Home Tags Posts tagged with "danilo legari"

danilo legari

GALLIPOLI. Diversi appuntamenti di musica, arte e teatro accompagnano queste serate dell’estate gallipolina. Questa sera mercoledì 26 luglio alle ore 21, il gruppo “Cantiere Teatro” porterà in scena presso l’oratorio “Anspi” di San Lazzaro, la commedia brillante in due atti “ Lu mortu risuscitatu”, con Ornella Perrone, Eugenio Chetta, Luciana Della Rocca, Luigina Scorrano, Anna Rita Maffei, Anna Rita Bello, Anna Ortis, Tony Murra, Luigi Fiorini, Luigi Murra e Luciana Murra con la regia di Francesca Benvenga. Domani giovedì 27 luglio a partire dalle ore 20.30 presso il Museo Diocesano invece, all’interno della IV edizione del Festival “Terra tra due mari” dell’Associazione “IL Musicante” con presidente Enrico Tricarico, si terrà un “Recital di chitarra” del Maestro gallipolino Danilo Legari, che si esibirà sulle musiche di Bach, Castelnuovo-Tedesco, Tarrega, Ponce e Abériz
Venerdì 28 luglio alle ore 20.30 poi, presso il Chiostro di San Domenico, continuano gli appuntamenti nell’ambito della rassegna “Sipari di pietra” di Roberto Perrone con “La passione del Malladrone” di Eugenio Rollo presentato dall’Associazione culturale “Grifondoro” e tratto dal libro “I racconti del Malladrone” di Serena Gatto ed Eugenio Rollo. Si tratta di un monologo ispirato alla statua del Malladrone (il cattivo ladrone della Crocefissione) di Gallipoli. Il testo ha la struttura di un’affabulazione, secondo lo schema del Mistero Buffo di Dario Fo. L’attore racconta in una parte introduttiva la storia della statua del Malladrone, situandola nel contesto storico evangelico e del periodo di realizzazione dell’opera; quindi recita un testo teatrale che nella finzione è la trascrizione di una rappresentazione dell’epoca, con un linguaggio in parte in lingua e in parte in vernacolo. La figura del Malladrone è rivisitata, anche sulla base dei vangeli apocrifi, e il protagonista viene raccontato come una sorta di rivoluzionario arrabbiato, la cui ferocia era essenzialmente rivolta verso i tre poteri che sfruttano il popolo: il potere economico, politico e religioso. Parallelamente alla passione di Cristo assistiamo quindi alla passione del Malladrone fino alla crocefissione in cui il confronto tra il Bene e il Male trova il suo culmine. Interprete Daniele Baccadamo.
Sempre venerdì 28 luglio a partire dalle 20 e 30 presso il “Trappito Stracca” di Alezio, la compagnia teatrale onlus “Talianxa” di Luigi Della Rocca presenterà “Liolà” in occasione dei 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, una serata di solidarietà dove tutto il ricavato verrà devoluto a favore di un progetto oncologico del “Gruppo Accoglienza Bambini Bielorussia”. “Talianxa” prenderà anche parte sabato 29 luglio alla terza edizione di “Poesis sotto le stelle”, Concorso di poesia a tema libero che si terrà a partire dalle 21 presso il Parco di Don Tonino Bello ad Alezio organizzato dalla delegazione Lilt e Fidas di Alezio, dove verranno portati in scena gli sketch di Massimo Troisi “ Annunciazione!” e “L’Arca di Noè”. Domenica 30 luglio infine, in Piazza Tellini a Gallipoli a partire dalle ore 21, ci sarà la serata di Pizzica a cura del gruppo “Le Ardiche”, organizzata dal Comune insieme alla Pro Loco.

Il chiostro di San Domenico

Il chiostro di San Domenico

Danilo Legari

Danilo Legari

GALLIPOLI. Al via l’edizione 2016 della rassegna “Sipari di Pietra”, giunta quest’anno alla quarta edizione. Dopo il successo del primo appuntamento di lunedì 4 luglio con lo spettacolo “Trovata una sega”, con protagonista Antonello Taurino, monologo-racconto sull’incredibile ed esilarante, ma terribilmente vera, vicenda dei “Falsi Modigliani” dell’estate 1984, lunedì 11 luglio alle ore 21 sarà il turno del maestro gallipolino Danilo Legari con un concerto solista di chitarra classica con le musiche di Bach, Paganini e Castelnuovo- Tedesco. Gli appuntamenti di luglio vedranno poi alternarsi sabato 16 Zeromeccanico Lab con “Orwell Circus”, mentre sabato 30 il coro poli- fonico Parsifal diretto dal maestro A. Crastolla si esibirà in “L’amore sacro e l’amor profano”. Dal 23 al 31 luglio infine, ci sarà l’esposizione d’arte del maestro Riccardo Propoli. «Mentre l’anno scorso i temi principali erano la mafia e le donne, quest’anno non ci sarà un unico filo conduttore, ma si spazierà tra più temi – afferma l’ideatore della manifestazione Roberto Perrone». “Sipari di Pietra” è una rassegna d’arte, musica e teatro che terminerà a settembre e che si tiene ogni estate presso il Chiostro di San Domenico nel centro storico. Per prenotazioni e info: 3404023903 / siparidipietra@gmail.com

12168098_833198606803048_2056687690_nGALLIPOLI. Sarà un giovane gallipolino, il 27enne Danilo Legari, l’ospite che allieterà con la sua chitarra il pomeriggio di mercoledì 17 febbraio in casa Verdi a Milano, proprio lì dove risiede la tomba del grande maestro Giuseppe Verdi. Il giovane chitarrista potrà esprimersi dunque alla presenza di tutti i componenti dell’istituzione e a tal proposito dice: ” sono onorato di poter suonare a pochi passi dalla tomba di Giuseppe Verdi, ho infatti realizzato un arrangiamento per chitarra del “Va pensiero” dal Nabucco, che eseguirò come ultimo brano per omaggiarlo”.

12431405_863060133816895_1234091457_nGALLIPOLI. Inizio anno in musica grazie al Comune di Gallipoli e all’associazione culturale Amart, che presentano all’interno delle iniziative per “Natale al Museo 2” il concerto solista del maestro gallipolino Danilo Legari. Il 2 gennaio a partire dalle ore 17,30 sarà infatti presentato un concerto solista presso la “Sala Coppola”, in via S.Angelo di fronte alla Biblioteca Comunale con ingresso libero. “In quest’occasione suonerò delle musiche di Bach – afferma il maestro Legari – oltre i “Prelude”, la monumentale “Ciaccona”, che sarà un onore e una grande responsabilità eseguire nuovamente. Continuerò con Sor: “Introduzione Tema e Variazioni op.9” sul bellissimo tema di Mozart e chiuderò la prima parte con l’estroversa e luminosa “Dance” di M. Colonna. Nella seconda parte eseguirò “Recuerdos de la Alahambra”, un ritmato “Campero” di Piazzolla e concluderò il concerto con il “Capriccio Diabolico” del grande maestro fiorentino Castelnuovo-Tedesco”.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...