Home Tags Posts tagged with "nardò"

nardò

Taurisano –  Un cane da guardia con le orecchie amputate e scattano il sequestro e la denuncia. Ad intervenire presso l’abitazione di un noto pregiudicato, alla periferia di Taurisano, sono state le guardie zoofile del Nucleo “Agriambiente” di Nardò, coordinate da Antonio Russo, unitamente a personale del Commissariato di Polizia di Taurisano. L’ispezione sui due cani detenuti dall’uomo ha permesso di accertare come uno degli animali presentasse l’amputazione delle orecchie non supportata da alcun tipo di certificazione medico veterinaria. Il cane è stato posto sotto sequestro mentre il proprietario è stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali. Il taglio delle orecchie, infatti, se non supportato da motivi di salute certificati dal veterinario, configura un reato che prevede la pena di reclusione da tre mesi a un anno con la multa da 3mila a 15 mila euro.

Gallipoli – Continua l’azione di monitoraggio sullo sfruttamento delle risorse marine ad opera della Guardia costiera. Nel corso di due distinte operazioni, i militari della Capitaneria di porto di Gallipoli hanno posto sotto sequestro un migliaio di esemplari di riccio di mare. Circa 700 ne sono stati catturati da pescatori di frodo, già noti alle forze dell’ordine, all’interno della “zona C” dell’area marina protetta di Porto Cesareo: in questo caso la Guardia costiera, oltre al avvalersi del sistema di videosorveglianza denominato “Le Torri fortificate vedette della legalità”, ha pure impiegato un battello pneumatico con l’ausilio dei militari appostati lungo il litorale. Oltre al sequestro dei ricci (poi rigettati in mare perché ancora in stato vitale), i militari hanno deferito all’autorità giudiziaria sia il sub quanto il soggetto che gli forniva assistenza a bordo della barca appoggio.

Nei pressi dello scalo d’alaggio del porticciolo di Santa Caterina (Nardò), invece, un’ulteriore attività ispettiva ha permesso di individuare un pescatore sportivo con circa 300 ricci a bordo del suo natante: anche in questo caso è scattato il sequestro del prodotto ittico (superiore al quantitativo catturabile al giorno per pesca sportiva) e l’applicazione di una sanzione amministrativa  di importo pari a 4.000 euro.

Nardò – Sarà il musicista e scrittore Giorgio Doveri, autore del romanzo “Sirena” (Musicaos Editore) l’ospite del nuovo appuntamento con “Incontri allʼora del tè”, la rassegna organizzata dalla libreria “I volatori”, con il coordinamento di Loredana Giliberto, in collaborazione con il B&B “Antica Dimora” e Musicaos Editore. Si parlerà di scrittura, musica e tanto altro domenica 18 febbraio alle ore 17,30 presso la storica libreria  “I Volatori”, alla presenza di Loredana Giliberto e Luciano Pagano di Musicaos. “Sirena” trova la sua ambientazione, tra gli anni ottanta e i giorni nostri, nel Salento, nella zona costiera e interna attorno a Tricase, in Grecia, e prima ancora a Roma e Istanbul. Al centro la vicenda di Marina, una giovane adolescente che vive insieme ai nonni, che si troverà ad affrontare rapidamente tutto il suo passato e, insieme al lettore, vivrà vicende misteriose e avvincenti. Info: http://www.musicaos.org –  tel. 0836.618232 – info@musicaos.it

Nardò – Pensieri, parole, musica per uno spagnolo salentino. Torna in scena la poesia di Vittorio Bodini a Nardò. Domani, sabato 17 febbraio, alle 20,30, il Centro studi Vittorio Bodini propone al Teatro comunale “Quasi Spagnolo: Italiano del Sud” una serata in musica e parole sull’opera e la figura del letterato e intellettuale salentino. L’evento si inserisce nel solco delle iniziative bodiniane già avviate lo scorso agosto con l’inaugurazione della mostra permanente “Viviamo in un incantesimo. Vittorio Bodini tra letteratura e vita” nelle sale del Castello degli Acquaviva d’Aragona.

La serata è articolata in diversi momenti. Si partirà dalla premiazione delle tesi di laurea e di dottorato più meritevoli sulla figura e l’opera di Bodini. Il bando lanciato lo scorso ottobre ha raccolto adesioni da  prestigiose università italiane e straniere e ha portato alla premiazione di Carolina Tundo dell’Università del Salento, di Maya Battisti dell’Università di Firenze e del dottore di ricerca Pantaleo Luceri dell’Università di Madrid. Sarà l’occasione, inoltre, per presentare finalmente al pubblico gli atti del Convegno internazionale di studi che si è tenuto nel 2014 a Lecce e a Bari in occasione del centenario della nascita del grande poeta. Curati da Antonio Lucio Giannone, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università del Salento, e pubblicati dall’editrice Besa in due tomi, gli atti ora sono a disposizione del pubblico e degli studiosi che vogliono conoscere ancora di più le vicende che hanno segnato la produzione letteraria e l’esperienza sociale di una delle figure più particolari del Novecento italiano ed europeo. Non mancherà naturalmente la presenza di Bodini attraverso le sue opere: ogni momento sarà infatti scandito e ritmato dalla lettura di alcune delle poesie più belle, curata dall’attore Antonio Minelli, regista della serata, e dalla musica degli Ecovanavoce, ensemble romano che ha messo in musica proprio i componimenti lirici di Bodini. I brani saranno eseguiti da Fabio Lorenzi, Paolo Fontana, Carlo Gizzi, che per l’occasione saranno accompagnati da Alessandra Caiulo, Ninfa Giannuzzi e Valerio Daniele. Luisa Ruggio condurrà la serata, che avrà un prologo alle 18 con l’apertura straordinaria della mostra al Castello e un piccolo buffet di accoglienza (dalle 19) per i visitatori. Alle 20,15 ingresso in sala al teatro con inizio della cerimonia alle 20,30.

L’evento è promosso dal Centro Studi Vittorio Bodini con il patrocinio e la collaborazione della Regione Puglia, del Comune di Nardò, dell’Università del Salento, del Rotary Club Nardò Distretto 2120, del Presidio del Libro di Nardò, del Liceo Galileo Galilei e di Besa editrice (nella foto Valentina Bodini e Lucio Giannone).

Nardò – È stata una settimana intensa quella vissuta dal Nardò. La doccia fredda è arrivata dalla Corte sportiva di Appello che, sovvertendo le positive sensazioni del club granata, ha rigettato il ricorso – circa la presunta posizione irregolare del calciatore potentino Cosentino – relativo alla gara Nardò-Picerno (0-1 sul campo) dello scorso 2 ottobre. Il Toro ha già fatto sapere che ricorrerà al Collegio di garanzia del Coni per ottenere tre punti a tavolino che sarebbero vitali per la corsa play off.

Proprio gli spareggi-promozione sono il grande obiettivo degli uomini di Roberto Taurino, la salvezza, del resto, è ormai in cassaforte. Reduci da 12 risultati utili consecutivi, i granata proprio con il Picerno si ritrovano appollaiati a quota 38 punti, a -7 dall’ultimo posto utile per i playoff, occupato dal Taranto, ospite al “Giovanni Paolo II” il prossimo 4 marzo in una gara che, assieme a quella col Gravina del 25 febbraio, si prospetta fondamentale per le sorti del Toro.

«Il discorso permanenza è praticamente archiviato – dichiara il tecnico Taurino – ed ora possiamo guardare oltre con la consapevolezza che sarà durissima. Sarebbe una soddisfazione incredibile raggiungere i playoff. I ragazzi sono gli artefici di questa striscia positiva e se loro continueranno a non accontentarsi potremo toglierci ancora grandi soddisfazioni». I cavalli in più del Toro arrivano dagli under, per tre volte in gol nel recente 4-1 sul Francavilla in Sinni.

Fra questi anche Gaetano Palmisano, stabilmente convocato nella Rappresentativa Serie D, col sogno di essere convocato per la Viareggio Cup, prestigiosa vetrina di calcio giovanile: «Con il nostro mister nessuno è titolare – sostiene l’attaccante classe ’99 originario di Taranto – e questa circostanza mi sprona a dare il 100%. Se ho attirato le attenzioni della Rappresentativa è per merito dei miei compagni e della società; in granata sto imparando anche a curare la fase difensiva e sarebbe un sogno poter far parte della selezione che disputerà la Viareggio Cup». Il Nardò tornerà in campo domenica, alle ore 14.30, quando renderà visita alla Frattese, impelagata nelle zone rosse della classifica.

Nardò – Con il “Darwin Day” il mondo celebra a febbraio lo scienziato britannico Charles Darwin. Anche Nardò celebrerà il padre dell’evoluzionismo con un calendario di conferenze ed escursioni, tutti ad accesso gratuito, tra centro storico e Portoselvaggio. Le iniziative hanno inizio sabato 17 febbraio. Alle 16.30 al Museo della Preistoria di piazzetta Sant’Antonio incontro sul tema “Gli animali selvatici del Salento di ieri e di oggi” a cura dell’archeozoologo Francesco Colopi e laboratorio di paleontologia rivolto a ragazzi in età scolare.

Il 23 febbraio alle 9.30, sempre al Museo della Preistoria, attualmente in gestiore alla società “Nomos” di Salice salentino, in programma la conferenza “Attenti al lupo? La presenza di Canis lupus nel Pleistocene del Salento” a cura del professor Raffaele Sardella del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “La Sapienza” di Roma. Per l’occasione è previsto un saluto da parte delle autorità cittadine e della soprintendente Maria Piccarreta. Sabato 3 marzo alle 9, infine, si terrà un’escursione nel Parco di Portoselvaggio e Palude del Capitano, con laboratori di geologia e paleontologia intitolati “A spasso con Darwin. Viaggio nell’evoluzione di Portoselvaggio”, a cura dell’archeozoologo Francesco Colopi e dei geologi Francesca Lagna e Andrea Vitale.

Anche quest’anno a organizzare il “Darwin Day” sono “R.eTe. Ricerca e Territorio” e Museo della Preistoria con il patrocinio e la collaborazione della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio Brindisi di Lecce e Taranto e dell’assessorato ad Ambiente, Parchi e Musei del Comune di Nardò (nella foto una escursione a Portoselvaggio a cura del Museo della Preistoria).

 

Cristian Casili

Nardò – Il caso “Rimborsopoli” che ha investito il Movimento Cinque Stelle passa anche dal collegio senatoriale di Nardò. Uno dei parlamentari grillini finito nell’occhio del ciclone è infatti il leccese Maurizio Buccarella, senatore uscente ricandidato in seconda posizione nel listino proporzionale neretino del Senato. “Rimborsopoli”, va ricordato, è scoppiato quando la trasmissione tv “Le Iene” ha scovato alcuni parlamentari pentastellati che non avrebbero restituito parte del proprio stipendio al fondo per le piccole e medie imprese (gesto che il Movimento Cinque Stelle “impone” ai propri deputati e senatori) anzi, ancora peggio, avrebbero simulato di averlo fatto pubblicando online ricevute di bonifici poi annullati. Tra loro compare Buccarella. Durissima la reazione del candidato premier Luigi Di Maio: “Da noi chi sbaglia paga. Per me Buccarella è fuori dal Movimento”. L’interessato nel frattempo si è autosospeso dal Movimento e ha interrotto la campagna elettorale. Il suo nome è così “sparito” dalle locandine che annunciano i comizi del Movimento.
Sembrerebbe, almeno finora, molto meno grave la posizione di un altro membro salentino del Movimento Cinque Stelle, la senatrice Barbara Lezzi, “pizzicata” dalle Iene per un bonifico di 3.500 euro non versato nel 2014. In questo caso però i probiviri del partito non avrebbero ravvisato dolo, per cui nessuna espulsione dal Movimento. Anche la Lezzi è candidata nel collegio senatoriale di Nardò, sia nell’uninominale che come capolista al proporzionale. Un collegio colmo di big, dove a sfidare la senatrice uscente pentastellata ci saranno l’ex Presidente del Consiglio Massimo D’Alema (Liberi e Uguali), il viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova (Pd), l’ex sindaco di Otranto Luciano Cariddi (Noi con l’Italia).
Sulla vicenda “restituzioni” è intervenuto anche il consigliere regionale neretino dei Cinque Stelle Cristian Casili: «Ho restituito in questi primi due anni da Consigliere regionale 59.708 euro e continuerò a farlo fino all’ultimo giorno di legislatura. Con questi soldi e quelli dei miei colleghi abbiamo acquistato apparecchiatura elettromedicale per le pediatrie degli ospedali pugliesi e fornito altro materiale a questi delicati reparti».
Intanto domenica 18 febbraio uno dei leader del Movimento Cinque Stelle, Alessandro Di Battista, sarà a Nardò per un comizio. Attesi pullman da diversi paesi pugliesi. La sfida elettorale si infiamma.

Gallipoli – Dove incontrare, ascoltare. dialogare i candidati alle prossime elezioni del nuovo Parlamento? Ecco un breve calendario per domani, venerdì 16 febbraio. La viceministro Teresa Bellanova sarà alle 18 a Presicce (sala convegni di piazza del Popolo); con lei Francesco Tomai, Ippazio Morciano, segretario provinciale pd, Andrea Monsellato, segretario pd di Acquarica del Capo. Alle 19 incontro col pubblico nell’auditorium Gino Pisanò di Casarano, con Ada Fiore, Dario Stefano, Gabriele Caputo.

Alle 18 sempre di domani, venerdì, a Galatone  avrà luogo l’inaugurazione del comitato elettorale del Movimento 5 Stelle con la partecipazione annunciata di Barbara Lezzi, senatrice uscente e candidata, Cristian Casili, consigliere regionale, Veronica Giannone, candidata alla Camera nel collegio di Lecce e Soave Alemanno, candidata alla Camera nel collegio uninominale di Nardò. Alle 19.30, presso la sala Peppino Impastato del Castello De Gualtieris di Castrignano dei Greci, il consigliere comunale Sergio Zaminga introdurrà e presenterà i candidati. Parteciperanno Barbara Lezzi, Cristian Casili, Veronica Giannone, Soave Alemanno.

Alle 18,30 per la coalizione di centrodestra il candidato al collegio uninominale Nardò-Gallipoli Luciano Cariddi di Otranto parteciperà all’apertura della campagna elettorale a Collepasso, per “Noi con l’Italia – Udc”. Sarà presente anche Andrea Caroppo di Maglie ed altri candidati dello schieramento.

Hab cycle a Portoselvaggio

Nardò – Ammontano a 201mila euro gli interventi previsti per il 2018 per il Parco di  Portoselvaggio e pronti ad essere inseriti nella programmazione comunale generale del Comune. Con una apposita relazione, il caposervizio ingegnere Antonella Fiorentino chiarisce anche che della somma totale, 35mila euro sono a carico del bilancio comunale in via di elaborazione in questi giorni.

L’elenco comincia con 19mila euro destinati alla fornitura e posa in opera dei bagni chimici; altri 15mila sono riservati alla fornitura di materiali per la pulizia e la manutenzione delle aree boscate e per interventi naturalistici a cura dell’Arif (l’agenzia regionale per irrigazione e forestazione); quindi si pensa alla pulizia delle zone maggiormente frequentate da turisti (15mila euro), mentre 18mila sono destinati ad iniziative di studio di aree archeologiche per la ricerca, tutela e valorizzazione del Distretto paleolitico del Parco. Ottomila euro sono per le convenzioni per azioni di sorveglianza e tutela del parco (ambulanza, Croce rossa, Guardie ecozoofile, Capitaneria di porto e Gev). Per la manutenzione dei beni immobili presenti nel parco ecco 10mila euro. Il grosso dei fondi – 108mila euro – è finalizzato a installazione e rifacimento cartellonistica, sentieristica, attività nel parco; tali soldi provengono dal Piano di attuazione provinciale dell’ambiente della Provincia di Lecce. Chiude il programma lo svolgimento di attività nell’ambito del progetto regionale “Vivere nei parchi” di PugliAmica (8mila euro).

Nardò – Tre vittorie consecutive hanno ridato ossigeno alla Frata Nardò, proiettandola verso posizioni di classifica più gradevoli. Per il direttore generale Valentino Mandolfo il recente successo contro Amatori Pescara è il frutto di una delle più brillanti prestazioni corali dell’annata agonistica: «Complimenti al coach Davide Olive per come ha preparato il match – sottolinea – abbiamo vinto sotto tutti i punti di vista, con prestazioni individuali di rilievo, è un successo paragonabile ad un altro gioiello, ovvero alla vittoria interna contro la capolista San Severo».

Nel prossimo turno i granata se la vedranno col Campli: «La Serie B è un campionato completamente differente rispetto alla C – sostiene Mandolfo – qualsiasi momento di appannamento o rilassamento può rivelarsi deleterio. Ad esempio c’è il rischio di sottovalutare Campli, a cui andremo a rendere visita nel prossimo turno. Non deve assolutamente essere così: è vero che gli abruzzesi hanno raggranellato appena due punti nelle ultime quattro uscite, ma è altrettanto vero che hanno disputato un girone d’andata importante».

Salvezza o playoff? La tifoseria è “divisa” tra chi sogna ad occhi aperti e chi più realisticamente si “accontenterebbe” di una tranquilla permanenza: «Difendere a denti stretti la categoria – dichiara il diggì del Toro – questo deve essere il nostro imperativo. La Serie B è un patrimonio sportivo neretino, un lusso per l’intera comunità. Stiamo facendo tesoro delle esperienze di questa annata, ma il mio consiglio è di guardarci alle spalle anziché smarrirci in voli pindarici». Difendere la categoria, ma anche coltivare nuovi talenti da sfornare in prima squadra: «Da ormai qualche anno abbiamo intrapreso percorsi differenti circa il settore giovanile, lo testimoniano gli investimenti effettuati in questo senso. Ma oltre al bagaglio tecnico dei ragazzi, mi preme sottolineare la bontà del lavoro umano dei coach Michele Battistini e Fabrizio Durante e dell’istruttrice Fabiana Liquori. Infine, ringrazio di cuore le famiglie dei ragazzi – conclude Mandolfo – per la loro costante vicinanza».

Nardò – Al via il 18 febbraio i festeggiamenti in onore di San Gregorio Armeno, patrono della città. Ricco anche quest’anno il programma di eventi della tre giorni organizzata dal locale Comitato feste, composto da don Giuliano Santantonio (Padre Spirituale e Parroco della Chiesa Cattedrale), Cosimo Caputo (presidente Comitato), Salvatore D’Alessandro (vicepresidente), Antonio Palumbo (segretario), Mino De Benedittis (tesoriere), Antonio Rocco Pisanello (responsabile rapporto confraternite), Giancarlo De Pascalis (comitato scientifico) e un nutrito gruppo di consiglieri e collaboratori esterni.

Domenica 18 febbraio alle 10 in zona 167 passeggiata a cavallo organizzata da Cesare Bruno e in serata, alle 19.30, un concerto di musica sacra in Cattedrale. Il giorno dopo convegno sui rapporti tra Nardò e l’Armenia: alle 9.30 al Chiostro dei Carmelitani dialogheranno Carlo Coppola (segretario del centro studi “Hrand Nazariantz” e curatore del volume “Nella terra del terrore”, opera che racconta il genocidio armeno), Pantaleo Pagliula e rappresentanti di Comune, Curia e Comunità armeni di Puglia. A coordinare i lavori l’architetto Giancarlo De Pascalis. In serata, dopo la messa delle 18 la processione percorrerà le seguenti strade: piazza Pio XI, corso Garibaldi, piazza Umberto I, via Regina Elena, via Roma, piazza Diaz, corso Galliano, piazza Mazzini, via Grassi, piazza Osanna (qui la benedizione della città), piazza della Repubblica, corso Vittorio Emanuele II, piazza Salandra, via Duomo e rientro finale in piazza Pio XI.

Martedì 20, giorno di San Gregorio Armeno, messe in Cattedrale alle 7.30, 9, 10.30 e 18.30 e concerto mattutino per le vie cittadine della banda “Terra d’Arneo”. Alle 17 commemorazione delle vittime del terremoto del 1743 con i cento tocchi delle campane della torre dell’orologio di piazza Salandra e lettura di alcune cronache dell’epoca. Qui l’amministrazione comunale consegnerà una targa ai sindaci di Lecce e Galatone, Carlo Salvemini e Flavio Filoni, per ringraziare simbolicamente le due comunità per l’opera di soccorso prestata nei giorni successivi al sisma.

Gran finale con lo spettacolo pirotecnico alle 19.30 in via Falcone e Borsellino e dalle 20 in piazza Salandra l’atteso concerto di “Girodibanda” e Cesare Dell’Anna.

«Come ogni anno – ha ricordato il presidente del Comitato festa Cosimo Caputo – abbiamo riunito le risorse umane e materiali a disposizione e messo su un programma di festeggiamenti all’altezza di questa città e del suo patrono. È la festa di tutti per la cui realizzazione sento il dovere di ringraziare l’Amministrazione comunale e i tanti operatori economici che anche quest’anno hanno contribuito».

 

Nardò – La raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nell’Aro 6 ha ormai le settimane contate, Presto le novità contenute nella gara d’appalto conclusasi nel novembre scorso dopo quasi quattro anni, diventeranno realtà per l’intero territorio di Nardò e per gli altri Comuni che fanno parte dell’Ambito ottimale, cioè Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano, Sannicola, Seclì, Tuglie. A spuntarla, come si ricorderà, sono state tre imprese salentine in associazione temporanea: la “Bianco Igiene ambientale” di Nardò, la “Gial Plast” di Taviano e la “Armando Muccio” di Taurisano. Le tre società hanno portato a casa un appalto da 102 milioni 986.734, 96, vale a dire 11 milioni 443mila euro annui. L’affidamento definitivo della gara con capofila Nardò e passata attraverso varie traversie ed un commissariamento (nel marzo scorso, da parte della Regione), è datato 20 novembre. In una nota del Comune si parla di “novità nei prossimi mesi” e, oltre al potenziamento del servizio, si ricorda la raccolta del rifiuto organico (previa distribuzione ovviamente del bidoncino dedicato). “Tali miglioramenti del servizio – si sottolinea – non comporteranno alcun costo “finale” per i cittadini”.

Intanto però da maggio nelle marine neretine scompariranno  i bidoni e sarà introdotta la raccolta porta-a.porta del rifiuto differenziato. Il servizio riguarderà le marine di Santa Maria al Bagno, Santa Caterina e Torre Inserraglio, che registrano una maggiore presenza di popolazione residente nei 12 mesi dell’anno. “I cittadini non dovranno più fare i conti con situazioni di sporcizia e cattivo odore generate dai bidoni, soprattutto durante la stagione estiva. L’Amministrazione comunale e Bianco Igiene Ambientale (capofila) – si conclude – hanno già programmato la pulizia e il lavaggio straordinario delle sedi stradali che da anni ospitano i bidoni, non appena questi verranno rimossi in coincidenza dell’avvio del servizio di raccolta porta a porta”.

 

Nardò – Martedì grasso all’insegna della palla a spicchi, a Nardò, con i protagonisti degli ultimi 50 anni della pallacanestro salentina. “Carnevale sotto canestro” è l’appuntamento (si accede per invito – informazioni ai numeri 0833/579371 e 329/4422099) voluto dal patron della Febbrica 8 di Nardò Attilio De Razza, produttore cinematografico e pioniere del basket neretino.  Una festa per far ritrovare vecchie glorie e protagonisti, tra dirigenti, tecnici e atleti, che hanno fatto la storia del basket salentino, dalla scuola brindisina all’approdo a Lecce, Monteroni, Nardò, Maglie, Galatina, Casarano sino alla diffusione praticamente in tutta la provincia. L’appuntamento, nato in pochi giorni con il passaparola virtuale sui social, ha permesso di raccogliere centinaia di fotografie, molte in bianco e nero, tanto che gli organizzatori contano di ripetere annualmente la festa.

Nardò – Che effetto ha la musica techno su chi l’ascolta durante una performance? Su chi magari ha un qualche malessere psicofisico? A porsi la domanda è stato Simone Gatto, 31enne di Nardò, durante una delle sue esibizioni. Con la musica ci lavora, dal 2004 è dj ed anche compositore,  live performer,  discografico e fondatore della label elettronica Out-ER. Ha anche un dottorato in filosofia e tanta curiosità nell’indagare sul potere della musica e delle frequenze, capaci di favorire cure psicofisiche e comunicazione empatica. Dalle sue prime ricerche è nato un album e un libro “Heaven Inside Your Frequencies”, rilasciato in doppio vinile sulle sue etichette discografiche Out-ER e Pregnant Void, e in versione cartacea su Edizioni Esperidi.

Laurea e studi filosofici e una curiosità: cosa c’è nel rapporto dj-pubblico? “Ho studiato a Lecce Scienze della comunicazione, e lavorato come ricercatore assieme al musicologo Giacomo Fronzi, musicista e giornalista con all’attivo diverse pubblicazioni, che ha poi curato la prefazione del libro – racconta Gatto – successivamente alla laurea ho iniziato il dottorato di ricerca su Filosofia morale, in contemporanea ho iniziato a condurre da autodidatta degli studi sulle frequenze e sul loro potere, perché ero incuriosito dall’empatia che si genera pubblico e dj”.

Ricerche con esperti in musicoterapia. Poi un libro eun doppio vinile. Un settore tanto affascinante quanto poco esplorato.  “Ho condotto le mie ricerche in autonomia, in seguito ho coinvolto una serie di esperti, in musica terapia, sound design e realtà virtuale – prosegue l’artista e studioso – e anche neuropsichiatri, per organizzare, con la mia etichetta, una serie di workshop in Italia, in Olanda, durante l’Ade il più grande festival, e a Berlino. In tutto una decina. Il nostro scopo era osservare l’empatia che si crea nella sala, che emozioni e relazioni si generano. In quattro anni ho preso molti appunti sull’argomento e poi ho iniziato a metterli insieme, forte anche delle conoscenze acquisite negli ultimi anni in musicoterapia (frequenta un’accademia di musica terapia nazionale, con sede anche a Lecce), alla fine ne è venuto fuori un libro”.

Un caso: le frequenze giuste contro un problema di circolazione. Scritto in italiano e inglese, il libro accompagna il lettore verso la conoscenza della musico terapia, partendo dall’abc, con la definizione di frequenze, periodo, hertz e tutto ciò che riguarda il suono, approfondendo il tema della terapia attraverso la musica; in un tirocinio ha avuto modo di sperimentare più tecniche. Fino a scoprire  alcune cose utili. Un esempio? Per risolvere un problema di circolazione e di pressione sanguigna si dovrebbe ascoltare le frequenze 880 Hz; la frequenza 68 Hz aiuta a ridurre i dolori muscolari del collo e degli arti, e così via. Ma con una precisazione: “E’ doveroso specificare che il funzionamento delle frequenze è soggettivo ed è direttamente proporzionale all’attività celebrale del soggetto. Nel libro c’è una sezione specifica sulle tecniche ancora in uso di terapia con la musica”, conclude il giovane neretino, per il quale “è bello lavorare con le persone e dare loro sollievo”. Proviene da Berlino, dove c’è stata la prima presentazione del lavoro; poi ha toccato alcune città italiane come Bari e Bologna e, l’estate scorsa, a Nardò.

Gallipoli – Il Comune perde una ghiotta occasione per investire in cultura col progetto “Community library” della Regione: “Non ha presentato alcun progetto, non ha presentato alcuna richiesta di finanziamento”, ha accusato il gruppo locale di “Andare Oltre”, nato poco tempo fa con referente Matteo Spada. Replica l’assessore Emanuele Piccinno, di nuovo tirato in causa: “Il bando prevede più tranche, abbiamo preferito optare per il secondo bando”. Carnevale a parte, è questo lo scontro politico più attuale in città.

A dare il via alla polemica è stata una nota del movimento in cui si richiamano i cospicui finanziamenti ottenuti da altri centri salentini come Galatina (2 milioni di euro), Nardò (950mila), Sanarica (1 milione 650mila), Neviano (1 milione 938mila), Seclì (943mila), Squinzano (1 milione 650mila). “Come si può parlare di crescita e di progresso di una città se bandi come questi, stanziati con l’obiettivo di garantire la valorizzazione, la fruizione ed il restauro dei beni culturali, vengono ignorati?”, è stato l’atto di accusa di AO, movimento civico locale nato a Nardò. “Come si può garantire assistenza ai giovani e agli imprenditori (Sportello Eolo) se non si riesce neanche a partecipare ad un bando?”, s’incalza l’Amministrazione comunale, con nutrito seguito di reazioni nella rete sociale. “Qualcosa non sta funzionando come dovrebbe e questo a spese della città. Una città che ha bisogno di risorse e finanze per potersi evolvere e che si permette il lusso di mettersi al riparo dalla pioggia di finanziamenti che, invece, rappresentano per i territori che li richiedono, linfa vitale. Sarebbe stato sicuramente un passo avanti (mancato clamorosamente) – si conclude – che la città che intende candidarsi a Città della Cultura non avrebbe dovuto assolutamente perdere”.

“Si apprende dai media un’accusa infondata e per nulla veritiera mossa dal gruppo gallipolino di ‘Andare Oltre’. Una critica che giunge senza alcuna firma specifica, da un gruppo politico che pare dunque non avere un portavoce o un capogruppo, così come sembra non avere le idee ben chiare in merito alla faccenda Community library””, ribatte l’assessore Piccinno. Dal Palazzo di città “s’intende precisare che non vi è stato alcun atteggiamento di indifferenza o di indolenza da parte dell’Amministrazione o degli Uffici comunali”. La criticata non partecipazione al bando sulle librerie innovative in Puglia “prevede più tranche con diversi focus e ambiti specifici d’azione: nel caso della nostra città, si è preferito optare per il secondo bando sui laboratori di comunità che rientra così nelle strategie di intervento previste dall’Amministrazione”. “Come si evince – chiude la polemica l’assessore – Gallipoli è spesso beneficiaria di finanziamenti regionali ed europei: ciò dimostra che l’impegno sia presente, concreto e costante al di là delle sollecitazioni sterili di un gruppo politico che, purtroppo, non ritiene opportuno informarsi adeguatamente”.

Dei cento milioni destinati a questo progetto regionale, quasi 32 milioni sono finiti in Comuni della provincia di Lecce. In graduatoria per il Centro-Sud Salento figurano anche Andrano, Cursi, Poggiardo, Porto Cesareo, Racale, Sannicola, Santa Cesarea terme, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase, Ugento. 

Nardò – Come da tradizione il Carnevale Neretino scalderà i cuori di piccoli e grandi. L’associazione culturale Ardire, in collaborazione con il Centro turistico giovanile “Osanna” e col patrocinio del Comune di Nardò, organizza la trentaduesima edizione che partirà il prossimo 17 febbraio (ore 14.30) da piazza Salandra e giungerà in piazza Cesare Battisti. Carri allegorici (che attenderanno su via Duca degli Abruzzi e si accoderanno successivamente alla carovana), maschere singole e gruppi mascherati sfileranno per le vie della città – su di un percorso appositamente prestabilito e concordato con le forze di pubblica sicurezza – in compagnia di maghi, trampolieri, giocolieri, maschere, mimi, comici e tanto ancora per un pomeriggio di festa. Conduce l’evento il cabarettista Andrea Baccassino.

Un’apposita giuria del Carnevale, a seconda dell’ordine di arrivo, assegnerà premi in denaro, coppe speciali, medaglie, buoni per crocchette per cani e molto altro. I cani, appunto, perché c’è spazio anche per gli amici a quattro zampe nel Carnevale Neretino: potranno concorrere nella categoria “Carnival Dog” e vincere premi speciali. Naturalmente gli accompagnatori dei “cani mascherati” avranno l’obbligo di munirsi dei sacchetti igienici per deiezioni e di applicare al cane la museruola.

Per partecipare è necessaria l’iscrizione entro le ore 14.30 del 17 febbraio ma lo staff auspica che, al fine di semplificare i lavori di organizzazione, le adesioni pervengano entro almeno il giorno antecedente la sfilata. La partecipazione al Carnevale Neretino è aperta a tutti. Per info ed iscrizioni 389/8399065 (Chiara) o 329/6324544 (Elisabetta).

Nardò – Si prevedono entrate per 164mila euro da violazioni al codice della strada e parcheggi a pagamento nelle marine neretine (almeno 50mila euro): lo stabilisce una deliberazione della Giunta comunale presieduta dal Sindaco Giuseppe Mellone, approvata lo scorso mercoledì 7. Nello stesso atto si stabiliscono anche le destinazioni delle somme per specifiche finalità. Ventimila euro saranno utilizzati per interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento e manutenzione della segnaletica stradale; altrettanti alle attività di controllo e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale “anche attraverso l’acquisto di automezzi e attrezzature varie tra cui varchi elettronici a presidio della zona a traffico limitato, videosorveglianza, strumenti elettronici per il controllo della velocità ecc”. Da 40mila euro trarranno benefici gli automobilisti perché quei soldi saranno impiegati per la manutenzione di strade comunali, l’assunzione di personale stagionale, finanziamenti di progetti finalizzati alla sicurezza stradale,  e urbana, servizi notturni e prevenzione di violazioni, piani per il traffico.

Intanto sono arrivati alla fine del percorso amministrativo-giudiziario alcuni incidenti stradali con responsabilità riconducibili al Comune o causati da cani randagi passati per il giudizio della magistratura. Dopo essere stati riconosciuti come debiti fuori bilancio a seguito di sentenze da parte del Consiglio comunale, saranno saldati i conti relativi a quattro vertenze per un totale di circa 8.260 euro, spese comprese. Si va da esborsi di 767 euro a quelli di 4.297.

Nardò – Domenica 25 marzo 2018 è una giornata da segnare di rosso sull’agenda degli amanti del duathlon. A Portoselvaggio andrà di scena la quarta edizione del Supersprint e Kids mtb, organizzato dal comitato regionale Fitri Puglia del presidente Claudio Meliota, in collaborazione con Gianni Casaluce, il presidente della Consulta dello Sport Tony De Paola e il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo. Come di consueto, la manifestazione si snoderà su due percorsi dalla differente lunghezza: off road (2,5 km di corsa, 10 km di mountain bike e 1 km di corsa) e kids (da 200 a 800 metri di podismo, da 1 a 3 km di mountain bike e da 100 a 400 metri di podismo). I sentieri mozzafiato di Portoselvaggio coccoleranno gli atleti, pronti a raggiungere Nardò da tutta Puglia e oltre; partenza e arrivo presso la Masseria Torre Nova. «Siamo giunti alla quarta edizione – afferma con orgoglio Gianni Casaluce – certificando una importante conferma per Nardò: il comitato regionale Fitri crede fortemente nelle potenzialità sportive e turistiche del nostro incontaminato territorio ed investe notevoli risorse. Da ormai quindici anni, infatti, lo stesso ha collaborato a stretto contatto dapprima con l’associazione Messapia, poi con la Proloco Nardò e Terra d’Arneo, quindi con singole figure di riferimento».

L’appuntamento col duathlon del prossimo mese di marzo sarà in buona compagnia: «Con ogni probabilità – aggiunge Casaluce – riproporremo nel 2018 la seconda edizione del “Triathlon Terra d’Arneo”, il prossimo 7 ottobre. E chissà, stante i presupposti ed i buoni rapporti che sussistono tra il comitato regionale Fitri, gli enti territoriali e l’Amministrazione comunale, che non possano verificarsi le condizioni – conclude – per l’organizzazione di un terzo evento». A Portoselvaggio si partirà alle ore 10 con la gara dedicata ai più piccoli, poi Supersprint alle 11.40. Con il “4° Duathlon mtb” inizia la stagione del triathlon in Puglia. Per info 3204277300 – 3486038596.

Nardò – Nuovo appuntamento a Nardò con la rassegna domenicale di teatro per famiglie “Piccoli sguardi”, organizzata da TerramMare Teatro di Presicce in collaborazione con il Comune di Nardò e il Teatro Pubblico Pugliese. Sul palco del teatro comunale neretino domenica 11 febbraio andrà in scena “Il cuore degli eroi” di e con Silvia Civilla (Drammaturgia: Eleonora Fumagalli; scenografia: Sabrina Balestra; Luci: Antonio Apollonio). Lo spettacolo racconta la vicenda di una maestra che viaggia di scuola in scuola per perpetuare, nei bambini, il ricordo delle storie del libro Cuore di Edmondo De Amicis. La storia cardine dello spettacolo è quella di “Marco di Dagli Appennini alle Ande”: attraverso una narrazione semplice si mostra un’Italia priva di radici comuni, che cerca di superare le diversità sociali e culturali. “Perché questo libro? Da bambina non mi è stato imposto e, a dire il vero, neanche consigliato.” afferma Silvia Civilla. “Ho incominciato a leggerlo, ho sentito un cuore che batteva, ma prima di capire se fosse il mio o il suo ho dovuto tracannarlo tutto d’un fiato. È stato magnifico. C’era il coraggio, c’era la paura, c’era il dolore ma anche la gioia di una vita, c’era tanto sentimento vivo e palpitante, tanta voglia di sperare e tanti motivi per non farlo. C’ero io, con tutto il mio essere, con tutte le mie facce, i miei sogni e la mia voglia di vivere fino in fondo perché ne vale la pena! Ogni bambino-uomo dovrebbe leggere Cuore perché Cuore è ognuno di noi”. (Ingresso spettacolo € 5, per info e prenotazioni: Tel. 0833.57.18.71 Cell. 348.672.2242 – 328.824.8830 – 327.221.6089 www.terrammareteatro.it)

Nardò – Appuntamento con l’apertura ufficiale della campagna elettorale di “Liberi e uguali” oggi, venerdì 9 febbraio alle 18, presso il chiostro dei Carmelitani di Nardò, con Marcello Risi, candidato alla Camera dei deputati nelle elezioni del 4 marzo. Risi, già Sindaco della sua città dal 2011 al 2016, per questo incontro pubblico ha scelto la formula dell’intervista  in un luogo aperto a tutti, nel centro storico. A porre le domande e dialogare con il candidato ci saranno Ilaria Falconieri (Nuovo Quotidiano di Puglia), Biagio Valerio (La Gazzetta del Mezzogiorno), Antonio Falconieri (La Gazzetta del Mezzogiorno), Giuseppe Tarantino (Nuovo Quotidiano di Puglia), Stefano Manca (Piazzasalento), Marco Marinaci (Il Salento Magazine), Angelo Losavio (Salentopocket), Roberto De Pace (Agorà) e Giovanni Malacari (Oltre me). Introduce Alessandra Boccardo, coordinatrice cittadina di Articolo 1 Mdp Nardò. “Sarà un momento per ringraziare chi si sta avvicinando e chi sta dando supporto – afferma Risi – ma anche gli indecisi e chi sta pensando di non andare a votare. Voglio incontrare i miei concittadini con serenità, per rispondere alle domande sulla mia candidatura che per Nardò ha un valore ulteriore: quello di rafforzare e rinsaldare un’alternativa al governo di questa città”. “E’ indubbio che qui a Nardò – sottolinea il candidato dei Leu di Piero Grasso – si gioca una partita importante. Nel rapporto con la nostra città sento una responsabilità in più. Non siamo contenti della deriva della politica cittadina, così come ci allarma il peso che tutto il Mezzogiorno ha perso nella politica nazionale, anche in ragione dello scarso peso che finora hanno avuto nelle istituzioni i politici chiamati a rappresentare questo territorio”.

© LaPresse<br /> Marzo 1952<br /> Archivio Storico<br /> Gino Bartali<br /> Nella foto: GINO BARTALI alla punzonatura della Milano-Sanremo<br /> Neg. 28584

Nardò – E’ uno dei nomi più importanti della storia del ciclismo, e nella Firenze del 1943 e del 1944 salvò oltre 800 ebrei trasportando documenti falsi nella canna della sua bicicletta. Il racconto segreto del Gino Bartali eroe sarà narrato nell’appuntamento di venerdì 9 febbraio di Welcome Stories, la rassegna dell’assessorato alla Cultura del Comune di Nardò e del Museo della Memoria e dell’Accoglienza di Santa Maria al Bagno per onorare la Giornata della Memoria. Alle ore 18 presso la biblioteca comunale “Achille Vergari” di piazzetta Biblioteca verrà presentato il libro La bicicletta di Bartali (Notes edizioni) in presenza dell’autore, Simone Dini Gandini. Bartali venne arrestato, ma riuscì nell’intento, e nel 2013 è stato proclamato Giusto fra le Nazioni. Inoltre nel 2006 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha conferito a Bartali la medaglia d’oro al valor civile (postuma) per la sua attività a favore degli ebrei perseguitati durante la seconda guerra mondiale. Il libro contiene la testimonianza di Andrea Bartali, figlio del campione, che ricorda il motto preferito del padre, “il bene si fa, ma non si dice”. In virtù del quale raccontò solo a lui il suo segreto. Lo scorso 27 gennaio al Museo della Memoria è stata inaugurata la mostra di illustrazioni di Roberto Lauciello, tratta proprio dal libro di Simone Dini Gandini.

In contemporanea con l’evento, la Biblioteca Vergari propone un percorso per immagini realizzato dagli alunni delle quinte classi dell’istituto “Don Milani”, con la preziosa collaborazione degli alunni del triennio del Liceo Artistico “Vanoni”. Si tratta di riproduzioni delle tavole realizzate da Helga Weissova e che raccontato le atrocità vissute dalla protagonista, una bambina di 12 anni, nel ghetto di Terezin. “Disegna ciò che vedi” disse il padre. Lei rappresentò tutto il male degli uomini, su altri uomini, per non dimenticare gli eventi terribili che hanno segnato la storia dell’umanità.

Nardò – Non rispetta l’obbligo di dimora nel suo comune e viene arrestato. Giovedì 8 febbraio i carabinieri hanno catturato il 38enne Massimiliano Cordella, già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora sin dal 10 marzo del 2017 in conseguenza di una serie di reati commessi. L’uomo, infatti, è ben noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi, soprattutto per furti in abitazioni e non solo. Da ultimo, almeno tra il 14 agosto ed il 16 gennaio scorsi, si è reso protagonista di ripetute violazioni della misura cautelare recandosi a Surbo. Dopo l’arresto e le formalità in caserma, Cordella è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.


Gallipoli
– Obiettivo stabilizzazione: per questo i precari della sanità hanno incontrato in mattinata all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce i rappresentanti provinciali di categoria  Floriano Polimeno (Cgil), Fabio Orsini (Cisl) e Antonio Tarantino (Uil). Tema dell’assemblea l’assunzione in pianta stabile dei tanti operatori della sanità pugliese, che coinvolge oltre 400 persone in provincia di Lecce tra infermieri, operatori sociosanitari (Oss), tecnici di radiologia, fisioterapisti ed altri. Va ricordato che la recente “Legge Madia” (dal nome della Ministra della Pubblica amministrazione Marianna Madia, ndr) stabilisce che tra i destinatari di assunzione a tempo indeterminato nella Pa vanno considerati anche quei lavoratori che al 31 dicembre 2017 abbiano maturato almeno tre anni di servizio negli ultimi otto anni alle dipendenze dell’amministrazione che procede all’assunzione, anche se non continuativi. Una norma della quale sta già beneficiando l’Emilia Romagna ma non ancora applicata in Puglia nonostante i direttori generali delle Asl pugliesi avessero annunciato che da gennaio 2018 si sarebbe potuto procedere con la stabilizzazione. Le tre sigle sindacali presenti all’incontro fanno sapere che se la Regione Puglia continuerà a “tergiversare” si procederà a mobilitazioni anche a Bari.

«I soldi per le stabilizzazioni ci sono – dice Leonardo Rivelli (foto in alto), infermiere precario residente a Nardò in servizio all’ospedale di Copertino – e si tratta di circa venti milioni di euro derivanti dal risparmio sulla spesa farmaceutica. Ci chiediamo se tale somma sia sufficiente a stabilizzare tutte le unità idonee». Nella fine del precariato spera anche Carmine De Marco (foto), 45enne di Tricase, infermiere al “Ferrari” di Casarano. «La legge Madia – dichiara – permette ai precari storici di essere stabilizzati nella Asl in cui operano. Sono precario dal 2007 quindi da ben undici anni. Nel mio bagaglio professionale c’è anche la vincita del “concorsone” di Bari. Eppure non avevo i requisiti per rientrare nella precedente stabilizzazione, perciò sono rimasto in attesa. Ho lavorato un po’ in tutta la Puglia: la Bat, poi tre anni a Taranto e da quattro a Casarano. Ho una famiglia con una figlia, quindi serve stabilità economica. Ho 23 anni di servizio e 45 di età – conclude – e penso di aver raggiunto tutti i requisiti necessari, tra poco anche quello della pensione».

Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche di Gallipoli e Nardò dall’8 al 14 febbraio 2018

Teatro Italia 
Dall’8 al 14 febbraio 2018
Sala 1
“Cinquanta sfumature di rosso”
Orario spettacoli: 18.00 – 20.15 – 22.30
Domenica anche: 16.00

Sala 2
Dall’8 al 13 febbraio 2018
“The post”
Orario spettacoli: 18.00 – 20.15 – 22.30
Domenica anche: 16.00
La programmazione del film sarà interrotta Ven 09 e riprenderà Sab 10
Da Mercoledì 14
“A casa tutti bene”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30
Domenica anche: 16.30

Sala 3
Dall’8 al 14 febbraio 2018
“Ore 15:17 – Attacco al treno”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30
Domenica anche: 16.30

Teatro Schipa 
Dall’8 al 13 febbraio 2018
“Sono Tornato”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30
Domenica anche: 16.30
Da Mercoledì 14
“La Forma dell’Acqua – The Shape of Water”
Orario spettacoli: 18.00 – 20.15 – 22.30
Domenica anche: 16.00

Prezzi: Intero €. 7,00 Ridotto € 5,00 + € 1.00 per 3 d
Dal lun al ven 1° spettacolo € 5.00 + € 1.00 per 3 d escluso festivi e anteprime
Mercoledi € 5.00 + € 1.00 per 3 D escluso festivi e anteprime

 

MULTISALA PIANETA CINEMA Nardò
Dall’8 al 13 febbraio 2018
Sala 1 ORE 15:17 – ATTACCO AL TRENO – 16:20 SOLO SABATO E DOMENICA – 18:15 20:10 22:05
Sala 2 SONO TORNATO – 16:25 SOLO SABATO E DOMENICA – 18:20 20:15
Sala 2 TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI – 22:10
Sala 3 I PRIMITIVI – 16:00 SOLO SABATO E DOMENICA – 18:00
Sala 3 MAZE RUNNER: LA RIVELAZIONE – 20:00 22:40
Sala 4 BIGFOOT JUNIOR – 16:10 SOLO SABATO E DOMENICA
Sala 4 THE POST – 18:00 20:20 22:40
Sala 5 CINQUANTA SFUMATURE DI ROSSO – 18:00 20:15 22:30

IL LUNEDI’ CHIUSI PER RIPOSO SETTIMANALE

Martedì (tariffa unica): intero 5,00
Mercoledì: intero 5,00 ridotto 4,00
Altri giorni, prefestivi, festivi e prime: intero 7,00 ridotto 5,00

Nardò – Niente acqua per otto ore il giorno 8 febbraio, giovedì in località Boncore, a Nardò e in alcune strade di Torre Lapillo: lo rende noto l’Acquedotto pugliese che sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio nelle aree interessate, in particolare per la riparazione di una perdita sulla condotta adduttrice. Per consentire l’esecuzione dell’intervento la normale erogazione idrica verrà sospesa dalle 9 e fino alle 17 a Boncore e in via Zanella e traverse a Torre Lapillo. “Disagi saranno avvertiti – si legge in una nota di Ap – esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo”. La società raccomanda i residenti dei comuni interessati a razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...