Home Tags Posts tagged with "VITO PRIMICERI"

VITO PRIMICERI

by -
0 278

LECCE. Nuovo sportello automatico bancario presso il complesso universitario Ecotekne di Lecce. Nell’ambito della collaborazione instaurata tra l’Università del Salento e la Banca Popolare Pugliese, l’istituto diretto da Mauro Buscicchio e presieduto da Vito Primiceri ha installato un “Atm” nel cortile tra il Corpo E ed F del complesso sito sulla via per Monteroni, sede di  numerose strutture didattiche e di ricerca. «Lo sportello automatico della Banca Popolare Pugliese, che gestisce anche il servizio di tesoreria dell’Ateneo salentino – afferma il direttore Buscicchio – sarà al servizio delle migliaia di studenti che quotidianamente frequentano quella sede per tutte le operazioni». Tra queste il prelievo di contante, le ricariche telefoniche e tutte le altre operazioni normalmente possibili attraverso gli sportelli automatici, anche nell’ambito dei circuiti internazionali (al servizio, dunque, anche degli studenti stranieri). Il servizio è già entrata in funzione ottenendo un più che positivo riscontro tra gli studenti e quanti frequentano Ecotecke. Soddisfazione viene espressa pure dal rettore Vincenzo Zara: «Stiamo lavorando per migliorare la vita all’interno del Campus e speriamo di poter offrire presto nuove opportunità che favoriscano  anche la socializzazione così come avviene in altre realtà universitarie, anche straniere».

 

L’assemblea dei soci avoltasi al Teatro Italia di Gallipoli

L’assemblea dei soci avoltasi al Teatro Italia di Gallipoli

MATINO. Bilancio approvato con un utile netto di 9,35 milioni di euro e nuove prospettive di mercato per la Banca Popolare Pugliese. Le novità sono state illustrate ai soci dell’istituto bancario presieduto da Vito Primiceri e diretto da Mauro Buscicchio nel corso dell’assemblea dei soci che lo scorso 23 aprile, presso il Teatro Italia di Gallipoli, ha approvato il bilancio stabilendo pure la distribuzione di un dividendo da 7,5 centesimi per azione. La stessa assemblea ha pure confermato Adalberto Alberici, Carmelo Caforio, Cesare Pedone e Vito Antonio Primiceri nella carica di amministratori. I soci hanno poi “preso atto con favore” della decisione di approdare nel mercato secondario. Di alcuni giorni precedenti è stata la deliberazione con la quale il Consiglio di amministrazione ha richiesto l’ammissione di tutti i titoli di propria emissione (ovvero azioni e obbligazioni) alla negoziazione sul sistema multilaterale Hi-Mtf (segmento Order driven). «L’obiettivo che si vuol perseguire – fanno sapere dall’istituto bancario – è quello di consentire, in misura più ampia rispetto all’attuale sistema di negoziazione interno, una maggiore liquidabilità dell’investimento in titoli di propria emissione e ciò, stando alle previsioni, in virtù di un più vasto numero di soggetti partecipanti al mercato».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Vito Primiceri

Vito Primiceri

MATINO. Opere da oltre 100mila sono state realizzate nel corso del 2016 grazie al finanziamento della Fondazione Banca popolare pugliese “G. Primiceri”. L’ente, sorto nel 2013, affianca l’istituto di credito nelle attività di sostegno e di ricerca “orientate verso il miglioramento della qualità della vita nei territori in cui opera”. Tre sono state le ricerche dell’Università del Salento finanziate. La prima su “Povertà ed esclusione sociale: i giovani che non studiano e non lavorano”, curata dal Dipartimento di Storia, società e studi dell’uomo; la seconda su “Monitoraggio delle infezioni nosocomiali – Influenza dei cambiamenti climatici sulla salute umana”; la terza a sostegno dell’attività di ricerca del dipartimento di Scienze e tecnologie biologiche e ambientali relativa all’immobilizzazione di (bio)materiali che hanno dimostrato di essere idonei per la terapia fotodinamica del cancro. La Fondazione ha, inoltre, sostenuto la ricostruzione di strutture di ricerca nelle zone terremotate del Lazio e delle Marche, l’acquisto di apparecchiature per la ricerca dei rimedi alla Sclerosi multipla e le iniziative dell’associazione “Cuore amico”. Altri interventi, in corso d’opera, riguardano le attività della Caritas della diocesi di Nardò-Gallipoli e della casa della carità di Lecce in favore di poveri e senza tetto.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

MATINO. Indicatori positivi per la Banca Popolare Pugliese. Il Consiglio di amministrazione dell’istituto di credito presieduto da Vito Primiceri ha approvato nei giorni scorsi la situazione patrimoniale ed economica al 30 giugno. La raccolta complessiva, considerato il vero indicatore della fiducia della clientela, ammonta a 3.967 milioni di euro, con un +2,17% rispetto al 30 giugno 2015. Dopo aver scontato imposte per 2,51 milioni di euro, inoltre, l’utile netto si è attestato a 5,74 milioni con un +10,47%. Si tratta di numeri ritenuti più che soddisfacenti anche alla luce del recente inaugurazione della filiale di Matera, operativa già dal 12 agosto scorso. Ottime le prospettive che si aprono in terra lucana dove Bpp si è pure aggiudicata il servizio di tesoreria del Comune di Matera e punta senza mezzi termini a divenire punto di riferimento “a sostegno delle iniziative dell’amministrazione comunale indirizzate a cogliere pienamente tutte quelle opportunità che si dischiuderanno in vista dell’appuntamento culturale europeo del 2019 e, successivamente, consolidare il ruolo di Matera nel mondo” .

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 657

banca popolare pugliese matinovito primiceri - direttore Bpp - matinoMATINO. La Banca Popolare pugliese allarga i suoi orizzonti sbarcando in Abruzzo e Campania, consolidandosi in Molise dov’era già presente. Se l’acquisizione del 97,37% della Banca del lavoro e del piccolo risparmio di Benevento è ora ufficiale con l’ok della Banca centrale europea, la novità è rappresentata dall’accordo sottoscritto nei giorni scorsi con la Cassa di risparmio di Rimini per la cessione alla Bpp delle succursali di Vasto (in Abruzzo), Sant’Elia a Pianisi, Campomarino e Campobasso (da cui dipendono le filiali ad operatività limitata di Jelsi e Mirabello Sannitico, sempre in Molise). La raccolta complessiva espressa dalle acquisizioni degli sportelli della Carim (18 sono i dipendenti) è pari a 67,3 milioni di euro. Sette sono invece gli sportelli dell’istituto di credito campano per 56 dipendenti, 93 milioni di crediti verso la clientela e 144 milioni di euro di raccolta complessiva (al 30 giugno scorso).«Con queste operazioni il nostro gruppo amplia l’area di operatività in territori contigui, senza eccessivi salti territoriali, al fine di migliorare la produttività, diversificare il rischio e realizzare nuove economie di scala e ciò in linea con la strategia della Banca sempre improntata alla prudenza che le ha consentito e le consente di essere al riparo dalle sempre più frequenti turbolenze dei mercati e di accrescere la propria solidità patrimoniale», afferma il presidente Vito Primiceri (foto).

Dalla relazione del primo semestre 2015 della Bpp emerge, infatti, non solo l’aumento del numero di soci (33.228, ben 340 in più rispetto al 2014), ma anche della raccolta complessiva e del patrimonio netto. Tra conti correnti e depositi di risparmio, la raccolta tradizionale è cresciuta dell’8,91%, portandosi a quota 1.781 milioni di euro. Questi numeri portano la raccolta complessiva ad oltre 3.833 milioni di euro. Con i 2,55 milioni di imposte, l’utile netto si assesta, infine, a 5,19 milioni mentre il patrimonio netto a fine giugno era di 361 milioni di euro, con un + 4,92% rispetto a dicembre.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...