Home Tags Posts tagged with "Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca"

Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca – Sabato 22 settembre, dalle ore 15,30 presso il santuario De Finubus terrae si terrà un incontro sul tema delle missioni, organizzato dall’ufficio missionario della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca (guidata dal vescovo mons. Vito Angiuli). L’evento rientra fra le iniziative in preparazione della “92^ Giornata missionaria mondiale 2018”, che si terrà il 21 ottobre e avrà per tema “Giovani per il Vangelo”.

Il programma – All’evento di sabato 22 sarà presente il vicario generale della diocesi mons. Beniamino Nuzzo, di ritorno dal Madagascar. Nel corso del dibattito in programma, si parlerà di esperienze dirette di missioni e di come diventare animatori attivi per l’ottobre missionario e per tutto l’anno pastorale.

Il direttore dell’ufficio missionario don Rocco Maglie (in foto) così scrive nella lettera di invito indirizzata ai sacerdoti e a tutti gli operatori pastorali: “Due sono le dimensioni che caratterizzano la lettura e il significato dello slogan ‘Giovani per il Vangelo’: da una parte si evince una valenza fortemente vocazionale, in riferimento alla necessità impellente di giovani disposti a dare la vita per l’annuncio e la testimonianza del Vangelo; e dall’altra vi è il richiamo alla freschezza dell’impegno ‘ad gentes’, che riguarda le comunità cristiane nel loro complesso, indipendentemente dall’età anagrafica. Per essere missionari – conclude – bisogna sempre e comunque avere un cuore giovane”.

Gli altri appuntamenti di settembre – Oltre a quello di sabato 22, tanti sono gli appuntamenti organizzati dall’ufficio missionario per le quattro “foranie” (raggruppamenti) in cui è suddivisa la diocesi: martedì 25 settembre per la forania di Leuca incontro a Castrignano del Capo presso la parrocchia San Michele; mercoledì 26 per la forania di Taurisano ci si ritrova presso la parrocchia Maria Santissima Ausiliatrice (a Taurisano); ancora, giovedì 27 alla parrocchia della Natività di Tricase appuntamento per la forania di Tricase; e da ultimo, sabato 29 la forania di Ugento si riunisce presso la parrocchia San Giovanni Bosco (a Ugento). Tutti gli appuntamenti sono alle ore 18,30.

Gli eventi diocesani di ottobre – Il calendario messo a punto dall’ufficio missionario prosegue fitto anche nel mese di ottobre, dedicato proprio alle missioni: venerdì 12 c’è il ritiro del clero a Leuca, diretto da mons. Giuseppe Satriano, vescovo di Rossano Cariati e incaricato Cei per la Pastorale missionaria in Italia; giovedì 18 spazio alla veglia missionaria presso la chiesa di Sant’Antonio a Tricase; ancora, domenica 21 Giornata missionaria mondiale; e per finire domenica 28 “Io adotto a distanza”, un incontro dedicato alle adozioni che si terrà ad Acquarica del Capo, alle ore 15,30.

 

Acquarica del Capo  A ricevere il “Premio giunco 2018” nella serata dell’11 agosto è stato monsignor Salvatore Palese, vicario episcopale per la Cultura e direttore dell’Archivio Storico della diocesi di Ugento Santa Maria di Leuca, oltre che preside emerito della Facoltà teologica pugliese e presidente dell’Associazione archivistica ecclesiastica del Vaticano.

Premiate anche le regine dell’intreccio – L’evento, giunto alla seconda edizione, è stato curato dall’associazione “Fili di Giunco” e realizzato in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Acquarica del Capo. A condurre il galà di sabato 11 è stata la giornalista Rosanna Cancellieri, mentre il regista e coreografo Fredy Franzutti con il suo “Balletto del Sud” ha messo in scena attraverso danza, musica e interventi teatrali momenti di vita della comunità acquaricese, ripercorrendo la storia e la tradizione dell’intreccio del giunco. L’attrice e comica Cinzia Leone ha poi arricchito la serata con alcuni divertenti sketch. Inoltre, sono state premiate con una targa di riconoscimento le maestre “regine” per eccellenza dell’arte dell’intreccio, declinata fra tradizione e modernità: Francesca Luca, Francesca Fiume, Maria Verardo, Anna Siciliano e Marzia De Milito.

Leuca (Castrignano del Capo) – Ha avuto inizio domenica 5 agosto a Brindisi la terza edizione della “Carta di Leuca”, organizzata dal Parco culturale ecclesiale “De Finibus Terrae” e dalla diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, guidata dal vescovo mons. Vito Angiuli. La manifestazione culminerà il 10 agosto a Leuca, per poi proseguire alla volta di Roma, per l’incontro in piazza San Pietro, l’11 e 12 agosto, con Papa Francesco.

Ampia partecipazione – L’adesione dei partecipanti ha superato di gran lunga le previsioni, che indicavano una presenza di 352 giovani – come anticipato qui da piazzasalento – provenienti dai diversi Paesi che s’affacciano sul Mediterraneo. All’iniziativa hanno aderito le 5 diocesi della Metropolia di Lecce, nei cui territori sono fissati i vari appuntamenti: si tratta delle arcidiocesi di Brindisi-Ostuni (mons. Domenico Caliandro), Lecce (mons.Michele Seccia) e Otranto (mons. Donato Negro), e delle diocesi di Nardò-Gallipoli (mons. Fernando Filograna) e Ugento-S. Maria di Leuca (mons. Vito Angiuli).

Prosegue il cammino – Intanto nella mattinata di lunedì, i giovani partecipanti italiani e stranieri, dopo aver percorso a piedi il primo tratto del Cammino metropolitano da Santa Maria di Cerrate a Surbo, hanno raggiunto il campo base di Lecce, presso l’Istituto delle Marcelline. Alle 16, sempre alle Marcelline, si sono tenuti gli incontri nelle Tende della Convivialità e subito dopo, intorno alle 20 in piazza Duomo, alla presenza del  sindaco di Lecce Carlo Salvemini, c’è stato un dibattito interreligioso sulla “convivialità”, tema tanto caro a don Tonino Bello, nel cui nome si sta celebrando la “cinque giorni” di quest’anno, meglio conosciuta come meeting internazionale interculturale e interreligioso “Carta di Leuca”.

Si registra per la prima volta la presenza dell’Esercito italiano – In quest’occasione, oltre a patrocinare e sostenere l’evento con la propria organizzazione logistica, correndo ininterrottamente lungo tutto il percorso da Brindisi a Leuca, all’alba del 10 agosto i nostri soldati porteranno sul piazzale del Santuario che s’affaccia sul Mediterraneo una fiaccola accesa, simbolo di pace.

La dichiarazione del comandante territoriale dell’Esercito in Puglia  Il comandante, generale di brigata Mauro Prezioso, afferma: “L’idea della partecipazione dell’Esercito alla ‘Carta di Leuca’ nasce come normale coinvolgimento della Forza armata a tutte le attività che riguardano il sociale. È  proprio il caso di dire, come indicato da uno dei nostri slogan, che ‘noi ci siamo sempre’ anche nel sociale, ponendo particolare attenzione alle attività socio-culturali. L’organizzazione e l’adesione ad attività indirizzate soprattutto ai giovani consolida l’impegno dell’Esercito nella diffusione dei fondamentali valori etici e di solidarietà insiti nella Forza armata. L’Esercito non poteva mancare – prosegue Prezioso – a un appuntamento così importante, un laboratorio interculturale e interreligioso rivolto ai giovani che vivono nelle diverse sponde del Mediterraneo e che si impegnano vicendevolmente nella costruzione di un futuro migliore attraverso la costruzione di percorsi di convivialità. Parteciperemo mettendo a disposizione dei giovani pellegrini vari assetti logistici, che vanno dai trasporti, alle docce, ai bagni, un modo per rendere più confortevole il cammino. Ma non solo: nella parte finale di questo viaggio, alcuni soldati porteranno – come dei tedofori – una fiaccola da Alessano (accesa dinanzi al sacello di don Tonino Bello), sino a Leuca, consegnandola nelle mani del vescovo, mons. Vito Angiuli”.

L’incontro con Papa Francesco – Qualche ora dopo la firma finale della “Carta di Leuca” alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose, nella serata di venerdì 10 ci sarà la partenza alla volta di Roma, dove l’11 e 12 agosto i giovani incontreranno Papa Francesco. A lui sarà consegnato, fresco fresco di stesura, il documento sulla pace.

MIGGIANO. Presentazione della mostra “Il tesoro della Principessa sconosciuta”, giovedì 13 luglio alle 21, presso la Grotta dell’Abbraccio a Miggiano. L’evento è organizzato dalla Fondazione Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, insieme alla Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca, al Museo diocesano, alla parrocchia S. Vincenzo Levita e martire di Miggiano a alla locale Amministrazione comunale, nell’ambito del “MuMig Sottosopra” (il Museo di Miggiano) . Il programma della serata inaugurale (presso la Grotta dell’abbraccio in via San Vincenzo 68) prevede i saluti del vescovo Vito Angiuli e del sindaco Giovanni Damiano e gli interventi di Antonio Petrich, giornalista e scrittore, di don Gianluigi Marzo, direttore Ufficio diocesano Beni culturali, e di Federico Massimo Ceschin, direttore Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”.  Per l’occasione è prevista la partecipazione del concerto di ottoni dell’Apulia Brass Quartet.

Sarà possibile visitare la mostra sino al 15 ottobre il martedì, giovedì e domenica, dalle ore 18 alle 21. Aperture straordinarie il 19 agosto con il concerto di archi del Kiss Quartet, il 9 settembre con il concerto di clavicembalo del maestro Francesco Scarcella, dall’1 al 3 ottobre con “I dialoghi nel MuMig”, dibattiti di storia e cultura e dal 12 al 15 ottobre con “Il tesoro esposto in Expo 2000”, la Fiera Regionale dell’industria, agricoltura, artigianato del Salento. Il MuMig (Museo di Miggiano) nasce nel 2017 come luogo “diffuso” per la valorizzazione dei beni culturali di Miggiano e per l’animazione culturale della città. Sulla storia della Principessa sconosciuta c’è una leggenda che risale all’anno 1874 quando, nel feudo di Miggiano, alcuni cocchieri furono colti da grande meraviglia dinanzi al sordo richiamo sui cavalli del corteo che scortava una bellissima e giovanissima principessa nel suo viaggio di ritorno dall’Egitto.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...