Home Tags Posts tagged with "VINCENZO PIRO"

VINCENZO PIRO

Gallipoli – Argomenti trattati nell’ultimo Consiglio e tutte le “criticità” della gestione amministrativa e della città saranno al centro della iniziativa politica organizzata da Gallipoli Futura per oggi 4 settembre in piazza Aldo Moro a partire dalle 18 e sino alle 23. Saranno allestiti il palco e dei gazebo per uno spettacolo politico e culturale, la proiezione di un video, gli interventi del presidente Luigi De Tommasi e dei consiglieri comunali, e si concluderà con un comizio di Flavio Fasano.

È la “campagna d’autunno” del gruppo di opposizione che si aggancia alle decisioni dell’assise cittadina del 31 agosto, in particolare sul via libera alla definizione agevolata delle controversie tributarie tra il Comune  e i cittadini che non sono in regola con il pagamento delle tasse, in particolare Imu e Tasi. Con l’approvazione del nuovo regolamento da parte dell’assise del 31 agosto vi è ora la possibilità di chiudere le controversie sul pagamento dei tributi locali eliminando il pagamento relativo a sanzioni e interessi di mora; saranno così abbattuti oneri per oltre 1,5 milioni di euro. Al momento sono almeno un centinaio i contribuenti morosi che potranno godere del “condono” per Imu e Tasi.

Quello sulle agevolazioni tributarie è uno degli argomenti su cui ha dato battaglia l’opposizione di Gallipoli Futura, che ha iniziato la sua campagna post estate. Già alla vigilia del Consiglio il gruppo ha parlato di “un beneficio immorale” a favore dei malpagatori delle tasse, che creerebbe anche degli “evidenti squilibri di bilancio”. Lo stesso gruppo di opposizione, con i consiglieri Mina della Ducata e Giuseppe Cataldi, si è visto respingere la proposta di modifica del regolamento comunale con l’istituzione di una commissione consiliare permanente di controllo.

Ma Gallipoli Futura non ha inteso abbassare la guardia ed ha incalzato la maggioranza del Sindaco Stefano Minerva con due interrogazioni urgenti: una di stretta attualità sulla stagione estiva con le denunce di alcuni imprenditori balneari e  “l’assordante mutismo del Sindaco in relazione ai gravi risvolti di ordine pubblico degli ultimi giorni”. L’altra interrogazione pone l’attenzione sulla situazione della darsena della “Bleu Salento” all’indomani della sentenza del Consiglio di Stato che ha dichiarato illegittima la realizzazione con concessione “di quello che è diventato poi un porticciolo turistico privato”.

Accolta dal Consiglio invece la proposta del consigliere Vincenzo Piro (ex Gallipoli Futura, ora nel Gruppo misto) per l’istituzione di una commissione provvisoria d’inchiesta relativa al rilascio del pass per il centro storico. In risposta a due precedenti interrogazioni sulle emissioni sonore e l’occupazione del suolo pubblico a firma dei consiglieri Piro e Giuseppe Cataldi, il Sindaco Minerva ha risposto che “le azioni di controllo e il numero di accertamenti complessivi mirati ad effettuare lo stato dei luoghi, sottolineando che i controlli sono stati superiori rispetto a quelli degli altri anni”.

Vincenzo Piro, Gruppo Misto

GALLIPOLI. Una lettera con alcune frasi offensive e anche minacce è stata recapitata nella giornata di ieri nella cassetta postale dell’abitazione del consigliere comunale Vincenzo Piro, eletto nelle file di Gallipoli Futura e poi transitato nel Gruppo misto. E’ stato lo stesso esponente politico a dare contezza dell’accaduto dopo essersi recato questa mattina presso il commissariato per sporgere una formale  querela cont­ro ignoti e denuncia­re il grave fatto in­timidatorio contro la sua persona. Nella lettera, poche righe e ovviamente senza firma, vengono mosse offese e velate minacce nei confronti del consigliere di opposizione colpevole di fare “troppo chiasso” e presentare interrogazioni su suolo pubblico, musica e richieste di controlli per gli abusi nel centro storico.

“Nella mattinata di oggi, 10 agosto, mi sono recato presso il locale commissariato della polizia di stato per depositare formale querela cont­ro ignoti e denuncia­re un grave fatto in­timidatorio contro la mia persona” conferma Piro con un post, “infatti, ieri, ho trovato nella cassetta della posta della mia abitazione, una lettera anonima mina­cciosa nei miei rigu­ardi, che faceva rif­erimento al lavoro, che da consigliere comunale sto, da qual­che tempo, portando avanti e che riguarda gli abusi nella oc­cupazione del suolo pubblico e l’inquina­mento acustico con disturbo della quiete pubblica per emissi­oni sonore nel centro storico della nost­ra città. Si tratta di compor­tamenti contrari alla legge ed ai regola­menti comunali” aggiunge il consigliere, “che provocano gravi disa­gi ai cittadini e che vanno contrastati con l’intensificazio­ne dei controlli, per i quali ho solleci­tato la civica ammin­istrazione. Sinceramente non pe­nsavo di dover dare importanza al gesto sconsiderato di qual­che bulletto. Ma sen­so civico ed istituz­ionale, oltre che l’­incoraggiamento di amici e familiari, mi hanno spinto a denu­nciare l’inqualifica­bile e vile gesto. Non mi farò intimid­ire” conclude, “né tanto meno pe­rmetterò ad alcuno di ostacolare il lavo­ro che da uomo libero e rappresentante eletto dai cittadini nella massima assise comunale intendo po­rtare avanti con più forza e determinazi­one di prima”. Solidarietà per l’accaduto è stata espressa sui profili social dal sindaco Stefano Minerva e dall’associazione di Gallipoli Futura.

vincenzo piroGallipoli. I dissensi in “Gallipoli Futura”, quelli che s’intravvedevano in un filmato diffuso dalla stessa associazione a fine maggio, registrano uno strappo. Il consigliere comunale Vincenzo Piro lascia il gruppo di “Gallipoli futura” e aderisce al gruppo misto. Lo ha comunicato questa mattina al presidente del Consiglio comunale e al Sindaco. Anche in questo caso è il sodalizio politico culturale a darne notizia tramite la pagina di facebook del presidente Luigi De Tommasi. Con questo commento: “E’ doveroso informare gli elettori di aver ricevuto in data odierna, alle ore 10,23 in chat privata, dimenticandosi che sono anche il Presidente dell’Associazione che ha contribuito alla sua elezione, la comunicazione del Consigliere Piro che rassegna le sue dimissioni dal gruppo consiliare di Gallipoli Futura. Le stesse mi sono state annunciate sempre in privato qualche giorno fa, ma erano ormai assordanti ed anche “minacciose” come un temporale negli ambienti politici cittadini. Ci spiace non poter conoscere le motivazioni delle sue dimissioni, anche se possiamo immaginare quelle più recondite. Attendiamo ora che le menti più eccelse avviino la disputa sugli aspetti più intriganti, tralasciando le gravi problematiche della città e di questa Amministrazione comunale. Mi sento particolarmente deluso dal gesto!”.

Queste invece le ragioni di Piro: “Il mio percorso con Gallipoli Futura termina con la giornata di oggi. Non è stato facile questo passaggio e mai avrei creduto possibile farlo. Sono amareggiato, deluso, particolarmente dispiaciuto e rammaricato. Ma il mio impegno continuerà in Consiglio comunale nel gruppo misto e a fare opposizione a questa Amministrazione. Come scrivevo in un post, al momento della nomina, un anno fa, sarà un’opposizione sensata, opportuna e puntuale. Sensata perché appoggerà le azioni degne di Gallipoli e dei suoi cittadini. Opportuna perché non transigerà sulla possibile mala amministrazione. Puntuale perché rispetteró l’interesse della cittadinanza, le proposte e le esigenze reali”.

Nella riunione registrata e messa a disposizione di tutti di fine maggio erano emerse difficoltà non di poco conto, dalla linea da seguire rispetto alla Giunta Minerva (scontro frontale o atteggiamenti meno rigidi) al caso delle mozione contro un assessore coinvolto in una vicenda giudiziaria (con contorno di querele) prima presentata e poi ritirata, ai ruoli e ai rapporti tra associazione ed i suoi eletti (tre consiglieri prima del’abbandono di Piro).

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...