Home Tags Posts tagged with "PIANO DI RIORDINO"

PIANO DI RIORDINO

ospedale ferrari - elena gentile a casarano 1.4.16CASARANO. Permangono i dubbi sul futuro del “Ferrari”. Subito dopo la seduta ministeriale nella quale si è discusso del Piano di riordino (che declassa l’ospedale a presidio di base), in città si è diffusa la notizia della bocciatura dello stesso Piano da parte del ministero. «Piano bocciato dal Ministero», ha subito scritto sulla sua pagina social il presidente del comitato “Pro Ferrari” Emanuele Legittimo. Molto più cauta la posizione del sindaco Gianni Stefàno che su Facebook ha, invece, invitato ad attendere “sino al momento in cui non si avranno dichiarazioni ufficiali dalle parti interessate o provvedimenti adottati dal Ministero”. In attesa di saperne di più (quella di Roma è stata solo una prima “verifica”), nel corso del recente incontro presso l’auditorium del Cuore Immacolato, alla presenza dell’europarlamentare del Pd Elena Gentile (nella foto tra Legittimo e Stefàno), il Sindaco ha confermato l’intenzione dell’Amministrazione comunale di presentare ricorso contro la delibera regionale.

Legata alle sorti del piano di riordino è l’istituzione delle guardie pediatriche, annunciata nei giorni scorsi dal direttore dell’Asl Silvana Melli, che dovrebbe garantire la presenza di uno specialista nei Pronto soccorso degli ospedali di Casarano, Copertino e Galatina che dovrebbero perdere Pediatria.

ospedali riuniti fotomontaggioCASARANO. Appare tutt’altro che pacifica l’operazione di accorpamento tra gli ospedali di Casarano e Gallipoli (nel fotomontaggio accanto idealmente uniti). Almeno sulla carta, il Piano di riordino ha già portato ad un’unica direzione amministrativa del “Presidio ospedaliero Casarano-Gallipoli”, dal primo febbraio provvisoriamente conferita ad Annamaria Paolini. Ma sono subito ritornate polemiche e mobilitazioni per la difesa dei due presidi territoriali. Le due comunità cittadine (facendosi scorta del sostegno delle municipalità vicine) sono subito ridiscese in campo con petizioni (a Casarano e dintorni) e cortei (a Gallipoli).
Nessuno intende cedere di un millimetro le posizioni acquisite: Casarano chiede l’avvio dei lavori per il nuovo lotto, finanziati dal 2006 con 14,4 milioni di euro, così come il completamento e l’adeguamento dell’esistente (il finanziamento è di 4,8 milioni di euro), il completamento di ostetricia (188mila euro) e del piano assunzioni (mancano otto primari) e non intende “mollare” Chirurgia pediatrica (reparto “d’eccellenza”), destinata a completare il nuovo Polo pediatrico del “Fazzi” (come anticipato da Piazzasalento lo scorso 26 novembre). Gallipoli, dal canto suo, non accetta il ruolo “subalterno” indicato nella bozza di piano che il governatore Emiliano intendeva portare in Giunta negli ultimi giorni del 2015. Tale piano (poi congelato in attesa del prossimo vertice romano tra Regione e ministero della Salute) assegnava al “Ferrari” il ruolo di ospedale di primo livello, aperto 24 ore su 24, trasformando il “Sacro Cuore” di Gallipoli in presidio per le lungodegenze, ovvero a ciclo diurno e specializzato nei cosiddetti “day-service”.

La proposta approvata all’unanimità il 15 dicembre dal collegio di direzione della Asl Lecce prevede a Casarano le “specialità di base” quali Medicina, Chirurgia, Ortopedia, Ostetricia e Ginecologia e Pediatria, Cardiologia con terapia intensiva oltre a Chirugia pediatrica, Endocrinologia, geriatria, Nefrologia, Neurologia, servizio psichiatrico, Urologia, Terapia intensiva, day hospital oncologico. Lo stesso documento assegna al “Sacro Cuore” una funzione “di rilievo” nella rete delle medicine specialistiche legate alle gestione delle patologie croniche, alla riabilitazione, alla lungodegenza e alla chirurgia “programmabile” con Cardiologia, Medicina, Oncologia, Pneumologia, Lungodegenza, Riabilitazione cardio-respiratoria, Chirurgia, Ortopedia e “day surgery” specialistici come oculistica e otorino garantendo il potenziamento del Pronto soccorso traumi estivo. Intanto dalla Regione giunge un altro chiaro segnale: «Il 2016 sarà l’anno dei cantieri per i nuovi ospedali». Tra i cinque c’è anche il nuovo ospedale tre Maglie e Melpignano. Anche alla luce di tali progetti, ritorna l’eco delle parole dell’allora direttore generale della Asl leccese Valdo Mellone più volte invitò Casarano e Gallipoli a ricercare una soluzione condivisa.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...