Home Tags Posts tagged with "cortometraggio “ad occhi aperti”"

cortometraggio “ad occhi aperti”

by -
0 1495
Foto di gruppo nel "Garibaldi", in basso Andrea Carrozza e Francesco Corchia

Foto di gruppo nel “Garibaldi”, in basso Andrea Carrozza e Francesco Corchia

andrea carrozza e francesco corchia

GALLIPOLI. «Con il mio nuovo cortometraggio “Ad Occhi Aperti”, la cui sceneggiatura mi fu proposta dall’amico Andrea Carrozza oltre un anno fa, ho voluto raccontare una storia semplice ma particolare con l’obiettivo di indagare sui sentimenti che sono alla base di ogni persona, quali appunto l’amore, la gelosia e l’insicurezza»: così Francesco Corchia, regista giovanissimo di Girasudfilm, con alle spalle già diverse produzioni commerciali e artistiche con corti, videoclip e promo. Questa ultima, presentata ad un pubblico attento e divertito nel teatro “Garibaldi” il 28 ottobre, con in apertura lo storico cortometraggio dei fratelli Lumière “L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat”, appartiene  decisamente al secondo filone.
«Ho cercato di trattare il tema in maniera discreta, senza scopi moralizzatori o didattici che competono più al documentario che non al cinema di finzione. Questo mio approccio – rileva Corchia – rende lo spettatore libero di “scomporre” l’opera in più livelli: un livello di superficie, legato all’intrattenimento e un livello “opzionale” d’indagine psicologica e di riflessione».
La serata, condotta da Lino Bello, è servita anche a vedere scorrere sullo schermo alcune opere di Girasudfilm. Ecco allora il racconto per immagini di “Resa pubblica”, brano dei Camden, gruppo rock anni Settanta di Racale-Ugento con Massimo Munitello, Ester Giannelli e Gabriele Turso; poi “Move in time” dei Mistura loca di Sannicola e dintorni con Marco Giaffreda, Luigi Tarantino, Valeria Marulli, Federico Pecoraro, Alberto Manco, Ylenia Giaffreda, Antonio De Rosa, Edoardo Albanese.
Pino Della Rocca (Talianxa) ha letto un omaggio a Robin Williams; poi è toccato alle riprese acrobatiche per i “Parkour” Stefano Barba e Alessandro Perrone , con colonna sonora “Heroin” di una nuova band gallipolina, i “Serial vice”. Poi il clou con “Ad occhi aperti”: tutti sul palco, Corchia e Carrozza; Gabriele Sebaste, Davide Pagliara, Denise Ferulli, Davide Ventura, Andrea Bruno, Giovanni Barbetta, Valerio D’Elia, Armando Negro e Rossella Caggia.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...