Home Tags Posts tagged with "parrocchia Sacro Cuore"

parrocchia Sacro Cuore

Nardò – Frise salentine e musica italiana. È la ricetta 2018 della “Sagra della Frisa”, tradizionale appuntamento organizzato dalla parrocchia del “Sacro Cuore” e in programma a Nardò domani 10 giugno alle 20.30. L’evento, giunto alla sua XXIV edizione, si terrà come ogni anno nel campetto accanto alla chiesa, in via Leonardo da Vinci.

La sagra coincide con la festa della parrocchia ed è uno dei primi appuntamenti della stagione estiva. “Non sono pochi i villeggianti, anche stranieri, che soggiornano nelle vicine marine o a Lecce – ricordano gli organizzatori – che in occasione dell’evento si riversano a Nardò poiché le sagre sono sempre molto apprezzate”. La frisa sarà la protagonista incontrastata di una serata all’insegna della riscoperta dei sapori tradizionali del Salento: che sia di grano o di orzo, può essere condita a piacimento con tutti i prodotti che offre la terra, come pomodori, capperi, peperoni, rucola, e tanto olio.

Quest’anno ad allietare la serata ci penserà “La storia siamo noi”, gruppo musicale composto da Mimì Petrucelli (voce, di Gallipoli), Piero Plantera (voce), Umberto Malagnino (basso), Enrico Duma (chitarra), Dario Cota (tastiere), Antonio Inno (sax) e Roberto Duma (batteria). Sul palco brani di mezzo secolo di musica italiana d’autore, con un vasto repertorio che va da Francesco De Gregori a Lucio Dalla, passando per Lucio Battisti, Gianni Morandi, Claudio Baglioni, Giorgio Gaber ed altri.  Insieme alla “Focara di Sant’Antonio” del 17 gennaio, la “Sagra della Frisa” è una delle feste più sentite dalla comunità tra quelle del “Sacro Cuore”, parrocchia attiva a Nardò dal 1971 e retta attualmente da don Giuseppe Casciaro.

chiesa-sacro-cuore---i-parroci-della-parrochia-sacro-cuore---foto-di-raffaele-LeopizziMATINO. L’11 febbraio del 1966, in via Gorizia su un terreno donato da una concittadina, nasceva la parrocchia Sacro Cuore. A distanza di 50 anni
la comunità matinese ha reso omaggio a quella data importante con la messa solenne concelebrata dal vescovo della diocesi Nardò-Gallipoli Fernando Filograna (nella foto di Raffaele Leopizzi) e dai parroci del paese. «Penso che si dovrebbe celebrare non solo la posa della prima pietra, ma anche dell’ultima – ha affermato Filograna – perché cominciare è facile, ma continuare e finire è difficile». Alla costruzione della parrocchia partecipò con grande coinvolgimento la popolazione matinese. «Questa chiesa è stata costruita con concorso del popolo che con grande generosità – ha sottolineato il vescovo – ha dedicato parte dei suoi averi alla creazione di una nuova famiglia e questa celebrazione è una cerniera che lega quel passato al futuro».

Dall’altare si è espresso anche don Gianni Filoni, da poco in parrochia: «È doveroso un grazie per questi 50 anni che ci spronano a continuare». I ringraziamenti sono stati rivolti anche a tutti i parroci presenti e a coloro che si sono succeduti negli anni, a chi ha intrapreso un percorso di fede come don Giuseppe Calò ordinato nel 2011 a soli 25 anni. E a consolidare il mezzo secolo di vita anche una coppia che proprio in quella parrocchia, 50 anni fa, si è unita in matrimonio. Si tratta dei coniugi Luigi e Teresa che di fronte all’assemblea e al vescovo hanno rinnovato le loro promesse.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...