Home Tags Posts tagged with "gruppo di azione costiera"

gruppo di azione costiera

imageGALLIPOLI. Si concludono gli eventi promossi dal Gruppo di azione costiera (Gac) ionico salentino  per sensibilizzare sulla corretta alimentazione a base di pesce fresco di stagione e, più in generale, sul rapporto virtuoso con il mare e i suoi prodotti. L’ultimo appuntamento è dedicato a “Le erbe del Mediterraneo” e si terrà mercoledì 30 settembre, alle ore 17, presso l’ex Mercato coperto di piazza Imbriani. Subito dopo l’apertura dell’infopoint del Gac con distribuzione di materiale informativo, seguirà un seminario tecnico dedicato al riconoscimento e al corretto impiego delle erbe aromatiche e officinali che popolano l’intera area costiera ionico-salentina, abbinato a un laboratorio del gusto sulla conservazione sott’aceto delle specie vegetali costiere più diffuse. Sono previsti i saluti istituzionali dei rappresentanti del Comune di Gallipoli e del Gac, seguiti dagli interventi tecnici a cura della biologa Maria Bianco, che parlerà degli “Ambienti costieri, patrimonio di biodiversità” e del prof. Giuseppe Foscarini, che si soffermerà su “L’uso delle erbe spontanee nella cucina mediterranea”. Infine, ci sarà un laboratorio del gusto con dimostrazione pratica sui “Metodi di conservazione del finocchio marino” sempre a cura del prof. Foscarini.

Si conclude così il progetto di comunicazione “I love Gac: Great Authentic Cooking”, ideato e realizzato per il Gac dal gruppo di ricerca “Dedalos” di Lecce. L’intento è di accrescere la conoscenza dei prodotti della gastronomia, delle tradizioni, della cultura e dell’artigianato tipici dell’area costiera che interessa i comuni di Porto Cesareo, Nardò, Galatone e Gallipoli, che fanno parte del Gac. Sono stati promossi eventi a tema intorno al filo conduttore della pesca, finalizzati a promuovere la cucina marinara salentina, divulgandone gli aspetti salutistici, storici e sociali e insistendo sulla valorizzazione delle tipicità locali e stagionali. Sono stati coinvolti, di volta in volta, pescatori, chef, artigiani, biologi nutrizionisti, docenti e studenti degli istituti alberghieri, oltre che residenti e turisti.Particolare attenzione è stata dedicata, poi, alla sensibilizzazione del pubblico sulla corretta gestione dei rifiuti a mare, sul risparmio energetico e, più in generale, sul rispetto dell’ambiente.

gac ionico salentino degustazione pesce (3)Francesco Crisogianni direttore Gac e sindaco Nisi di GalatoneGALATONE. Si è svolto a Galatone, centro storico, il primo dei 4 appuntamenti di “I love Gac: Great autenthic cooking”, il progetto ideato e realizzato per il Gruppo di azione costiera ionico salentino dal Gruppo di ricerca Dedalos di Lecce. Sgombro in umido e totani al forno con salsa alla menta: questi i profumi e i sapori che hanno invaso piazzetta San Demetrio all’imbrunire e questa è la strada avviata dal Gac jonico per farsi conoscere e annunciare le proprie attività, che per quasi due anni sono state praticamente solo carte e burocrazia. Lo show cooking sul tema “Ogni stagione ha il suo pesce” è stato animato da Nino e Daniele Filieri, padre e figlio, titolari di un noto ristorante cittadino. Alla degustazione gratuita ha fatto da contorno essenziale lo stand “Info Point Gac”, che tra l’altro ha presentato anche il calendario dei pesci. Obiettivo del ciclo di eventi, che vede come filo conduttore la pesca, è quello di promuovere la conoscenza dei prodotti della gastronomia, delle tradizioni, della cultura e dell’artigianato tipici dell’area costiera che interessa i comuni di Porto Cesareo, Nardò, Galatone e Gallipoli, che fanno parte, appunto, del Gac. Puntando senza dubbio su un piatto forte: la cucina marinara salentina, divulgandone gli aspetti salutistici, storici e sociali.

Dopo Galatone toccherà a Gallipoli e Nardò ospitare seminari a tema e a Porto Cesareo con una iniziativa simile a quella galatonese su temi come “Il cibo povero del Mediterraneo”, “Sano come un pesce”. Infine “Le erbe del Mediterraneo”. Altri progetti in cantiere? Il direttore del Gac Francesco Crisogianni (nella fotina), gallipolino, parla di un pescaturismo a Porto Cesareo già operativo, mentre a Gallipoli lo sarà la prossima stagione; di ittiturismo nasceranno iniziative a Porto Cesareo e Gallipoli (con la cooperativa Armatori adriatici); progetti di commercializzazione innovativa, via tecnologica in elaborazione ancora a Gallipoli e Porto Cesareo (cooperativa Pescatori dello Jonio). Tutti i progetti sono finanziati dal Gac al 50%.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...