Home Tags Posts tagged with "notizie neviano"

notizie neviano

corso neviano defibrillatoriNeviano. Quattro defibrillatori per altrettante realtà socio-culturali della città: si conclude così la raccolta fondi avviata lo scorso primo dicembre con il progetto “La notte dei pensieri magici”, ideato e fortemente voluto da Luca Renna – giovane poi scomparso a causa di una grave malattia – con l’unico fine di apportare un contributo in merito alla prevenzione delle malattie. Dal dicembre scorso, la rete dei sodalizi con la collaborazione del comune di Neviano ha già effettuato ben due sostanziose donazioni alla Lilt e all’associazione “Un sorriso in più”, entrambe di Lecce. Grazie all’ennesimo lavoro di squadra tra innumerevoli associazioni di Neviano (tra cui, per citarne alcune, il servizio Informagiovani dell’Ambito territoriale sociale di Galatina, la comunità educativa “La Casa” e la Protezione civile nevianese), è stato possibile il quadruplo dono all’intera comunità cittadina.

I defibrillatori, dispositivi medici sempre più indispensabili nei luoghi d’aggregazione, sono stati consegnati da Prisca Giustizieri, presidente dell’associazione “La notte dei pensieri magici”, il 6 agosto, durante i festeggiamenti patronali in onore della Madonna della Neve, e destinati dunque alla sede centrale del Comune di Neviano, all’oratorio parrocchiale, al campo sportivo e all’istituto comprensivo “Giovanni XXIII”. Tutti coloro che nelle scorse settimane hanno partecipato al corso di formazione abilitante all’uso dei dispositivi, curato dalle associazioni “Misericordia” di Neviano e Racale, nella stessa serata hanno poi ricevuto un attestato.

by -
0 1255

La festa in piazza dello scorso anno con la musica popolare salentina dei “Pizzicacore”

NEVIANO. Negli anni cinquanta molti nevianesi lasciarono la propria terra per cercare fortuna in Svizzera. Gran parte degli espatriati si recò nella città di Langenthal, nel canton Berna, ora gemellata con la città di Neviano. Solo una piccola parte di loro ha fatto, dopo lungo tempo, ritorno nel paese natale; gli altri sono invece rimasti fuori nazione rafforzando i propri rapporti economici e sociali con quanti, ormai tanti anni fa, li accolsero. È per radunare e ricordare i protagonisti di quell’esodo che in paese si celebra ormai da tempo la festa degli Emigranti.

Ed è conto alla rovescia, allora, per l’attuale imminente edizione della “Notte degli emigranti”, organizzata da “5ª generazione”, ossia l’associazione “Emigranti nevianesi nel mondo” di Salvatore D’Ostuni, assieme all’associazione “Notte bianca nevianese” con il patrocinio (gratuito) del Comune. Al centro della festa del 31 luglio e del primo agosto, ci saranno subito i bambini: dall’ultimo giorno del mese di luglio, potranno divertirsi spensierati grazie alle gigantesche giostre gonfiabili installate appositamente nell’area mercatale; nella stessa serata, poi, andrà in scena una frizzante animazione con il noto gruppo musicale “Riviera salentina”. Il giorno successivo, primo d’agosto, invece, si vivrà la consueta – divertente per chi la guarda ma faticosa per chi la vive in prima persona – arrampicata sul palo della cuccagna. La serata sarà poi suggellata dalla voce di Enzo Petrachi e dalle note della sua orchestra. Non mancherà, sicuramente, un viaggio – più o meno nostalgico – nel tempo e nei luoghi dell’emigrazione.

Da sinistra, lo sviluppo del ripetitore telefonico di piazza Concordia dal 2003, 2010 e 2014

NEVIANO. Braccio di ferro tra il comitato per la salvaguardia della salute e del territorio “La Radice” e la Wind in merito ad un ripetitore telefonico presente ormai da 15 anni in piazza Concordia. Secondo alcuni, l’impianto avrebbe dovuto trovare altra sistemazione già da tempo, stando al regolamento comunale del 2007 che dispone, appunto, la riallocazione di impianti preesistenti non conformi al “principio di precauzione” stabilito dallo stesso regolamento. Il capitolo “elettrosmog”, insomma, continua a tenere banco in paese. È da più di un mese, infatti, che se ne parla anche in relazione alla possibile correlazione (sostenuta da qualcuno)tra le emissioni elettromagnetiche e gravi casi di malattie accaduti in paese.

Se il Comitato chiede con forza la rimozione dell’impianto, o, in ultima analisi, lo spostamento, magari in periferia, la compagnia telefonica pare disposta a depotenziare l’antenna lasciandola, però, nel sito attuale, ovvero sul terrazzo di un’abitazione privata proprio al centro del paese, a pochi passi dalla scuola e dalla casa catechistica. A dare l’allarme, nei giorni scorsi, è stato pure l’attuale assessore all’Ambiente, Raffaele Birtele giacché, in seguito ad un monitoraggio effettuato da uno studio privato di ingegneria ambientale di Conversano, sarebbe emersa una quantità di onde elettromagnetiche superiore ai limiti imposti dalla legge, ovvero 6 Volt al metro; questa particolare circostanza sarebbe stata registrata proprio nella centrale piazza Concordia.

In un comunicato congiunto dell’assessorato all’Ambiente e del Comitato, diffuso meno di un mese fa, è riportato anche il dato relativo all’emissioni elettromagnetiche registrato nella scuola cittadina pari a due Volt al metro, valore  che, sebbene sia nei limiti di legge, è costante in tutti i punti dell’edificio scolastico: ne deriverebbere, però, un’esposizione coninua a carico dei piccoli scolari. Altri controlli sarebbero stati effettuati tra marzo e aprile anche dagli uomini dell’Arpa, “sia su banda larga sia su banda stretta”, così affermato dal sindaco Silvana Cafaro, e i valori riscontrati sarebbero nella norma. Ma la paura c’è, e resta, soprattutto alla luce degli ultimi dati relativi all’incidenza tumorale sul territorio.

Diversi sarebbero stati gli incontri con i referenti territoriali della compagnia telefonica che, a quanto si apprende dal Comitato, avrebbero dapprima proposto il trasferimento dell’antenna – da potenziare – nella zona cimiteriale, decidendo alla fine di lasciarla lì dov’è riducendone le emissioni. «Non ci daremo pace finché l’antenna non verrà portata via dal centro del nostro paese», fa sapere, tuttavia, Natascia Cazzato, presidente del comitato “La Radice”. Un “atto di civiltà”, secondo la Cazzato, nei confronti dei nevianesi che da tempo soffrono “il cupo primato di un’alta incidenza tumorale sul territorio”. Intanto, in città si attende il ritorno di un referente della stessa compagnia telefonica.

by -
0 1268

vincenzo antonaciNEVIANO. Dopo circa otto anni di assenza, ritorna ufficialmente in paese il calcio con la neonata associazione sportiva dilettantistica “Neviano federazione Calcio 2014”, attualmente presieduta da Vincenzo Antonaci (foto).  Al via, sin da subito, le iscrizioni ai corsi di scuola calcio rispettivamente per le categorie “Primi calci”, “Pulcini”, “Esordienti” e “Giovanissimi”. È stato invece chiuso lo scorso 30 giugno il tesseramento sociale per l’anno 2014-2015 con l’adesione di una ventina di aspiranti soci ordinari. Il sodalizio ha sede in via San Giuseppe 6 . Vice presidente è Loris Antonaci, segretario amministrativo Michele Giannotta, tesoriere:Serena D’Ospina, consigliere Tiziano Danieli, consulente amministrativo Nadia D’Ostuni, medico sociale Gessica Paola Botrugno. È attivo, inoltre, anche il sito internet www.nevianofc2014.it dove trovare informazioni e contatti.

by -
0 1204

foto progettoNEVIANO. Si chiama “Come fare come non fare” il progetto lettura promosso dalla dirigente Gabriella Margiotta, in collaborazione con il Comune di Neviano, l’ Ecomuseo del paesaggio delle serre di Neviano, la Rete Informagiovani Ats Galatina, l’Istituto comprensivo Giovanni XXIII, la casa editrice Kurumuny, libreria Hemingway e l’associazione KroKe di Galatone. L’iniziativa, rivolta ai bambini dai 3 agli 11 anni, si è svolta lo scorso 9 giugno presso i giardini dell’ Istituto. Trenta bambini  hanno seguito “incantati” le animatrici dell’associazione KroKe, che hanno dato vita all’inchiostro stampato sulle pagine bianche raccontando ad alta voce la storia della “Comare Formicuzza” e “la volpe”.

La presidente dell’Ecomuseo del paesaggio delle serre di Neviano,  Rita Stefanelli  ha coinvolto i piccoli spettatori  nell’ utilizzo  dei giochi di una volta e nella visione di un documentario realizzato  per comprendere a fondo i giochi dei bambini salentini  i quali, non avevano molti svaghi ma riuscivamo, anche con mezzi semplici a giocare e socializzare. «Il libro che leggiamo ci permette di catturare qualcosa ed immagazzinarlo per sempre nella nostra mente e nei nostri cuori – afferma la dirigente Margiotta- ogni pagina che sfogliamo è il frutto di una mente generosa che ha voluto condividere con noi i suoi pensieri ed ogni parola, ogni frase è uno spunto per sognare».

 

by -
0 1568
Comune di Neviano

Comune di Neviano

NEVIANO. “Inquinamento ambientale e aumento dell’incidenza dei tumori nel Salento” è il tema della tavola rotonda organizzata nell’aula polifunzionale di Neviano (in via Dante), venerdì 6 giugno alle 20. Alla serata, organizzata dall’associazione “La radice”, interverranno i ricercatori del Cnr Cristina Mangia ed Antonella Bruni, il direttore del dipartimento di prevenzione dell’Asl di Lecce Giovanni De Filippis, il direttore del distretto socio sanitario di Galatina Cosimo Esposito e la referente del nodo di Taranto di Peacelink Fulvia Gravame.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...