Home Tags Posts tagged with "scuola montessori"

scuola montessori

scuola-montessori-protesta-polo-dueCASARANO. Monta la protesta per la “cancellazione” delle tre sezioni montessoriane della scuola di via Capuana, facente capo al Polo 2. A un anno di distanza dall’inaugurazione della “Casa dei bambini Montessoriˮ, l’indirizzo, che quest’anno avrebbe dovuto comprendere tre sezioni, è costretto a chiudere a causa della mancata assegnazione, da parte dell’Ufficio scolastico regionale, di insegnanti qualificati. «A pochissimi giorni dall’apertura dei cancelli – commenta Matteo Bartolomeo – abbiamo saputo che i nostri figli perderanno la possibilità di usufruire di questa opportunità.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

MATINO. Si torna a scuola. Programmi, corsi, esami e lezioni, mille parole e tanti quaderni sono pronti per un nuovo anno che ripartirà il 15 settembre e che l’Istituto comprensivo di Matino che ha dato il via con la prima circolare dell’anno 2016/2017. Tra i punti all’ordine del giorno l’organizzazione delle commissioni e il calendario degli impegni. Si ricomincia non solo a livello organizzativo, ma anche logistico. È dei giorni scorsi, infatti, l’avvio e la gestione dei lavori relativi al “Programma straordinario di interventi urgenti sul patrimonio scolastico – prevenzione e messa in sicurezza della scuola materna “Maria Montessoriˮ così come previsto dalla determinazione del responsabile del settore Lavori pubblici del Comune. Il finanziamento di circa 161mila euro è stato concesso nel 2013 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e lo scorso luglio i lavori sono stati aggiudicati alla ditta Rossetto Costruttori srl di Matino. Si torna tra i banchi sulla scia dei tanti eventi e appuntamenti che hanno portato lustro, come tradizione, all’Istituto comprensivo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

by -
0 649

Casarano. La scuola primaria “Morgante”

Casarano. C’è chi dice subito sì e chi invece resiste (la maggior parte) e aspetta che la matassa si sbrogli. Succede con il dimensionamento della rete scolastica nei vari Comuni: le proposte partono dal basso, dai singoli istituti, arrivano alle Amministrazioni comunali che hanno già comunicato le decisioni alla Povincia di Lecce.

Gli organiprovinciali prendono atto delle proposte per quanto riguarda le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, fanno invece delle proposte per quelle di secondo grado. Tutto il Piano di dimensionamento scolastico sarà inviato alla Regione che ha competenza esclusiva in materia di programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa

Questo processo di decentramento era già iniziato nel 1998 con il riconoscimento dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e  con il trasferimento di diverse funzioni dalla filiera ministeriale a quella delle Regioni e degli Enti locali. Processo di decentramento che non è stato ancora completato.

Vediamo quale sarà la geografia scolastica dei nostri Comuni dopo la legge 111 del 15 luglio scorso che dispone l’aggregazione della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado in istituti comprensivi  che per avere l’autonomia devono essere costituiti da almeno 1000 alunni.

Gallipoli ha chiesto di mantenere l’assetto attuale della rete scolastica (tre Poli) così come Casarano, anche qui tre poli. Anche Alezio ha chiesto di conservare la situazione attuale.

Sannicola si è dichiarato contrario ad un piano “imposto da logiche di risparmio economico e non all’efficienza della rete scolastica” e rivendica peculiarità come motivo valido per il mantenimento di un istituto comprensivo autonomo. Chiede alla Provincia di tener conto delle caratteristiche peculiari  e in caso di accorpamento Sannicola come sede di dirigenza.

Tuglie fa propria la deliberazione del Consiglo d’istituto  e delibera  di mantenere l’autonomia scolastica con la sede nell’istituto comprensivo della dirigenza scolastica. Anche Parabita decide di conservare la situazione attuale. Matino chiede invece, la costituzione di un unico istituto comprensivo aggregante la direzione didattica “Gentile” con la scuola secondaria di primo grado.

Taviano chiede di conservare la situazione attuale: scuola primaria e istituto di Istruzione secondaria di primo grado, non inseriti in un unico istituto comprensivo; Racale chiede il mantenimento e la piena autonomia degli attuali Poli scolastici,  Melissano si esprime contro l’accorpamento dell’istituto comprensivo, Taurisano è invece favorevole. Come si vede le posizioni sono diverse.

by -
0 822

La scuola “Montessori”

Matino. Zaino in spalla e grembiulino all’occorrenza, bambini e ragazzi, sono tornati a riempire i corridoi e le aule delle scuole, che per l’occasione si sono date un tono. Durante l’estate, infatti, a portoni chiusi, in molti edifici scolastici di Matino sono stati effettuati lavori di recupero, ristrutturazione e adeguamento.

Lavori a cui si è dato inizio già da un po’ di tempo, come spiega Fabrizio Coluccia, assessore alla Pubblica istruzione e manutenzione scolastica: «Negli ultimi due anni forte è stata l’ attenzione dell’amministrazione comunale verso il mondo della scuola, nel pieno convincimento che è prioritario investire in questa palestra di vita. Abbiamo posto in essere rilevanti interventi di manutenzione degli edifici scolastici, già per lungo tempo trascurati». Un progetto finalizzato non solo a ripristinare il disagio momentaneo, ma a intervenire in maniera efficace, dove necessario.

È stato proprio l’assessore Coluccia a delineare un preciso quadro della stato degli edifici scolastici di Matino, a partire dalla scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri, ristrutturata anche con fondi comunali e in attesa di un ulteriore finanziamento per il completamento. Più imponente l’intervento effettuato sul plesso Raffaele Gentile, dotato di un impianto di riscaldamento metanizzato, inoltre è stato necessario sostituire il lastrico solare, causa d’infiltrazioni e procedere alla tinteggiatura di alcune aule.

Lo stesso edificio è stato provvisto di un nuovo refettorio, per accogliere i bambini  di prima elementare che quest’anno, per la prima volta nella scuola di Matino, saranno interessati dal tempo pieno, e ancora in corso sono i lavori per la realizzazione di una nuova aula, necessaria ad accogliere i bambini della scuola dell’infanzia, in sovrannumero rispetto agli anni precedenti.

Continua l’assessore: «E’ evidente la ristrutturazione dell’edificio Montessori per la realizzazione della sezione Primavera, con interventi di manutenzione e realizzazione dell’impianto di riscaldamento metanizzato».

Sotto i ferri è finito anche la scuola elementare Nazario Sauro, dove si sono ristrutturati i bagni al primo piano e si è data la tinteggiatura delle aule poste al piano terra. Durante le prossime festività natalizie si completerà il secondo piano.

«Nel corso dell’estate – informa Coluccia – avendo rilevato con l’ausilio dell’Università del Salento presenze di radon sopra soglia, abbiamo repentinamente bonificato l’edificio San Giovanni Bosco,  mediante l’intervento di una ditta specializzata».

Anche qui sostituzione dell’impianto di riscaldamento e relativa climatizzazione. Tanto è stato già fatto quindi, ma conclude Coluccia: «Stiamo continuando ad orientare risorse ed a reperire ulteriori finanziamenti per la sostituzione degli arredi, banchi e sedie, in tutte le scuole e per il completamento dei lavori».                                       

MAQ

Voce al Direttore

by -
C’era una volta un orco, ovviamente mostruoso come vuole l’antica tradizione romana. Compariva invariabilmente – sarà stato un maleficio – non appena qualcuno accennava...