Home Tags Posts tagged with "Montesano"

Montesano

Montesano Salentino – A vederlo con quell’aria da missionario, si potrebbe pensare che è il “solito” visionario” anti modernità e per il “bel tempo andato”. A sentirlo parlare ti accorgi dello spessore che ha un laureato per davvero ed un artista non per caso. “Dipingo da sempre. Mio padre mi diceva ‘prima il pennello e poi la penna’”. Fino alla svolta più o meno intorno al 2012, davanti ad una inarrestabile produzione di rifiuti di ogni genere, con un’altrettanto irrefrenabile impennata dei costi di smaltimento (è tecnico comunale ad Alezio).

In tanti dicono “l’immondizia è una risorsa” Lui – Venanzio Marra, 45 anni, nessuna scuola artistica alle spalle, tanta istruzione tecnica in quel di Venezia – è andato oltre. dai materiali di scarto opere d’arte: “E’ il materiale che mi ispira il soggetto”, dice guardandosi intorno nel piccolo deposito-laboratorio nel giardino di casa e poi, poco distante, in un salone che una zia gli ha affidato. Segnali stradali quasi illeggibili, lattine, pezzi di legno e di tubi, coperchi, resti di lampade. Cosa dirà sua moglie a vederlo tornare con le mani piene di ogni ben di rifiuto? “Abbiamo fatto un patto – dice mentre sorride con gli occhi di un febbricitante – su questo mi deve lasciare stare…”. Ed ha ragione lui, se lo hanno inserito in un evento collaterale alla Biennale di Venezia e ad una esposizione simile a Montecarlo nel 2014. Vittorio Sgarbi ha una sua opera per sé. Ma il noto critico d’arte non va dove arriva Marra: “Gli scarti materiali rimandano agli scarti sociali, umani”, spiega a chi è digiuno di avanguardie del ‘900, di informale e pop art.

“Il suo sguardo – afferma il critico letterario Donato Margarito – si rivolge ad un cimitero di rovine e frammenti, non per sublimarle esteticamente, ma per farle resuscitare dall’oblio attraverso una significazione critica. Artista di periferia, lontano dalle grandi gallerie e dai mercanti d’arte, grazie al montaggio di materiali-spazzatura e rifiuti, costruisce una narrazione allegorica dalle profonde implicazioni esistenziali ed emancipative”. Nel libro che verrà presentato sabato 16 alle 18 nell’aula magna del  Comune di Monsesano, Margarito allarga la sua riflessione sull’arte contemporanea in un confronto serrato tra Marra con Danto, Cesare Brandi, Duchamp, Bauman, Aby Warburg, Lionello Venturi e Argan. Ai saluti istituzionali del Sindaco Silvana Serrano, seguiranno gli interventi del’architetto artista Marra, del presidente del suo Ordine professionale Rocco De Matteis e dell’autore del libro, Margarito appunto, docente di Lettere nelle Superiori, intitolato “Il Post informale in Venanzio Marra”.

Ma Marra è anche autore di numerose pubblicazioni di tutt’altro segno, più strettamente correlate ai suoi studi: si va da “Note sulle volte leccesi” a “Il completamento del Restauro di Palazzo Bitonti” di Montesano; da “San Nicola di Macugno” di Neviano, con Giovanni Giangreco, a “Calcare, monumenti per cuocere la pietra” con Erica Viva e Michele Ciccarelli.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...