Home Tags Posts tagged with "presepi salento"

presepi salento

by -
0 2048
Presepi in casa 2013 Antonio Scialpi

il presepe di Scialpi

ALEZIO. Ha riscosso molto successo e partecipazione la seconda edizione del concorso “Presepi in casa” organizzato dal “Comitato festa della Lizza”. A giudicare i 26 partecipanti è stata la giuria capitanata da Giacomo Coppola, maestro esperto nella lavorazione della cartapesta,  coadiuvato da Federico Mudoni (regista della “Springo film”), Francesca Crusi e Luigi Gaetani.

La premiazione, svoltasi lunedì 6 gennaio presso il Sagrato della Lizza, ha decretato ben sei “Re dei presepi”, tra cui l’aletino Antonio Scialpi che già nella scorsa edizione aveva vinto il premio di “miglior presepe artistico”. Insieme a Scialpi troviamo Antonio Scorrano, Fabio Di Nicola, Ottavio D’Aprile, Stefano Cataldi e le Suore Compassioniste.

«Sono molto contento e soddisfatto per la riuscita dell’iniziativa. Abbiamo avuto molte adesioni – afferma Alessio Russo, membro del Comitato Lizza – e soprattutto la riconferma dei numerosi partecipanti già presenti lo scorso anno. Mi sento in dovere di ringraziare oltre a tutti i membri del Comitato e al presidente Maurizio Dimo, anche l’intera giuria che con grande disponibilità e professionalità ha contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa».

by -
0 1767

 

presepe vivente (2)

GALLIPOLI. Son passati ormai moltissimi anni, forse un secolo da quando un vecchio portuale gallipolino, “lu Peppe Seccia” esponeva in piazza Duomo, fino al giorno di S. Lucia, i suoi pupi costruiti con la creta e con i quali si montava il presepe. Ora di quei pupi ne sono rimasti pochi esemplari. Ma la tradizione del presepe è rimasta. Dal 25 dicembre al 6 gennaio si possono visitare i presepi artistici e tradizionali allestiti nelle chiese parrocchiali di Gallipoli e in alcune  confraternite del centro storico. Da tener presente che la chiesa degli Angeli e dell’Immacolata sono chiuse per restauro, mentre in quella della Purità i lavori sono terminati. Intanto ritorna ad accendersi per tutto il periodo natalizio, il presepe luminoso dell’associazione “Città nuova” nel quartiere San Gabriele, tra la via De Angelis e via Cosimo De Giorgi.

Quello però che suscita più suggestione è sicuramente il presepe vivente allestito, con più di 30 figuranti,  nella zona delle cave presso la Madonna delle Grazie, sulla strada che porta ad Alezio, da un comitato guidato dal parroco di san Gerardo Maiella, don Andrea Danese, dal vice parroco don Francesco Martignano e da Lello e Franca Musumeci. Può essere visitato nei giorni 25-26-29 dicembre e 1-5-6 gennaio dalle 17 alle ore 21. Ai visitatori verrà offerto  un assaggio di pittule e vino.

Due presepi artistici nell’ ex mercato coperto: uno girevole a cura degli Amici di Antonio Crisogianni e l’altro realizzato da Luigi Bottazzo. Visite: mattino 9,30/13, pomeriggio 15,30/22.

Nella città vecchia è possibile visitare i seguenti presepi: presepe artistico associazione Anxa presso torre dell’orologio (Ore 16 – 20)  in piazza Duomo; presepe artistico Confraternita del SS. Crocifisso (riviera N. Sauro, ore 17-21); presepe artistico chiesa dei SS. Medici (via S. Giovanni, ore 10-12 e 16-21); Presepe artistico chiesa di S. Luigi (via S. Luigi, ore 10-12 e 17- 20.30; presepe artistico Palazzo vescovile (via Duomo, ore 10-12.30 e 16-20); Natività quattrocentesca chiesa di S. Francesco D’Assisi (riviera N. Sauro, ore 10-12.00 e 16-20).

Nei giorni 25-26-30-31 dicembre (ore 17- 19) si può visitare la Natività nei locali della Confraternita di S. Maria ad Nives. Un presepe artistico lo troviamo allestito nella chiesetta di santa Cristina a cura del vicino santuario di Santa Maria del Canneto.

 

ACQUARICA DEL CAPO. Quello di Antonio Occhilupo è un presepe da primato. Intanto è un’isola, per cui si può vedere da qualunque posizione, ha un perimetro di oltre 20 metri, 150 scene raffigurate con circa 500 pupi artistici, di cui una metà circa realizzati da esperti pupari salentini ed il resto realizzato con pazienza da record dallo stesso Occhilupo. Le scene riproducono scorci di Acquarica del Capo come era una volta, per cui si trovano le spurtare che lavorano il giunco marino, il contadino che sistema i telai con il tabacco da essiccare, il vigneto con le viti con l’uva e il palmento dove l’uva viene lavorata.

Elettricista di professione, Occhilupo ogni anno intorno alla metà di ottobre comincia a lavorare all’allestimento del suo presepe. Finito il lavoro ogni giorno per trovarlo basta andare nella chiesetta di San Donato, dove a dargli una mano ci sono i soci dell’Associazione “Terra Franca-Devoti a San Donato”. Ad iniettare la passione per il presepe a questo elettricista creativo quando faceva il chierichetto fu Don Tito Oggioni Macagnino, un parroco rimasto nel cuore degli acquaricesi.

“Ricordo da ragazzino i presepi che Carlo Marzo faceva in chiesa su richiesta di Don Tito, ha dichiarato Occhilupo, ed io stavo lì ad osservare ed imparare. Poi ho cominciato a fare un mio piccolo presepe quando avevo 15 anni e da allora non mi sono più fermato. Ogni anno un presepe più ricco e più grande per il piacere dei visitatori”. E i visitatori (tantissimi ogni anno) potranno godersi il presepe di Antonio Occhilupo nei giorni 21-22-24-25-26-28 e 29 dicembre 2013 e 1-4-5-6-11 e 12 gennaio 2014.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...