di lei solo da un punto di vista artistico, legato alla sua pittura – afferma l’ideatrice. – Frida ha avuto una vita densa e controversa, è stata forte e caparbia. Mi piace tutto di lei, e mi ritrovo nel suo modo di vedere l’arte: in ogni cosa ha parlato della sua vita, come faccio anch’io con i miei quadri”.

Pittura e non solo – Quest’anno la mostra si arricchisce di due momenti di musica e poesia: domenica, al vernissage (ore 21) seguirà il concerto “Viva la vita”, alle 22, con Ninfa Giannuzzi &Valerio Daniele; mentre il 4 agosto (alle 22) spazio a Daniela De Pascalis (anche lei presiccese), che leggerà le lettere raccolte da Diego Sileo nel suo libro “From Frida with love”.

by -
0 632

SPECCHIA. Si potrà visitare fino al 12 agosto, dalle 21 alle 23, presso il palazzo Risolo a Specchia, la terza edizione della collettiva “Le fil Rouge” a cura dell’artista di Presicce Viviana Cazzato. Trentuno artisti provenienti da tutta Italia hanno risposto all’appello di Viviana: “Ho raccolto le opere nate dall’ispirazione di un’altra forma d’arte. Io, per esempio – afferma la curatrice – dipingo ascoltando musica e a volte il testo o la melodia può essere determinante per la nascita di un mio quadro. Ecco, agli artisti ho chiesto la stessa cosa: dimostrare cosa può provocare in sé l’incontro tra arti diverse, dando loro la più assoluta libertà di espressione”.

Ogni artista ha scelto dunque di farsi ispirare da un brano poetico, un racconto o dalla musica, ne sono venute fuori dei quadri, foto, delle statuette e una performance. “Le reazioni che ho avuto dal pubblico sono state molto positive – continua Cazzato – c’è da dire che il progetto sta crescendo e io con lui, sto affinando gusti che mi permettono di scegliere determinati artisti. Contenta dell’afflusso di pubblico, finita la mostra si penserà ai prossimi progetti”.

PRESICCE. Continuano i vernissage presso la sala di Palazzo ducale. L’associazione SpazioDonna presenta: “Equilibrio & Follia”, mostra bi-personale di Viviana Cazzato (sinistra) che si presenta con 11 tele e Marina Mancuso (destra) che per l’occasione espone 12 opere. Il tema ha sempre suscitato un certo fascino e ha alimentato curiosità e fantasia. Le due artiste ne danno una vivace  rappresentazione.

«Difficile decidere chi tra le due artiste ha più equilibrio o più follia nel linguaggio artistico. In  entrambe si mischiano e si fondono fino a formare forme e colori inusuali» si legge nella presentazione a cura dell’associazione. «Viviana, con le sue linee pulite e sinuose crea sagome in cui racchiude sentimenti, passioni, denunciando malesseri del nostro tempo. Marina con le sue pennellate rapide ed incisive spazia tra i colori fino a far venir fuori, pennellata dopo pennellata, volti misteriosi di persone e luoghi lontani». L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni dal 3  al 17 agosto dalle 19 alle 23. In sede ci saranno anche Cazzato e Mancuso, pronte ad accogliere i visitatori e a confrontarsi con loro.

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...