Home Tags Posts tagged with "donatello pisanello"

donatello pisanello

Maglie – Dal 28 agosto al 2 settembre torna l’appuntamento con il Maglie Jazz Summer Festival, una settimana di jam session, concerti, guide all’ascolto e incontri promossi dall’officina creativa della Maglie Jazz Summer School, che si terranno nel Liceo “F. Capece” e nella Villa Tamborino. Per Maglie sarà l’occasione per riconfermarsi città del jazz, come lo è stata nei decenni scorsi e – più di recente – nella prima settimana di agosto, con il Salento Jazz Festival, svoltosi a ridosso del Mercatino del gusto.

Ospiti e patrocini internazionali – I musicisti che parteciperanno a quest’edizione del Maglie Jazz Summer Festival avranno modo di sperimentare una full immersion nel mondo del jazz, affiancati da docenti di fama internazionale. La direzione artistica è del maestro Francesco Negro (di Maglie), la realizzazione dell’associazione culturale Jazz Bud Powell, che ha ereditato ed enfatizzato la lunga tradizione jazzistica magliese. Prevista l’esibizione di tantissimi musicisti provenienti da tutta Italia, artisti di fama nazionale e internazionale: Greg Burk, Marcello Allulli, Paola Arnesano, Matteo Bortone, Ermanno Baron, Francesco Diodati, Gabriele Di Franco, Giancarlo Nino Locatelli, Angelo Urso. L’iniziativa gode del patrocinio del Liceo statale “F. Capece”, del Comune di Maglie, della Provincia di Lecce, del Conservatorio “Tito Schipa” e del Koninklijk Conservatorium Brussel (Belgio).

Non solo musica, ma anche tutto ciò che ruota intorno a essa – Durante le giornate del festival, le associazioni Arci-Biblioteca di Sarajevo, La scatola di latta e Bud Powell organizzano la rassegna “Poesia in jazz”, con tre appuntamenti. Si comincia martedì 28 agosto, alle ore 20, in piazzetta Caduti di via Fani con la presentazione ufficiale del percorso poetico dedicato a Girolamo Comi, tra pittura, musica e poesia: intervengono Giancarlo Costa Cesari e il maestro Donatello Pisanello (di Taviano), che presenterà i suoi dipinti, esposti nelle vetrine che si affacciano sulla piazzetta, fra musica spontanea e libere improvvisazioni. Seguirà, alle 21, “Poesia in jazz – Aquile d’Albania” a cura di Arci-Biblioteca di Sarajevo, spettacolo teatrale di e con l’attrice Paola Crisostomo, liberamente ispirato all’opera e alla vita del poeta magliese Salvatore Toma. La colonna sonora è a cura di Fabrizio Nuzzo (percussioni), Gabriele Toma (pianoforte), Fabio Moschettini (chitarra).

Mercoledì 29 agosto, alle ore 20 (sempre in piazzetta Caduti di Via Fani), “Sillabe di luce”, a cura di Elisa Dell’Anna e Arci-Biblioteca di Sarajevo: nel corso dell’incontro, le poetesse Daniela Liviello e Gaia Giovagnoli dialogheranno con Giuliana Coppola. Musica a cura di Angelo Urso (contrabbasso), Matteo Maria Maglio (contrabbasso), Andrea Esperti (contrabbasso).

Giovedì 30 agosto, alle 20, spazio invece a un’incursione musico-letteraria a cura di Tina Cesari e dell’associazione La scatola di latta, con interventi jazz dell’associazione Bud Powell. Si passeggerà nel cuore della città, partendo dalla stazione ferroviaria, con soste nei luoghi più significativi del centro storico (via Giannotta, frantoio ipogeo, via Pellai, Trento e Trieste, presso la casa natale di Salvatore Toma), declamazione di poesie e letture.

Non mancheranno gli eventi sperimentali e fuori dalle righe, come l’esibizione di Soundpainting, tecnica di improvvisazione collettiva multidisciplinare in cui suono e colore, insieme, saranno per gli artisti motivi di ispirazione. Prevista inoltre una tavola rotonda con la partecipazione di musicisti e artisti, in collaborazione con Garrage76. E ancora, degustazioni guidate a cura di Candido Vini, Cantine Menhir e Cioccolato Maglio. Il programma completo è su www.magliejazz.it e www.magliejazzsummerschool.it

Donatello PIsanello

Specchia – Sabato 21 luglio ultima serata per la XV edizione della “Festa di Cinema del reale”. La manifestazione realizzata da Apulia Film Commission e diretta da Paolo Pisanelli, da giovedì 19 propone a Specchia proiezioni, seminari, laboratori, installazioni e performance live con l’obiettivo di avvicinare il pubblico ad autori, produttori e direttori di festival.

La performance live di Pisanello Nel corso della serata conclusiva, presso il convento dei Francescani Neri, è in programma il “live set” del musicista e polistrumentista (di Taviano) Donatello Pisanello (foto) che proporrà, attraverso libere improvvisazioni, un viaggio musicale con una sei corde elettrica. Le performance chitarristiche di Pisanello (tra i fondatori di Officina Zoè, compositore di colonne sonore e cultore della tradizione orale riattualizzata attraverso la ricerca e la sperimentazione) diventano “un inno alla spontaneità e alla libertà di espressione”. «Una chitarra dal suono molto sottile e quasi senza attacco che ricorda un Derek Bailey trasportato nella luce mediterranea”, come ha avuto modo di scrivere Andrea Aguzzi, tra i maggiori conoscitori del mondo chitarristico internazionale.

Gli altri eventi della Festa Sempre sabato 21, ma presso la chiesa di Santa Caterina, va in scena lo spettacolo “Della delicatezza del poco e del niente” della rassegna “Teatro dei luoghi” di Koreja, mentre da mezzanotte all’alba, sulla terrazza del castello si balla nell’happening organizzato in collaborazione con Fuck Normality Festival. Ultima tappa della Festa del cinema del reale sarà l’appendice di giovedì 26 luglio al castello di Andrano con il laboratorio di animazione cromatica a cura di Mirco Santi e film musicato dal vivo da Admir Shkurtaj.

Taviano – Arte e cultura nel centro storico di Taviano con la seconda edizione della rassegna Girodicorte, organizzata dalle associazioni Bachelet, La Piazza e Terrebruciate. Per iniziare, doppio appuntamento giovedì 5 luglio con la presentazione del libro “A me piace il Sud” (Armando editore) del ricercatore e blogger de “Il Fatto Quotidiano” che dialogherà con Carlo Pasca. A seguire, sempre presso corte Garibaldi, toccherà alle Sorelle Gaballo di Nardò condurre gli spettatori nei meandri della polivocalità salentina: Mimina, Rosaria e Franca, nata e cresciute nelle campagne neretine, saranno accompagnate dall’organettista  Massimiliano Però e dalla giovane tamburellista Zaira Giangreco. «Inauguriamo il nuovo Girodicorte con questa serata omaggio al Sud e al Salento ma con una strizzatina d’occhio anche al Nord, grazie ad una sorpresa nel corso della serata», fa sapere il direttore artistico Donatello Pisanello. Il riferimento è al giovane attore e regista di talento Pietro Mazzoldi, dell’associazione bresciana “Teatro terre di confine”, presente insieme a Marco Poli.

Visite nei vicoli prima degli eventi Il programma della seconda edizione proseguirà il 14 luglio con Giovanni Maria Flick, presidente emerito della Corte Costituzionale, che presenterà il suo ultimo volume “Elogio della Costituzione”. Il giorno seguente, domenica 15, il vaticanista del Tg1, Fabio Zavattaro porterà a Girodicorte il volume “Stile Bergoglio, effetto Francesco”, mentre domenica 22 sarà il turno dello storico Paolo Mieli che presenterà “La storia del comunismo in 50 ritratti”. Ma la rassegna di quest’anno non prevede solo libri: il 20 luglio, infatti, il Nogenovatour farà tappa nel centro storico tavianese con il duo Max Manfredi-Federico Sirianni, cantautori eredi della nobilissima tradizione genovese. Manfredi, in particolare, era molto caro a Fabrizio De Andrè, tanto da duettare con lui nel famoso brano “La Fiera della Maddalena”. Girodicorte nasce con l’intento di far rivivere piazzette, stradine e case e corte del centro storico del paese (da visitare prima degli eventi in programma) un tempo luogo di condivisione e di incontro.

RACALE – Donatello Pisanello è il polistrumentista atteso a Racale nell’ambito della rassegna “Visite d’artista” organizzata dalla Casa per la vita “Artemide”. Il nuovo appuntamento è martedì 21 novembre, alle 17, per un incontro che, come le altre “visite” vuole mettere in contatto diretto musicisti e artisti salentini con gli ospiti della comunità residenziale a carattere socio-sanitario gestita dalla “Domus vivens srl”. Durante gli incontri gli ospiti vengono seguiti dallo psicologo della struttura Massimiliano Macagnino e dal direttore artistico e ideatore del progetto, il sociologo Walter Spennato. Al fine di sensibilizzare e coinvolgere chi intende avvicinarsi a queste tematiche è possibile prenotarsi per assistere ad una “Visita d’Artista” chiamando in struttura: l’evento è aperto a 10 persone (info: 0833 908506 – info@domusvivens.it). Pisanello, storico fondatore di Officina Zoè, suona l’organetto, la chitarra e la mandola ed è tra i protagonisti della riscoperta e rivisitazione della musica popolare salentina negli ultimi anni. Sue le colonne sonore di alcuni film diEdoardo Winspeare, Giorgia Cecere, Paolo Pisanelli, Corrado Punzi e Pippo Mezzapesa. Dopo gli incontri con Carolina Bubbico, Maristella Martella e Cesare Dell’Anna, la rassegna proseguirà il 25 novembre con l’attore Ippolito Chiarello ed il 19 dicembre con il musicista Raffaele Casarano.

by -
0 578

TAVIANO. Oltre due mesi di teatro, musica, film e presentazioni di libri per far “ri-vivere” strade e corti. Questo l’obiettivo portato a termine con successo, a Taviano, dalla rassegna “Girodicorte” da luglio sino alla scorsa domenica. “Arte nelle corti del centro storico” il filo conduttore delle tante serate che hanno proposto eventi di qualità tra corte Melica, corte Garibaldi, largo Sant’Anna e l’arco di Santa Lucia, suggestivi angoli del centro antico di Taviano che son tornati ad animarsi con la presenza di un folto pubblico al quale, in più di una circostanza, è stato pure proposta la visita guidata tra le stradine e le piazze del centro storico. «La costante presenza di pubblico e gli apprezzamenti ricevuti ci hanno convinto della bontà della proposte in cartellone», afferma Donatello Pisanello, direttore artistico della rassegna proposta dalle associazioni “Vittorio Bachelet”, “La Piazza” e “Terrebruciate”. Ora, dopo un periodo di pausa, per la stagione invernale gli eventi riprendono con “Girodicorde”, la rassegna musicale proposta dalla Bachelet.

by -
0 740

TAVIANO. Teatro, musica e libri per i prossimi appuntamenti di “Girodicorte” tra i vicoli di Taviano. La rassegna è organizzata dalle associazioni “Vittorio Bachelet”, “La Piazza” e “Terrebruciate”. Questa sera, mercoledì 30 agosto, alle ore 21 in corte Garibaldi (arco Santa Lucia) spazio al ricordo di Domenico Modugno con Mino Profico, Maria Meerovich e Davide Sergi (di Teménos recinti teatrali) in “Penso che un sogno così”, di Matteo Greco per la regia di Mino Profico. La serata sarà introdotta dalle spigolature di storia tavianese e salentina a cura di Serena Palma.

Giovedì 31 settembre, alle 21 in corte Melica, presentazione del libro “Bob Dylan” (edizioni Hoepli) di Salvatore Esposito. Dialoga con l’autore Carlo Longo con l’intervento di Roberto Tanisi. A seguire concerto con Carlo Longo e Donatello Pisanello.

by -
0 628

Do’ Lampi – Donatello Pisanello e Lamberto Probo

TAVIANO. Proseguono a Taviano gli appuntamenti della rassegna itinerante “Girodicorte” organizzata dalle associazioni culturali “Vittorio Bachelet”, “La Piazza” e “Terrebruciate”. Domenica 20 agosto, alle 21 presso l’Arco Santa Lucia, spazio a “Not(t)e d’autore”, tra teatro e musica, con Marco Antonio Romano e Daniele Vitali. Lunedì 21, alle 21 in corte Melica, c’è la presentazione del libro “Odino nelle terre del rimorso. Eugenio Barba e l’Odin Teatret in Salento e Sardegna” di Vincenzo Santoro con Chiara Eleonora Coppola. A seguire, nella stessa serata, i “Do’ lampi” musicali con Donatello Pisanello (organetto) e Lamberto Probo (tamburello e tamborra).

Batte forte, in giro per il mondo, il ritmo della musica popolare salentina. Tra i primi gruppi a riscoprire (in tempi non sospetti), la valenza di pizziche e canti di lavoro di un tempo, puntando molto sulla sperimentazione e gli intrecci di stili, troviamo il gruppo Officina Zoè. A fondarlo, nel 1993, fu Donatello Pisanello (di Taviano), tra i polistrumentisti più apprezzati non solo in Italia. Accanto a lui (così come oggi) Lamberto Probo e Cinzia Marzo, con la collaborazione di Edoardo Winspeare, all’epoca giovane e promettente regista. Il Marocco e l’Egitto le ultime tappe di un tour che, negli anni, ha portato il gruppo a suonare nei più importanti festival nazionali ed internazionali di musica, da Villa Ada a Roma al Premio Tenco, dal Womex di Berlino al Womad di Peter Gabriel a Palermo, da “I suoni delle Dolomiti” in Trentino alla rassegna “Voix de femmes” a Bruxelles, per citarne solo alcuni. Ma non sono mancate le tournée a Praga, Buenos Aires, Losanna, Bruxelles, Seul e in Giappone (da cui il cd “Live in Japan”). Ogni volta lo stesso entusiasmo e la stessa sorpresa partecipazione da parte di un pubblico sempre diverso. La “magia” si è ripetuta, lo scorso 9 maggio, anche al “Festival des Musiques sacrées” di Fes, in Marocco, “al quale vengono invitati artisti di tutto il mondo in sintonia con il messaggio di condivisione solidale tra tutte le culture e le religioni”, afferma Pisanello. Accanto ad Officina Zoè vi erano, infatti, gruppi e musicisti provenienti dall’Iran, dall’Egitto, dall’India, dalla Mongolia e tanti altri paesi. Per l’occasione, Officina Zoè ha preparato un repertorio ad hoc. «All’inaugurazione del 6 maggio ha partecipato la nostra Cinzia Marzo che, insieme a Maristella Martella, ha fatto assaporare la bellezza del canto salentino e della danza. Il 9 maggio, invece, si è tenuto il nostro concerto per l’occasione con un’ospite speciale, la cantante salentina Maria Mazzotta. Si è trattato – continua Pisanello – di un concerto a dir poco entusiasmante che ha raccolto un notevole consenso da parte del pubblico e della critica. Fes è una città fantastica e il Marocco un paese incredibile, la gente è ospitalissima e anche nella Medina più profonda e libera dal turismo gli abitanti hanno un lodevole rispetto con chi vi si addentra, sfatando il luogo comune sulla pericolosità di alcuni quartieri più popolari del centro storico». Stesso entusiasmo , pochi giorni dopo, anche a Il Cairo dove il gruppo ha presentato “Passo a Sudˮ con Tarantarte. Pisanello, direttore artistico di “Santicanti”, l’etno-music festival che dal 2000 si svolge a Taviano, è anche apprezzato compositore di colonne sonore, spesso premiate. Tra le ultime le musiche per “Il primo incarico” ed “In un posto bellissimo”, di Giorgia Cecere, e prima ancora di “Come a Cassano”, il corto di Pippo Mezzapesa, e di Sangue vivo” di Winspeare. “Mamma sirena” l’ultimo disco del gruppo; “Sospiri e battiti”, invece, l’ultima prova da solista di Pisanello, insieme all’inseparabile organetto diatonico.

by -
0 1174

officina-zoe-the-carouselLa musica popolare salentina va in Africa grazie al gruppo “Officina Zoé”. Il Festival  delle musiche sacre dal mondo di Fés, lunedì 9 maggio (presso il “Jardin Jnan Sbil “, luogo simbolo della città santa del Marocco) ospiterà il concerto dello storico gruppo fondato nel 1993 da Donatello Pisanello (di Taviano), Lamberto Probo e Cinzia Marzo, con la collaborazione di Edoardo Winspeare, all’epoca giovane e promettente regista. Il festival africano, giunto alla 22esima edizione, è la manifestazione musicale più importante del Marocco, punto d’incontro tra sensibilità artistiche e sonore d’Oriente e d’Occidente.  

by -
0 957

rocco mastroliaTAVIANO. “L’arte dell’essenzialità in Simon e Garfunkel” è il concerto che da il via, a Taviano, ai percorsi musicali “Girodicorda” a cura dell’associazione “V. Bachelet”. Sabato 27 febbraio alle 20.30, presso la sala Bachelet di via Immacolata, ad esibirsi saranno Rocco Mastrolia (chitarra e voce) e Pierangelo Caputo (voce). La rassegna, con la direzione artistica di Donatello Pisanello, prosegue il 6 marzo (presso la biblioteca comunale) con i racconti di Chiara Papa in “Donne”. Altri incontri, sempre alle 20.30 presso la sala Bachelet, saranno il 18 marzo con il viaggio dal jazz al blues al pop ed alla canzone d’autore di Fabiana Casto e Maurizio Cianfano, l’8 aprile con Rachele Andrioli e Rocco Nigro tra tradizione salentina e world music, ed il 22 aprile con Giorgia Baglivo che suona Philip Glass.

 

donatello pisanello foto 2015TAVIANO. Nuovo successo “cinematografico” per il polistrumentista Donatello Pisanello (foto) scelto, ancora una volta, dalla regista  Giorgia Cecere per dare un’anima musicale al suo secondo film. Dopo aver firmato la colonna sonora dell’esordio dietro la macchina da presa per la regista originaria di Castrignano del Capo, con il premiato “Il primo incarico” presentato al festival del cinema di  Venezia nel 2011, Pisanello è ora anche l’autore delle musiche per “In un posto bellissimo”, da un paio di settimane nelle sale.

«Il film di Giorgia Cecere, così come il precedente, necessitava di una musica che sapesse intervenire con estrema delicatezza contribuendo ad approfondire la descrizione dello spirito generale della pellicola. Lavorare con Giorgia significa anche saper cogliere la sua profonda, intima sensibilità che sottende ogni fotogramma dei suoi film», afferma il musicista di Taviano, tra i fondatori, agli inizi degli anni ‘90, di “Officina Zoè”. A legare Pisanello e la Cecere anche il legame di entrambi con Edoardo Winspeare, regista di “Sangue Vivo”, film con le musiche dello stesso Pisanello e la sceneggiatura della stessa Cecere. Non sono mancati, sin da subito, gli apprezzamenti anche per la colonna sonora del nuovo film (per le musiche del primo Pisanello è stato premiato  a Cosenza con il Premio Sonora) che vede come protagonisti Isabella Ragonese, Alessio Boni e Piera Degli Esposti. «Nel comporre la colonna sonora, Pisanello ha magistralmente colto la sottile delicatezza degli incroci delle vite dei protagonisti», ha scritto su Facebook Alessandro D’Argento, docente ed esperto di musica (è anche responsabile della programmazione del Cineclub Bellinzona di Bologna) originario di Taviano.

by -
0 1186

donatello pisanello tavianoCASARANO. Musica e poesia mercoledì 1° luglio alle 21 nel giardino di Palazzo De Donatis. L’associazione archeologica “Origini e Futuro” promuove l’evento “Litanie dell’acqua”, spettacolo che vede protagonisti Donatello Pisanello e Daniela Liviello. Il polistrumentista alternerà alcuni pezzi musicali alle letture della poetessa tavianese. Durante la serata sarà possibile inoltre diventare soci dell’associazione, contribuendo alla realizzazione di eventi e al mantenimento e valorizzazione del giardino di Palazzo De Donatis.

 

Nuovo riconoscimento per il polistrumentista di Taviano Donatello Pisanello (foto) cui è stato conferito il “Premio speciale per la musica popolare” a Maratea. Obiettivo del “Premio Maratea” (già assegnato a Vittorio Gassman, Alberto Sordi, Sergio Zavoli e Renato Guttuso), quello di segnalare le “eccellenze” tra cinema, teatro, letteratura e musica. Pisanello, “stimato ricercatore della tradizione popolare salentina”, è stato protagonista dell’edizione 2014 insieme a Piero Angela, Stelvio Cipriani, Alessio Boni, Alessandro Haber e Nino Buonocore.
A conferire maggiore prestigio al recente riconoscimento il fatto che sia stato assegnato sulla base delle valutazioni fatte da una giuria “qualificata” composta da 200 esperti provenienti da tutta Italia.
Il fondatore di “Officina Zoè”, tra l’altro apprezzato compositore di colonne sonore (da “Sangue vivo” di Edoardo Winspeare a “Il primo incarico” di Giorgia Cecere), è anche direttore artistico di “Santicanti”, l’etno-music festival che da quattro anni si svolge a Taviano.

by -
0 1857

Stasera, alle 23.30, debutta sul piccolo schermo “Il primo incarico”, film girato interamente in Puglia tra Alberobello, Cisternino e Castrignano del Capo. Sarà Raitre a trasmettere il lungometraggio, del 2010, la cui regia è di Giorgia Cecere. La produzione è di Donatella Botti per Bianca e della Saietta Film di Edoardo Winspeare, con il contribuo di Apulia film commission. La colonna sonora è stata scritta dal musicista Donatello Pisanello, di Taviano.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...