Home Tags Posts tagged with "donato metallo"

donato metallo

Racale – Nei giorni scorsi ha destato scalpore nell’opinione pubblica nazionale l’episodio che ha visto protagonista l’Amministrazione comunale di Lodi che, di fatto, aveva estromesso circa 200 bambini dalle agevolazioni sul costo della mensa a scuola. La vicenda lombarda, tra le tante reazioni in grandissima parte a favore dei piccoli scolari, non ha lasciato indifferenti gli amministratori di Racale che ha voluto fornire una risposta concreta e coerente al cartellone che campeggia all’ingresso in città (Racale Città antirazzista) ed ai colleghi lodigiani. Così domenica 21 ottobre, in piazza San Sebastiano, verrà allestito il “Pranzo a colori”, un momento di condivisione cui tutta la comunità è invitata a partecipare.

“Le nostre tavole sono colorate ed odorano di umanità e di comunità. Alla mensa separata di Lodi rispondiamo che i mille colori dei nostri bambini sono la bellezza da preservare – commenta il Sindaco, Donato Metallo (foto) – Rispondiamo sedendo tutti insieme intorno alla stessa tavola, senza distinzioni, spezzando il pane e versando anche del buon vino: c’è un altro modo di vivere e di stare al mondo”. E dal Comitato Possibile “Renata Fonte” di Racale-Taviano-Melissano aggiungono: “Una buona politica di una città ‘antirazzista’ passa attraverso buone politiche di integrazione, inclusione e cittadinanza. In proposito, cogliamo l’occasione per rinnovare l’invito a tutta l’Amministrazione comunale di discutere in Consiglio la nostra mozione per il conferimento della cittadinanza onoraria ai bambini nati in Italia e figli di immigrati stranieri residenti”.

L’evento inizierà in tarda mattinata: alle 11,30 sono previsti momenti di intrattenimento curati da “Gli amici di Anastasia”, “Be strong”, Asilo nido “Tutti giù per terra”, Genny Bolla, Giullare senza radici, Dirindella, “Gli InDisciplinati” con un laboratorio creativo. La compagnia de “I Girovaghi” curerà alle 12 circa uno spettacolo delle arti di strada, cui farà seguito quello de “Il grande Lebusky” alle 12,30 e di “Mr. Thomas” alle 13.

Quella di domenica sarà una giornata di divertimento, ma soprattutto di unione e di solidarietà – spiegano “Gli amici di Anastasia”, che con il loro gruppo associativo ricordano Anastasia Protopapa, giovanissima ginnasta volata in cielo troppo presto – Sarà una tavola di sorrisi: il nostro intento sarà di donare tanta gioia a tutti i bambini attraverso i colori diversi delle nostre decorazioni”.

L’orario di apertura del pranzo comunitario – con in programma una dolce sorpresa da parte del “Coro delle mani bianche” dell’Istituto comprensivo – è fissato per le 13,30, allietato dalla musica dei “Cota 2.0” con il loro repertorio di musica italiana. L’unico impegno per i partecipanti è la condivisione di qualcosa da mangiare e da bere e le stoviglie monouso.

Racale – L’impianto di illuminazione pubblica è vecchio e fa spendere troppo, ma il Comune non ha i fondi per ammodernarlo: problema insormontabile? Pare di no, se la soluzione viene dal project financing: in altri termini, un’azienda privata si accolla i costi per la realizzazione e gestione di un’opera pubblica, in questo caso l’illuminazione stradale.

Città ecosostenibile – Questa la strada percorsa dall’Amministrazione comunale guidata da Donato Metallo (in foto). Dal suo profilo facebook, il Sindaco fa sapere che presto verrà lanciato un bando per individuare l’azienda cui affidare i lavori e spiega più nel dettaglio il progetto: “Abbiamo circa 300 punti luce di pubblica illuminazione di proprietà comunale. Spendiamo ogni anno diversi soldi per il consumo di energia elettrica (sono vecchie lampade che consumano tantissimo) e per la manutenzione ordinaria e straordinaria. Non abbiamo somme da investire per rimetterle a nuovo (la situazione del nostro bilancio è risaputa, ed è un bel regalo che abbiamo ereditato), ma non ci perdiamo d’animo, si può fare. Un’impresa propone quello che viene definito ‘project financing’. Cioè dice: voi spendete fra energia e manutenzione 100, io faccio l’investimento, efficiento energeticamente i vostri impianti e voi mi date per tot anni quello che spendete ogni anno, anzi anche meno di quello che spendete. L’azienda investe cambiando i punti luce con la nuova tecnologia a led: con la riduzione dei consumi e quindi del costo di fornitura di energia elettrica la stessa azienda si ripaga l’investimento fatto e crea il suo guadagno”. Il Sindaco conclude: “La nostra città consumerà meno energia, sarà più sostenibile e pulita”.

Led, wi-fi e telecamere – Oltre alla sostituzione delle vecchie lampadine con led a basso consumo, il progetto prevede la copertura wi-fi e un impianto di videosorveglianza, per rendere la città “connessa” e più sicura. Il tutto senza che il Comune spenda un euro in più.

 

Gallipoli – Per chi vive fra le montagne, il mare può essere un sogno irraggiungibile, ma quando si hanno una bicicletta e la follia dell’adolescenza si può provare a inseguirlo: così ha fatto il piccolo Valerio Bertoldi, 13 enne di Lavarone, in Trentino, che in sella alla sua bici è scappato verso il mare. Quello della Puglia, appena all’altro capo della penisola. Una fuga che è durata 30 ore, il tempo sufficiente a percorrere 130 chilometri e a gettare nel panico la famiglia e l’intero paese. Mentre protezione civile e volontari setacciavano la zona alla ricerca del ragazzino di cui non si avevano più notizie, il sognatore fuggiasco era arrivato a Badia Polesine, in Veneto, dove è stato poi ritrovato sano e salvo.

Una vacanza per Valerio: Gallipoli c’è – Un’avventura a lieto fine, quella di Valerio, che ha scatenato una gara di solidarietà fra tanti Comuni e strutture ricettive del Salento, tutti disposti a offrire una vacanza al ragazzino e alla sua famiglia. Da Gallipoli, il Sindaco Stefano Minerva fa sapere attraverso facebook: “Vogliamo esaudire il sogno di Valerio, intendiamo quindi ospitare lui e la sua famiglia nella nostra città. Mi auguro che la richiesta venga accolta e di vedere il piccolo Valerio nella nostra Gallipoli, terra di accoglienza e di ospitalità”.

Anche Racale, Casarano e Lizzanello offrono un soggiorno – Appresa la storia dalla pagina facebook di “Trentino Vivo – associazione contro il bullismo”, anche l’imprenditore Matteo Errico dell’hotel Viamonti a Racale fa una proposta: “Abbiamo pensato di offrire una settimana al ragazzino e alla sua famiglia perché qui abbiamo un grande concetto di ospitalità. Sarà poi nostra premura trovare altri servizi da poter mettere a disposizione, come ristoranti e attrezzatura in spiaggia”. E dal suo profilo facebook il Sindaco di Racale Donato Metallo loda l’iniziativa e commenta: “Queste persone sono il mio paese. Valerio è un ragazzo di 13 anni che è scappato in bici dal Veneto perché aveva un sogno, quello di fare il bagno, di vedere il nostro mare. C’è chi questo sogno vuole che si realizzi ed ha messo a disposizione il proprio hotel per Valerio ed i suoi familiari. Grazie Matteo, grazie alla tua famiglia. Noi Comunità di Racale ci siamo, Valerio ti aspettiamo a ‘bracciate’ aperte!”. Fa eco Casarano, con l’agenzia “Perle di Puglia”, che rilancia: “È una storia così tenera che ci piacerebbe tantissimo regalare a Valerio, e alla sua famiglia, la vacanza al mare che desidera così tanto! Ci piacerebbe averlo come nostro ospite d’onore in una delle nostre ville sul mare”. E il Comune di Lizzanello mette a disposizione di Valerio e dei suoi famigliari una barca a vela in cui soggiornare per sei giorni e fare un giro del mare del Salento, salpando da Gallipoli e navigando verso Santa Maria di Leuca, con una tappa a Otranto e l’approdo a San Foca.

 

 

 

 

 

Gallipoli – Con i soldi del Patto per la Puglia, 130 milioni in tutto, le Ferrovie del Sud Est saranno elettrificate, compreso il Salento, Ma non tutto il Salento: resta fuori dalla progettazione (che non c’è) e dal finanziamento (che potrebbe trovarsi qualora ci fosse l’elaborato tecnico) l’intera fascia jonica salentina NardòGallipoliCasarano, quella che – per intenderci – viene indicata da analisi e indagini economico-sociologiche di Unisalento ed altri Istituti – la più vitale e dinamica della penisola.

La buona notizia che i progetti esecutivi della fascia ovest riguardanti Maglie-Otranto-Leuca, redatti corretti ed approvati, hanno indotto le Fse ad accorciare di un anno l’inizio dei cantieri e quindi, di conseguenza, ad anticipare al 2022 la fine dei lavori, si scontra brutalmente in queste ore con la cattiva notizia che il resto del Salento dovrà attendere ancora un altro po’. Il motivo: non ci sono i progetti pronti. I retroscena li racconta il consigliere Ernesto Abaterusso, che da anni con mozioni e interventi, insiste sull’esigenza di ammodernare lì’ormai famosa seppure mai nata metropolitana di superficie. “Circa due anni fa – ricorda il consigliere – ci riunimmo con i Sindaci della fascia ovest, cioè da Carmiano, Novoli, Nardò in giù, per mettere insieme una proposta di elettrificazione della rete ferroviaria di quest’area; quelle Amministrazioni potevano chiedere di trovare i fondi dal progetto Interreg per

Ernesto Abaterusso

realizzare i progetti da elaborare. Dopo un incontro con l’assessore regionale Giannini, la Regione s’impegnò a finanziare con 5 milioni l’opera, a cui si sarebbero aggiunti i fondi Ue. Una serie di vicissitudini tra cui i cambi di diversi Sindaci, hanno visto sfumare quella iniziativa ed oggi Fse comincia l’operazione da quelle zone che sono pronte”.

Che fare adesso per recuperare il tempo perduto? Risponde Abaterusso: “Tocca ai Sindaci riprendere l’iniziativa e spingere per riattivare le procedure che avevo cercato di avviare”. Per pura coincidenza temporale, a gridare “Non ci stiamo” rivolto proprio ai Sindaci è l’associazione di commercianti ed imprenditori di Gallipoli col suo presidente Matteo Spada che ha lanciato un appello ai primi cittadini della Riviera jonicosalentina. Spada richiama innanzitutto il recente convegno a Gallipoli di lunedì sera con l’assessore regionale Loredana Capone, in cui si è lanciata l’idea di un piano turistico di Gallipoli e del suo hinterland d anche un invito a tutte le componenti che agiscono nel settore a cooperare tra loro e con le Istituzioni. “Da questo incontro – ricorda ancora il presidente – oltre a tutta una serie di criticità e proposte, è fortemente emersa la necessità di interventi strutturali ed infrastrutturali per accrescere la competitività della destinazione turistica più in voga nell’ultimo decennio. La rinnovata speranza di poter essere finalmente attenzionati dalla Regione è durata relativamente poco”.

La doccia fredda della esclusione dalla elettrificazione delle linee ferroviarie non è accettabile, si sostiene, “perché si ignorerà

Matteo Spada

completamente il versante che è ricco di località turistiche importanti come la Gallipoli, Ugento, Porto Cesareo, Nardò solo per citarne alcune. dovesi registrano numeri da capogiro”. Non si possono attendere “altri dieci anni per far sì che una vera e propria rete di trasporto su ferro possa essere vantata dal territorio che amministrano i nostri Sindaci”. “Una metropolitana di superficie, e quindi un sistema di trasporto efficiente, alternativo alla gomma, è uno dei tasselli fondamentali sul quale poggiare il progetto di Riviera jonicosalentina”, sottolinea Spada. Da qui l’appello “ai cari Sindaci Mellone (Nardò), Minerva (Gallipoli), Tanisi (Taviano), Metallo (Racale), Lecci (Ugento), Monsellato (Presicce) ed agli altri: che da domani ci si mobiliti con tutti gli strumenti a disposizione per proporre una variante al progetto che includa le nostre città, che possa valorizzare i nostri sforzi, che possa dare lustro alla nostra Terra”.

 

(Nell’articolo, foto della littorina di Daniele Donadelli)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Racale – Sarà un’estate pazza a Racale e Torre Suda, dove la follia farà da filo conduttore: l’Amministrazione comunale e il Consigliere con delega allo spettacolo, Adriano Gravili, hanno ufficializzato il programma estivo che coi suoi appuntamenti animerà la stagione della “Città della follia” e della sua marina. E sarà un luglio ricco di eventi che spazieranno tra tutte le forme artistiche.

L’appuntamento di apertura ha visto protagonista il teatro nello sfondo di piazza San Sebastiano, dove Pippo Franco e Marta Scelli hanno inscenato, il 30 giugno scorso, “Il tempo di Federico II e Dante Alighieri”. Dopo lo spettacolo “Per fare un albero ci vuole un pazzo” del 1° luglio, andrà in scena stasera l’altra rappresentazione curata da Liliana Putino de “Gli Indisciplinati”: “Atti unici di Raffaele Protopapa”, alle 21, a Palazzo D’Ippolito nel “Giardino dei Sensi e dell’Arte”. Sabato 7 e domenica 8, il Giardino costiero “Gabriele Toma” di Torre Suda accoglierà “Il villaggio dei Bambini”, colorandosi di gonfiabili, giochi e laboratori didattici per bambini. L’indomani, sempre nel Giardino, è programmato in mattinata l’appuntamento con “Una campagna per le campagne” in occasione della giornata ecologica.

Sabato 14 sarà una serata dinamica e ricca di sogni con lo spettacolo di ginnastica ritmica dell’associazione “Colibrì”, dal titolo “Dreams”. Un appuntamento di teatro contemporaneo è fissato per il 15 luglio: a partire dalle 22, l’attore Ettore Bassi interpreterà “Il Sindaco Pescatore”, tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo, dedicato ad Angelo Vassallo, il primo cittadino pescatore di Pollica ammazzato dalla mafia.

Altro appuntamento di cultura e di bellezza musicale con il concerto di Roberto Vecchioni, che col suo tour farà tappa a Torre Suda giovedì 19 luglio, dalle 22. Venerdì 20, l’Associazione degli artisti allieterà piazza San Sebastiano, a Racale, con “Colori a tavola”. Sempre nel centro città, l’associazione culturale la “Saratumbula” inscenerà la commedia in vernacolo “1948”: appuntamento per sabato 21 alle 21. L’indomani, Doria Gym presenterà nella marina lo spettacolo di chiusura anno di ginnastica ritmica, alle 21.

Una notte per i bambini Il 23, il gruppo teatrale amatoriale “Compagnia dei Castellani” rappresenterà “Eutanasia – La morte bella”. Mercoledì 25, in piazza Stella Maris a Torre Suda, si vivrà la “Notte Turchina”: una notte per i bambini con gonfiabili, giochi e mascotte. Venerdì 27 sarà di nuovo la volta dell’Associazione degli Artisti che, in Piazza San Sebastiano, presenterà il “Biocampus estivo 2018 – I colori a tavola”. Per il 28 e il 29 si ritorna nel Giardino costiero della marina, dove l’associazione “Amici di Anastasia” allestirà “Il giardino incantato di Anastasia”, ricco di gonfiabili e giochi per ragazzini. Lunedì 30, infine, “Gli Indisciplinati” porteranno in scena “Kepos: Filosofia è follia simposi”, a Palazzo d’Ippolito, alle 21.

“Potevamo stupirvi con effetti speciali, ma abbiamo preferito essere Folli – commenta il sindaco, Donato Metallo (foto)  – grazie a tutte le associazioni che hanno deciso di esserci, di creare manifestazioni e serate di divertimento, grazie ai volontari che come ogni estate saranno il cuore di tutta l’attività, grazie a tutti i commercianti che ci daranno una mano”.

Racale – “Si dà atto, quindi, del raggiungimento dell’obiettivo di cui al comma 6, art. 22, L.R. 8/2018, e quindi dell’applicabilità, ai sensi della previsione legislativa, della sottoindicata aliquota di tributo speciale per il conferimento in discarica (ecotassa) per l’anno 2018, ai sensi della L.r. 8/18, pari all’ammontare minimo fissato dal comma 29, articolo 3 della legge n. 549 del 1995, e dal comma 1 – 3-bis- art. 32 della legge 28 dicembre 2015, n. 221, per i Comuni indicati nella seguente tabella riassuntiva: Ecotassa 2018 (euro/tonnellata)   5,17″: in queste righe di stampo burocratico vi è il riconoscimento della vittoria conseguita da sette Comuni (su 97) della provincia di Lecce. Racale, unico de Sud Salento, Campi, Lequile, Novoli, Squinzano, Trepuzzi Veglie hanno raggiunto – certifica la Regione con i suoi controllori – quota 65% dei rifiuti solidi domestici differenziati. Da qui il crollo dell’ecotassa dal 25,82 euro a tonnellata di rifiuti conferiti in discarica a 5,17. 

Il taglio sulle cartelle esattoriali dei cittadini per il 2018 non è di poco conto. E il successo conseguito, proprio con l’apporto fondamentale degli utenti, non viene sminuito dal fatto che in altre sedi, quelle giudiziarie alcuni Comuni con l’avvocato Pietro Quinto hanno impugnato e vinto il primo round di una battaglia legale che, per l’anno in corso, porta a 5,17 euro/tonnellata l’importo a carico di tutti i Comuni. La ragione sta in un vizio contenuto nella legge regionale relativa che, una volta superato in aula a Bari, porterà i buoni tra i buoni e i cattivi a lavorare sodo per risalire la china. “Siamo strafelici – commenta intanto la consigliera con delega all’Ambiente, Anna Toma – e questo ci incentiva a fare sempre di più. Tolleranza zero per chi non conferisce correttamente e impegno massimo per la tutela dell’ambiente”. (Anna Toma con Donato Metallo)

Un centro di analisi e ricerca sui rifiuti  Il “Faremo sempre di più” lo spiega il Sindaco Donato Metallo. “Adesso siamo già a 75% – premette – con un ulteriore balzo negli ultimi tre mesi in cui abbiamo iniziato a differenziare anche l’organico”. Prima di questo passaggio, i racalini erano attestati al 37%. Nei programmi dell’Amministrazione comunale, proprio per andare oltre, ci sono un nuovo ecocentro anche nella marina di Torre Suda ((finanziato con 300mila euro dalla Regione); altri 30mila euro di fondi comunali sono destinati – il bando pubblico sta per partire; un solo precedente in Italia – alla creazione di un centro di ricerca sui rifiuti con analisi dei flussi, del contesto ambientale, degli eventuali errori. Tra l’altro, 50mila euro di finanziamento regionale saranno spesi per smantellare e smaltire amianto; 11mila euro dalla Provincia dal progetto “Una campagna per le campagne” alimenteranno un laboratorio didattico e una bonifica di discariche abusive. “Certo, noi abbiamo fatto la nostra parte – conclude Metallo – ma senza il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini non avremmo avuto questo risultato”.

Va detto infine che altri Comuni hanno sfiorato il traguardo. Si tratta di Melpignano, Bagnolo del Salento, Minervino di Lecce, Monteroni, Salice, Lecce, Carmiano. Fuori anche Surbo per documentazione incompleta.

Racale – Domenica 22 aprile anche Racale festeggia la Giornata mondiale della terra con la seconda edizione di “Racale Ripulita” organizzata dalla Protezione civile di Racale con il sostegno ed in collaborazione del Comune di Racale. Il raduno di quanti intendono partecipare è per le 8,3p nella sede della Protezione civile di via Parma. Sarà una mattinata in cui amministratori comunali, associazioni e cittadini saranno impegnati a ‘prendersi cura dell’ambiente urbano’ di alcune strade cittadine e di periferia ripulendole da plastica, alluminio, vetro ed altri rifiuti.

“L’iniziativa ha anche lo scopo di sensibilizzare tutta la comunità ad un maggiore senso di responsabilità sull’ abbandono dei rifiuti che costituisce ancora una battaglia difficile ma che va vinta. La seconda edizione di ‘Racale Ripulita’ quest’anno fara’ parte del circuito “Let’s Clean up Europe”, campagna contro il littering e l’abbandono dei rifiuti che organizza azioni di pulizia straordinaria del territorio promossa, fra le altre da Unesco Italia”, è il commento del Sindaco Donato Metallo e della consigliera con delega all’Ambiente, Anna Toma (foto).

Racale – Il Comune di Racale incassa il via libera della Regione per il nuovo Ecocentro comunale a Torre Suda. Insieme all’ok della sezione Ciclo rifiuti e bonifiche del competente Dipartimento, arrivano anche 300mila euro da co-finanziare con appena 4mila euro di fondi comunali. «Presto anche Torre Suda, i suoi abitanti, i turisti e gli operatori commerciali e turistici avranno questo servizio in più», afferma soddisfatto il sindaco Donato Metallo. Altro risultato importante è quello della certificazione, per il mese di gennaio 2018, della percentuale della raccolta differenziata che si attesta al 65,71%, ovvero tra i primi posti nell’intera regione. «Anche quest’anno, nonostante i vari aumenti dei costi, la tassa sulla spazzatura rimarrà invariata, come accade da un po’ di anni a questa parte», fa sapere il Sindaco ricordando come nel 2018 sono previsti 50mila euro di investimenti in attività di educazione e sensibilizzazione verso le tematiche ambientali.

Racale – Va avanti di primato in primato il Comune di Racale, risultato in vetta nella graduatoria del bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari Opportunità – finalizzato alla promozione di azioni positive volte a favorire il contrasto a situazioni di discriminazioni etnico-razziali attraverso la cultura. A quasi un mese dal finanziamento di “READY!”, il progetto con cui il Comune ha risposto positivamente all’appello della Regione Puglia con il bando “SMARTin Puglia Community Library”, Racale si qualifica con 92 punti e un importo di 8mila euro tra i tre progetti finanziati in Puglia (con i Comuni di Guagnano e Manduria) e si posiziona primo in Italia.

In oggetto la realizzazione e promozione di eventi culturali sulla parità di trattamento per combattere le discriminazioni, da attuare in occasione della quattordicesima edizione della “Settimana contro il razzismo”, che si terrà dal 19 al 25 marzo 2018. “Ci abbiamo preso gusto!” è il commento del Sindaco Donato Metallo. “Questo finanziamento servirà a far crescere la cultura antirazzista ed a realizzare iniziative contro le discriminazioni etniche”.

Attività artistiche, spettacoli teatrali, workshop: tutti gli eventi realizzati punteranno alla riflessione sui temi dell’inclusione e del dialogo interculturale, necessari per combattere fenomeni di xenofobia e razzismo. Protagonisti saranno cittadini, associazioni e scuole del territorio: il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione con la società cooperativa “Gli InDisciplinati”, soggetto attuatore, e le scuole del territorio. Alla dirigente del Comprensivo Stefania Manzo, alla Consigliera con delega alla Cultura, Gloria Manni, agli “InDisciplinati” Marco Antonio Romano, Emanuela De Donatis e Liliana Putino e al Responsabile del settore “Organi Istituzionali ed Organizzazione Amministrativa”, Elio Giannuzzi, vanno i ringraziamenti del Sindaco per l’impegno nel raggiungimento dell’obiettivo comune: “Sono davvero orgoglioso, e quando mi è stata consegnata la stampa della graduatoria, non credevo ai miei occhi. E’ davvero un’altra bella pagina di una storia incantevole!”

Racale – Sindaco, come mai avete pensato al Peba? Vi sentite come Lecce? “La verità è che la conoscenza dei piani comunali per l’abbattimento delle barriere architettoniche per passeggini e carrozzine è emersa durante i preparativi di un convegno sull’inclusione. Lo abbiamo approfondito con Annamaria Errico (foto, presidente del Consiglio e delega alle Differenti abilità, ndr) ed Elisa Francioso (assessore alle Politiche sociali, ndr), abbiamo consultato la legge in materia della Regione Toscana, tra le più avanzate d’Italia, ed eccoci qua”.
La deliberazione della Giunta comunale è del 18 dicembre scorso e continere la decisione di dotare Racale del Peba. “Non è un nuovo finanziamento, non è un’opera pubblica che si inaugura ma questo ha un valore ancora più alto – dice Donato Metallo, il Sindaco – avevamo cominciato dalle Scuole e dalla sede del Palazzo municipale, poca cosa per una comunità che si vuole definire civile, ma era comunque un inizio. Ora avremo uno studio dettagliato del nostro intero territorio e cosa ancora più importante potremmo agire”.
Con quali risorse? S’impiegheranno soldi comunali: “Abbiamo deliberato di riservare per queste attività di eliminazione delle barriere, il 10% delle entrate che derivano dagli oneri concessori – risponde Metallo – per darvi un’idea quest’anno gli oneri concessori sono all’incirca 300mila euro. Seguiamo anche il buon esempio del Sindaco Carlo Salvemini, se non erro Lecce è l’unico Comune in provincia ad aver deliberato per la redazione di questo strumento”. Toccherà poi alla Consulta per le differenti abilità impiegare quelle risorse “per trasformare questo paese”. Nella deliberazione infatti si legge che “è forte intenzione di questa Amministrazione potenziare le politiche a sostegno delle differenti abilità e rendere praticabili le differenti bellezze e specialità; è interesse inoltre dell’intera comunità godere di parti di mondo inesplorate e di bellezze mai godute”. In altre parole, “un passo verso la civiltà”.

RACALE. “Racale città della follia”: per l’incoronazione bisognerà aspettare il parere della Regione Puglia. Intanto la giunta comunale – comunica con una nota il Sindaco Donato Metallo – ha approvato un progetto che ha come obiettivo quello di raccontare e valorizzare una particolare creatività e intraprendenza di comunità e che potrebbe portare un intero anno di concerti, spettacoli, laboratori, arte. Come direttore artistico è stato scelto Roberto Vecchioni, il quale ha accolto con entusiasmo la proposta avanzata dal primo cittadino. Ora bisognerà attendere che il progetto venga ritenuto degno dalla Regione Puglia e che possa essere finanziato per tre anni con il Bando Cultura.

Intanto anche un altro progetto raggiunge gli uffici della Regione Puglia: sempre nella giornata di ieri la giunta ha approvato la riqualificazione di via Gallipoli e viale Stazione, prevedendo nuovi marciapiedi, alberature, piste ciclabili e nuova illuminazione, e chiesto un finanziamento nell’ambito del bando per la mobilità sostenibile.

RACALE. Il 26 giugno è partita ufficialmente la seconda legislatura a guida Donato Metallo. All’unanimità, Anna Maria Errico è stata eletta presidente del Consiglio con Maria Daniela Della Fonte, consigliera di minoranza, nominata vicepresidente. Dopo il giuramento, Metallo ha elencato le nomine assessorili e le rispettive deleghe. Maria Anna Tasselli, la più suffragata dalle preferenze, è stata nominata vicesindaco. A lei vanno le deleghe al Commercio e alle Attività produttive. In Giunta entrano anche Giulio Palumbo, assessore allo Sport, all’Agricoltura e alla Pubblica Istruzione; Elisa Francioso, assessore alle Politiche sociali, alle Politiche del Lavoro e al Contenzioso; Antonio Salset- ti, riconfermato al Bilancio e ai Tributi; Frediano Manni, che si occuperà di Spending Review, Innovazione tecnologica, Personale, Affari istituzionali, Polizia municipale e Randagismo. Tra l’ex vicesindaco e Daniele Manni sarà prevista una staffetta tra circa un anno e il secondo, come già nel precedente mandato, si occuperà di Urbanistica e Lavori pubblici. Queste le deleghe ai consiglieri: a Daniele Renna, riconfermato ufficiale di Governo di Torre Suda, vanno Politiche giovanili e Turismo; la presidente Errico sarà la titolare di Terza Età, Differenti Abilità e Alloggi di Edilizia popolare; ad Adriano Gravili le deleghe di Spettacolo e Servizi cimiteriali; Anna Toma curerà Ambiente, Centro storico e Associazionismo; Gloria Manni, invece, Infanzia, Cultura e Periferie. All’Unione dei Comuni vanno Toma, Salsetti, Gloria Manni e Gravili per la maggioranza, Della Fonte per la minoranza. Daniele Manni e Massimiliano Nenni saranno i capigruppo in Consiglio con Renna e Stefano Minutello rispettivi vice. Subito le prime schermaglie. La minoranza esce, per protesta, prima della votazione sulle linee programmatiche contestando al sindaco l’assessorato “con data di scadenza” assegnato a Frediano Manni, il mancato deposito della relazione agli atti, la “frammentarietà” delle deleghe assegnate e l’assenza della delega ai Lavori pubblici. Metallo replica che le linee programmatiche ricalcano il programma elettorale già pubblico, che i Lavori pubblici andavano avanti egregiamente anche quando Daniele Manni non aveva la delega; che la legge gli dà ampia facoltà di disporre delle deleghe che non sono “frammentate” ma ognuna delle quali abbraccia altri ambiti amministrativi e, per questo motivo, ognuna è, in un certo senso, omogenea all’altra.

Ballottaggi a Casarano e Galatone, sindaci già eletti a Racale, Matino e Aradeo. Questa la sintesi della giornata elettorale di ieri nei centri dell’area ionico-salentina. A Casarano il sindaco uscente di centrodestra Gianni Stefàno sfiora l’impresa attestandosi intorno al 47%. Ardua sarà l’impresa di Mauro Memmi (centrosinistra) al ballottaggio del 25 giugno dovendo risalire dal 28%. Per i 5Stelle Enrico Giuranno è al 14% mentre Emanuele Legittimo, con le sue tre civiche, intorno all’11%. Sfida supplementare anche a Galatone con Flavio Filoni (centrosinistra) intorno al 42% che dovrà vedersela con l’uscente Livio Nisi al momneto intorno al 30% delle preferenze. Il quadro generale, sempre in attesa dei dati definitivi, vede Giovanni Alemanno al 10%, Sebastiano Zenobini al 6.6%, Claudio Botrugno al 5%, Franco Miceli al 3.5% e Salvatore Bruno al 2,7%. Nei centri dove non è previsto il doppio turno trionfa Donato Metallo (c-sx) che a Racale lascia a Massimo Basurto solo le briciole: 81.32% contro il 18,67%, ovvero 4.974 voti contro 1.142. A Matino Giorgio Toma (56.56%) sconfigge la lista del sindaco uscente Tiziano Cataldi guidata da Giorgio Caputo (34,46%) e l’ex sindaco Mario Romano (8.96%). Cambio di colore anche ad Aradeo dove il centro sinistra vince nettamente con Luigi Arcuti (54,73%) sugli assessori uscenti Rocco Conte (28.82%) e Giuseppe Menallo (8%) e sul 5Stelle Stefano Colizzi (8.34%).  Da segnalare a Ruffano l’affermazione di Antonio Cavallo (41%) su Maria Rosaria Orlando (39%), Luigi Fiorito (15,5%9 e Fernando Cazzato (4%) mentre a Tricase carlo Chiuri (44%) e Fernando Dell’Abate (20,7%) vanno al ballottaggio così come a Galatina Gianpiero De Pascalis (34%) e Marcello Pasquale Amante (22%).      

 

RACALE. Sarà sfida tra Donato Metallo e Massimo Basurto per la conquista del seggio da sindaco di Racale e della maggioranza nel nuovo Consiglio comunale che sarà rinnovato l’11 giugno. Metallo, a capo della lista civica “Io amo Racale”, che conta sull’appoggio del Pd, sua area di riferimento, e dell’Udc, ha portato con sé buona parte della sua attuale maggioranza. In lista ci sono gli assessori uscenti Annamaria Errico, Daniele Manni, il vicesindaco Frediano Manni, Antonio Salsetti e i consiglieri Valerio Alfarano, Massimo Minutello, Luigi “Gimmy” Nuzzo (passato in maggioranza a metà legislatura ma eletto con “Alleanza per Racale” con Francesco Cimino candidato sindaco), Giulio Palumbo (eletto consigliere in sostituzione di Lorenzo Ria nella lista “X la città nuova” e poi divenuto indipendente), Daniele Renna e Marianna Tasselli.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

RACALE. Entra nel vivo la campagna elettorale per le comunali di domenica 11 giugno. La squadra capitanata dal primo cittadino uscente Donato Metallo (sostenuto da Partito democratico e Udc), candidato sindaco per “Io amo Racale”, è già schierata in campo e attende l’arrivo dei suoi avversari. Massimo Basurto, ex sindaco 2007-2012, sta continuando a lavorare, non senza difficoltà, per la selezione dei candidati che lo accompagneranno nella sfida a Metallo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Da sinistra in basso, in senso orario, il candidato Andrea Coronese, l'attuale primo cittadino Donato Metallo, Anna Toma, Giulio Palumbo, Francesco Cimino e Flavio Carlino

Da sinistra in basso, in senso orario, il candidato Andrea Coronese, l’attuale primo cittadino Donato Metallo, Anna Toma, Giulio Palumbo, Francesco Cimino e Flavio Carlino

RACALE. Continuano le grandi manovre tra le forze politiche per definire le squadre che si presenteranno alle urne, presumibilmente l’11 giugno, per eleggere il nuovo sindaco e il nuovo Consiglio comunale. Quasi definita la lista di “Io amo Racale” che ricandida a sindaco Donato Metallo. Sarà confermata gran parte della sua maggioranza attualmente in Consiglio, tranne l’assessore Roberto Ferenderes e il presidente del Consiglio comunale Roberto D’Ippolito. I nomi nuovi a sostegno della candidatura di Metallo, appoggiato anche da Pd e Udc, sono quelli di Giulio Palumbo, attuale consigliere del gruppo “Racale bene comune”; di Luigi “Gimmi” Nuzzo, da tempo entrato in maggioranza; delle “new entry” Adriano Gravili, Anna Toma, Simona Stanca, Gloria Manni, Elisa Francioso e Barbara D’Ippolito. Mancano, quindi, le ultime pedine da incastrare e la lista sarà completata.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Da sinistra in alto in senso orario l'attuale primo cittadino Donato Metallo, Frediano Manni, Luigi Nuzzo, Francesco Cimino, Flavio Carlino, Massimo Basurto

Da sinistra in alto in senso orario l’attuale primo cittadino Donato Metallo, Frediano Manni, Luigi Nuzzo, Francesco Cimino, Flavio Carlino, Massimo Basurto

RACALE. Ultimi sgoccioli di mandato per l’Amministrazione guidata da Donato Metallo, in carica da maggio 2012, alla guida della lista “Io amo Racale”, risultata vincitrice della competizione elettorale col 42,98% dei suffragi (3.075 voti). Al secondo posto, quasi doppiata, arrivò la lista “X la città nuova” con Lorenzo Ria candidato sindaco e col 24,56% delle preferenze (1.757 voti). Quindi Francesco Cimino e la lista “Alleanza per Racale” (20,53%, 1.469 voti) e Silvio Causo con “Racale è Tua” (11,94%, 854 voti). L’unica certezza, al momento, è la ricandidatura di Metallo a sindaco e la quasi certa conferma di gran parte della sua squadra che gli è stata affianco in questi cinque anni, ossia Frediano Manni, Anna Maria Errico, Daniele Manni, Antonio Salsetti, Valerio Alfarano, Daniele Renna, Massimo Minutello e Anna Maria Tasselli. L’unica mancata riconferma sarebbe quella dell’attuale assessore alla Sanità, Roberto Ferenderes, che non si ricandiderebbe e potrebbe lasciare spazio a qualcuno a sé vicino.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

sindaco Donato Metallo a sinistraRACALE. Riqualificazione di aree urbane, dedicate ai bambini, attraverso l’ottimizzazione delle risorse. Sono state le linee guida seguite per i lavori realizzati presso la Città dei Bambini di via Bengasi, zona, in passato, più volte oggetto delle scorrerie dei vandali. La nuova Città dei Bambini è stata inaugurata dal sindaco Donato Metallo (a sinistra nella foto) domenica 27 novembre. Il nuovo chiosco bar è stato assegnato alla signora Maria Antonietta Foccillo che, a sue spese, ha dotato l‘area di un impianto di videosorveglianza. Il Comune si è fatto carico della realizzazione degli altri interventi, gran parte dei quali ultimati con risorse riutilizzate. La pitturazione dell’intera area, per esempio, è stata realizzata impiegando materiale avanzato da altri cantieri. Giardini e aiuole sono stati ripuliti da erbacce, sono stati installati cestini gettarifiuti, panchine, giostrine e pavimentazione antitrauma

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

costa-racaleRACALE. Con la delibera di Giunta n. 213 del 18 ottobre 2016, la Giunta ha adottato il Piano comunale delle Coste presentato alla cittadinanza il 27 luglio scorso. Il documento è stato depositato in segreteria comunale e pubblicato sul sito istituzionale www.comune.racale.le.it per la presa visione da parte dei cittadini che avranno trenta giorni di tempo (quindi entro il 17 novembre) per formalizzare le proprie osservazioni. Una volta superato questo passaggio, il Piano coste sarà inviato alla Regione che dovrà certificarne la conformità al Piano coste regionale. Su 4,1 km di costa “utile”, le nuove concessioni per stabilimenti balneari occuperanno circa 100 metri, mentre 200 saranno i metri destinati alle spiagge libere con servizi.

RACALE. «I lavori per il completamento dell’impianto natatorio di via Milano procedono a buon ritmo e secondo il crono programma che ci siamo dati». Lo riferisce il sindaco Donato Metallo che continua a monitorare la situazione con frequenza, insieme alla sua squadra. «Sono stati quasi terminati gli spogliatoi, gli infissi interni sono al completo. Ora si passerà al montaggio di quelli esterni. È stato installato l’impianto d’allarme ed è quasi completata la recinzione dell’area esterna. Una volta terminata quest’operazione – continua il sindaco – si passerà a lavorare nell’area parcheggi. Sono in corso di realizzazione gli impianti e abbiamo già presentato la domanda per l’allacciamento delle varie utenze, luce, acqua, gas, telefono». L’obiettivo dell’Amministrazione è di ultimare i lavori in prossimità dei prossimi mesi primaverili, tra marzo e aprile.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

 

Andrea Settembrini

Andrea Settembrini

Liliana Putino e Donato Metallo

Liliana Putino e Donato Metallo

RACALE. È stato inaugurato lo scorso  20 settembre “Il Giardino dei Sensi e dell’Arte” di Palazzo D’Ippolito, riqualificato con fondi Sac e affidato in gestione alla cooperativa “Gli In-Disciplinati”. Liliana Putino, presidente della cooperativa, ha ringraziato chi ha collaborato al progetto: Amministrazione e funzionari comunali, gli Scout,  “Staisinergico” e in particolare Roberto Corvaglia, Dario Munitello, che ha condotto i lavori di riqualificazione, Emanuela De Donatis, con la quale condivide il progetto nella cooperativa che comprende anche la gestione della biblioteca comunale. «Ci auguriamo – ha detto Putino – di riuscire ad abitare questo luogo e chiediamo alle associazioni di interagire con noi nel creare progetti utili alla comunità». «Aver riqualificato questo spazio – ha affermato il sindaco Donato Metallo (nella foto assieme alla presidente Putino durante l’inaugurazione) – ci rende enormemente felici. Ora è un contenitore che produrrà cultura e se questa non è fruita e vissuta, non produce effetti sulla comunità».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

RACALE. Scuole, asfalto, riqualificazione aree giochi per bambini, reti idriche e fognarie: sono questi i settori in cui l’Amministrazione comunale ha riavviato i lavori che si erano fermati per la pausa estiva. Quelli più urgenti, ovviamente, riguardano gli edifici scolastici, via Siena in primis: «In soli due mesi – spiega il sindaco Donato Metallo – e con in mezzo 15 giorni di chiusura per ferie, siamo riusciti a cambiare il 90% degli infissi, effettuare le demolizioni previste e le nuove pavimentazioni, realizzare il nuovo accesso per i ragazzi in carrozzina e gran parte dei nuovi impianti di aria condizionata. Siamo al 50% del lavoro totale. Ora passeremo ad effettuare le lavorazioni in esterno, sui laboratori e sul cinema in 3D, sull’illuminazione a led, sul cielo appeso, sulla palestra, sul sistema di condizionamento e sull’adeguamento sismico. In pochi ci scommettevano – sottolinea il primo cittadino – ma da lunedì 12 le scuole sono state regolarmente consegnate per l’avvio del nuovo anno». Si passa poi alle strade: «Abbiamo ripreso i lavori di rifacimento dell’asfalto di via Gallipoli, che sarà completata per intero sino al monumento dei Caduti.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Donato Metallo

Donato Metallo

Alle porte dell’estate, le Amministrazioni comunali che hanno uno sbocco sul mare cercano di ridurre al minimo gli inconvenienti per villeggianti e turisti in arrivo. A Torre Suda sono stati sospesi i lavori per la costruzione della rete idrica e di quella fognaria. A detta del sindaco Donato Metallo (foto), il grado di avanzamento dei lavori è circa all’80%. I cantieri riapriranno a ottobre, al termine della stagione turistica. In questi giorni le maestranze stanno ripristinando l’asfalto stradale danneggiato dagli scavi. Una volta completate, le reti raggiungeranno circa il 90% del territorio della marina di Racale. Stessi problemi di acquedotto e fognatura si registrano per le marine di Alliste. Il nuovo esecutivo guidato da Renato Rizzo, sulla scorta del progetto avviato nella precedente amministrazione Renna, darà precedenza al completamento dei lavori sulle condutture che faranno defluire i reflui dei centri abitati di Alliste e Felline verso il depuratore di Ugento. Per ampliare la rete idrica nella marina di Alliste, così come per quella di Ugento, si è avuto accesso ad un finanziamento regionale di circa 2,7 milioni che saranno impiegati nella posa di una conduttura in raddoppio di quella esistente, per una lunghezza complessiva di 7,5 chilometri.

by -
0 908

comune di racaleRACALE. Senza attendere il responso della Prefettura circa la sospensione della misura interdittiva. Il Comune (foto), guidato dal Sindaco Donato Metallo, aveva revocato il 22 giugno scorso la licenza amministrativa alla società locale che opera nel settore del gioco elettronico, nella fattispecie alla M. Slot srl, che distribuisce e noleggia le note slot machine. Ebbene, non poteva farlo: lo ha stabilito il Tribunale amministrativo regionale, sezione di Lecce con una sentenza dello scorso mese. Per cui l’atto emesso dal Comune è stato annullato perché “illogico”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 1189
comune di racale

Il Municipio, in basso da sinistra Donato Metallo e Lorenzo Ria

12 - Lorenzo Ria - opposizioneRACALE. Arriva il “cartellino giallo” della Corte dei conti sui bilanci relativi al 2011, 2012 e 2013. Con sentenza del 1° luglio, i giudici contabili hanno evidenziato alcune irregolarità, tra cui “uso spropositato delle anticipazioni di cassa”, “pagamento di debiti fuori bilancio senza preventivo riconoscimento” e “sovrastima delle entrate tributarie”. Il Comune, ora, avrà 60 giorni di tempo per presentare un piano di rientro correttivo, altrimenti gli atti passerebbero al prefetto che darebbe il via alla procedura di dissesto.
«Racale è sull’orlo del dissesto – scrive la minoranza di “XlaCittàNuova” – durissime le parole dei giudici contabili che dipingono una situazione disastrosa dei conti del Comune, derivante dal passato ma che è andata peggiorando durante l’Amministrazione Metallo fino a toccare questo punto di non ritorno». Il gruppo di Lorenzo Ria aggiunge che “il movimento non può che accogliere con amarezza questo pronunciamento e sottolineare che da tre anni cerca, invano, di attirare l’attenzione su tali problematiche. Non ci resta che denunciare, ancora una volta, l’incapacità e l’inerzia di quest’Amministrazione che sta trascinando il Comune nel baratro».

Nella sua replica, il sindaco Metallo ricorda “di aver ereditato una situazione debitoria difficilissima” ed elenca, tra le altre, le manovre di risanamento finanziario attuate: taglio ai costi della politica, al personale, agli sprechi “ma non ai servizi”, alle spese legali, valorizzazioni e alienazioni mobiliari, risparmio per un milione per transazioni e controlli, pagamento di debiti per tre milioni e intercettamento di finanziamenti per 26 milioni.
Poi commenta: «La situazione è oggettivamente migliorata rispetto a tre anni fa, ma milioni di euro di debiti non si cancellano in poco tempo. Serve lavoro, sacrificio, creatività, tutto ciò che noi stiamo cercando di fare. Noi lavoriamo e ci siamo assunti responsabilità immense per scempi fatti da altri, c’è chi invece vuole solo “gufare”, tagliare e aumentare il costo di tutti i servizi ed è pronto solo a criticare senza una minima idea costruttiva. Ma noi racalini diamo il meglio nei momenti più difficili. Ce la faremo».

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...