Home Tags Posts tagged with "violenza domestica"

violenza domestica

Maglie – È accusato di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia il 52enne di Maglie S.A.T. arrestato ieri dai carabinieri della locale Stazione in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Lecce. L’uomo, nato a Melpignano, era stato denunciato da una donna 38enne perché, sin dal gennaio del 2017, avrebbe commesso maltrattamenti continui, con violenze fisiche e morali, in ambito familiare. Dopo le formalità di prassi in caserma, l’uomo è stato condotto nel carcere di Lecce.

Nardò – Maltratta la moglie per farsi dare i soldi con i quali comprare la droga e finisce in carcere. Il 39enne Francesco Montefusco, nato a Nardò e residente a Gallipoli, è stato arrestato dai carabinieri della locale Stazione in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Lecce. Secondo quanto appurato nel corso delle indagini, l’uomo avrebbe maltrattato e percosso ripetutamente la donna al fine di ottenere somme in denaro per acquistare sostanza stupefacente. Dopo le formalità di rito in caserma, Montefusco è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce.

Tricase – Atti persecutori e maltrattamenti contro familiari e conviventi sono i reati per i quali è stato arrestato a Tricase il 55enne Oronzino Paganelli. L’uomo, nato a Zurigo e residente a Tricase, è al centro di un’indagine condotta dai carabinieri in seguito alla denuncia della moglie presentata lo scorso dicembre. Ai militari la donna ha riferito degli episodi che l’hanno vista vittima verificatisi dal dicembre 2016 al dicembre 2017. Questa mattina i carabinieri hanno eseguito l’ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Lecce. L’uomo è stato posto al regime degli arresti domiciliari.

UGENTO – Arresto in flagranza di reato, a Ugento, per il 51enne G.S. con le accuse di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, disoccupato, la scorsa notte si è reso protagonista di un’aggressione, con calci e pugni nei confronti della moglie. Ad aggravare la situazione anche la presenza in casa del figlio minorenne della coppia.  Perso dalla foga, il 51enne si è opposto con la forza pure ai militari intervenuti per porre termine alla sua furia. Dopo le formalità di rito in caserma, il soggetto è stato condotto nella casa circondariale di Lecce.

by -
0 1448

CORIGLIANO D’OTRANTO – Era diventato violento, con continue richieste di denaro ai genitori, il 35enne fermato ieri dai carabinieri a Corigliano d’Otranto. Più d’uno gli episodi registrati al culmine dei quali è stato necessario l’intervento dei militari. La violenza, fisica e verbale, è stata rivolta nei confronti dei genitori e in un caso pure dei carabinieri. “Maltrattamenti in famiglia, minaccia, estorsione e violenza a pubblico ufficiale” quanto scaturito dalle indagini dei militari della locale Stazione, i quali hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di libertà vigilata con ricovero presso una struttura specializzata. Il 35enne avrebbe assunto atteggiamenti “costantemente intimidatori e violenti” nei confronti dei genitori al fine di estorcere denaro. Dello scorso 6 ottobre la reazione nei confronti degli stessi carabinieri intervenuti.

pistolaARADEO. Duravano da anni le vessazioni e le violenze domestiche alle quali una giovane donna di Aradeo ha deciso di opporsi rivolgendosi ai carabinieri. A finire in manette è stato il 34enne di Aradeo G.A., già noto alle forze dell’ordine. L’uomo obbligava la ragazza convivente, di 29enne, a consegnarli regolarmente buona parte dello stipendio arrivando a minacciarla, anche davanti ai figli. Da ultimo gli episodi più gravi, fino all’utilizzo di un taglierino e di una pistola ad aria compressa. Numerose le testimonianze raccolte dai carabinieri che avvalorano l’incubo vissuto dalla donna così come il referto medico attestante le tumefazioni e le lesioni subite. Nel corso della perquisizione domiciliare, inoltre,  i militari hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro penale la pistola ad aria compressa, con relativo munizionamento, utilizzata dall’uomo per imporre la propria volontà di prevaricazione. Il catturato è stato poi tradotto presso la Casa circondariale di Lecce, a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente.

 

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...