Home Tags Posts tagged with "finanziamento"

finanziamento

by -
0 1959

Taviano – A valorizzare le sale cinematografiche storiche nei centri urbani pugliesi ci ha pensato la Regione Puglia con un progetto ad hoc. Tra i beneficiari anche il Multiplex Fasano di Taviano, con un contributo di 461mila 861 euro. Il progetto “Multiplex Fasano srl – Ats” è l’unico caso, fra tutti quelli presentati, che vede come soggetto promotore un’Ats, cioè un’associazione temporanea di scopo, composta da due Enti pubblici, il Comune di Taviano e l’Istituto comprensivo e da imprese private, il Multiplex Fasano e la società Radio Diffusione.  La missione del progetto è la valorizzazione della sala storica Fasano, attrattore culturale attivo a Taviano sin dagli anni ’50, attraverso la creazione di nuovi servizi, modelli economici e contenuti culturali. Innovazioni, queste, che andranno a consolidare la programmazione cinematografica e aiuteranno a diversificare e ampliare la qualità dell’offerta culturale proposta.

«Gli interventi progettuali – dichiara il direttore della sala cinematografica, Antonio Mosticchio – prevedono il miglioramento della fruizione del Multiplex con la dotazione di nuove tecnologie di proiezione, di diffusione del suono e del clima nelle sale. Particolare attenzione è dedicata al miglioramento dell’accessibilità fisica, per i diversamente abili, e digitale: biglietteria on line, approfondimenti e guida alla fruizione sul sito web, promozione radiofonica e streaming degli eventi». Il sindaco di Taviano, Giuseppe Tanisi esprime la sua soddisfazione per il risultato raggiunto: «Con questo progetto la nostra comunità si arricchirà di servizi innovativi come l’attivazione di “Cinema in Comune”, il servizio di bus navetta intercomunale di connessione con Ugento, Alliste e Racale (città dove non sono presenti sale cinematografiche) e di servizi complementari ad impatto sociale quali, l’iniziativa “Famiglie al cinema” che prevede la concessione di ingressi gratuiti per le famiglie in condizioni di disagio e “Natale al cinema”, con l’offerta di ingressi per gli studenti e i loro familiari per la fruizione guidata di un film in prima visione». Infine l’Istituto comprensivo co-realizzerà il laboratorio di audience development per formare gli studenti alla fruizione dei film e il concorso “Dai un colore al tuo cinema” con il quale gli alunni parteciperanno al restyling della facciata esterna del Multiplex.

Tricase – In arrivo un milione di euro per recuperare (e conservare) la bellezza di Palazzo Gallone: il progetto presentato dal Comune si è piazzato fra le 273 proposte (su un totale di 7.540 pervenute) che saranno finanziate nell’ambito dell’iniziativa “Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati”, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’intervento porterà al rifacimento delle facciate esterne (su parte delle quali sono già in corso interventi urgenti per problemi causati da infiltrazioni d’acqua), alla sostituzione degli infissi e all’eliminazione dei cavilli. Inoltre, gli interni della parte dello stabile che ospita gli uffici comunali (al piano rialzato) verranno riqualificati e resi più efficienti sotto il profilo energetico. Questa parte dell’edificio, infatti, è quella che necessita di maggiori interventi, non essendo stata coinvolta dai restauri effettuati in passato. I lavori dovrebbero partire dopo l’estate 2018 e hanno come obiettivo preservare il bene dal depauperamento cui andrebbe inevitabilmente incontro senza un’opportuna manutenzione.

Accanto a Tricase, altri sei sono i progetti finanziati in provincia di Lecce: Palazzo Ducale dei Sanseverino a Seclì (un milione e 650.000 euro), ex Convento dei Padri Riformati a Presicce (un milione di euro), Palazzo Feudale Maramonte a Cursi (un milione di euro), Palazzo Baronale a Nociglia (996.554,25 euro), SuperCinema a Corigliano d’Otranto (980.000 euro), Palazzo Modoni a Palmariggi (215.000 euro).

Casarano –  Applicazione di soluzioni innovative per il trattamento di fanghi prodotti dai depuratori civili per il riutilizzo in agricoltura: il progetto – che contempla il “Fitorimedio” – proposto dal Comune di Casarano, è stato finanziato con 570mila euro dalla Regione e riguarda il depuratore al servizio della città e di Matino e Taviano. Il fitorimedio è una tecnologia verde che utilizza piante per bonificare l’ambiente. Comprende in particolare la stabilizzazione dell’ambiente o la rimozione sia di inquinanti organici (per esempio pesticidi) che di metalli pesanti. Nel caso di inquinanti organici si utilizzano piante in grado di tollerarli, assorbirli, metabolizzarli e renderli meno tossici.

Nel caso specifico, di cui dà notizia il Comune con riferimento ad una deliberazione regionale del 28 dicembre scorso, la proposta sperimentale ha come obiettivo “il risanamento e/o abbattimento dei contaminanti tossici per la salute umana presenti nei fanghi derivanti dalla depurazione delle acque civili. Dal Comune, oltre alla naturale soddisfazione, si fa notare che nell’elenco degli interventi ammessi al finanziamento (Por 2014-2020, azione 6.4. finalizzato anche al risparmio idrico e riabilitazione dei corpi idrici degradati) composto da sette destinatari su 13 manifestazioni d’interesse pervenute a Bari, “Casarano è l’unico Comune finanziato: gli altri sono Irsa-Cnr, Acquedotto pugliese e Università, insieme a partners”.

“Sono molto soddisfatto di questo finanziamento – commenta il Sindaco Gianni Stefàno – per gli obiettivi che con questo progetto ci siamo proposti di raggiungere, e per questo ringrazio i tecnici che lo hanno curato. Ci inorgoglisce  essere stati l’unico Comune ad essere finanziato. Questo prova una alta  attenzione dell’Amministrazione comunale verso le problematiche ambientali”.

by -
0 2200

piscina comunale racale (2)RACALE. Si dice che chiedere sia lecito e che rispondere sia cortesia. In questo caso, però, si trattava della richiesta formale di finanziamento, inviata dal sindaco Donato Metallo al presidente del Consiglio Matteo Renzi il 13 giugno 2014, per il completamento dell’impianto natatorio di via Milano. L’esito, quindi, non era affatto scontato. Con “immensa gioia”, è stato proprio Metallo, nei giorni scorsi, a comunicare ai suoi concittadini che la richiesta di finanziamento era stata accolta. Il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), il 10 aprile, ha assegnato circa 200 milioni di euro per il completamento di opere incompiute in 137 Comuni italiani che hanno proposto interventi di completamento appaltabili entro il 30 aprile e cantierabili entro il 31 agosto 2015, su segnalazione degli stessi sindaci ad un’esplicita richiesta del premier. Racale è uno dei Comuni compresi nella lista e riceverà la somma di 880mila euro per il completamento della struttura che da anni versa in stato di degrado. Oltre a Racale, in provincia di Lecce sono stati stanziati dei finanziamenti per Ugento, Sternatia, Specchia e Carpignano Salentino.

«Quando scrissi la lettera al premier – commenta Metallo – qualcuno mi disse che stavo perdendo tempo, qualcun altro mi riprese per il mio linguaggio poco istituzionale. Ora, grazie all’impegno continuo e alla nostra testardaggine, raccogliamo i frutti. E che frutti!». I lavori di ristrutturazione riguarderanno, in particolare, gli infissi, l’area esterna, le pertinenze, i parcheggi, gli impianti di trattamento di aria e acqua, l’efficientamento energetico. A breve sarà pubblicato il bando per l’assegnazione dei lavori che dovrebbero partire entro settembre. L’auspicio dell’Amministrazione è di inaugurare il “nuovo” impianto entro la primavera 2016.

L’ingresso dell’Asilo nido di via Macchiaioli

TAVIANO. Manca davvero poco alla fine dei lavori all’Asilo nido e alla Scuola primaria di via Macchiaioli. Nell’edificio scolastico, infatti, sono stati eseguiti lavori di riqualificazione e ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamento a norma dei vari impianti.
È dall’inizio di settembre che la ditta incaricata ha lavorato in maniera intensiva per cercare di finire quanto prima i lavori e venire incontro alle famiglie che si servono della struttura per i propri figlioli. Con la fine dei lavori dovrebbero, pertanto, cessare i disagi dei genitori che dall’inizio dell’anno scolastico hanno dovuto appoggiarsi ad un asilo privato convenzionato con il Comune.

«Ci dispiace per questi disagi causati dai lavori alla struttura scolastica – tiene a precisare il sindaco, Carlo Portaccio – ma questi interventi erano improcrastinabili e non potevamo effettuarli in estate, in quanto il Ministero ha approvato il progetto alla fine dell’estate. Era un’opera attesa da tempo e ci siamo prodigati per preparare il progetto e inserirlo nelle opere da cantierizzare». E continua: «Adesso, comunque, si spera che i disagi siano finiti e che le famiglie possano trovare una bella scuola che sappia accogliere, in un ambiente più confortevole e soprattutto più sicuro, i loro figli. Siamo convinti che la crescita sociale di una comunità passi anche e soprattutto dall’attenzione che una Amministrazione pone ai bisogni delle famiglie».

Era da tempo, ormai, che l’Amministrazione comunale aveva intenzione di effettuare una seria manutenzione straordinaria all’edificio di via Macchiaioli, composto da una sezione di Scuola primaria e, soprattutto, dall’Asilo nido che dalla sua inaugurazione, oltre 20 anni fa, ha saputo accogliere molti neonati nei loro primi mesi di vita. I lavori, possibili con un finanziamento di 137mila euro del Ministero dell’Istruzione più un mutuo con Cassa depositi e prestiti di 38mila, sono stati eseguiti dalla Teknosolare di Taviano che ha provveduto ad un vero e proprio restyling  delle aule, delle cucine e degli ambienti di gioco della struttura.

asilo nido

L’asilo nido di Taurisano; in basso il Sindaco di Casarano Gianni Stefano

gianni stefanoTAURISANO. Nuove risorse per i bambini e le loro famiglie. L’Ambito territoriale sociale di Casarano a cui appartengono i Comuni di Collepasso, Matino, Parabita, Ruffano, Supersano, Taurisano, ha ottenuto un finanziamento di 535.880,60 euro grazie all’approvazione,  da parte del Ministero dell’Interno, del Piano di intervento dei servizi  di cura all’infanzia.
Il finanziamento in questione, come altri precedenti, rientra nel Pac, Piano d’azione per la coesione, lo strumento di riprogrammazione strategica e di innovazione di metodo a cui fece ricorso nel 2012 l’ex ministro Barca per recuperare i ritardi accumulati nell’uso dei fondi strutturali 2007-2013. Gli 11,9 miliardi recuperati  sono riassegnati, nelle regioni del Sud, in favore dei singoli programmi/interventi con l’intento di potenziare i servizi di cura per gli anziani  e potenziare i servizi di cura e socioeducativi per l’infanzia, con specifico riferimento agli asili nido.

Il presidente del coordinamento istituzionale, sindaco di Casarano, Gianni Stefano,  esprime grande soddisfazione per l’approvazione del Pac infanzia: «Dopo il Pac anziani, questo ulteriore finanziamento costituisce un ennesimo e concreto risultato, espressione della volontà dell’Ambito di operare al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso interventi a sostegno delle famiglie»
Il  Piano si propone di diffondere e diversificare i servizi per la prima infanzia puntando al potenziamento del livello qualitativo. Praticamente il finanziamento permetterà  di mantenere il livello dei servizi garantiti negli anni precedenti dell’asilo nido di Casarano ampiando l’offerta nel mese di agosto e l’estensione oraria. Una quota delle risorse, i cosiddetti buoni di conciliazione o voucher saranno concessi ai genitori per l’accesso a strutture private per l’infanzia autorizzate e iscritte nell’albo regionale. Saranno aiutate le famiglie in posizione di particolare bisogno con l’acquisto di posti utente  presso servizi per la prima infanzia convenzionati.
Saranno utilizzate anche  risorse  per interventi di messa in sicurezza e migliorie nelle strutture dell’asilo nido sia di Casarano che di Taurisano.

Piazza San Nicola - Aradeo

In piazza San Nicola tornerà il basolato

ARADEO. Entro agosto piazza San Nicola avrà una sistemazione definitiva grazie al finanziamento di 260mila euro ottenuto dalla Regione Puglia. Lo scorso 10 novembre da Bari era stato reso noto che quei Comuni che avessero ultimato per il 90% i finanziamenti già stanziati per la “Rigenerazione urbana” avrebbero potuto produrre domanda per un secondo finanziamento per “opere connesse e funzionali agli interventi già finanziati”. Aradeo, che aveva da tempo ultimato i lavori per la villa comunale e piazzale Droso, ha colto al balzo la nuova opportunità di finanziamento con il progetto di riqualificazione della piazza principale. Su 58 candidature pervenute in Regione, solo dieci sono state ammesse ed Aradeo si è classificato al settimo posto. Il 26 gennaio scorso il sindaco Daniele Perulli ha sottoscritto il disciplinare del finanziamento ottenuto. Entro febbraio verrà bandita la gara e successivamente i lavori saranno assegnati alla ditta vincitrice. L’intervento prevede l’eliminazione dell’asfalto e la pavimentazione in basolato di pietra calcarea di Soleto, l’interramento dei cavi elettrici, la nuova pavimentazione dei marciapiedi in pietra di Apricena e la posa in opera di cestini portarifiuti e panchine.

villaggio del fanciullo - matinoDon Primaldo Gioffreda - matino  (2)MATINO. Nuovo finanziamento per il Villaggio del Fanciullo in arrivo dalla Regione Puglia. L’oratorio della parrocchia San Giorgio martire (nella foto don Primaldo Gioffreda) risulta, infatti, tra i vincitori (al 13º posto su 77 domande ammesse) del bando promosso nel 2013 dall’Ente regionale relativo al sostegno agli oratori parrocchiali per i comuni con popolazione inferiore a 15 mila abitanti. Il progetto, redatto dall’architetto Massimo Rizzo, ammonta a circa 68mila euro, di cui 50mila finanziati dalla Regione e la restante parte a carico dell’ente beneficiario e interesserà, così come previsto dal bando, l’adeguamento alle norme di sicurezza, l’eliminazione delle barriere architettoniche e gli ampliamenti. In particolare la struttura sarà dotata di un ascensore per accedere al piano superiore.
Finanziato anche, per  48mila 750 euro il progetto d’intervento presentato dalla parrocchia San Martino di Tours di Taviano, mentre sono stati ammessi, ma non finanziati, i progetti dell’associazione Ausiliatrice di Taurisano, della parrocchia Santa Maria delle Grazie di Sannicola e di un altro oratorio matinese  il circolo Anspi “B.M. Teresa di Calcutta della parrocchia Sacro Cuore.

Panoramica del paese in zona Lapiri-Temerano

Panoramica del paese in zona Lapiri-Temerano

SECLÌ. È ormai conto alla rovescia per l’inizio dei lavori che metteranno definitivamente la parola fine agli allagamenti a Seclì. Il progetto da tre milioni e 700mila euro, ovvero il finanziamento più alto mai ottenuto da Seclì, è stato assegnato all’impresa “Catifra Srl” di Messina, società vincitrice dell’appalto. La ditta, tramite lo studio di progettazione “Consorzio Leonardo”, sempre di Messina, ha già realizzato il progetto esecutivo che, a giorni, sarà sottoposto all’attenzione dei tecnici comunali e dei tecnici della struttura commissariale. La redazione di questo atto è un momento estremamente importante nella realizzazione dell’opera, perchè va a definire ogni singolo momento dell’intervento, sforzandosi di arrecare il minor disagio possibile alla popolazione.

Nonostante ciò, si prevede un periodo piuttosto difficile per i residenti. Per realizzare infatti la grande vasca in prossimità della zona adiacente a via della Libertà e per lo scavo del canale che attraverserà tutto il centro abitato fino alla vora naturale sul confine con il feudo di Galatone, è previsto il transito di circa 3.000 mezzi pesanti per il trasporto della terra, oltre ai mezzi speciali per la movimentazione e scavo. Risulta, quindi, evidente l’importanza degli incontri che si terranno a breve. Oltre alle tematiche esecutive si dovranno stabilire le strade interessate e la tempistica di realizzazione dei lavori. Un altro capitolo importante riguarderà la scuola, anche qui col bisogno di arrecare il minor disturbo possibile. La struttura scolastica, infatti, sarà toccata dalla realizzazione del canale in cemento, che la costeggerà sul lato est. Da qui la necessità di studiare attentamente e di approntare sia il piano di sicurezza che il piano traffico. Questi dovranno essere condivisi e successivamente adottati da tutti, tecnici, impresa, vigili urbani e, naturalmente, l’intera popolazione.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...