Home Tags Posts tagged with "Distretto urbano del commercio"

Distretto urbano del commercio

Casarano – Si parlerà del Distretto urbano del commercio di Casarano nell’incontro di giovedì 11 ottobre, alle ore 16.30, nell’aula consiliare. “Sfida, innovazione e sviluppo del territorio” è il tema sul quale si confronteranno i relatori invitati. Ai saluti del sindaco Gianni Stefàno e del presidente della commissione comunale del commercio Giampiero Marrella seguiranno gli interventi di Antonio Rizzo e Antonio Schipa, rispettivamente direttori provinciali di Confcommercio e Confesercenti, e di Salvatore Sanghez e Giuseppe Chiarelli, direttori regionali delle due confederazioni di categoria.

L’invito del sindaco Stefàno «L’invito a partecipare all’incontro è rivolto agli operatori economici e alle associazioni di settore. Avere l’adesione di un gran numero di soci – afferma il sindaco Stefàno – è un nostro obiettivo, poiché solo insieme possiamo dare impulso e forza alla ripresa del commercio e in generale dell’economia del territorio. Partecipare all’incontro di giovedì 11 è molto importante proprio per condividere le logiche strategiche del Distretto e per avere chiare le idee sulla opportunità di farne parte».

Il progetto Per il Duc di Casarano la Regione ha finanziato 55mila euro mentre ammonta 13mila euro la quota a carico del Comune. Il Distretto urbano del commercio è un organismo che punta, tramite appositi bandi, a riqualificare il settore con attività promozionali e culturali, marketing e qualificazione anche tecnologica dei servizi offerti al fine di favorire la ripresa degli investimenti e dei consumi. L’obiettivo è quello di sostenere la rete commerciale di prossimità troppo spesso schiacciata dalla grande distribuzione.

Nardò – Dopo il corso di inglese arriva quello di francese. Anche in questo caso le lezioni, gratuite, saranno riservate agli operatori del settore turistico (titolari e dipendenti). Nell’ambito degli interventi finanziati con risorse del Distretto urbano del commercio è infatti previsto l’avvio di alcuni corsi gratuiti di formazione, realizzabili grazie a un finanziamento regionale ad hoc di 55mila euro ottenuto dal Comune di Nardò. Tre i corsi in programma: “lingua francese per il commercio e il turismo”, “tecniche di accoglienza nei settori commerciale e turistico” e “tecniche di utilizzo della piattaforma Smart del Distretto Urbano del Commercio”, quest’ultimo spazio web che ospiterà servizi relativi all’organizzazione del Duc e delle imprese del distretto con la partecipazione attiva dei consumatori.

A partire per primo, probabilmente venerdì 26 ottobre, sarà il corso di lingua francese (40 ore complessive), che si terrà nella sala conferenze del Chiostro dei Carmelitani il lunedì, mercoledì e venerdì per tutto il mese di novembre. Le iscrizioni – a uno o più corsi – vanno effettuate entro lunedì 22 ottobre compilando il modulo presente sui siti Internet di Confcommercio Lecce, Confesercenti Puglia e Comune di Nardò e inviandolo all’indirizzo email ducnardo@gmail.com.

«Continuiamo a registrare – dichiara l’assessore al Commercio Giulia Puglia – un numero sempre crescente di turisti francesi o di lingua francese nella nostra città, in particolare in questa stagione estiva 2018. Per questo il Duc ha deciso di mettere a disposizione degli esercenti e dei gestori delle attività ricettive un corso di francese».

Ritorna anche l’Inglese La più giovane esponente della Giunta Mellone annuncia poi che la prossima primavera si ripeterà la positiva esperienza di “English for tourism”, il corso di lingua inglese gratuito riservato anche in questo caso agli operatori turistici, tenutosi quest’anno nel periodo febbraio-maggio. «Invito i commercianti e gli operatori del turismo – conclude l’assessore – a sfruttare questa occasione e a contribuire alla crescita di una città che sta affrontando con successo la sfida del turismo».

Attraverso il Distretto urbano del commercio, fa sapere infine Palazzo Personè, l’Amministrazione comunale si augura che le imprese del commercio facciano rete interagendo coi vari soggetti operanti nel campo del turismo, dell’agricoltura di qualità, dell’artigianato d’eccellenza e dell’innovazione tecnologica.

Matteo Spada

Gallipoli – Prima riunione dell’associazione martedì scorso a Sant’Angelo e e invio in questi giorni di un questionario a tutti i commercianti di Gallipoli: sono i passi con cui si sta cercando di mettere in piedi il Distretto urbano del commercio, il progetto presentato alla Regione il 12 ottobre dell’anno scorso ed approvato e finanziato da Via Capruzzi.

Per sviluppare un percorso quanto più condiviso “per la realizzazione degli interventi di valorizzazione e qualificazione della rete commeriale e turistica, in agosto era stato pubblicato anche un avviso pubblico per raccogliere adesioni. Ad oggi l’unica adesione ufficiale è quella dell’associazione dei commercianti ed imprenditori di Gallipoli, presieduta da Matteo Spada. (con relativo versamento della quota stabilita in 500 euro).

In questi giorni saranno invece distribuiti i questionari per raccogliere idee, proposte, segnalazioni di punti di forza e di debolezza del sistema commerciale del Distretto. Ci penseranno gli studenti che per un progetto di alternanza scuola-lavoro, collaboreranno col Comune. I risultati saranno poi consegnati al comitato esecutivo del Distretto per le determinazioni conseguenti.

I Duc sono nati per riqualificare il commercio e per potenziare i servizi al cittadino in un’area omogenea in cui operano soggetti aventi lo stesso obiettivo. Con il contributo richiesto (55 mila euro) si forniranno sia la formazione diretta alle imprese per la diffusione delle attività previste, sia l’organizzazione di eventi e di incontri, oltre alle spese concernenti  le apparecchiature tecnologiche per la realizzazione di data analytics hub e servizi comuni.

Taviano – Ecco pronto il primo appuntamento di “Percorsi di gusto tra Arte e Cultura”, frutto delle attività organizzate dal neo costituito Distretto Urbano del Commercio tra Taviano e Racale con il settore Commercio guidato dalla consigliera delegata Paola Cornacchia. Si tratta di un vero e proprio percorso enogastronomico, nel centro storico tavianese, con inizio alle 21.30 di venerdì 29 giugno. “E’ il primo evento promozionale del Distretto Urbano del Commercio – commenta Paola Cornacchia – che ha l’obiettivo di attuare programmi di sviluppo per l’attrattività commerciale e turistica, finalizzati alla valorizzazione del commercio attraverso il marketing territoriale, la promozione dell’attrattività territoriale, le eccellenze turistiche ed enogastronomiche”.

Il Distretto di Taviano e Racale con la preziosa collaborazione dei ristoranti tavianesi, “L’Ulivo”, “Vico degli Scettici”, “Mezzogaudio”, “Ciccio Panza” e “Gianluca Bistrò”, organizza la prima cena itinerante del centro storico, un percorso enogastronomico che porterà a spasso i cittadini e i turisti nel cuore pulsante della Città dei Fiori, alla ricerca della prossima portata. Dall’antipasto al dolce, piatto dopo piatto, sarà possibile addentrarsi in un divertente percorso del gusto animato da aree espositive dell’artigianato locale, gruppi musicali, come “Inner Town”, “House Concert” e Luigi Mariano, attori di strada, intrattenimento per i più piccoli incontri letterari e tanto altro.

Con carnet degustazione alla mano, dalle 21.30 in poi, sarà possibile mangiare e consumare i piatti preparati dai singoli ristoratori. “Sarà un modo diverso per assaggiare piatti tipici e non solo – conclude il sindaco, Giuseppe Tanisi –  vivere una cena in modo diverso e singolare, spostandosi da un locale all’altro, da una via all’altra, rendendo omaggio anche al patrimonio architettonico, oltre che a quello gastronomico. Un modo particolare di conoscere e vivere la nostra Taviano”. Non mancheranno anche aperitivi e rustici tipici che si potranno gustare presso “Eden Bar” di Luigi Mariano, presente lungo il percorso. L’itinerario prenderà il via dalla “Cappaddhuzza”, su corso Vittorio Emanuele II, dove sarà possibile acquistare il ticket che comprenderà la consumazione dei piatti realizzati da tutti i ristoratori aderenti all’evento, insieme alla degustazione di calici di vino forniti da “Cantine Menhir”, “Azienda Agricola Candido”, “Vini Cantele”, “Michele Calò” e “Torre Ospina”.

Taviano – Due città, Taviano e Racale, accomunate da un unico Duc (Distretto urbano del commercio) per l’integrazione e la valorizzazione delle risorse di ciascun territorio. L’incontro pubblico con gli operatori commerciali delle due città è previsto per giovedì 22 febbraio alle ore 19, presso il palazzo Marchesale di Taviano. Sarà presentata l’associazione del Duc “Taviano-Racale”, formata oltre che dai due Comuni, da Confcommercio Lecce, da Confesercenti Puglia e presieduta dal sindaco di Taviano, Giuseppe Tanisi. Con il Distretto urbano del commercio si potranno valorizzare le produzioni locali dell’artigianato e dell’agricoltura, le relazioni tra produttori e tessuto commerciale, sviluppare attività di marketing, migliorare la distribuzione, riqualificare l’arredo urbano, mettendo a punto azioni sulla sicurezza. “Questo strumento – dichiara Paola Cornacchia, consigliera delegata alle Attività produttive – è una grande opportunità per il rilancio del commercio e, più in generale, per la crescita delle due città. Il Distretto ha bisogno di essere riempito delle idee e dei suggerimenti preziosi di chi vive quotidianamente di commercio e ne conosce le esigenze, i problemi e le prospettive”.  “Con l’associazione del Duc – conclude il primo cittadino di Taviano, Giuseppe Tanisi – ci proponiamo come soggetto di riferimento per la realizzazione di progetti in rete finalizzati alla valorizzazione, promozione e riqualificazione del  territorio. E’ una straordinaria opportunità per le imprese e il commercio e per rilanciare le attività produttive di Taviano e Racale”.

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...