Home Tags Posts tagged with "danilo nuzzo"

danilo nuzzo

RuffanoSupersano – Si terranno giovedì 1 marzo a Zurigo i funerali di Irene Rizzo, la giovane originaria di Ruffano vittima del marito Danilo Nuzzo (di Supersano) che venerdì scorso ha esploso quattro colpi di pistola uccidendola prima di rivolgere l’arma verso di se e farla finita. Il giorno dopo, venerdì 2, alle ore 15 nella chiesa madre del suo paese, Supersano, saranno invece i funerali dell’uomo 38enne.I due, sposati da qualche anno, avevano avuto una bambina ma da ultimo si erano allontanati. L’agghiacciante epilogo della loro storia risale al venerdì 23 febbraio quando l’uomo ha invitato la sua ex in un bar vicino alla banca dove Irene lavorava, probabilmente cercando un riavvicinamento. Dopo pochi minuti gli spari, con il centro della città chiuso immediatamente per il timore di un attentato. Irene era nata e cresciuta a Zurigo, visto che i suoi genitori sono di Ruffano ma da sempre hanno vissuto e lavorato nella città elvetica. Proprio li si è sempre svolta la sua vita, li sono nate le sue due figlie (la più grande da un precedente matrimonio). Danilo viveva a Zurigo da diversi anni dove lavorava saltuariamente come imbianchino (in passato anche alla Filanto di Casarano), passando molto tempo anche a Supersano dove vivono i suoi genitori e la sorella. Da venerdì scorso tutto è cambiato nei due paesi distanti neppure un paio di chilometri. La famiglia dell’uxoricida si è chiusa nel dolore: in paese, tra l’altro, i genitori di Danilo sono conosciuti da tutti come brave persone e grandi lavoratori. La tragedia consumatasi in terra elvetica ha colto tutti di sorpresa: nella casa di Supersano il via vai dei parenti e amici è continuo, stretti intorno agli anziani genitori di Danilo. Da Ruffano, invece, sono partiti in tanti a dare l’ultimo saluto a Irene e stare vicini alla famiglia. Entrambi i genitori hanno mantenuto forti legami con Ruffano e buona parte dei parenti risiede nel centro salentino.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...