Home Tags Posts tagged with "platì"

platì

by -
0 1226

anna rita leonardi in redazione 27.5.15  (2)GALLIPOLI. C’è un posto in Italia in cui le elezioni amministrative del 31 maggio – in questo caso per il Comune – non si terranno. Sono state annullate per mancanza di candidati. Il posto si chiama Platì, in provincia di Reggio Calabria; quasi 51 km quadrati per 3.769 abitanti. Niente da fare: non si vota in un paese il cui Consiglio comunale è stato sciolto negli ultimi 12 anni ben tre volte per infiltrazioni mafiose e che dal 2012 è retto da un commissario straordinario adesso prorogato. L’ultima volta che si votò, le urne conobbero la decisione di appena il 24% dei votanti. Ora, per smuovere le acque e mettere in risalto una gravissima anomalia nel corpo di uno Stato democratico, ha deciso di rompere il silenzio una giovane donna, Anna Rita Leonardi, 29 anni, studi in Giurisprudenza e – nel frattempo – assistente parlamentare. Lei, che è venuta a trovarci in redazione, non è di Platì ma di Reggio; però di scioglimenti anticipati per inquietanti presenze nell’Istituzione Comune ne sa qualcosa: anche Reggio, il capoluogo con 200mila abitanti circa, ne è stato colpito.

“Si dovrebbe votare, salvo provvedimenti eccezionali, nel maggio prossimo: io ci sono con quanti vogliono impegnarsi per questo paese”, dice, sperando in cuor suo che la provocazione scuota le coscienze dei locali. Che, i più in buona fede, protestano con lo Stato: “Si sentono vittime di un pregiudizio: chiunque si canditi finisce sempre alla stessa maniera… si sentono attenzionati e non è gradevole per chi ha la coscienza a posto; del resto,con un migliaio di famiglie in tutto non è difficile trovare parentele scomode”, racconta Anna Rita Leonardi, faccia pulita e cuore altrettanto, tanto da poter portare la sfida nel cuore della Locride, in un paesino in cui non esiste neanche una sede di partito, di nessun partito. Lei non vuole abdicare: accetta compagnia.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...