Home Tags Posts tagged with "danza classica"

danza classica

by -
1 2931

 

Gabriele Corrado

Gabriele Corrado

CASARANO. Il casaranese Gabriele Corrado si esibirà questa sera dinanzi ai 6mila spettatori dello storico teatro del Cremlino di Mosca. Il ballerino 27enne, invitato in Russia come ospite d’onore, eseguirà il “Lago dei cigni” in coppia con la prima ballerina della compagnia moscovita. L’ennesimo grande riconoscimento per Corrado, brillantemente diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, diretta da Anna Maria Prina, nel 2005.

by -
0 1081

Gabriele Corrado con Rosita Corsano

Casarano. Lasciare affetti e terra natia per inseguire un sogno che si realizza dopo anni di duri sacrifici, proprio come nelle favole più belle. È questa la storia di Gabriele Corrado, primo ballerino del Teatro alla Scala e ballerino solista della compagnia “Le Ballets de Monte-Carlo”. «Ho iniziato ballare a 7 anni – ricorda Corrado – nella scuola ‘Scarpette Rosa’ della maestra Rosita Corsano e sin dal primo momento ho capito che ero nel posto giusto».

All’età di 11 il ballerino viene notato da maestri qualificati in alcuni stage organizzati dalla stessa scuola (così come accade ancora oggi) e, dopo lunghe e severe selezioni, Corrado viene  ammesso all’Accademia del prestigioso teatro milanese. Dal diploma, ottenuto nel 2005, in poi la scalata verso il meritato successo.

«I sacrifici sono stati veramente tanti – continua il ballerino professionista – , ma l’orgoglio nel veder realizzato il  mio sogno mi ha ripagato di tutto. La fiducia e l’attenzione che Rosita ha riposto in me sono state fondamentali per la mia crescita». Malgrado la fama, però, Corrado non dimentica le sue origini e per aiutare i tanti ragazzi che sognano di diventare ballerini organizza in giro per l’Italia degli stage. Uno di questi si è tenuto nei giorni scorsi presso la scuola “Scarpette Rosa”. Ma i progetti di Corrado non finiscono certo qui. «Mi piacerebbe molto portare la danza professionale a Casarano, per promuovere la cultura della danza ad alto livello. Purtroppo per vari problemi non ci sono ancora riuscito, spero di farcela in futuro».

LP

by -
0 1357

Chiara Monteforte e Gigi Proietti

Sannicola. Una grande perseveranza e molto impegno hanno portato Chiara Monteforte, originaria di Sannicola, ma che vive a Roma, a calcare le scene dei principali teatri italiani.

Fino al 18 dicembre sarà al teatro Augusteo di Napoli con lo spettacolo “Di nuovo…buonasera” di Gigi Proietti. «La danza è sempre stata la sua passione – conferma la madre Antonella Conte – ha iniziato intorno ai quattro anni con la danza classica, da adolescente ha preferito la danza jazz e moderna, non ha mai smesso di ballare. Noi l’abbiamo sempre sostenuta e siamo orgogliosi e commossi dei suoi successi». La ballerina che ha lavorato in “Noio vulevòn savuàr” di Enrico Montesano, si è cimentata in “Parlami di me” di Cristhian De Sica dedicata dall’attore al padre Vittorio, l’anno scorso ha danzato in “Aladin”, musical di Francesco D’Orazio per la regia di Fabrizio Angelini.

«È proprio Angelini, regista e coreografo, che nello spettacolo recita anche, mi ha dato la possibilità di conoscere Proietti e fare il provino, che poi mi ha aperto un mondo – dice Chiara -. Vivere di danza è molto difficile, sono privilegiata, molte mie colleghe sono costrette ad avere un secondo lavoro, nella migliore delle ipotesi, nelle scuole di danza come istruttrici o occasionalmente nei corsi brevi di specializzazione».

Dalla danza classica, Chiara Monteforte si è progressivamente spostata verso gli altri generi: «La danza classica dà le basi – conferma l’artista – ed è fondamentale. A chi ama questa disciplina mi sento di dire che ci vuole molta costanza, bisogna studiare ed allenarsi per tre o quattro ore al giorno di media con punte anche di cinque ore in occasione di preparazione ad occasioni importanti. Mai meno di un’ora e mezzo».

L’impegno richiesto è serissimo, deve essere disposto a viaggiare e a passare lunghi periodi lontano da casa. «I provini  – prosegue la ballerina – sono il metodo di accesso alle opportunità. Sono pubblicizzati i bandi nei siti internet del settore e presso le scuole di danza. Raramente viene richiesto di portare un pezzo già preparato. Più spesso si impara una coreografia sul momento e la si esegue davanti a una  giuria, che scarta in maniera molto rapida tutti i ballerini e le ballerine che non la eseguono al meglio: da 50 passiamo a 20, poi a 10 e così via. Ai registi e ai coreografi serve sapere, non solo cosa sai fare, ma anche quanto velocemente impari ciò che serve per lo spettacolo. Bisogna saper controllare l’emozione, che sul palco deve essere positiva e trasformarsi in adrenalina».

                                      MCT

Casarano. Margherita Parrella, la direttrice della prestigiosa Accademia nazionale di danza di Roma sarà a Casarano presso l’associazione  “Scarpette rosa” per uno stage  il 23 novembre prossimo, dalle 16 alle 20.

Prenderà visione del lavoro che viene fatto e del livello di insegnamento che a giudicare dei successi ottenuti in questi anni e dalle manifestazioni realizzate è già altissimo (nella foto in alto uno spettacolo recente).

La presenza di Margherita Parrella giunge come potenziamento del lavoro della direttrice di “Scarpette rosa”, Rosita Corsano, e dei maestri delle diverse specialità, classica, moderna,contemporanea e hip-hop. La stessa Corsano ancora oggi segue i corsi di formazione e di aggiornamerto presso l’Accademia de danza  di Roma per dare un servizio di qualità sempre più alta. Va aggiunto che l’Accademia è l’unico ente in Italia in grado di formare professionisti nella danza e rilasciare laurea per l’insegnamento presso gli istituti coreutici secondo il nuovo ordinamento scolastico.

“Scarpette rosa” è associata alla Libera Università di danza e teatro di Mantova e all’ Associazione nazionale di promozione danza e spettacolo di Taranto.

Intanto continuano i corsi di danza per i ragazzi, dai bambini di tre/quattro anni, fino ai giovani di 20. L’obiettivo è quello di permettere a qualche allievo di essere selezionato per l’ammissione a frequentare i corsi presso la prestigiosa Accademia romana

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...