Home Tags Posts tagged with "critiche e accuse"

critiche e accuse

Sandro Quintana

Gallipoli – Questa volta sono ufficiali, non una consegna informale a Sindaco e presidente del Consiglio comunale, come accaduto l’8 settembre dell’anno scorso. Sono state protocollate questa volta le dimissioni del consigliere Sandro Quintana, candidato per il centrodestra a Sindaco alle ultime Comunali e poi passato ad appoggiare Stefano Minerva al ballottaggio contro Flavo Fasano, fino a far parte poi della maggioranza consiliare. Le lettere sono così giunte in maniera formale al presidente Rosario Solidoro, a Minerva, ai capigruppo consiliari e al segretario generale, dottor Giancarlo Ria.

In una pagine Quintana ricapitola le ragioni alla base della prima protesta, poi rientrata con un faccia a faccia – e relative rassicurazioni – il 20 settembre col Sindaco ed altri amministratori. Il consigliere richiama problemi generali ancora da risolvere ma va poi anche nei particolari: per esempio, contesta la situazione che non rispecchierebbe il capitolato d’appalto firmato il 21 novembre scorso “con gravi responsabilità anche erariali” per via del personale in esubero e non ancora sistemato in una qualche maniera. Nella “maggioranza ” (scritta proprio così, tra virgolette” “malgrado le promesse”, sussisterebbero sempre “superficialità, menefreghismo, lassismo”. A ciò si sommerebbe un “clima di scorrettezza e di diffidenza da parte di alcuni esponenti della maggioranza”.

Insomma, una situazione per Quintana non più sostenibile. Pertanto ecco firmate le dimissioni da presidente della Commissione Ambiente, Tutela del territorio, Servizi pubblici e da vicepresidente della commissione Urbanistica, Lavori pubblici e Traffico urbano. “C’è un clima tale – conclude Quintana – da non presagire niente di buono per il governo della città”. Il riferimento qui potrebbe essere alle voci sempre più insistenti di crisi  della coalizione. Come si ricorderà lo stesso Minerva aveva annunciato in una riunione del suo partito, il Pd, che gli assessori avevano avuto altri sei mesi di tempo per prendere un passo soddisfacente alle esigenze di governo, altrimenti ci sarebbero stati dei cambiamenti nell’Esecutivo. I mesi sono passati ma di novità, almeno finora, non se ne sono visti, se non fibrillazioni frequenti e attriti tra assessori e consiglieri, con qualche abbandono. Oltre a Quintana, nei giorni scorsi il consigliere democratico Tony Piteo ha lasciato il suo partito (il Pd) ma non la maggioranza, anche se nella recente riunione elettorale tenuta in città da Raffaele Fitto, Piteo c’era.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...