Home Tags Posts tagged with "consiglio comunale aradeo"

consiglio comunale aradeo

by -
0 892

Municipio Aradeo 5

Il sindaco Daniele Perulli e Stefano Chezzi

Il sindaco Daniele Perulli e Stefano Chezzi

ARADEO. L’opposizione consiliare  di centrosinistra è ritornata in aula dopo un anno di proteste.
Questa la novità del Consiglio comunale dello scorso 27 novembre nel quale i tre consiglieri di minoranza Pasquale Chiriatti, Stefano Chezzi e Luigi Arcuti, hanno fatto ritorno tra i banchi dopo aver protestato  contro l’atteggiamento del presidente del Consiglio comunale Giacomo Stifani giudicato “eccessivamente di parte”. Il ritorno è coinciso proprio in un’Assise convocata proprio per discutere sugli stessi  temi di un anno fa: interrogazioni, Piano comunale di diritto allo studio, assestamento di Bilancio.
Allora Chezzi ebbe un diverbio con il presidente Stifani  su alcuni giudizi negativi espressi sul piano scolastico. I toni della discussione si accesero ed il consigliere di opposizione  fu invitato a lasciare la seduta. Ne seguì la lunga protesta per il rispetto dei ruoli, che ha tenuto le opposizioni fuori dall’aula per un anno.  Ora, in occasione del loro rientro in Consiglio, il sindaco Daniele Perulli ha espresso “grande soddisfazione” per la soluzione del problema, invitando il presidente Stifani ad essere garante di tutti, augurandosi nel futuro rapporti di “reciproco rispetto”. Una delle interrogazioni cui l’Amministrazione ha dato risposta ha riguardato la presenza (contestata dalle minoranze) di un’antenna Linkem sul lastricato solare di proprietà un dirigente comunale (e non su un suolo pubblico come a suo tempo deliberato dalla Giunta comunale per questo tipo di installazioni), per un micro impianto di internet veloce.

Nella risposta il sindaco Perulli, ha comunicato di aver sollecitato la società a spostare l’antenna  su strutture comunali (ex caserma carabinieri di Via Scalfo oppure lastricato solare del Municipio) vista anche la disponibilità del cittadino interessato, ma di aver ricevuto risposte negative da questa società che si è anche dimostrata indisponibile a soluzioni alternative. Nell’assestamento di bilancio una variazione di 5mila euro sul progetto di ripristino del basolato in piazza San Nicola (che passa a 265mila euro) con l’aumento delle superfici di raccolta delle acque e 10mila euro in più per predisporre gli alloggiamenti per una futura illuminazione artistica.

by -
0 994

Municipio Aradeo 5ARADEO. Il Comune di Aradeo ha approvato, nel Consiglio comunale dello scorso 4 settembre, il regolamento e le tariffe Tasi per il 2014. La “Tassa sui servizi indivisibili” riguarda tutte le prime case e inciderà per il 2,50 per mille sulla loro rendita catastale. La nuova tariffa ha afficacia retroattiva a decorrere dallo scorso 1° gennaio. La tassa dovrà essere pagata sia dai possessori che dagli utilizzatori di un immobile. Escluse le seconde case sulle quali già grava l’Imu per il 9,6 per mille. Entrambe le tasse, insieme alla Tari sui rifiuti) costituiscono la nuova Imposta unica comunale (Iuc).
Malgrado le nuove sigle, per i contribuenti si tratta pur sempre di pagare i vari servizi comunali (rifiuti, manutenzione strade, verde pubblico, scuole, teatro ed altro ancora). Al momento non è ancora dato di sapere quali famiglie pagheranno di più e quali di meno con l’introduzione della Tasi sulla prima casa, essendo questa la sua prima applicazione nei Comuni italiani. Lo si saprà, comunque, nel prossimo mese di ottobre (la prima rata dovrà essere pagata entro il 16) quando verranno recapitate alle famiglie le nuove bollette.

In linea di massima, essendo la tariffa basata sulla rendita catastale dell’abitazione, pagherà di più chi ha una casa più grande, anche se non sempre la grandezza della casa è in stretto rapporto con un reddito alto. I tre consiglieri di opposizione, Pasquale Chiriatti, Stefano Chezzi e Luigi Arcuti, avevano proposto un emendamento per cui si chiedeva un abbuono di 25 euro per tutti, una maggiore tutela delle fasce sociali più deboli ed un’aggiunta dell’1 per mille sulle seconde case. La loro proposta non è passata, “per non mettere a rischio la tenuta di Bilancio”. L’assessore al Bilancio Walter Arcuti si è, comunque, impegnato per l’anno prossimo a lavorare per cercare di esentare dal pagamento le famiglie disagiate e per favorire le attività produttive.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...