Home Tags Posts tagged with "natale"

natale

Gallipoli – Giungono alla fine gli appuntamenti di “Luci a Natale”, il calendario ideato dal Comune e dalle varie associazioni locali per rendere ancora più allegre le ormai passate festività natalizie. Domenica 7 gennaio alle ore 19,30 presso la chiesa di Sant’Antonio da Padova, l’associazione musicale e culturale “A.Gre.Ga.Da” presenta il concerto del coro polifonico e dell’orchestra giovanile dal titolo “Una stella che non conosce tramonto”, con la voce recitante di Francesco Del Sole e con Davide Greco (pianoforte e violino), Gianfranco Boellis (pianoforte) e Gabriela Greco (direttore). Sempre il 7 gennaio alle ore 19 presso il teatrino dell’oratorio di San Lazzaro, saranno in scena le nuove leve del vernacolo gallipolino: i giovanissimi delle associazioni “A cumbriccula Aact” e “Off limits” interpreteranno infatti la commedia in dialetto gallipolino “Rrobba t’emicranti” del professore Valfredo De Matteis. Sempre il 7 gennaio alle 18, la compagnia teatrale degli “Armonauti” presenterà “Il carillon del cantastorie”, in piazza Tellini. Infine, nelle magiche stanze di “Wonder Christmas Land” presso la Galleria dei due mari ai piedi del Castello angioino, domenica 7 gennaio ci sarà l’ultima possibilità per avere udienza con la Befana, durante lo spettacolo organizzato dai “Ragazzi di Via malinconico”, che saluteranno gli spettatori e daranno  appuntamento al prossimo anno. Il 13 gennaio alle ore 18, presso la Cattedrale di Sant’Agata, si terrà la premiazione del concorso “Presepe in famiglia” a cura dell’Azione cattolica italiana Parrocchia di Sant’Agata. Concluderanno gli appuntamenti in calendario “I cani sciolti”, con una rappresentazione teatrale che si terrà dal 12 al 14 gennaio alle ore 18 presso la Biblioteca comunale.

Parabita – Ultimi appuntamenti natalizi in città prima della chiusura ufficiale delle feste. Il 5 gennaio alle 19 il gruppo bandistico della parrocchia di Sant’Antonio di Padova,  diretto dal prof. Giorgio Marzano, protagonista del concerto di Natale presso il salone parrocchiale, mentre il 6, presso la stessa parrocchia, dopo la messa delle 11 è in programma l’estrazione dei 13 biglietti a cui saranno abbinati i presepi artistici costruiti dai ragazzi del catechismo. Il ricavato sarà devoluto per l’adozione a distanza di tre  bambini che attualmente vivono in Ruanda. Sempre il giorno dell’Epifania, dalle 18 alle 21, nel borgo antico sarà possibile visitare il “Presepe vivente” degli studenti della scuola media, realizzato con la collaborazione del Comitato dei genitori e in partenariato con il Comune di Parabita. Dopo la messa delle 18.30 che si terrà presso la basilica della Coltura, saranno previsti il bacio del bambinello e l’esibizione della Pastorale. Al termine, alle 19.30 in piazza Immacolata è atteso l’arrivo dei Re Magi e la benedizione del bambinello da parte dei padri domenicani della basilica della Coltura. L’atmosfera sarà allietata dai canti natalizi che verranno intonati dal coro dell’Istituto Comprensivo di Parabita. Subito dopo, la dirigente Antonia Perrone e il presidente del Comitato dei genitori, Alessandro Giumentaro, ringrazieranno pubblicamente gli organizzatori dell’evento. Per i bambini inoltre è prevista anche la presenza della befana. Sempre per la serata del 6, la parrocchia di San Giovanni Battista, subito dopo la celebrazione della messa delle 19.30, organizzerà l’estrazione della lotteria di Natale.

Il 7 gennaio, presso il Centro di Solidarietà “Madonna della Coltura” saranno invece celebrati i 30 anni di fondazione della struttura. Alle 16, nel salone della casa, dopo la proiezione di un  video ricordo, il vescovo emerito di Cerignola Felice Di Molfetta relazionerà sul tema “…volli servire e vidi che servire era gioia…”  mentre alle 18 seguirà la concelebrazione della messa di ringraziamento, presso la basilica della Coltura. Non per ultimo, alle 19.30, la Compagnia teatrale “Iride” andrà in scena presso il teatro parrocchiale di Sant’Antonio, con la serata “quattro risate in compagnia…iniziando l’anno in allegria” .

Poggiardo – Buon cibo, tradizione e note per beneficenza, giovedì 4 gennaio a partire dalle ore 18, in piazza del Popolo a Poggiardo, con il ritorno di “Sapori e Cori di Natale”. Dopo il successo della prima edizione, torna la manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Poggiardo, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Poggiardo, del Consorzio di Pro Loco Salento Messapico e dell’associazione Creativamente. Pittule, peperonata, cartellate: sono solo alcune delle pietanze della tradizione natalizia protagoniste della serata, accanto al vero “re” della tavola salentina delle feste, lo stoccafisso, il merluzzo essiccato, accompagnato per l’occasione ai vermiceddhri, tipica pasta fatta in casa salentina.

Seconda edizione anche per il Festival dei Cori di Natale, a cui prenderanno parte i cori “Vox Maris” di Vitigliano, “Miracle Gospel Choir, Voci in MoVimeNto” di Lecce, “Schola Cantori Pier Giorgio Frascati” di Cursi, Coro Vocale di Campi Salentina. La gara dei cori, che si cimenteranno nei canti natalizi più conosciuti avrà un solo vincitore, selezionato da una giuria tecnica composta dal M° Fabio Bene, docente al Conservatorio di Potenza (Presidente), dal Soprano Maria Scogna, dal M° Katia Torsello. Immancabile anche quest’anno il mercatino della solidarietà con Telethon e altre associazioni del territorio che esporranno prodotti di vario genere per raccogliere fondi da destinare a nobili cause.

 

 

Barbarano (Morciano) – Dopo l’inaspettato successo del 26 dicembre, ritorna il 1 e il 6 gennaio dalle ore 17.30 alle ore 21 il presepe vivente di Barbarano del Capo, realizzato dall’intera comunità barbaranese su impulso del giovane parroco don Biagio Orlando. Una rappresentazione artistica itinerante animerà le strade e le case del suggestivo borgo antico a partire da piazza San Lorenzo. «Ho sempre avuto la passione per il presepe – afferma don Biagio, che da pochi mesi si è insediato nella parrocchia di Barbarano del Capo – e volevo condividerla con i miei parrocchiani coinvolgendo attivamente bambini, giovani e meno giovani in un progetto sociale e spirituale volto all’integrazione e alla reale condivisione delle idee e del lavoro». L‘entusiasmo che anima la piccola comunità sembra essere contagioso: «La gente del paese si è dimostrata molto disponibile nel concederci le case – continua – e i ragazzi hanno lavorato molto per sistemarle ed adeguarle alla nostra idea. Volevamo un presepe “povero” che esprimesse, nella sua semplicità essenziale, l’incontro di una comunità che si stringe intorno all’umile mangiatoia di Gesù».

La Natività è stata collocata in un piccolo frantoio ipogeo ai piedi della maestosa Torre Capece, simbolo del potere temporale e dimora di Erode. Intorno le antiche botteghe di artigiani, che svolgono il loro vero mestiere: chi lavora il legno, chi confeziona saponi, chi intesse cesti antichi; le donne ricamano, lavorano al telaio, preparano orecchiette e pittule, mentre ragazze e ragazzi accendono la scena con balli ed esibizioni artistiche.

Commentando il risultato don Biagio dice: «Sono stati due mesi molto intensi e tutto quello che abbiamo fatto è stato possibile solo grazie all’entusiasmo e alla determinazione di tutti i barbaranesi. Ci sono stati molti visitatori e speriamo di essere riusciti a trasmettere il messaggio che ha animato questo progetto cioè l’idea che insieme si può. Prendendo in prestito le prole di Papa Francesco – conclude il parroco – potrei dire che siamo chiamati ad offrire un modello concreto di comunità».

LP

Porto Cesareo – Profumano di festa, ma anche di storia e mistero le strade e le piazze di Porto Cesareo di questi giorni. Rimarrà presso Torre Chianca fino al 6 gennaio la statua del dio egizio Thoth, il cuore di una mostra archeologica di grande pregio che in sei mesi ha registrato migliaia di visitatori. Il suggestivo percorso è stato realizzato in collaborazione con il MarTa, Museo Nazionale Archeologico di Taranto, dove è stato ospitato fino allo scorso giugno l’importante reperto proveniente da Hermopolis e riferibile al periodo Saitico della XXX dinastia del VI sec. a.C., rimasto impigliato nelle reti di alcuni pescatori nel 1934. La mostra resterà aperta nei giorni festivi e pre festivi, dalle ore 15 alle ore 18. “Torre Chianca – spiega l’assessore alla Cultura, Paola Cazzella -, è tornata fruibile per la prima volta con o la prima mostra archeologica di Porto Cesareo, che rappresenta solo  una tappa di un percorso ambizioso che vede tutti i beni culturali e paesaggistici locali in rete per la migliore fruizione e promozione. Le festività in corso sono l’occasione giusta, per chi ancora non ha avuto modo di vivere le emozioni esposte all’interno della torre, di toccare con mano opere di grandissimo valore”.

Prosegue, intanto, il calendario di eventi per grandi e piccoli messo a punto dalla consigliera delegata, Katia Basile. L’1 gennaio in piazza a Porto Cesareo dalle 18 è previsto il concerto dei Rewind e dj set D’Amanzo. A Torre Lapillo il 5 gennaio, con “aspettando la Befana” si crea la propria calza in attesa della festività. Il 6 gennaio, a partire dalle 15.30, la Befana aspetterà poi i bambini sotto la torre in piazza Nazario Sauro, per donare loro caramelle e dolcetti.

 

 

 

Alezio – Ha premiato fantasia e tradizione l’associazione “AttivaMenteAlezio”, alla sua prima edizione del concorso dedicato agli alberi di Natale e ai presepi più originali. E per farlo ha coinvolto anche gli aletini lontani dal proprio paese. La cerimonia di premiazione dello scorso 26 dicembre ha visto tra i vincitori Lucia Carrisi per la categoria presepe e Rocco Parata per l’albero più bello. Vincitrice fuori concorso per entrambe le categorie, tra gli aletini residenti in altre zone d’Italia o all’estero, è stata Victoria Stanca Barbaro. Tante adesioni e grande soddisfazione per i promotori dell’iniziativa, che rinnovano l’invito ad aletini vicini e lontani al prossimo anno.

Alessano Alliste – Il Natale degli “auguri scomodi” è l’appuntamento non convenzionale per coloro che amano l’insegnamento di don Tonino Bello, vescovo di Molfetta nato ad Alessano. Dopo il pranzo natalizio, domani, l’associazione “La scatola di latta” conserva ricordi e fede con un incontro sulla tomba di don Tonino (foto di Antonio Bianco) ad Alessano fissato per le ore 15.30. Questo un passaggio degli “Auguri scomodi” fatti dal vescovo durante un passaggio della sua vita da porporato: “Carissimi, non obbedirei al mio dovere di vescovo se vi dicessi “Buon Natale” senza darvi disturbo. Io, invece, vi voglio infastidire. Non sopporto infatti l’idea di dover rivolgere auguri innocui, formali, imposti dalla routine di calendario. Mi lusinga addirittura l’ipotesi che qualcuno li respinga al mittente come indesiderati.
Tanti auguri scomodi, allora, miei cari fratelli! …”. La manifestazione spontanea organizzata dall’associazione nasce anche in sinergia con il Parco culturale ecclesiale – De Finibus Terrae, associazione Amici del Menhir “ed altre realtà- comunicano gli organizzatori – che si stanno aggiungendo in queste ore: vi invitiamo a portare letture e i vs auguri “scomodi””.

Le iniziative di “La scatola di latta” proseguono poi il 29 dicembre ad Alliste “saliremo sulla collina di Alliste per emozionarci percorrendo il Presepe rupestre che sarà illuminato solo per noi”. L’iniziativa viene così presentata: “Il suggestivo presepe, fra i più visitati nel Salento, si articola in un lungo percorso tra salite, sentieri contorti e ponticelli sulla collina della serra di Alliste. Un itinerario calato in un paesaggio concretamente naturale e realistico tra storici alberi di ulivo e muretti a secco. La presenza di statue bianche, a grandezza naturale, rievoca il vecchio e noto presepe rupestre, detto dei “pupi bianchi”, corredato da un piccolo ruscello che partendo dal punto più alto della serra termina in un suggestivo laghetto”. A conclusione del percorso un “momento di riflessione” davanti a una splendida natività incastonata all’interno di una grotta naturale sormontata da una grande stella cometa allestita sul punto più alto della collina visibile già dal ponte nei pressi di Gallipoli dalla Statale 274 in direzione Santa Maria di Leuca.
Dopo aver visitato il presepe ci si trasferirà verso la chiesetta rurale dedicata alla Madonna dell’Alto, quasi in bilico tra la terra e il mare, per ascoltare la sua storia e godere del panorama, fra i più belli del Salento. L’origine della chiesa sarebbe legata al mare: secondo la leggenda, il capitano di un’imbarcazione fu sorpreso da un’improvvisa tempesta e disperato si rivolse alla Madonna: se fosse stato salvato, avrebbe edificato tre chiese sui luoghi più vicini all’approdo. Messosi in salvo sulla costa vicino ad Alliste, tenne fede al voto e fece costruire la Madonna del Casale ad Ugento, la Madonna della Campana a Casarano e la Madonna dell’Alto a Felline di Alliste e poi per sostare in una locanda locale.
La partecipazione è gratuita e non occorre prenotare. “Ringraziamo di cuore per la disponibilità Cosimo Renna, Luigina Parisi e gli Amici del Presepe”, concludono gli organizzatori.

 

Gallipoli – Continuano gli appuntamenti natalizi all’interno di “Luci a Natale”, il calendario realizzato dal Comune insieme alle associazioni e alle varie realtà locali. Sabato 23 dicembre alle 20,30, a conclusione del festival dedicato alla poesia dialettale “Oju lampante”, voluto dal sindaco Stefano Minerva ed organizzato dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con il giovane poeta gallipolino Andrea Donaera, presso la “Casa degli artisti” reading e proclamazione dei vincitori del concorso correlato al Festival. Nello stesso giorno, presso l’atrio della Basilica di Sant’Agata, verrà allestito uno stand di solidarietà e un presepe artistico fino al 6 gennaio; spazio ai gonfiabili per bambini fino al giorno 26 dicembre, dalle ore 15 alle 21, in piazza Carducci; mentre dal Borgo nuovo al centro storico a partire dalle ore 18 sempre del giorno 23 dicembre, si terrà il  Concerto Bandistico Santa Cecilia, che andrà da Piazza Tellini al Duomo.

Il 24 dicembre, la vigilia di Natale, l’associazione Rev eseguirà dei canti di Natale presso l’ospedale Sacro Cuore di Gesù alle ore 16; in piazza Carducci a partire dalle ore 16 e 30 fino alle 20 ci sarà invece l’animazione natalizia per bambini “Babbo Natale e gli Elfi” a cura di Lab Communication ”. A partire dal giorno di Natale poi, la confraternita “Santa Maria della neve” esporrà il mistero della Natività; l’associazione “Gallipoli nostra” esporrà invece il “Presepe in grotta”, presso il Frantoio di Palazzo Briganti; sempre il 25 dicembre in piazza Della Repubblica,  le associazioni“ ‘A cumbriccula” e gli “Off Limits”, presenteranno “Gioco in allegria”,  dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 e 30 alle 20. 30. “Gli Armoauti presenteranno invece “Il carillon del cantastorie” il 25 dicembre in piazza Tellini alle ore 18. Le chiese e i luoghi di cultura resteranno aperti in via straordinaria nei giorni di festa; ricordiamo il Museo “Marea-centro di cultura del mare” che resterà aperto dal 24 al 26 dicembre dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18;  e la “Chiesa delle Anime”, che resterà aperta dal 25 dicembre al 6 gennaio dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 18. Il 26 dicembre infine, giorno di Santo Stefano, l’associazione Cantieri di Capodanno esporrà su corso Roma una mostra inaugurale dei Pupi che verranno bruciati a Capodanno, mentre l’associazione Gallipoli Nostra presenterà “passeggiate di Arte e Natale”, un tour che partirà da piazza Aldo Moro alle ore 16. Il 26 dicembre nel centro storico, in piazza della Repubblica a partire dalle ore 18 e 30,  ci saranno, a cura delle associazioni “A cumbriccula” e gli “Off limits”, gli “Avvocati divorzisti live”:  un concerto live con le più belle canzoni della musica italiana.

Taviano – Sono tante le manifestazioni in programma, in occasione delle prossime festività, che l’amministrazione comunale di Taviano ha programmato con l’ausilio delle parrocchie e delle tante associazioni. Si inizia il 23 dicembre con “La Sfilata della solidarietà” presentata dalla “Band di Babbo Natale”. La raccolta fondi viene destinata ai bambini ammalati  presso il reparto di Pediatria oncologica dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. La manifestazione inizierà alle 18.30 in piazza del Popolo. Il giorno di Natale si potrà visitare, nel centro storico presso il palazzo Marchesale un presepe vivente preparato da alcune associazioni tavianesi. L’inizio è fissato alle 18.30. Per la festività di santo Stefano, il 26, nella parrocchia di san Martino, alle ore 19, concerto “Natale d’incanto” con la Schola Cantorum ad una voce. Il 27 dicembre invece presso l’Auditorium comunale Scuole Medie si potrà ridere con lo spettacolo “Cabaret di Natale”. Start alle ore 20.30. Infine per tutte le festività si potrà visitare il coreografico presepe allestito presso la parrocchia Santuario “Beata Vergine Maria Addolorata” in piazzetta don Luigi Antonazzo. Vi hanno lavorato molti volontari attenendosi al tema degli olivi attaccati dalla Xylella. “Da qualche anno ci stiamo misurando – afferma il parroco don Francesco Marulli – con il fenomeno Xylella. Questo presepe con il simbolo dell’olivo, richiama il bisogno di continuare ad affidarci a Dio perché questo male venga debellato”.

Sannicola – Un Natale tutto incentrato sul futuro quello organizzato per i bimbi della scuola materna, a Sannicola. A partire dalle canzoni, “che quest’anno saranno rock” come spiegano le maestre (nella foto), sino al calendario dell’Avvento dal titolo “Dalla tradizione al coding”. Il “coding” è l’ultima frontiera dell’insegnamento pensato appositamente per i nativi digitali. «Si tratta di introdurre, sotto forma di gioco, il “pensiero computazionale”. Una sfida – spiega la maestra Enza Nascente – che ci è piaciuto cogliere». A ottobre i bimbi sono già stati coinvolti nella “settimana del coding”, con giochi e attività a tema. «I bambini hanno accolto la novità con estremo entusiasmo – prosegue la docente – così abbiamo pensato di riproporre il gioco per il calendario dell’Avvento con Babbo Natale e i pastorelli alle prese con le nuove tecnologie». “Che emozione: è Natale!” è il titolo dello spettacolo di venerdì 22 dicembre, alle ore 10, nel quale verranno proposte anche le canzoncine a ritmo di rock. I bambini e le bambine della scuola primaria si esibiranno, invece,  sempre il 22 ma alle ore 16 in piazza dando vita ad uno spettacolo dal titolo “Natale in…canto”.  «L’evento rientra nella rassegna natalizia del Comune di Sannicola e della Pro loco. Ci sarà anche un mercatino organizzato dai genitori della scuola Primaria», spiega la maestra Mariagrazia Aloisi. Prevista anche la presenza del trenino e dei giochi gonfiabili, con la distribuzione di pop corn e zucchero filato.

Nardò – Il 21 panettone e non solo; il 23 street food dell’Emilia Romagna: il fine settimana natalizio de “La Fabbrica8”, locale che ha aperto i battenti a Nardò lo scorso 8 dicembre con padroni di casa il produttore cinematografico Attilio De Razza e lo chef Manuel Cirignaco, continua coi suoi appuntamenti. Giovedì 21 dicembre lo chef Cosimo Russo del “Ristorante Aqua” di Porto Cesareo, proporrà una degustazione interpretando un classico delle festività natalizie: il panettone. Cinque portate in contrasto tra loro, dall’antipasto al dolce, faranno rivivere il gusto unico e alternativo del dolce tradizionale. Sabato 23 invece torna a ingresso libero il consueto appuntamento con lo street food per i più giovani, stavolta dedicato alle specialità dell’Emilia Romagna come piadine, tigelle, gnocco fritto e castagnole. Intanto dallo staff del locale di via Carducci promettono che anche il Capodanno “in Fabbrica” sarà festeggiato con un evento fuori dagli schemi e che la regolare programmazione “proseguirà a gennaio con i corsi di cucina, il teatro cabaret, lo street food, il temporary restaurant e la musica live”.

Tuglie – “Mercatino di Natale” domenica 17 dicembre, dalle ore 17, a Tuglie con degustazioni varie e animazione per bambini nell’ambito della manifestazione nazionale di solidarietà Telethon. Per l’occasione spazio alle creazioni degli studenti della scuola media. Sempre nell’ambito degli eventi promossi dall’Amministrazione comunale per “Natale in corte”, il 15 dicembre è stata inaugurata presso il frantoio ipogeo di via Trieste la mostra “Saperi e sapori”, aperta anche sabato 16 e domenica 17, e nei giorni 22, 23, 24, 26, 29 e 30 dicembre, nonché il 5 e 6 gennaio. Martedì 26 e venerdì 5 gennaio spazio, infine, al presepe vivente in collaborazione con le associazioni tugliesi e la comunità parrocchiale.

Racale – Un centro storico vivo di arte e cultura, colorato e creativo: l’hanno immaginato così i promotori di “Aspettando Natale”, evento in programma sabato 16 dicembre a partire dalle 17,30 in piazza San Sebastiano a Racale. L’iniziativa è realizzata da RacaleCAM e racchiude diversi ambiti artistici: la piazza sarà colorata dal mercatino di creazioni handmade, tra bomboniere, gioielli di carta, cucito creativo, foulard, bijoux in fimo, uncinetto; gli artisti di strada Simone Melissano e Gianluca Marra; le mostre fotografiche a cura di Photosintesi, Paola Fusaro, Marialucia De Siena, Alessandra Schirinzi, Pierpaolo D’aquino. Nell’ex mercato coperto spazio alle arti creative con accompagnamento musicale a cura di Davide Lavino: i dipinti su tessuto di Eleonora Renni, l’oggettistica di Maria Lucia Calò, i foto-ritratti “dal vivo” di Roberto Corvaglia, la performance artistica estemporanea a cura di Eleonora Renni e Maria Lucia Calò.

L’evento rientra anche nel settimo weekend di “Salento autentico tra cibo, luoghi e arte”, il progetto realizzato da “Gli InDisciplinati” nell’ambito del programma “InPuglia365 – Sapori e colori d’autunno” di Pugliapromozione. L’iniziativa rivolta a turisti e residenti salentini si snoda in 16 appuntamenti in ben 13 Comuni della provincia di Lecce. Dopo la tappa a Racale, domenica “Gli InDisciplinati” e i loro ospiti saranno a Casarano, dove nel laboratorio dei maestri pasticceri Martinucci apprenderanno i segreti del pasticciotto leccese. Per info: 346.0870870 (Emanuela De Donatis) – 350.5090981 (Francesca De Nola) o tramite una e-mail a indisciplinati@libero.it.

Casarano – Incontri a tema natalizio con il “Viv(ai)o Mammarao”, il laboratorio urbano promosso a Casarano dall’Ente Santa Cecilia. Sabato 16 dicembre, dalle ore 16, l’appuntamento è con “Storie sotto l’albero”, ovvero racconti, filastrocche e giochi a tema. Martedì 19 dicembre c’è, invece, la Pastorale in giro per la città. Doppio appuntamento giovedì 21 con gli “auguri in bici” alle 15.30 e con la tombolata al Centro anziani delle 16.30. Nei precedenti appuntamenti di novembre, il “Viv(ai)o Mammarao” ha organizzato la festa di San Martino e la “Giornata dei diritti dei bambini” con gli alunni delle scuole coinvolti in laboratori creativi e momenti di riflessione.

Casarano – Ultimo appuntamento con “Burattini in libertà”, la piccola rassegna di storie per bambini realizzata dalla libreria “La soffitta senza tetto”, in programma domenica 17 dicembre alle ore 16,30 in via delle Industrie, 52 a Casarano. Attesi dai più piccoli grandi ospiti per l’evento finale: Babbo Natale siederà in prima fila per assistere allo spettacolo “Fagiolino l’elfo postino” con i burattini di Micco e Macco (previsto per le 17,30), non prima di aver salutato tutti i bambini presenti. L’incontro sarà allietato da musica natalizia dal vivo e cioccolata calda per tutti, e seguito da letture animate, natalizie e non, e momenti di gioco e creatività. Lo spettacolo è adatto ad un pubblico di bambini a partire dai 3 fino agli 8 anni. (Per informazioni tel. 0833 513423 – soffittasenzatetto@gmail.com)

 

Nardò – “Nardò coi fiocchi” è pronta e da domani snocciolerà le iniziative ad oggi programmate dal Comune ed anche da associazioni, gruppi e parrocchie anche delle marine. Si parte l’8 dicembre, domani appunto, con la rassegna dell’Amministrazione comunale agganciata alla alla tradizione: via quindi con la fiaccolata organizzata in collaborazione con la Società operaia di mutuo soccorso, che partirà alle ore 18:30 da piazza Salandra. Il secondo appuntamento è pochi giorni al teatro comunale (ore 20,30) con “Natale in casa Cupiello”, famosa commedia tragicomica napoletana di Eduardo De Filippo e portata in scena dalla compagnia “La Busacca” di Casarano. Il ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza.

Il fitto caldnario fissa per domenica 17 alle 20,30 in piazza Salandra “La musica per progettare il futuro”, promosso dall’Ufficio diocesano per la cooperazione missionaria in particolare in favore di “Missionispossible”: la costruzione di una scuola per i bambini del villaggio di Pajule, in Nord Uganda. Martedì 19 alle 20 al teatro  Apulia Film Commission e Comune hanno organizzato un talkshow con l’attore Alessio Boni, protagonista della fiction di Rai1 campione di ascolti La strada di casa. Mercoledì 20 e torna il concerto di Natale “Christmas Songs”, questa volta nella chiesa del Carmine (ore 20,30) con l’orchestra Acuti music e gli arrangiamenti del maestro Alex Zuccaro. Nel corso della serata ci sarà anche la presentazione del cd “Note di Natale”. Giovedì 21 dicembre, a partire dalle 15 in piazza Cesare Battisti, ancora solidarietà con “AbbracciAmiamoci”, un mercatino con i giocattoli e altri prodotti donati dai commercianti della città il cui incasso sarà devoluto ai bambini bisognosi segnalati dalle parrocchie; l’iniziativa è della Pro loco Nardò e Terra d’Arneo e dell’associazione “Quelli del 5 febbraio. Venerdì 22 dicembre, in cattedrale alle 20,30 Concerto di Natale, le più belle canzoni della tradizione natalizia interpretate da Gabriele Papadia. Sabato 23 alle 17 in piazza Salandra arriverà in volo Babbo Natale in un evento organizzato con il Gruppo speleologico di Lecce. Il 31 dicembre sarà il momento del Capodanno in piazza (a partire dalle 22,30) con tanta musica. Lunedì 1 gennaio altro concerto dell’Orchestra da Camera di Lecce e del Salento: appuntamento alle 20 in cattedrale.

“Nardò coi fiocchi” segnala poi una serie di altre manifestazioni che occupano più giorni, come il Mercatino in villa dall’8 al 10 dicembre (ore 9-22), in corso XX Settembre, in collaborazione con l’associazione “Girasole” e l’Unione dei commercianti.  A seguire dal 15 al 22 (ore 9-22) “Natale in chiostro”, altro mercatino ma di antiquariato al Chiostro dei Carmelitani, sempre in collaborazione con l’associazione Girasole.

“La novità assoluta della rassegna, però, è Chiese Aperte Winter Edition – si sottolinea con soddisfazione nella kunga nota del Comune – ’niziativa che consentirà a tutti di visitare le chiese del centro storico (chiesa dell’Immacolata, chiesa di Santa Teresa, Basilica Cattedrale, chiesa di San Domenico, chiesa del Carmine) anche nelle serate di questo periodo di festività, analogamente a quanto avviene in estate”, secondo questo calendario: 9, 10, 16, 17, 23, 24, 26, 30 e 31 dicembre e 1, 6 e 7 gennaio, con la collaborazionedella cooperativa “Ipso Facto”.

Ecco poi per la 37ma volta il Presepe Vivente di Santa Caterina, in particolare nei giorni del 17, 26 e 30 dicembre e 1, 5 e 6 dicembre, organizzato come sempre dalla parrocchia di Santa Caterina d’Alessandria. Dal 24 dicembre al 7 gennaio torna al Chiostro dei Carmelitani anche il concorso Il presepe tra tradizione e attualità, a cura del Cts Osanna. Dal 27 al 29 dicembre infine (ore 9-22) Artigianato al Chiostro, in collaborazione con “Girasole”. Chiuse dal 4 al 7 gennaio a Santa Caterina l’iniziativa “Santa Caterina da amare”, con la Pro loco Santa Caterina e i commercianti della marina. Mercatini, giochi e animazione in programma.

Per le iniziative promosse dal Comune, che comunque ha coordinato i vari protagonisti, il commento degli assessori Ettore Tollemeto e Giulia Puglia:”Abbiamo voluto variegare i contenuti della rassegna, cercando di coinvolgere al massimo i cittadini e le realtà associative del territorio. È una rassegna di cose interessanti, molte delle quali orientate alla solidarietà. La grande novità è la versione invernale di Chiese Aperte, che risponde all’esigenza da più parti sottolineata lo scorso anno, di consentire la fruibilità di questo nostro immenso patrimonio”.

ALEZIO. Saranno, come da tradizione, il grande fuoco e le note a scandire il tempo che conduce al Natale aletino. La melodia è quella della pastorale gallipolina, che nelle primissime ore del mattino raggiunge tutte le strade del paese. Poi c’è la tradizionale “focareddha” in onore dell’Immacolata, organizzata l’8 dicembre in via Parabita dal Comitato di San Rocco e delle vecchie tradizioni. Durante la serata ancora note con la pizzica de “Lu rusciu nosciu”. L’evento sarà preceduto alle 18 dalla fiaccolata organizzata dalla Fidas Alezio, con partenza da piazza Vittorio Emanuele II accompagnata dalla musica delle zampogne. L’associazione di donatori di sangue, giunta quest’anno al suo 41° anno di attività, celebra proprio in questi giorni “La festa del donatore”: dopo la giornata dell’8 dicembre, aperta con le donazioni alle 8,15 e alle 11,30 nell’autoemoteca che sosterà nei pressi della sede, domenica 10 alle ore 10 santa messa presso la parrocchia dell’Addolorata, e alle 13 pranzo del donatore presso Masseria Appidè, durante il quale saranno premiati i soci che hanno effettuato sette, quindici, trenta, cinquanta donazioni. Spazio inoltre a cabaret e divertimento con la tradizionale tombola e lo spettacolo de “Il Grande Lebuski”.

 

 

Giuseppe Alemanno

Nardò – “Con la precedente distribuzione abbiamo riscontrato che molte persone, pur potenzialmente beneficiarie, sono rimaste escluse per non aver saputo dell’avviso e altre, comunque bisognose, che invece sono rimaste fuori a causa del limite dell’Isee a 3 mila euro. Per questo abbiamo deciso di aumentare il numero dei pacchi disponibili alzando contestualmente a 7.500 euro il limite Isee e quindi allargando la platea dei beneficiari”: per queste ragioni spiegate dal Sindaco Giuseppe Mellone ecco la scelta del bando pubblico per la seconda edizione dell’iniziativa realizzata col Banco delle Opere di carità di Alessano, proposta – si sottolinea – dal consigliere Giuseppe Alemanno. “Abbiamo sempre detto che la città – prosegue Mellone – oltre a politiche sociali ed economiche efficaci, ha bisogno di risposte contingenti e questa è una di queste, immediata e concreta. Nessuno deve rimanere indietro, nessuno deve sentirsi tra gli “ultimi”. Nei pacchi ci saranno pasta, latte, caffè e altri generi di prima necessità, oltre a prodotti specifici per chi ha bambini o esigenze alimentari particolari. L’accesso al beneficio è adesso possibile a quanti risiedono nel Comune di Nardò o hanno la carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari di lunga durata; il reddito del soggetto interessato deve essere uguale o inferiore ai 7.500 euro annui. Lo schema di domanda deve essere ritirato presso la sede del settore Servizi sociali in via Falcone e Borsellino o scaricata dal sito istituzionale. Il termine ultimo per presentare l’istanza è lunedì 11 dicembre. Agli aventi diritto i pacchi saranno consegnati prima di Natale. Il Banco delle opere di carità, si sottolinea in una nota del Comune, è un’associazione che dal 1993 si occupa della raccolta degli alimenti, ma anche dell’approvvigionamento dei farmaci da banco, dei prodotti igienico sanitari e della successiva ridistribuzione alle persone indigenti. Il particolare meccanismo del Banco permette di beneficiare di una portata dell’intervento non trascurabile e impossibile da ottenere con l’utilizzo per altri versi delle stesse risorse utilizzate. Oggi il Banco è presente in Campania, Molise, Puglia, Lazio, Basilicata, Calabria e Piemonte.

 

Galatone – Si chiama “Musica in testa 2.0” il progetto ‘cinematografico’ che in questi giorni stanno portando a termine gli alunni della scuola primaria del Polo 2 diretta da Anna Maria Valzano. Sono 190 i bambini coinvolti (dalle classi seconde alle quinte) dal docente di musica Giancarlo Pellegrino, promotore dell’iniziativa, che insegna in tutte le sezioni partecipanti, con l’obiettivo di portare sul piano dell’esperienza diretta quanto appreso tra i banchi di scuola: “Gli alunni in questi giorni stanno scoprendo dal vivo – dice Pellegrino – ciò che abbiamo studiato durante le lezioni, perché un conto è leggerlo sui libri e un conto è entrare nei panni”. Proprio questo hanno fatto i piccoli frequentatori del plesso di via Tunisi: sono entrati nei panni di tanti personaggi “caratteristici” calati in diversi angoli del centro storico e non solo, nella realizzazione del film “La Iscilia di Natale”, sceneggiato dallo stesso docente con la regia di Chiara Idrusa Scrimieri (il progetto è promosso con il sostegno di Apulia Film Commission). “La pellicola mette in evidenza lo spirito di trepidazione e attesa che si respira il 24 dicembre – spiega il professore – attraverso la rievocazione dei vecchi mestieri e della vecchia Galatone. Per realizzarlo abbiamo richiesto e ottenuto sinergia da parte del territorio, che ha collaborato attraverso numerose associazioni”. Il film sarà proiettato per la prima volta il 19 dicembre al Teatro Italia di Gallipoli: l’anno scorso – davanti alla stessa platea – Pellegrino e i suoi alunni avevano portato in scena la famosa “Turandot” di Giacomo Puccini.

CASARANO – Viabilità ed iniziative per il periodo natalizio: questi gli argomenti all’ordine del giorno dell’incontro organizzato a Casarano dall’Amministrazione comunale che giovedì 23 novembre invita gli operatori commerciali della città all’incontro delle ore 18 nell’aula consiliare. Con l’approssimarsi delle festività di fine anno, è normale pianificare le varie iniziative ma questa volta c’è anche da fare i conti con i lavori di rifacimento del basolato nelle piazze del centro, avviati a fine estate e non ancora conclusi. Ad essere interessate sono proprio le zone del tradizionale shopping, tra via Dante, via Roma, via Matino e le piazze Indipendenza, San Giovanni, San Pietro e Petracca (zona Ieca).

Presicce – Piazza Villani interdetta al traffico per le riprese di uno spot pubblicitario di alto livello. Per più di un’ora nello spazio antistante alla chiesa Sant’Andrea Apostolo e lungo via Michele Arditi una troupe ha girato delle scene con protagonista un gruppo di ragazzi. Tantissimi i curiosi che si sono fermati a guardare anche solo per qualche minuto. Le riprese continueranno anche nei prossimi giorni. Già da tempo si mormorava che Presicce era stato scelto, tra alcuni paesi del Sud Salento, come sfondo ideale per uno spot televisivo di una nota azienda italiana di primaria grandezza. Per il resto tutto topo secret: la produzione svelerà tutti i dettagli solo il 2 dicembre, durante una conferenza stampa. Lo spot andrà in onda a partire dall’8 dicembre e per tutto il periodo natalizio. Da quel poco che è dato sapere Presicce, oltre alla visibilità su scala nazionale, verrà premiata anche con altro, ma anche su questo i produttori vogliono mantenere per il momento il più assoluto riserbo. Intanto la squadra al lavoro ha potuto godere dell’ospitalità, apprezzare meglio le bellezze del paese e le bontà che offre la cucina salentina.

 

presepe nardoNARDÒ. In mancanza delle condizioni meteo minime, il presepe del centro storico neretino ha temporanea mente chiuso i cancelli. La Pro loco Nardò, organizzatrice dell’evento, ha fissato però la nuova data di apertura: il 15 gennaio alle ore 17 l’arrivo dei Magi alla grotta della Natività (presso l’antico Palazzo vescovile) e dalle 18 alle 21 l’apertura del presepe al pubblico. L’estrazione dei premi, invece, è stata rinviata al 21 gennaio. Attraverso la propria pagina Facebook, la Pro loco Nardò del presidente Giovanni Portorico ci ha tenuto a ringraziare “quanti in questi giorni di festa – si legge – ci hanno onorato della loro presenza e hanno messo a disposizione l’impegno in questo ambizioso progetto (curato dal responsabile Mimino Tondo, ndr) che ha richiamato tantissimo pubblico e ha promosso la nostra bella Nardò”.

GALLIPOLILe sorprese natalizie non sono ancora finite per i bambini della scuola dell’Infanzia di via Spoleto. Grazie alla partecipazione al “Villaggio di Babbo Natale” nella Galleria dei due mari di Gallipoli, sono stati proprio loro ad aggiudicarsi il primo posto al concorso “Sorprendi Babbo Natale” indetto dagli organizzatori, “I ragazzi di via Malinconico”. Proprio al Babbo più famoso del mondo avevano consegnato, durante la visita al Villaggio del 21 dicembre scorso, il loro presepe sul tema del riciclo realizzato con le insegnanti Cettina Casole, Lucia Taurino, Lucia Spada, Anna Rita Bianco, Marika Coppola, Anna Rita Giaffreda, Rosanna Chetta, Cristina Tricarico, Santuzza Casole, Luigina Barba, Patrizia Minerba,  Marina De Rosa e Antonella Biancamano. Assieme alla loro, a partecipare al concorso sono state numerose altre scuole da Gallipoli, Casarano, Porto Cesareo, Racale, Taranto e pure Matera. A valutare le opere realizzate è stata una qualificata giuria composta da Fernando D’Aprile, direttore di Piazzasalento, Roberto Perrone, artigiano della cartapesta, Preziosa Portoghese, insegnante in pensione, Biagio Ferilli, architetto, e Federica Cuppone, consigliere comunale.  Dopo le meritate vacanze, ed il rientro alla grande, per i bambini della scuola dell’infanzia di via Spoleto ci sarà ora come premio finale uno spettacolo  de “I Ragazzi di via Malinconico” tutto per loro e le loro maestre.

 

stanstreet-6-band-di-babbo-natale-bisUGENTO. Per l’ottavo anno consecutivo, il centro storico ospita la rassegna di appuntamenti natalizi organizzata dall’assessorato allo Spettacolo in collaborazione con la Pro Loco, la protezione civile e l’associazione «AttivaMente». Dopo l’inaugurazione di domenica 11 dicembre, con l’accensione del maestoso albero di piazza San Vincenzo, domenica 18 in Cattedrale si è svolto il concerto «Ecce Ancilla Domini». Venerdì 23 la «Band di Babbo Natale» “invaderà” il centro storico per raccogliere fondi da destinare all’associazione genitori oncoematologia pediatrica «Per un sorriso in più» di Lecce. Sabato 31 a partire dalle 23, poi, la vera novità di quest’anno: la notte di San Silvestro in piazza con i dj di Ciccio Riccio e con Giorgio Rude, Luca Bad, Valentina Molfetta, Ziza e le Special Girl Animation.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

a natale puoi racaleRACALE. Si chiama “A Natale puoi…” la rassegna di appuntamenti che allieteranno Racale nel periodo di festa. Avviatasi con i tre giorni (dal 13 al 15 dicembre) di “Canzonissima Natale 2016”, è proseguita con “Il Paese di Babbo Natale”, organizzato in Piazza San Sebastiano dagli “Amici di Anastasia”, il 17 scorso. Il 19 Palazzo D’Ippolito ha ospitato l’iniziativa di StaiSinergico: “Babbo Natale”, la proiezione del film del regista Alessandro Valenti e prodotto da Edoardo Winspeare, seguito da un dibattito con i protagonisti. Doppio appuntamento il 20: il laboratorio “Sogni con la coda” in Biblioteca e la serata benefica (per Amatrice) “Accendi una luce di speranza”, organizzata dalla Confraternita (riproposto il 3 gennaio).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...