Home Tags Posts tagged with "opposizione"

opposizione

A sinistra il sindaco Riccardo Monsellato. Il consigliere Martino De Giorgi (a destra) mette in evidenza, tra le cose che non vanno, anche una comunicazione prevalentemente su Fb

A sinistra il sindaco Riccardo Monsellato. Il consigliere Martino De Giorgi (a destra) mette in evidenza, tra le cose che non vanno, anche una comunicazione prevalentemente su Fb

PRESICCE. Un incontro dell’Amministrazione con la popolazione per render conto di quanto fatto nei primi mesi si è tenuto a fine novembre. In quell’occasione è stato il sindaco, Riccardo Monsellato, a parlare per tutta la sua Giunta.
Nei suoi tanti fogli gli appunti delle cose realizzate, delle difficoltà affrontate e da affrontare e degli obiettivi da perseguire.
Il discorso non ha convinto e non è bastato agli oppositori che non hanno risparmiato le critiche. In particolare sull’ultimo numero del periodico a cura del gruppo “Per Presicce” campeggia in prima pagina la foto scattata durante un Consiglio comunale nascosta dalla scritta “Bocciati”. Nel pezzo a firma del consigliere Martino De Giorgi, si elencano le problematiche diffuse in paese: «Periferie poco curate, cattivi odori dai tombini, scarsa attenzione per gli spazi pubblici…». La lista continua e De Giorgi critica gli amministratori anche nel modo di comunicare con i cittadini, utilizzando prevalentemente i social network. E Facebook, infatti, è diventata la piazza principale nella quale criticare, attaccare e discutere animatamente.
Ad essere presi di mira in un recente post sono stati i conti del Comune. Il consigliere Anacleto Tamborrini, infatti, ha ricordato che il commissario Aprea “ha lodato il buon andamento della gestione della cosa pubblica”, mentre gli attuali amministratori si lamentano “della situazione economica disastrata cui versano i conti pubblici”.. «Per quanto riguarda la critica del gruppo di De Giorgi – fanno sapere dall’Amministrazione – molte delle cose elencate erano già risolte quando è uscito il giornale».

Per i conti è il sindaco che interviene, dando anche qualche numero: «È vero che il Commissario ha dato quella dichiarazione, ma dire che un comune è in equilibrio di bilancio, significa che l’Ente non è in dissesto, non che ha la possibilità di spendere come e quanto vuole – afferma -. Inoltre, il Comune di Presicce ha dovuto pagare per il 2014 debiti fuori bilancio per oltre 150mila euro. A questo si aggiunge anche il taglio di fondi da parte del governo di circa 130mila euro. Senza contare poi le sentenze concluse a sfavore del Comune. Con questi numeri è difficile governare, con grande difficoltà approviamo le delibere del bilancio, ma siamo sempre ottimisti e andiamo avanti per trovare soluzioni».

TUGLIE. Il confronto tra maggioranza e opposizione non si placa. Il gruppo di Bene Comune (nella foto al centro Antonio Vincenti) interroga, in un manifesto pubblico, l’amministrazione sui cantieri di cittadinanza, sul lavoro minimo di cittadinanza e sull’assenza di Tuglie tra i Comuni che saranno serviti dalla banda larga. «Bene Comune – si legge nel manifesto – vuole vedere i passi concreti di questa vecchia maggioranza che perde pezzi autorevoli e significativi in seno alla rappresentanza consiliare, gioca a rimpiattino e gira a vuoto senza preoccuparsi dei problemi veri dei cittadini».

«Ritenevamo non valesse la pena rispondere ad attacchi sterili – si legge nel manifesto di replica di “Insieme per Tuglie” – poiché crediamo fortemente che il luogo di confronto sia solo ed esclusivamente il Consiglio comunale. I cantieri di cittadinanza e il lavoro minimo sono interventi che non risultano ancora avviati dalla Regione. In merito alla banda larga, invece, il comune di Tuglie, nella graduatoria regionale, risulta al 161º posto mentre gli interventi finanziati sono fino alla 148 posto». Intanto, la maggioranza guidata dal sindaco Massimo Stamerra (a sinistra) perde un consigliere.

Salvatore Selce (a destra), già assessore nella precedente amministrazione, si è, infatti, dichiarato indipendente nell’ultimo Consiglio. Resta sempre nelle fila della maggioranza, ma d’ora in poi voterà secondo coscienza. La scelta è maturata dopo un lungo periodo e, in particolare, alla bocciatura di una sua mozione presentata per la variazione di bilancio per i lavori di ristrutturazione del campo sportivo. «La proposta che ho presentato – afferma Selce – non è stata presa in considerazione e nemmeno messa al voto. Mi sembra davvero molto strano questo comportamento da parte di un centro destra che a livello nazionale lamenta come le decisioni vengano imposte dal vertice, mentre a livello locale agisce nello stesso mondo. La maggioranza – conclude Selce – non ha aperto il dialogo nè con il sottoscritto nè con l’opposizione per la stesura del regolamento di pari opportunità”.

Municipio-Secli-2

Il sindaco Casarano e la capogruppo di minoranza Sonia Giaffreda

Il sindaco Casarano e la capogruppo di minoranza Sonia Giaffreda

SECLÌ. C’era attesa nel Consiglio comunale di venerdì 28 novembre, con all’ordine del giorno l’assestamento di Bilancio per l’anno in corso, per verificare la posizione dei tre consiglieri di minoranza,  Sonia Giaffreda, Antonio Pepe e Ivan D’Amico, dopo che nei giorni scorsi erano stati affissi nel paese  manifesti dal titolo esplicativo “E vai con le tasse”, a firma del loro gruppo di origine “Insieme per una nuova Seclì”. In aula, tuttavia, i tre si sono limitati ad informare circa la loro astensione al voto “essendo già stati assenti nel Consiglio comunale del 25 ottobre in cui fu approvato il Bilancio”.

Già nelle precedenti sedute consiliari,  comunque, il tema delle tasse non aveva acceso grandi contestazioni circa l’operato della maggioranza guidata dal sindaco Antonio Casarano: il 5 settembre, senza opposizioni o proposte alternative, era stato, infatti, approvato il regolamento Iuc per la nuova  tassa dei rifiuti mentre il 30 settembre, il Consiglio diede il via libera, all’unanimità, alla proposta della maggioranza di ridurre del 50% le onerose tariffe dei commercianti e applicare riduzioni scaglionate fino al 40% per le famiglie. Il 25 ottobre la maggioranza ha infine approvato il Bilancio di previsione 2014, con i tre consiglieri di opposizione assenti dopo aver dichiarato di “non essere stati messi in condizione di svolgere il ruolo di controllo e verifica” per finire all’ultima Assise, senza alcuna discussione sulla delibera di assestamento del Bilancio proposta dalla maggioranza e la semplice astensione dell’opposizione. Nella stessa seduta è stato approvato all’unanimità il “Piano comunale degli interventi per il diritto allo studio”: da quest’anno i pasti per i 28 bambini di scuola dell’Infanzia verranno forniti dalla ditta esterna “La Fenice” di Galatone. Invariato il costo per le famiglie.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...