Home Tags Posts tagged with "Domenica De Donno"

Domenica De Donno

Otranto – Il Castello aragonese e il “Borgo antico” riconosciuto dall’Unesco quale patrimonio culturale e “sito messaggero di pace” saranno il palcoscenico della Festa dei fiori e dei giardini nel mese di maggio che avrà luogo quest’anno da venerdì 25 a domenica 27. Il programma della manifestazione consisterà in un esposizione di aziende, produttori singoli e consorziati che operano nell’ambito florovivaistico ed anche nella progettazione e arredamento per esterno attraverso la promozione di iniziative che riguardano la progettazione di giardini, la realizzazione di composizioni floreali per grandi e piccoli eventi, vivai, arredamenti da esterno, decorazioni per vetrine e tante altre proposte legate a questo settore che saranno promesse e pubblicizzate in queste tre giornate.

Saranno, poi, allestite anche le piazze, le aiuole, i giardini e le statue, dislocate nel centro storico e sul lungomare, con decorazioni floreali in modo che i colori e i profumi dei fiori possano fondersi con la bellezza della cittadina per una suggestiva e meravigliosa atmosfera. Questa festa, alla scoperta dei fiori e dei giardini, sarà accompagnata anche da 6 concerti musicali dove verranno riscoperti grandi pezzi come quelli della musica classica, balcanica, argentina e non solo. Nella giornata di domenica 27 maggio ci sarà , per chiudere in bellezza, il festival dedicato alla fisarmonica durante il quale saranno rivisitati in chiave modera i grandi classici della musica mediterranea e internazionale. Infine, sempre nell’ultima giornata, avrà luogo la premiazione del “balcone in fiore” con la partecipazione dei cittadini del centro storico che allestiranno il proprio balcone per il concorso alla fine del quale saranno premiate le composizioni più suggestive.

“Questa sarà la prima edizione- afferma Domenica De Donno (foto), assessore al marketing turistico e all’identità culturale di Otranto – con l’obiettivo di promuovere la bellezza e la magia dei fiori attraverso la loro esposizione con decorazioni in tema in concomitanza con la stagione primaverile. Ringrazio tutti i commercianti che con il loro impegno e la loro partecipazione ci hanno aiutati a realizzare questo magnifico evento con la speranza di riuscire a ripeterci anche il prossimo anno”. Hanno confermato la loro presenza tra l’altro la Joint wellness room (Lecce), la Casamata (Muro Leccese)  la Brico center e vivaisti come Antonio Castrignanò (Surano), Mauro Toma (Maglie), Gianmarco Cagnazzo (Leverano) e De Giorgi Roberto ( Melendugno).

M.M.

 

Otranto – Dopo il successo delle passate edizioni, in occasione della terza “Festa dei musei” organizzata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, anche ad Otranto sono state programmate varie iniziative per domani, domenica 20 maggio, a cura del Sistema museale dell’Università del Salento attraverso delle visite guidate gratuite accompagnati dagli operatori di Sistema museo. I musei in programma sono il Musa – museo storico archeologico, a Lecce in via di Valesio angolo viale San Nicola, che sarà aperto dalle ore 10 alle ore 13; il Museo di biologia marina “Pietro Parenzan” di Porto Cesareo, aperto dalle ore 9 alle ore 13 con visite guidate previste dalle ore 11 alle ore 12. Otranto ospiterà la “Festa” presso la Punta della Palascia dalle ore 16 alle ore 18 e anche qui ci sarà la possibilità di usufruire delle visite guidate dalle dalle ore 16 alle ore 17.

Il Sistema museale di Ateneo dell’Università del salento (Sma) è stato istituito nel 2009 con lo scopo di promuovere e valorizzare l’attività delle strutture museali dell’Università nei settori della ricerca scientifica, della promozione della cultura, dell’acquisizione e conservazione dei reperti e dei documenti. Lo Sma si pone l’obiettivo di avvicinare in maniera coinvolgente e dinamica gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado ai saperi scientifici e alla conoscenza del territorio. “Siamo felicissimi e onorati di ospitare- dichiara Domenica De Donno (foto), assessore al marketing turistico e all’identita culturale di Otranto – il Museo sull’ecologia degli ecosistemi mediterranei presso la Punta della Palascia e di poter offrire il nostro territorio per questi fantastici eventi culturali e scientifici”. “Nel museo – afferma Davide Calcagnile, operatore museale per l’UniSalento – sarà raccontata la storia del faro dopo aver visionato alcuni filmati della mostra sulla bellezza del patrimonio naturale e sulla biodiversità. Verrà, anche, allestita una mostra su lagune e sviluppo delle società del Mediterraneo; infine, la visita si concluderà sulla terrazza panoramica. L’obiettivo è di associare strumenti di descrizione della natura, propri della scienza e della più avanzata ricerca in campo ambientale, strumenti propri dell’arte e della storia dell’uomo”.

M.M.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...