Home Tags Posts tagged with "natale 2014"

natale 2014

Band Babbo natale copia versamento 2014ALLISTE. Diecimila e ottocento euro. Un risultato quasi duplicato, rispetto allo scorso anno (6mila la cifra del 2013), per la raccolta fondi a cura della “Band di Babbo Natale”. Il gruppo solidale di Alliste, presieduto da Giorgio Adamo, ha già devoluto l’importante somma, come da quattro anni a questa parte, all’associazione genitori onco-ematologia pediatrica “Per un sorriso in più” del “Vito Fazzi” di Lecce. Com’è noto, i soldi ricevuti saranno utilizzati per potenziare il reparto ospedaliero che ospita tanti bambini poco fortunati.
Ma com’è stato possibile, per la Band, raggiungere quest’esito più che positivo? «Con cuore, volontà, serietà e pazienza», fa sapere l’associazione che, domenica 22 febbraio, renderà conto pubblicamente dell’intero operato. L’incontro, all’insegna della trasparenza, si svolgerà alle 17.30 presso l’auditorium della scuola media di Alliste.

Non c’è dubbio che, di anno in anno, la Band sia cresciuta, anche a livello di diffusione: partita da Alliste, l’ultimo evento ha toccato ben cinque paesi. E non c’è dubbio che dietro quest’ascesa ci sia molto impegno, che non si tratti semplicemente di sfilare vestendosi da Babbo Natale, come magari qualche “non addetto ai lavori” potrebbe pensare: «Dietro a quel risultato c’è un lavoro enorme – sottolinea il presidente – mesi di preparazione (da fine luglio), tantissime persone coinvolte, numerose associazioni da coordinare e tanti problemi durante la fase organizzativa. Non è stato facile, ma ringraziamo tutti per l’impegno professionale “gratuito” all’insegna della solidarietà: le associazioni per il loro contributo, tutti i volontari che si sono impegnati nel vendere i biglietti della lotteria in un momento così delicato di crisi economica. Tutto ciò ci porta a riflettere su quanto si possa fare con un po’ di volontà».

polo due presepi casarano dueCASARANO. Il Polo 2 incontra le famiglie. Si sono svolti tra il 20 e il 26 di gennaio gli incontri tra la scuola e le famiglie. Sono state presentate la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.
Poiché le iscrizioni alla scuola primaria e secondaria dovranno essere effettuate solo in modalità online, nel periodo compreso tra il 15 gennaio e il 15 febbraio, la scuola si è resa disponibile per aiutare le famiglie prive di strumentazione informatica le quali potranno effettuare l’iscrizione direttamente dalla segreteria dell’Istituto di via Amalfi. Intanto, il Polo 2 ha fatto incetta di premi al concorso di presepi indetto dall’Azione cattolica del Sacro Cuore.
La scuola secondaria si è aggiudicata il primo premio della giuria popolare, con un presepe ambientato nella Masseria Macrì di Supersano e realizzato nel corso di un laboratorio pomeridiano (foto) contro la dispersione scolastica. Per la scuola primaria, invece, si è aggiudicato la sezione “scuola” del concorso Gabriel Letizia della I A, seguito da Maria Venuti della III D e da Vania Legrottaglie e Andrea Albano, rispettivamente della V E e della IV C, classificatisi terzi.

by -
0 742

CASARANO. Il Polo due di Casarano protagonista, con oltre 50 lavori, al concorso indetto dalla Azione cattolica del “Sacro Cuore”. La scuola Secondaria di primo grado, guidata dalla reggente Rita Augusta Primiceri (che sostituisce la dirigente titolare Luisa Cascione) si è aggiudicata il primo premio della giuria popolare mentre Gabriel Letizia (della classe I A Primaria) è risultato primo per la giuria tecnica nella sezione “scuola”, con Maria Venuti (III D) al secondo posto, mentre  Vania Legrottaglie (V E) e Andrea Albano (IV C) sono giunti terzi rispettivamente per la giuria tecnica e popolare. Il presepe della Secondaria, ambientato nella Masseria Macrì di Supersano, è frutto del laboratorio pomeridiano, avviato nell’ottobre scorso coinvolgendo 25 ragazzi delle terze classi con il Gruppo di sostegno didattico nell’ambito di un progetto avente come obiettivo quello di evitare la dispersione scolastica.

piazza-garibaldi-tuglie-350x262TUGLIE. Il Natale di solidarietà appena trascorso a Tuglie inizia a portare i suoi primi, grandi frutti. E’ di 425 euro il ricavato del progetto “Regalami un sorriso”, promosso dai volontari dell’associazione “Amici Dei Bambini” che ha visto impegnati anche gli studenti del Comprensivo di Collepasso-Tuglie. Domani, 9 gennaio alle ore 10, l’associazione tugliese consegnerà a ciascuno dei 21 piccoli ospiti del reparto di oncologia dell’ospedale di Tricase un peluche e dei sacchetti di caramelle e donerà un tv led da 32 pollici da installare nell’ambulatorio pediatrico, un modo per allietare la permanenza dei piccoli durante la terapia post natalizia.

by -
0 789

natale albero in piazza san domenicoCASARANO. La Pro loco di Casarano premia quanti nel periodo festivo hanno fatto spesa in città. Ieri sera, giorno dell’Epifania, si è svolta l’estrazione dei biglietti vincenti messi in palio dal concorso “A Natale ..offro io”. Al biglietto serie I n. 25 va un buono spesa da 150 euro fruibile presso Agricenter;  al biglietto serie A n. 477 un buono da 100 euro da spendere presso la tabaccheria Toma di viale Stazione ed al biglietto serie F n. 73 un buono da 50 euro da spendere presso la libreria Dante Aligheri di via Matino. I premi assegnati potranno essere ritirati entro 60 giorni dall’estrazione.

junior talentorchestraPARABITA. Questa sera alle 19 la “Junior TalentOrchesta” si esibirà a Parabita presso la Sala Carducci dell’Istituto elementare di via Roma. L’orchestra, composta da 13 giovanissimi musicisti, nasce dal “Centro sviluppo talento”, con sede a Matino, che propone lo studio della chitarra classica con il metodo Suzuki, ed è stata ideata per far crescere i piccoli attraverso la musica. Con la direzione del maestro Maurizio Mangia la “Junior TalentOrchesta” presenterà un viaggio musicale che parte dalle note classiche di Vivaldi sino alle moderne melodie di Michael Jackson. Durante la serata sarà, inoltre, registrato il primo cd live dell’orchestra. L’iniziativa è promossa nell’ambito della rassegna “Natale a Parabita” della Città e organizzata dall’associazione “Cantieri culturali aperti – Emergenze Sud”.

RACALE. Un secolo di vita, cento anni compiuti in ottobre e centesimo Natale appena vissuto: questi sono solo alcuni degli strabilianti numeri di nonna Rosina, una “giovane” racalina classe 1914. Adora il Natale, con la sua atmosfera e magia, ne apprezza i valori e i messaggi, ma soprattutto ama trascorrerlo in famiglia, “il bastone della sua vecchiaia”. Anche quello appena trascorso, è stato un 25 dicembre all’insegna della condivisione, dell’unione e della tradizione: la partecipazione alla messa natalizia, la realizzazione del presepe e dei dolci tipici, il pranzo insieme a figli, nipoti, pronipoti e parenti rappresentano per nonna Rosina una gioia indescrivibile. D’altronde, il suo motto tipico per qualsiasi avvenimento è ”Campa ca viti”, e nonna Rosina, di avvenimenti ne ha visti e vissuti tanti: dall’orrore delle due guerre mondiali alla straziante perdita di due dei quattro figli e del marito giovanissimo, inframmezzati comunque da eventi decisamente più lieti e festosi: dai numerosi corteggiamenti ricevuti da ragazza (sui muri le scrivevano addirittura “La più bella è Rosina”, e di questo lei si imbarazzava) al matrimonio con l’uomo della sua vita, e ovviamente la nascita e la crescita di figli, nipoti e pronipoti. La preghiera è la sua forza; ama la compagnia: ha partecipato per numerosi anni come personaggio al presepe vivente racalino, durante il quale ha dimostrato e insegnato ai visitatori l’arte dello “ttaccare sciucamani”, ossia annodare le frange degli asciugamani. Il segreto per vivere così a lungo? Semplice: “mangiare tanta frutta, tanti dolci e bere dei bei bicchieroni di latte”. Cento di questi anni, nonna Rosina: auguri!

by -
0 3747

valerio marrocco presidente presepe ultimo a destraÈ frutto di un lavoro ininterrotto durante un intero anno, il Presepe vivente di Alliste. Realizzato dal comitato “Insieme per il Presepe”, presieduto da Valerio Marrocco (a lato), per la nona edizione aprirà le porte ai visitatori il 25, 26 e 28 dicembre, il primo dell’anno, il 4 e 6 gennaio. Dalle 18 alle 21.30, la collina della serra di Alliste (sulla strada che porta alla marina di Capilungo) si animerà grazie ai tanti figuranti, tutti indistintamente protagonisti della rappresentazione vivente della Natività. Sì, perché sotto la stella cometa si azzerano le differenze, prevale la solidarietà e l’arricchimento reciproco è assicurato mentre le nonne filano, la massaia prepara le “pittule”, i ragazzini apprendono vecchi mestieri come quello del “ferracavalli” o di chi intreccia “panareddhi”. L’evento è molto atteso, la folla di visitatori assicurata ma gli aiuti non sono mai abbastanza: «Il paese andrebbe più stimolato sotto questo punto di vista. Ringrazio i cittadini – dice Marrocco – che con molta semplicità hanno dedicato un po’ del loro tempo all’allestimento».

All’appuntamento con il presepe vivente non manca Gemini, frazione di Ugento, che per il nono anno consecutivo coinvolge tutti gli abitanti del piccolo centro in una fedele ricostruzione della Natività. La rappresentazione è strutturata in due parti, popolate da 120 figuranti: la prima parte da via Micca si snoda nelle stradine del paese; ci si sposta poi all’interno di una vecchia chiesa chisa e negli antichi spazi dell’Arciprevitura, un palazzo storico risalente al 1600. L’organizzazione è sempre dell’associazione culturale Gemini; il presidente Massimo Seclì dice: «Essere presenti per il nono anno è un grande traguardo. Realizziamo da soli gli abiti e le ambientazioni, col grande lavoro degli associati, in circa tre mesi di tempo. Da tre anni siamo inseriti all’interno dell’iniziativa “Le città dei Presepi”, quest’anno stiamo tentando un progetto più ampio a livello turistico con la Provincia di Lecce: numerosi giornalisti e tour operators verranno a visitare la nostra manifestazione». Le giornate di apertura saranno il 25,26 e 28 dicembre e l’1 e il 6 gennaio dalle 17.30 alle 21. Prevista un’altra apertura il 4 gennaio qualora una delle precedenti salti per il maltempo.

A Neviano, organizzato dalla parrocchia San Michele Arcangelo con il comitato Santa Croce e gli Amici del presepe e il patrocinio del Comune ecco l’“Evento di Betlemme”, ambientato in centro storico, aperto il 25, 26 e 28 dicembre, l’1 e il 6 gennaio, giorno in cui sfileranno i Re Magi a cavallo. La sera della vigilia vicino al campo sportivo sarà la tradizionale “focara” a scaldare la magica notte.

Nardò quest’anno offre non solo il suggestivo Presepe in riva al mare di Santa Caterina ma anche l’animazione della Natività nel centro storico a cura della Pro loco cittadina.
don ippazio nuccioSono i giovani a rappresentare la nascita del Bambin Gesù a Taurisano: l’evento è all’ottavo anno e rientra nel programma di pastorale giovanile interparrocchiale coordinato dal viceparroco della Chiesa Madre don Ippazio Nuccio (nella foto a sinistra). L’obiettivo è quello di coinvolgere i giovani dai 14 ai 30 anni. Quest’anno il Presepe prende vita in un gioiello di archeologia industriale, rappresentato dalla manifattura di tabacco della famiglia Ponzi, risalente alla metà del secolo scorso. Il 6 gennaio ci sarà l’arrivo dei Magi che porteranno i doni a Gesù; seguirà davanti alla grotta, il tradizionale bacio del Bambinello. Inserito nel progetto “Città dei Presepi”, sarà aperto il 25 e 28 dicembre, l’1 e il 4 gennaio dalle 17.30 alle 21 e il 6 dalle 16 alle 21. L’ingresso è su via Indipendenza mentre l’area parcheggio è presso l’area mercatale. Don Ippazio Nuccio dice: «Il presepe vivente ormai divenuto tradizione per la comunità taurisanese. Nonostante le difficoltà e la fatica per realizzarlo, viene con convinzione ed entusiasmo riproposto, rinnovandosi come ogni anno nel contesto architettonico».
Cinque giorni per far visita al Presepe vivente di Matino: 26 e 28 dicembre, 1, 4 e 6 gennaio dalle 18 alle 21.30. Luca Cataldo, Luigi Danese e Luigi Tamborrini, soci dell’associazione “Amici del Presepe”, insieme ad alcuni volontari assicurano che tutto sarà pronto per il giorno di Santo Stefano. L’itinerario prende il via da piazza S. Giorgio, e attraverserà le trenta scene allestite nei vicoli del centro storico che per sua natura riporta l’atmosfera ai tempi delle botteghe ricreate nelle case scavate nella pietra e nei frantoi.

Hanno collaborato Roberta Rahinò, Laura Primiceri, Giuseppe Calò, Lorenzo Falangone, Rocco Schiavano, Maria Antonietta Quintana

capodanno taviano 2013TAVIANO. Tutto pronto per una fine d’anno col botto, a Taviano. Dopo il successo della prima edizione dello scorso anno, si replica “Capodanno sul Corso” una nottata da favola, sul corso della “Città dei fiori”, all’insegna del puro divertimento, per giovani e famiglie. L’evento, ideato da Oscar Peschiulli, gestore del “Picador” a Gallipoli, prevede una serata ricca di appuntamenti con varie performance vocali, ballerini, attori e Djset. Per la regia di Federico Malafronte e con le coreografie di Delia Pellicciari, protagonista della serata sarà Maruska Starr (il suo vero nome è Dario Bovenzo, giovane attore, cantante e performer di musical) accompagnata da un corpo di ballo. Una serata nel segno della musica e del divertimento, in cui verranno interpretati brani di musica italiana e internazionale. A seguire sul palcoscenico Djset a cura di M20. “Abbiamo sposato immediatamente l’idea lanciata da Oscar Peschiulli –ha dichiarato il sindaco di Taviano, Carlo Portaccio – di rinnovare l’appuntamento con la notte del 31 dicembre sul corso, ricordando il successo dello scorso anno e perché crediamo fortemente che eventi di questo tipo possano contribuire a promuovere il nostro territorio e la nostra città”.

foto di Emanuela Rizzo

Si è conclusa la marcia di solidarietà della Band di Babbo Natale, anche quest’anno impegnata nel progetto “Per un sorriso in più…arriva Babbo Natale” che raccoglie fondi in favore del reparto Onco-ematologia pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Cinque i comuni salentini aderenti all’iniziativa invasi dall’allegra banda natalizia: il tour è partito il 21 dicembre da Gallipoli, per poi proseguire il giorno dopo a Taviano. Il 23 doppio appuntamento a Ugento e Racale, e finale ad Alliste la sera della vigilia di Natale.

10888826_1537365426547552_5283402825068191079_nMELISSANO. Si è avviata ufficialmente il 26 dicembre scorso la nuova stagione della compagnia teatrale melissanese de “Il Sipario”. L’evento, denominato “Note di Speranza 2014” e svoltosi presso l’ex cinema “Aurora”, si è aperto con l’intervento del responsabile dell’associazione, Giuseppe De Giorgi, il quale si è soffermato “sulle difficoltà economiche affrontate dalla compagnia per organizzare l’ennesima rassegna di spettacoli, ma riuscendoci ugualmente, con la soddisfazione e l’entusiasmo di sempre”. Dopo di che, spazio al concerto natalizio del coro racalino “De Finibus Terrae”, che, diretto dal maestro Rocco Spennato in collaborazione con Erika Pizzileo, ha intonato una serie di testi incentrati ovviamente sul Natale e i suoi valori: da “Sarà Natale se…” a “La storia dell’amore”, da “Hallelujah” a “La danza dei pastori”, e ancora “Adeste fideles”, “Jingle bells rock”, “Happy Xmas”, “Stella” e “Buon Natale”, concludendo con “È Natale ancora” e un profondo messaggio di papa Francesco.

La rassegna teatrale de “Il Sipario” prevede otto appuntamenti: sabato 20 gennaio la compagnia “Amici del presepe ’96” di Casarano presenterà la commedia “L’acchiatura”  di Protopapa; si proseguirà il 7 febbraio con “Ritratti di famiglia” a cura della “Compagnia degli ultimi” di Alliste; per il 27 febbraio è prevista una serata musicale denominata “Faber”, in ricordo di De Andrè; il 14 marzo si esibirà sul palco la compagnia de “Le Giaccure stritte” di Salice Salentino con  “Liolà”; l’11 aprile sarà rappresentato “Papa Galeazzo” a cura della compagnia “Vallonea” di Tricase; la rassegna teatrale si concluderà il 9 maggio con la tradizionale serata-sorpresa che vedrà protagonista la compagnia organizzatrice. Il costo dell’abbonamento all’intera rassegna è di 15 euro; il costo di ogni singolo spettacolo è di 5 euro. Gli spettacoli avranno luogo presso l’ex cinema Aurora. “Una bella serata e una buona partecipazione di pubblico, tuttavia sarebbe auspicabile una più stretta collaborazione e una maggiore partecipazione dei rappresentanti delle varie associazioni, affinché il paese viva appieno un’iniziativa artistico – culturale come quella di stasera”, commenta il presidente della compagnia, Lucia Sambati.

by -
0 583

baglioridombraARADEO. Si conclude il prossimo 28 dicembre la prima fase degli appuntamenti domenicali con “Bagliori d’ombra”, la rassegna di spettacoli per ragazzi ideata dal direttore artistico del teatro Le Giravolte, Francesco Ferramosca. In piena atmosfera natalizia, sarà “Santa Claus e la Maledizione del Faraone” della “Compagnia degli Sbuffi” di Napoli ad andare in scena alle ore 17.30 al “Domenico Modugno” di Aradeo.

Al centro della storia i due investigatori beniamini dei bambini, Mister Stok ed il Signor Fisso. Il famoso archeologo Archeologone de Archeologus ha trovato una antica pergamena egizia in cui si parla di una terribile maledizione ordita ai danni di Santa Claus: la Mummia di un terribile faraone sta per impossessarsi dello Spirito del Natale richiamato in vita da un losco mago. Santa Claus è disperato finché non gli vengono in mente due strambi investigatori, con impermeabile alla Sherlock Holmes cappello e lente di ingrandimento, neanche il tempo di telefonare e i due sono già alla ricerca della lugubre Piramide Nera.

Tra risate, canzoni, pupazzi, colpi di scena ed interazione con il pubblico, anche quest’anno Babbo Natale riuscirà a portare i suoi doni ai bambini del mondo. Testo e regia Aldo de Martino, scene Violetta Ercolano, costumi Francesco Arrais, musiche Crescenzo Vitello. In pedana Amedeo Ambrosino, Giovanni Del Monte, Vincenzo Apuzzo, Violetta Ercolano. Come sempre, prima del sipario, per i giovani spettatori la dolce e spassosa anteprima “Fiabe con merenda”. Dopo lo spettacolo, come nelle migliori tradizioni delle feste natalizie, una grande tombolata finale con relativi premi.

Info su www.teatrolegiravolte.it

by -
0 1514

PC087904TAURISANO. La galleria “Francesco Foresta”, via Federico D’Aragona a Lecce, domenica 28 dicembre alle ore 19,30 si accenderà per le feste natalizie con “Lum-in-aria”, un evento promosso e finanziato dalla ditta “Parisi, illuminare con arte” di Taurisano. Nella galleria, fino al 7 gennaio 2015, verrà raccontata la storia delle luminarie, che da tradizionali “lumini in aria” per le feste patronali salentine e del Sud Italia, sono diventate un nuovo “status artistico” per tutto il mondo, grazie all’innovazione della tecnologia led. Sarà acceso un arco con 150 lampade ad olio di una luminaria in legno tradizionale della fine del 1800, saranno presentate immagini di archi che riproducono navate di chiese, sarà proiettato un excursus storico delle realizzazioni artistiche delle antiche luminarie a olio fino all’innovazione del led. All’evento, che sarà presentato dal giornalista Marco Renna, interverranno: Luigi Coclite, assessore al Turismo del capoluogo, Simona Manca, consigliere provinciale, Lucio Di Seclì, sindaco di Taurisano, Torquato Parisi, Antonio Ciurlia e Lorenzo Madaro, storici dell’arte, Ester Annunziata della galleria “Foresta”
Nel 2014 la ditta “Parisi” è stata protagonista alla 14^ Mostra internazionale di Architettura della Biennale di Venezia allestendo l’ingresso per “Monditalia”.

by -
0 860

matador.jpgARADEO. Dopo un anno di pausa e diversi appuntamenti live on the road nei migliori club salentini, ritornano gli appuntamenti invernali con la musica nel tendone del Palarock di Aradeo. La location salentina, teatro di concerti di caratura internazionale, riapre i battenti con una nuova stagione in una veste completamente rinnovata.
Protagonista della serata di inaugurazione, sabato 27 dicembre, sarà Matador, tra i personaggi più apprezzati nello scenario del clubbing. Nome di punta della celebre etichetta Minus del suo mentore Richie Hawtin, con la quale collabora dal 2006, Gavin Lynch – questo il suo vero nome di battesimo, è uno straordinario dj, ingegnere del suono e produttore.
Entrato prepotentemente nell’olimpo della techno, è il fautore di un sound minimale che trova notevole apprezzamento nell’ambito della scena musicale underground. Alle performance live alterna con risultati eccellenti il lavoro nel suo studio di produzione a Dublino dove crea musica, modifica grooves e realizza ottime tracce.
In apertura di serata tre tra i più apprezzati dj della scena salentina: Gianni Sabato, Limo e Matteo Leone.

ACQUARICA DEL CAPO. Domenica 28 dicembre e lunedì 5 Gennaio 2015 ancora due appuntamenti con il “Natale nel Borgo”, la manifestazione curata dall’assessorato alla Cultura e dall’ Amministrazione comunale, con il patrocinio del Gal Capo Santa Maria di Leuca. Sarà possibile visitare le antiche corti, allestite dagli artigiani salentini con esposizioni che richiamano i mestieri delle tradizioni, e gustare pittule calde, castagne, bruschette, formaggi e altri prodotti di aziende locali.

Altra tappa obbligata è il castello medievale che ospita una mostra di presepi: sassi , uncinetto , materiali di riciclo e molto altro hanno fornito il materiale per la creatività degli artisti del Natale che espongono le loro creazioni. Irrinunciabile la visita al presepe poliscenico allestito nella cappella di San Donato: la straordinaria maestrìa artistica del suo ideatore ha miniaturizzato tutto il Paese e ne ha fatto lo sfondo della Natività. In ogni abitazione del presepe si può ‘spiare’ la quotidianità della vita: dai tappeti ai piccoli letti in ferro battuto, sino alle foto d’epoca appese alle pareti, tutto parla dello scorrere del tempo ora come allora. Altre attrazioni: il trenino che si snoda lungo le vie del centro e il Villaggio di Santa Claus, omaggio ai piccoli di ogni età.

Il “Natale nel Borgo”, infine si chiuderà il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, con una tombolata. “L’evento ‘Natale nel borgo’ – sottolinea l’assessore alla Cultura, Giacomo Palese – punta alla valorizzazione alta del centro storico, alla promozione dell’artigianato tipico e del settore enogastronomico locale. Oltre a mettere in luce il nostro patrimonio, la manifestazione natalizia punta poi a sensibilizzare all’acquisto natalizio di prodotti nati sul territorio, trasformando il Natale in un momento che non sia solamente all’insegna del consumismo ma anche etico e solidale”.

Per ulteriori informazioni: 348-3785756

by -
0 1269

Nardò. Tornano a rivivere i vicoli del centro storico di Nardò con la prima edizione del presepe vivente, inaugurato lo scorso lunedì dal sindaco Marcello Risi e dal presidente della Consulta della cultura Maria Luisa Tacelli. Si parte da via De Michele (angolo Tabacchi Burrasca) e si prosegue, superando via Fratelli Gabellone, per via Campanile (alle spalle della Cattedrale) fino ad arrivare in Piazza Elia, dove ci sarà una degustazione di prodotti enogastronomici tipici del nostro territorio. La grotta è stata allestita nell’antica chiesetta di San Bartolomeo, riaperta dopo diversi anni, proprio per questa occasione.
Non mancheranno i canti di Natale, gli zampognari e attrazioni divertenti per i più piccoli.
È possibile visitare il presepe nei giorni 25 – 26 e 28 dicembre, e il 1 – 6 gennaio dalle ore 18.00 alle ore 21.00.

Con il patrocinio e la collaborazione dell’assessorato alla cultura del comune di Nardò, l’iniziativa è stata promossa dall’associazione Pro Loco Nardò e dal suo presidente Giovanni Portorico, da Mimino Tondo responsabile del progetto “Nardò Città del Presepe” e da Liberato Orlando e Gregorio Polo del gruppo artistico Piccolo Teatro di Nardò.

GALLIPOLI. Sarà un fine d’anno  movimentato, ricco di eventi che vanno ben oltre la lunga notte del 31 dicembre quello che accoglierà i turisti in visita nella Città Bella.  L’appuntamento con la tradizione dei classici Pupi di Cartapesta, antico rito propiziatorio, unico nel Salento, per scacciare le negatività del vecchio anno e accogliere il nuovo, si arricchisce di tante novità e abbraccia l’intera settimana.

Due i grandi sodalizi che si sono spesi, in collaborazione con l’Amministrazione comunale del sindaco Errico e con l’aiuto di numerosi sponsor,  per offrire ai cittadini e ai visitatori un ampio programma per godere dei giorni di festa. “Happy new year festival”  a cura delle associazioni “Fideliter excubat” e “Off limits” partirà giorno 20 con il “Villaggio di Babbo Natale” dedicato ai bambini. Fino al 26 in piazzale Bovio, un’isola fantastica accoglierà i piccoli ospiti tra giostre gonfiabili, spettacoli e  animazione. Il 30 e 31 dicembre seguirà l’esposizione del Pupo di Capodanno presso il Piazzale Stazione mentre il 31 allo scoccare della mezzanotte accensione del Pupo con  spettacolo pirotecnico.

Per accogliere il nuovo anno in allegria in Piazza Tellini spettacolo della musica italiana del Festival bar Italia con Vanny deejay & Fabio Marzo, Lele D.Stifler e le Ragazze Italiane. Denso anche il cartellone de “I Cantieri del Capodanno” che  da anni mantengono viva  questa tradizione, realizzando i Pupi in cartapesta dislocati nei vari quartieri della città: Ampalea dei leoni, Gruppo Agriger, Staff via Varese, Staff centro storico, Staff via Savonarola, Staff via Arditi. La manifestazione è organizzata anche con il patrocinio di Pro loco e Regione Puglia. Lo scopo de “I Cantieri”  è quello di gettare le fondamenta per le nuove generazioni affinché si tramandi la tradizione.

Il 27-28 dicembre si parte con “Il Corso dei Giganti in Cartapesta” esposizione dei tradizionali Pupi presso Corso Roma; il 29 e 30 “Le Notti dei Pupi” con installazione e mostra delle opere nei rioni; il 31 dicembre lo sparo nelle contrade d’origine allo scoccare della mezzanotte. In piazza Tellini proseguirà la festa con Antonio Castrignanò in concerto nel suo “Fomenta Tour”.  L’artista salentino, voce e tamburo de “La Notte della Taranta”, ha suonato e collaborato con artisti di fama mondiale, da Stewart Copeland a Goran Bregović, da Mercan Dede a Ludovico Einaudi.

RACALE. Dopo il successo della prima edizione, anche quest’anno si concretizzerà l’esperienza del presepe artigianale “Racale storica”, patrocinata dall’Amministrazione comunale.
Il progetto prevede l’allestimento di un presepe realizzato con materiali poveri e riciclabili ad opera della confraternita dell’Addolorata e di un gruppo di artigiani locali. L’obiettivo è quello di riprodurre in miniatura ambientazioni e atmosfere tipiche di una Racale antica al fine di sensibilizzare, con spirito nostalgico e fervore civile, giovani e meno giovani al rispetto della memoria storica del paese, all’importanza delle tradizioni, delle usanze locali e del patrimonio artistico e architettonico della cittadina.

Il presepe sarà aperto al pubblico, presso la sala Michele Santantonio in via Addis Abeba nei seguenti giorni: 25-26-28 dicembre e 1-4-6 gennaio dalle 18 alle 21. Le offerte raccolte nei suddetti giorni saranno in gran parte devolute in beneficenza alle famiglie povere del paese. “Racale storica” è un’occasione per esprimere l’esigenza umana di riscoprire Dio in totale semplicità e purezza, ma è anche un progetto volto a compiere azioni di carità, generosità e donazione sincera, in sintonia coi valori del Natale.

il "Medi" di Galatone (foto Uds di Nardò)

il “Medi” di Galatone (foto Uds di Nardò)

GALATONE. Non è Natale senza solidarietà, se non si cerca di aiutare, anche con poco, chi ci è accanto. È questa la convinzione dell’istituto d’istruzione secondaria superiore “Enrico Medi” che anche quest’anno ha riproposto “Operation Smile”, l’appuntamento solidale con cui la comunità scolastica si congeda per l’inizio delle vacanze natalizie mettendo da parte libri e quaderni e rimboccandosi concretamente le maniche per aiutare chi è solo, emarginato o economicamente disagiato.
Tra tutte le attività proposte dal comitato studentesco, dunque dal torneo di ping-pong a quello di Burraco e pallavolo, dagli scacchi al calcio balilla passando pure per la tradizionale tombolata e l’affollatissimo torneo “Fifa”, sono state raccolte 700 euro. Una parte della somma è stata devoluta alla Caritas di Galatone, mentre la restante parte è stata destinata alla casa di prima accoglienza “Madre del Cenacolo” di Casarano. Sono stati direttamente gli alunni, nel pomeriggio di ieri, dopo aver raggiunto in treno la struttura casaranese, a consegnare alla direzione della casa la somma raccolta e donata per i bisogni dei più piccoli degli ospiti.

by -
0 948

“Poiché un bambino è nato per noi,
ci è stato dato un figlio.
Sulle sue spalle è il segno della sovranità
ed è chiamato:
Consigliere ammirabile, Dio potente,
Padre per sempre, Principe della pace;”(Is 9,5)

(foto di Antonio Spagnolo) Il Vescovo Fernando FilogranaSorelle e fratelli nel Signore,
non è con poca trepidazione che mi permetto di bussare alla porta del vostro cuore per porgervi in fraternità i miei auspici di un Natale di grazia, nella serenità.
I tempi che viviamo appaiono oscuri e le luci, le quali fissiamo nella notte, spesso si rivelano essere miraggi o espressione di precarietà… Non sono fisse nel cielo, esse scompaiono non appena ne prendiamo la rotta. Ci stiamo barcamenando nel mare della storia (usando un’immagine cara ai Vangeli), affrontiamo la burrasca del male che percuote il legno della nostra nave, in modo, ci sembra, sempre più violento.

Questo male, lungo la storia, ha assunto forme sempre più inquietanti e si manifesta oggi nelle tante guerre sparse per il mondo (non dimentichiamoci del Medio-Oriente e della persecuzione che stanno vivendo tanti cristiani da parte di gente che strumentalizza la religione e ne fa motivo di offesa e di peccato), nell’inquinamento della Terra che dal Creatore ci è stata data in custodia, nello sfruttamento dell’uomo sull’altro uomo, nella divinizzazione idolatrica del denaro… Non lasciamoci andare! Non fidiamoci delle “sirene” di salvezza a basso costo! Ognuno di noi si faccia carico delle proprie responsabilità, sgrani gli occhi, si svegli dal torpore della pessima rassegnazione che ci ammala il cuore e torni a guardare l’orizzonte con rinnovato entusiasmo. Il rumore del temporale, il suono ossessivo delle onde di mareggiata che sembra inghiottire anche il nostro lamento, non c’impediranno di riascoltare l’inno di lode e di liberazione che irrompe nella storia! “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace agli uomini che Egli ama.” (Lc 2,14). Annuncio di festa, di liberazione, di gioia che si dilata e conquista lo spazio e il tempo. Niente è più come prima e nitido appare il Sole della nostra vita! Questa è la nostra Fede! Dio si è fatto uomo e ancora una volta questo tempo di grazia ci permette di prenderne consapevolezza perché nel nostro vissuto personale rinasca la Speranza. Papa Francesco ce lo ricorda sempre:  La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia”. (Evangelii Gaudium, n.1).

Non perdiamoci nel dubbio di una razionalità troppo spessa rattrappita su se stessa. Non cediamo al pessimismo di chi predica il mantenimento dello status quo. Non lasciamoci affascinare dalle parole melense dell’egoismo che ci rende solo tristi e ripiegati su noi stessi. Non uccidiamo il prossimo attraverso l’invidia e il pettegolezzo.

Cristo è nato, nessuno tema di non poter rinascere” (Sant’Agostino, Sermo 189). Ci viene restituita la dignità e la bellezza dell’esser figli, dell’essere rigenerati da Dio. La nostra vita spalanchi la porta alla Santità di Dio che, attraverso di noi, desidera essere generato ancora una volta a questa storia. Come cristiani e uomini di buona volontà non possiamo restare comodi a guardare il precipitare degli eventi. Dobbiamo immancabilmente rispondere “Eccomi” alla vocazione che ci viene piantata nel cuore: portare Gesù, la sua Salvezza nelle vita di quanti incontriamo. Partiamo dai luoghi di dolore dove il Cristo è più visibile, ripartiamo dagli ultimi, da coloro che giorno per giorno affrontano le intemperie e aspettano il Salvatore. Compagna di viaggio sia la Vergine Maria. Sentiamoci da Lei protetti e consigliati. Con Lei portiamo l’annuncio di salvezza sino ai confini estremi delle nostre esistenze. Semplici e forti dello Spirito di Dio, rinnoviamo la Chiesa dello splendore che le viene dalla Carità.

Auguri a tutti di un Santo Natale!

Nardò, Natale del Signore 2014

Fernando Filograna
Vescovo

Nardò. Presidiato da un picchetto di soldati romani, nella splendida cornice di piazza Salandra, ha preso il via ieri il presepe vivente del centro storico di Nardò. Taglio del nastro augurale per il sindaco Marcello Risi, con a fianco la presidente della Consulta dott.ssa Tacelli, alla presenza di centinaia di studenti della città. Il presepe, realizzato dall’associazione Pro Loco Nardò, con il patrocinio del Comune di Nardò, ha visto la collaborazione dell’associazione Amici Museo di Porta Falsa, che ha concesso gli attrezzi delle antiche botteghe, degli alunni del liceo artistico Vanoni nella realizzazione di diverse scene del presepe e dell’associazione “Alla conquista della Vita” di Nardò.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla Pro loco Nardò ed al suo Presidente Giovanni Portorico, al responsabile di questo ambizioso progetto Mimino Tondo e gli instancabili amici Liberato Orlando e Gregorio Polo che insieme, con tanta passione, hanno lavorato nel valorizzare il centro storico neretino con l’autentica riproduzione delle antiche botteghe dei mestieri più antichi e quasi spariti, nei vicoli nascosti della città arricchiti dalle luci, tra musiche e canti del Natale.

La grotta della Natività è stata allestita nell’antica chiesetta di San Bartolomeo, riaperta dopo diversi decenni per questo evento, dove Mons. Fernando Filograna, vescovo della diocesi di Nardò e Gallipoli ha voluto lasciare un messaggio augurale di buon Natale e di amore e fratellanza a tutti i visitatori del presepe e verso le persone che soffrono.
Il presepe sarà visitabile nei giorni 25, 26, 28 dicembre 1 e 6 gennaio 2015 dalle ore 18,00 alle 21,00 e non mancheranno le attrazioni per i più piccoli, i zampognari, Babbo Natale sul motopattino, la Befana, il pony Sasà, e tanto altro.

 

presepe citta nuova DSCF3875Nicola RipaGALLIPOLI. Si accenderà anche quest’anno nello spiazzo messo a disposizione dal Comune tra via De Angelis e via Arditi nel quartiere San Gabriele dell’Addolorata, poco distante dalla stessa chiesa, il Presepe luminoso, che farà respirare agli abitanti del quartiere, e non solo, l’aria natalizia.
L’allestimento scenico che “disegna” la Natività, pastori, pecorelle e palme con dei tubi di plastica luminosi, sarà realizzato come ogni anno per iniziativa dell’associazione “Città Nuova”, dal maestro Tiziano Scarpina  in collaborazione con  l’associazione Donatori volontari di sangue Fidas, sezione Gallipoli.
La mattina di Natale, dopo la messa, e cioè verso le ore 11,30 il parroco di San Gabriele, don Piero Nestola, procederà alla benedizione del Presepe che  resterà acceso dalla sera del 25 fino al 7 gennaio, dalle 17 a mezzanotte.
«L’allestimento scenico del Presepe – afferma Nicola Ripa, presidente (foto) dell’associazione “Città Nuova”- che ormai da alcuni anni viene realizzato come attrattiva nel nuovo e popoloso quartiere, grazie alla sua particolarità e originalità, ha sempre richiamato l’attenzione di molti visitatori. È inoltre stato molto apprezzato negli scorsi anni anche dai pazienti ricoverati in ospedale, che dalle finestre delle loro stanze possono vederlo la sera illuminato e ne traggono conforto, secondo quanto ci hanno riferito alcuni pazienti stessi, costretti a passare le feste ricoverati». E questo è un elemento in più che rende prezioso il Presepe luminoso.

GALLIPOLI. Torna l’atmosfera delle festività di Natale anche nel quartiere Lido San Giovanni di Gallipoli. Dopo un anno di pausa, su iniziativa dell’associazione del quartiere “Conca d’oro 2008”, dei residenti e di alcuni sponsor, si ripropone la 4ª edizione del villaggio natalizio nell’area verde di via Poliziano e Capuana.

Quest’anno ci sarà anche l’allestimento e lo sparo del tradizionale pupo nella notte del Capodanno. Su input dell’associazione presieduta da Mario Macchia e dal socio onorario Emilio Cotugno è stato quindi rivitalizzato l’appuntamento del Natale nella zona Lido con l’allestimento di un presepe artistico e di diversi appuntamenti, musicali, di preghiera e anche enogastronomici.

Dopo l’inaugurazione dell’Immacolata il prossimo appuntamento è fissato per il 24 dicembre, alle 18,30, in presenza del parroco Don Salvatore Leopizzi e con l’arrivo della Natività. Il 31 a mezzanotte, ci sarà lo sparo del pupo collocato in una zona del quartiere autorizzata dal Comune. Infine il giorno della Befana, sempre alle 18,30, chiusura delle festività.

Presepe vivente a Taurisano nel 2013

Presepe vivente a Taurisano nel 2013

I presepi di Taurisano e di Gemini sono inseriti in due degli itinerari preparati dall’associazione intercomunale “Le città dei presepi” che dal capoluogo mette gratuitamente a disposizione dei bus con guida per visitare gli allestimenti più belli del Salento. Dal 26 dicembre al 6 gennaio, da Lecce con partenza da via Calasso, nei pressi del parcheggio dell’ex Carlo Pranzo, partiranno i 7 percorsi.

Per gli appassionati ci sarà l’imbarazzo della scelta: dal presepe francescano di Soleto, a quello vivente nel borgo di Specchia; dal presepe di Sanarica, allestito nella dolina di Sant’Angelo fino ai presepi in miniatura di Martignano; da quello che per la prima volta verrà inscenato nelle vie di Noha, dopo anni di allestimento in una masseria, a quelli viventi di Cerfignano in un ambiente ipogeo e di Santa Cesarea Terme in una grotta sulfurea; dal presepe vivente dei giovani allestito nella ex manifattura dei tabacchi di Taurisano a quello di Palazzo Pasanisi di Torrepaduli. E molti altri ancora, tra cui quello di Caprarica di Lecce sistemato nel parco archeologico.

Ecco tutti gli itinerari:

Via Presepi numero 1, venerdì 26 dicembre: Lecce (16.15) – Castro – Maglie – Lecce (21)

Via Presepi numero 2, sabato 27 dicembre: Lecce (16.45) – Strudà – Caprarica – Corigliano d’Otranto – Lecce (21.45)

Via Presepi numero 3, domenica 28 dicembre: Lecce (16) – San Donato di Lecce – Martignano – Corsano – Lecce (22.15)

Via Presepi numero 4, giovedì 1 gennaio 2015: Lecce (16.45) – Vignacastrisi – Cerfignano/Santa Cesarea Terme – Lecce (21.15)

Via Presepi numero 5, domenica 4 gennaio: Lecce (15.30) – Soleto – Torrepaduli – Taurisano – Lecce (21.45)

Via Presepi numero 6, domenica 4 gennaio: Lecce (16) – Noha – Galatina – Sanarica – Lecce (21.30)

Via Presepi numero 7, martedì 6 gennaio: Lecce (16,30)- Gemini – Specchia – Lecce (22,15)

La prenotazione, presso l’info-point del castello Carlo V, è obbligatoria e si può fare fino a 15 minuti prima della partenza (telefono 0832.246517).

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...