Home Tags Posts tagged with "piazzale"

piazzale

Nardò – A Nardò fu una delle sue ultime uscite pubbliche. E oggi, a un anno dalla sua morte, sono in tanti a ricordare Stefano Fumarulo, dirigente regionale esperto di antimafia sociale e politiche migratorie scomparso 38enne a Bari il 12 aprile 2017. In mattinata nel capoluogo il sindaco Antonio Decaro e il governatore Michele Emiliano hanno partecipato alla cerimonia di intitolazione della piazzetta a lui dedicata. Analoga iniziativa si svolse a Nardò nell’agosto scorso quando il presidente della Regione e il sindaco neretino Giuseppe Mellone a Fumarulo dedicarono il piazzale nei pressi di Masseria Boncuri, in cui era appena stata inaugurata la foresteria per lavoratori stranieri, altro obiettivo tenacemente perseguito dal giovane dirigente di viale Capruzzi.

A Nardò a ricordare oggi la sua figura è l’avvocato Vincenzo Renna, componente del nucleo di valutazione del Comune. Il 31 marzo di un anno fa in un incontro pubblico a Palazzo Personè, Renna illustrò a Fumarulo la proposta per la realizzazione di una filiera etica in agricoltura nel territorio neretino. «Credo davvero che il miglior modo di ricordare Stefano – ha dichiarato Renna – sia quello di misurare i successi delle politiche sociali regionali di contrasto ai fenomeni criminali organizzati, conseguiti con il concorso imprescindibile del suo naturale talento e della sua competenza scientifica». Con Fumarulo la Puglia è stata la prima regione italiana ad adottare un piano triennale dell’immigrazione che prevede misure per riconoscere diritti e doveri. «Questo recupero di umanità – prosegue Renna – è stata la risposta più utile alla logica del malaffare e alla sopraffazione mafiosa. Stefano è stato sempre accanto agli ultimi, dagli immigrati di Rignano Garganico o di Nardò alle vittime di soprusi e violenze delle associazioni criminali. Per usare un gergo calcistico – conclude – Michele Emiliano ha fatto bene a ritirare “la maglia” di Stefano perché campione inarrivabile; così come Pippi Mellone ha fatto altrettanto bene a dedicargli il piazzale della foresteria accanto a Masseria Boncuri. Adesso ben vengano aule universitarie, borse di studio e tutto ciò che possa ricordare Stefano, continuando le battaglie nel solco da lui tracciato». Intanto il governatore Emiliano ha annunciato che al giovane dirigente regionale sarà intitolata la nascente Fondazione Antimafia sociale.

Collepasso – “Riqualificazione di aree degradate con un insieme coordinato di interventi diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità urbana e della riqualificazione del tessuto sociale, alla riqualificazione ambientale, mediante attivazione di servizi e interventi di ristrutturazione edilizia, riqualificazione e rigenerazione urbana con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali ed educativi e alla promozione delle attività culturali, didattiche e sportive”; questo prevedeva il bando del piano nazionale per le aree urbane degradate dell’ottobre 2015 e questo sarà anche a Collepasso: Il Comune col suo progetto “Ti porto in centro” si è classificato al 63° posto su 870 concorrenti da tutta Italia, risultando abbondantemente tra quelli (i primi 451) finanziati. I soldi in arrivo ammontano a un milione 770mila euro, praticamente l’intero importo del progetto presentato e basato su indagini sociali ed economiche relative alla zona del Palazzo baronale, di poche vie del centro e del campo sportivo, in direzione di Tuglie.

Sarà il palazzo nobiliare a fingere da punto di collegamento allo scopo di “rendere più attrattiva la zona, oggi piena di case chiuse, in vendita o in abbandono”, dice il Sindaco Paolo Menozzi. Il paese, dopo quarant’anni, è sceso sotto i 6mila abitanti, per via del calo demografico generale e che qui ha colpito in maniera sensibile. Si cerca di invertire la rotta anche così, evidentemente., con interventi per realizzare fondi stradali e marciapiedi adeguati intorno ai due punti cardine. “La soluzione progettuale adottata per l’immobile Campo sportivo – si legge in una nota – consiste nella manutenzione straordinaria della struttura mediante lavori di tinteggiatura dei locali, la sistemazione delle pareti perimetrali, e soprattutto l’abbattimento di barriere architettoniche che non danno modo alla struttura di svolgere il suo ruolo di potenziale punto di aggregazione socio-culturale. Inoltre al suo interno verrà realizzata una superficie di gioco polifunzionale, per lo svolgimento di diverse attività sportive in modo da poter allargare il raggio di azione sociale che lo sport offre”.  L’intera struttura verrà dotata di un nuovo impianto wireless di videosorveglianza che coprirà sia l’interno che il perimetro esterno del campo. L’intero impianto, insieme a quello previsto in corrispondenza dell’incrocio tra via Foscolo e via Puccini e quello tra via Puccini e via Ugo Bassi, si  andrà ad integrare con quello già esistente per cui sarà coperta la quasi totalità dell’area. Inoltre in un vano su via Foscolo sarà avviato lo sportello “Collepasso accoglie”.

Il Palazzo baronale di via U. Bassi, si trova a margine dell’area interessata dal presente progetto. “La proposta progettuale, in riferimento al manufatto storico, è quella di promuovere l’utilizzo dell’immobile come luogo di uso sociale e di sperimentazione di nuovi servizi, di promozione di servizi per i minori, il lavoro, la formazione e l’imprenditorialità”, si fa notare nella nota a firma di Menozzi e dell’assessore ai Lavori pubblici Luigi Felline. In due ambienti, già ristrutturati, sorgerà un “info point “ per le imprese locali e uno “Student center”. Sempre in quest’ala dell’immobile è previsto l’allestimento di un “Centro servizi per Minori”, oltre alla pavimentazione dell’atrio interno del Palazzo, attualmente sterrato, con posa di pavimentazione simile ai marciapiedi perimetrali (lastre martellinate in pietra locale di Soleto) e la predisposizione di un palco mobile per rappresentazioni teatrali. Via Aia vecchia, via Kennedy e via Pirandello diventeranno altrettanti viali alberati attrezzati e sarà infine ripristinato il piazzale antistante il Palazzo baronale. La convenzione è stata firmata a Bologna nei giorni scorsi (nella foto il Sindaco col ministro Boschi).

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...