Home Tags Posts tagged with "diocesi ugento-S.Maria di Leuca"

diocesi ugento-S.Maria di Leuca

Giuseppe Pezzulla

Gallipoli – Continuano dopo la pausa della scorsa settimana, gli appuntamenti di “Hello from Gallipoli”, il ricco cartellone estivo realizzato dal Comune di Gallipoli in collaborazione con associazioni e vari enti locali, con gli eventi in città iniziati a giugno e che dureranno fino all’ autunno inoltrato. Settimana di presentazione di libri, eventi religiosi e manifestazioni e sagre dedicate ai più golosi, quella che verrà.

Domenica 22 luglio, prosegue l’ottava edizione del Salento Book Festival, questa volta in piazza Aldo Moro. Alle ore 20, ci sarà Giuseppe Pezzulla (foto) con il documentario “C’è di mezzo il mar”, con la partecipazione di Carmelo Chianura. Alle ore 21 Valentina Murrieri presenterà Saverio Tommasi con “Siate Ribelli, praticate gentilezza”. Alle ore 22, sarà ospite mons. Vito Angiuli, vescovo della diocesi Ugento-S. Maria di Leuca,  con “Ha scritto t’amo sulla roccia”; presenta Antonio Sanfrancesco. Lunedì 23, martedì 24, mercoledì 25 e giovedì 26 prenderanno vita i festeggiamenti cittadini in onore di Santa Cristina, con un vasto programma civile e religioso per tutti i gusti.

Sabato 28 luglio, si terrà presso l’Anmi di Gallipoli la presentazione del libro di Carmelo Scorrano dal titolo “L’Uddiu”. Via libera invece ai sapori di una volta con la “Sagra della frisa e dei sapori antichi”, che si terrà domenica 29 luglio presso la Parrocchia di San Gerardo.

Sempre pensando ai più golosi ed ai buongustai, nelle giornate di sabato 28, domenica 29 e lunedì 30 luglio sul corso Roma, si terrà la grande kermesse “Puglia golosa-Apulia LifeStyle” a cura di Mediomorfosi, l’agenzia di Alessansra Bray, che del sostegno della Regione Puglia, dell’agenzia regionale Arti, di Ares Puglia (agenzia della salute), Cihean Bari e Università di Bari..

Tricase – Nuova avventura per il tricasino don Gionatan De Marco che da venerdì 22 giugno fino al 1 luglio è a Tarragona, in Spagna, al seguito degli atleti e delle atlete italiane impegnate nei “Giochi del Mediterraneo”. Il 36enne parroco della diocesi Ugento – Santa Maria di Leuca, qualche mese fa è diventato cappellano della spedizione italiana alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang (in programma dal 25 febbraio prossimo), succedendo a don Mario Lusek. Il suo impegno durante le giornate sportive è quello di portare il sostegno e il conforto della parola di Dio agli atleti. Trasferito a Roma da qualche mese, don Gionatan è anche direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei, mentre nella sua diocesi è direttore dell’Ufficio catechistico e ideatore e organizzatore dell’evento internazionale “#cartadileuca”, progetto con il quale si vuole coinvolgere i giovani dei Paesi del Mediterraneo nel dialogo e nella fraternità.

«La fede e lo sport hanno molte cose in comune: il coraggio, l’allenamento, l’allegria, l’altruismo e la fantasia di trovare il proprio modo di esprimere la bellezza che ognuno porta con sé», ha dichiarato don Gionatan all’Avvenire in occasione della sua nomina a cappellano per le prossime Olimpiadi invernali.

Taurisano – Nel 25mo della morte di don Tonino Bello, con la venuta ad Alessano di Papa Francesco che si è fermato a pregare sulla sua tomba, si torna a parlare della santità non solo del vescovo di Alessano ma anche di altri che, a quanto pare, non mancano in questo lembo di terra in cui ricade la diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca guidato da mons. Vito Angiuli. Oltre alle cause di beatificazione della fondatrice dell’istituto religioso “Figlie di Santa Maria di Leuca” Madre Elisa Martinez, c’è pure quella di Mirella Solidoro, di Taurisano, morta a 34 anni in odore di santità, dopo una lunga malattia. Terza di cinque figli, Mirella nacque a Taurisano il 13 luglio 1964 e a 9 anni ebbe inizio il suo calvario, prima con forti mal di testa, sino alla scoperta di una estesa massa tumorale nel capo. Nel settembre 1979, a seguito di un intervento eseguito dall’equipe di neurochirurgia del “Vito Fazzi” di Lecce, rimase cieca, ma “nonostante le sue numerose sofferenze che la costringevano il più delle volte a letto, serbava sempre parole di conforto verso chi l’andava a trovare”, come ricordano quanti l’hanno conosciuta, particolare che è posto a base poi del suo processo di beatificazione.

“Così l’ho fatta conoscere al Papa” E’ proprio di questi giorni la notizia che il segretario di mons. Angiuli diacono don Luigi Bonalana, ha consegnato a Papa Francesco un’immagine della “serva di Dio” durante l’udienza in piazza San Pietro. “Un momento particolarmente emozionante – racconta don Bonalana – la figura di don Tonino Bello ormai ha catalizzato tutta la nostra diocesi e non solo. Affascinato da questa splendida figura di santità (il riferimento è a Mirella Solidoro, ndr) mi sto prodigando di farla conoscere e di farne apprezzare le sue virtù eroiche di santità. Il giorno della venuta di Papa Francesco mi ero prefissato di fargli conoscere anche Mirella, e l’occasione, grazie a mons. Angiuli,  che me ne ha data l’opportunità, non mi è mancata, di salutare nei giorni scorsi Papa Francesco, in piazza San Pietro. Ho portato con me un quadretto di Mirella Solidoro, l’ho messo nelle sue mani e lui con grande entusiasmo  mi ha chiesto chi fosse. Ho illustrato la figura di Mirella al Santo Padre, che si è soffermato in modo particolare quando gli ho parlato della sua cecità e del modo con cui ha accettato la sofferenza. Si è chinato sul quadretto, l’ha baciato e benedetto, per poi consegnarlo al suo segretario. Si è congedato da me con un abbraccio – conclude ancora emozionato – e l’entusiasmo è stato tanto: Mirella ha fatto certamente la sua parte. ne sono convinto. Mi auguro quanto prima, di vederla onorata sugli altari assieme a don Tonino”.

Alessano – Giornate dedicate all’orientamento universitario, il 19 e 20 dicembre, per gli studenti delle classi quinte superiori degli istituti “Don Tonino Bello”, “G. Comi” e “G. Stampacchia” di Tricase  e “G. Salvemini di Alessano. Grazie all’iniziativa promossa dal Servizio di pastorale giovanile, Ufficio di pastorale scolastica, Associazione amici dell’Università cattolica e Centro di ricerche sull’Orientamento e lo Sviluppo Socio-professionale della diocesi di Ugento-S.Maria di Leuca guidata dal vescovo mons. Vito Angiuli, i giovani in procinto di entrare nel mondo universitario e del lavoro, potranno avvalersi della consulenza di esperti, tra i quali un team di psicologi dell’Università Cattolica, che li aiuteranno a fare la scelta più idonea alle proprie potenzialità. Al termine dei test psicoattitudinali nella mattinata di lunedì 19 dicembre presso il “Don Tonino” e il “Comi” di Tricase e il “Salvemini” di Alessano, alle ore 11,30 verrà presentata l’offerta formativa dell’Università cattolica. Nel pomeriggio, alle 14, sarà la volta dello “Stampacchia”, a Tricase, sempre con le stesse modalità della mattina; alle 18, una volta espletate le procedure anche allo “Stampacchia”,  gli esperti della Cattolica incontreranno nell’oratorio parrocchiale S. Antonio di Tricase i genitori dei ragazzi che hanno deciso di sottoporsi ai test. Il 20 dicembre avverà l’incontro conclusivo coi ragazzi, ai quali verranno restituiti i loro profili personali con le indicazioni e i suggerimenti sul percorso universitario da intraprendere e sui possibili sbocchi occupazionali. Per info: tel. 335365656 (Mimmo Turco, Servizio di pastorale giovanile), 3406335783 (don Davide Russo), mail a duc.ugento@gmail.com.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...