Home Tags Posts tagged with "michele calandriello"

michele calandriello

Taviano – Si terrà sabato sabato 14 aprile, alle 20.30, al teatro della Regina di Cattolica, la cerimonia di premiazione  della X^ edizione del Premio Cattolica – Pegasus Literary Awards. Ad aggiudicarsi il secondo posto  con l’opera “Luce mistica” nella categoria Silloge poetica inedita il giovane poeta tavianese Michele Calandriello.

Nonostante la giovane età (16 anni), sono numerosissimi  i riconoscimenti che Michele ha ricevuto sin da bambino, infatti  compone poesie sin da quando aveva otto anni. Autore della raccolta  “Il sogno”, edito dalla GDS edizioni di Milano, de “La natura intorno a noi”, “Il paese della Fantasia”, racconto e poesie dei 9 e 10 anni” editi dalla Fondazione Mario Luzi di Roma e della raccolta in edizione limitata  “La poesia salva la vita”, edizione speciale Salone del libro di Torino” dove nel 2015 è stato intervistato. Finalista più volte al premio “Gioacchino Belli” e “ Premio Mario Dell’Arco” di Roma.  Ha ottenuto dei riconoscimenti anche in ambito europeo, come a Parigi tre anni fa  quando la  giuria del premio “World Literary Prize” gli conferì il premio “Giovani Artisti” per l’opera inedita di poesia intitolata “Luce splendente”.

Il riconoscimento che riceverà a Cattolica aggiunge prestigio alla sua figura di giovane poeta  anche perché  il Premio Cattolica – Pegasus Literary Awards è diventato il primo premio Europeo per numero di partecipanti  (in questa edizione 1950) ed è  considerato l’Oscar della Letteratura Italiana. Si tratta di una “kermesse popolare che si occupa di rilanciare la cultura letteraria stimolando la creativita’ dei giovani e dei meno giovani, nonché di scoprire nuovi talenti, occupandosi nel contempo di celebrare coloro che negli anni si sono particolarmente distinti in campo culturale”, così come si legge sul sito dedicato. In passato, solo per ricordare alcuni nomi, i premi sono andati a
Sergio Zavoli, Magdì Allam, Hafez Haidar, Roberto Gervaso.

 

 

 

 

 

 

 

 

by -
0 867

Calandriello con MieliTAVIANO. Un premio  letterario internazionale per promuovere cultura a 360 gradi. A istituire il “Premio Genesis 2015”, l’associazione “Il sogno della poesia”, nata nel 2013 sull’onda dei successi poetici del giovanissimo poeta tavianese Michele Calandriello, raccolti in Italia e all’estero. Presidente onorario del Premio è padre Guglielmo Alimonti, vicino a San Pio da Pietrelcina nel periodo della malattia,  ora responsabile dei Gruppi di preghiera di San Pio per l’Italia centrale e autore di diverse pubblicazioni letterarie.
Sul premio letterario si sofferma Domenicangelo Calandriello, segretario organizzativo, nonché padre del giovane poeta Michele: «Il Premio letterario internazionale, “Genesis 2015”, sarà portato nelle università americane perché il bando è stato tradotto dal cavalier Nello Proia, laurea “Honoris causa” presso l’Università Santa Clara della California. Obiettivo del premio è propagandare la cultura e offrire a tutti i poeti la possibilità di far conoscere le proprie opere. Abbiamo esaudito un desiderio di Michele che ama molto scrivere poesie». C’è da aggiungere che Michele (nella foto con Paolo Mieli) da quattro anni partecipa a numerosi concorsi e dovunque fa incetta di riconoscimenti.

Tre le sezioni dedicate al premio “Genesis”: la prima è riservata alla poesia inedita a tema libero, la seconda alla poesia di tipo religioso, la terza è dedicata esclusivamente agli autori under 18. C’è poi una sezione speciale per le scuole. Vi potranno partecipare singoli studenti , classi o gruppi di classi.
«Per la commissione giudicatrice – conclude Domenicangelo Calandriello – non vogliamo anticipare i tempi, ma abbiamo pensato a varie personalità italiane ed estere. Naturalmente la premiazione avverrà nella primavera del prossimo an-no».

TAVIANO. Sabato 13 giugno presso il teatro De Dix Heures di Parigi, prestigioso riconoscimento per il giovane poeta tavianese Michele Calandriello. La giuria del premio “World Literary Prize” gli ha conferito il premio “Giovani Artisti” per l’opera inedita di poesia intitolata “Luce splendente”. Alla cerimonia sono intervenute le maggiori personalità della cultura francese, italiana ed europea. Il Premio Speciale “Jeunes Artistes” proietta Michele fra i più promettenti talenti europei della poesia, confermando il successo già ottenuto in Italia. Padre Guglielmo Alimonti scrive nell’introduzione dell’opera che la poesia “ sgorga dal cuore di un fanciullo. Egli è come investito dalla luce di questo messaggio e lo esprime con assoluta libertà”.

Michele Calandriello, inoltre, qualche settimana fa, il 16 maggio, al Salone internazionale del Libro di Torino era il più giovane relatore della manifestazione e proponeva il libro pubblicato in edizione limitata,  “La poesia salva la vita – Edizione speciale Salone del Libro di Torino 2015”. A fine giugno sarà a Roma finalista per la quinta volta consecutiva del Premio Mario Dell’Arco.

TAVIANO. Il giovane poeta (13 anni) Michele Calandriello, il 23 dicembre scorso, è stato ospite del “Salotto letterario” di Plinio Perilli sul canale 897 della piattaforma Sky. Il “Salotto” di Perilli, che va in onda in prima serata, vede la presenza di poeti affermati che propongono ai telespettatori le loro poesie ed emozioni. Un riconoscimento per la poesia del ragazzo tavianese.
Michele è autore della raccolta di poesia “Il sogno” edito dalla GDS edizioni di Milano, de “La natura intorno a noi”, “Il paese della Fantasia”, racconto e poesie dei 9 e 10 anni” editi dalla Fondazione Mario Luzi di Roma e della raccolta in edizione limitatta  “La poesia salva la vita, edizione speciale Salone del libro di Torino” editore Vitali di Sanremo. Al Salone del Libro, dove è stato intervistato, era il poeta più giovane.
Attualmente è finalista per la quarta volta consecutiva del premio “Gioacchino Belli” di Roma. La premiazione avverrà nella sala della Protomoteca al Campidoglio in Roma alla presenza della giuria di cui fanno parte personalità intellettuali come Tullio De Mauro, Francesco Sisinni e Luciano Luisi.
Nonostante la giovane età, Calandriello, che dice di scrivere la notte e la mattina presto, obbendendo ad una ispirazione che gli viene dal cuore, sta già pensando al prossimo libro che avrà un tema impegnativo, addirittura la luce di Dio.

by -
0 1622

calandriello

TAVIANO. Con l’augurio che il 2014 possa esserlo altrettanto, il 2013 è stato un anno propizio per Michele Calandriello, poeta dodicenne di Taviano. Nel mese di dicembre, il suo libro “Il Paese della fantasia – racconto e poesie dei 9 e 10 annI” è stato presentato presso il Palazzo Marchesale alla presenza, tra gli altri, del presidente dell’Accademia bonifaciana Sante De Angelis e del presidente della Fondazione “Mario Luzi”, Mattia Leombruno. La stessa opera del giovane poeta è stata fatta conoscere al pubblico anche in occasione della Fiera del libro di Campi Salentina, il 12 dicembre scorso.

Tra gli ultimi riconoscimenti ricevuti, invece, c’è la menzione speciale al “Premio Domus artis mater” con il libro “La natura intorno a noi”. Sul gradino più alto del podio, inoltre, Calandriello è salito in occasione della 25esima edizione del Premio “Gioacchino Belli” di Roma, sezione green. Nella giuria, in quest’ultimo caso, c’era anche il professore Tullio De Mauro, preside dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...