Home Tags Posts tagged with "progetto intercomunale mobilità lenta"

progetto intercomunale mobilità lenta

mobilita lenta - percorso ortofotoARADEO. Sono al via i lavori per il progetto intercomunale di mobilità lenta che interessa i cinque paesi dell’Unione delle Serre salentine: Aradeo, Seclì, Neviano, Tuglie, Collepasso. Il bando di gara per l’assegnazione dei lavori scade il 29 ottobre. Il progetto (foto), finanziato con 200mila euro di fondi europei Fesr, gestiti dalla Regione, è stato elaborato dal Comune  di Seclì nel suo semestre di presidenza (progettisti l’ingegner Otello Chetta e il geometra Salvatore De Ramundo). Esso punta innanzitutto a far conoscere meglio il territorio ai suoi stessi abitanti e ad essere poi un polo di attrazione per i turisti che sempre più numerosi scelgono il Salento come meta delle loro vacanze.
L’obiettivo è evidentemente quello di portarli nei centri dell’interno, facendo scoprire piccole realtà al di fuori delle mete più “gettonate”, quali  Lecce, Gallipoli, Otranto. Percorrendo il tragitto ciclabile che attraversa i cinque comuni, sarà possibile, ad esempio, sostare nel territorio di Neviano presso l’abbazia di San Nicola di  Macugno (casale scomparso), certamente finora non adeguatamente valorizzata e sicuramente sconosciuta a molti. Una volta lì, si può anche approfittare per una visita all’antichissimo “paretone” che, posto a difesa del casale,  probabilmente proteggeva anche il complesso monastico posto più in basso, da frane e acque piovane oppure ammirare le stupende piante della macchia mediterranea: orchidee selvatiche, mirto, querce spinose, timo e altre ancora. Lungo il percorso ciclabile, oltre a stupendi oliveti,  si incontrano la chiesa della Madonna delle nevi, il castello baronale e furnieddhri a Neviano, la chiesa dell’Annunziata ed il Museo della radio a Tuglie, il castello baronale a Collepasso, il palazzo ducale e il convento dei frati minori a Seclì, la Chiesa dell’Annunziata, la Colonna di San Giovanni e l’Arco di San Nicola ad Aradeo. Nei centri abitati saranno presenti rastrelliere per parcheggiare le bici e proseguire a piedi. Lungo il percorso, frecce direzionali, totem illustrativi, informazioni turistiche di ogni paese e tutte le notizie necessarie per proseguire il viaggio.

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...