Home Tags Posts tagged with "compagnia teatrale calandra"

compagnia teatrale calandra

by -
0 392

GALLIPOLI. “Sakara – Fiamma dei Turchi” è la rappresentazione teatrale che la compagnia Calandra propone lunedì 28 agosto, alle ore 21, presso il chiostro dei Domenicani (riviera Nazario Sauro) nel centro storico di Gallipoli. Lo spettacolo, che ha avuto repliche in varie città d’Italia ed ha interessato il Ministero della Cultura, è la storia di Fiamma, rapita dai turchi nell’infausta presa di Otranto. Sul palco, nell’ambito della rassegna “Sipari di pietra” Donato Chiarello, Piero Schirinzi ed Ester De Vitis, per la regia di Giuseppe Miggiano. Le scenografie video-proiettate sono realizzate dai “video artist” della Compagnia Calandra, Andrea Raho e Piero Schirinzi.

by -
0 868

compagni teatro calandraNARDÓ. Sabato 28 maggio, presso il teatro comunale di Nardò, la compagnia teatrale Calandra di Tuglie porterà in scena ”Otello” di William Shakespear, un libero adattamento di Luigi Scorrano per la regia di Giuseppe Miggiano. Lo spettacolo, che cade nel 400mo anniversario della morte del drammaturgo inglese, vanta al suo attivo più di cinquanta repliche in tutta Italia. Lo spettacolo si caratterizza per le sue venature sperimentali, sia nella messa in scena ma anche per il messaggio, che viene trasmesso senza fronzoli o artifici. Gli attori, tra cui Donato Chiarello, Federico della Ducata, Ester De Vitis, Piero Schirinzi, Antonio Giuri, Annarita Vizzi e Luigi Giungato, diventano critici e detrattori dello spettacolo stesso lasciando diventare la fantasia e la coscienza i veri protagonisti di quest’opera, in scena a Nardò alle 20,30.

by -
0 588

vsignorile - Teatro AradeoARADEO. Dopo l’eccezionale successo nella serata con il comico Biagio Izzo, che lo scorso 19 marzo ha portato in scena la commedia “L’amico del cuore”, la rassegna teatrale del “Modugno” prosegue sabato 2 aprile con la Compagnia Teatrale Calandra che rappresenterà la commedia brillante “Colpa di scena”, la storia di un commesso viaggiatore che si ritrova, del tutto accidentalmente, in una villa isolata in aperta campagna dove quattro amici, funzionari di polizia, trascorrono il tempo “giocando” a fare un tribunale diverso. Il protagonista si presta, allora, a fare il ruolo dell’imputato, dando luogo ad una serie di divertenti situazioni.

Il 9 aprile i Teatri di Bari /Gruppo Abeliano portano in scena “Juke box all’idrogeno” di Allen Ginsberg. Lo spettacolo racchiude due percorsi in uno: quello musicale con Roberto Ottaviano e quello poetico con Vito Signorile (foto). Partecipano Franco Angiulo (trombone), Vittorino Curci (sax e versi), Nando di Modugno (tastiera e contrabbasso), Marcello Magliocchi (percussioni), Roberto Ottaviano (sax) e Vito Signorile (voce). Un mix suggestivo di musica e parole da cui emergono i grandi problemi e le inquietudini del mondo moderno.

TUGLIE. Continua senza sosta l’attività della Compagnia teatrale Calandra di Tuglie. Dopo i numerosi riconoscimenti e premi vinti negli ultimi mesi in giro per l’Italia, la compagnia ha anche il tempo di portare in giro i suoi spettacoli, di organizzare corsi teatrali per tutte l’età ed anche dei workshop. L’ultimo in ordine temporale si è svolto il 3 e 4 dicembre scorsi, presso il frantoio ipogeo (foto) annesso al museo della radio, con la partecipazione dell’attore Fabiano Marti che ha tenuto un workshop dal titolo “Far ridere è una cosa seria – viaggio nel mondo della battuta”. Il 20 dicembre la Calandra ha preso parte presso l’istituto Deledda di Lecce al concerto “The Christmas song” con le allieve della classe di canto del laboratorio “Music room & actor lab” del maestro Maurizio Mariano.

by -
0 993

unnamed

TUGLIE. È tornata a casa con un bottino di ben 4 premi la Compagnia teatrale “La Calandra” di Tuglie, reduce dal successo nella rassegna “Quadrato in Scena – Premio Ausonia 2015” di domenica 13 nel Castello Ducale di Corigliano Calabro. Grazie allo spettacolo “Tartufo”, portato in scena nella cittadina calabrese nell’agosto scorso, la Compagnia diretta da Giuseppe Miggiano ha conquistato i premi come Migliore Spettacolo Assoluto “Premio Ausonia 2015”, il Premio Giuria Popolare, e Migliori Attore e Attrice non protagonisti, assegnati rispettivamente a Donato Chiarello e Federica De Prezzo. “Il Premio Ausonia 2015 ci rende fieri del lavoro che la Compagnia continua a mettere in scena. La Rassegna di Corigliano Calabro è stata un’esperienza artistica e umana di grande livello grazie anche alla splendida professionalità e all’accoglienza dell’organizzazione”, dichiara Giuseppe Miggiano, regista della Compagnia. “Siamo fieri di essere per un anno testimonial di quello che siamo sicuri diverrà sempre di più uno dei più importanti Premi teatrali del Sud Italia. Calandra è nello stesso tempo un meraviglioso collettivo e delle meravigliose individualità artistiche che trovano nel teatro la propria espressione più alta. I riconoscimenti come questo non sono che una conferma e uno sprone per proseguire su una strada che vogliamo conduca a risultati sempre più importanti.” Un eccellente traguardo e un buon punto di partenza alla vigilia della riapertura dei Corsi della sua Scuola di Teatro, che si terranno a Tuglie a partire dal prossimo ottobre, e delle varie iniziative che la Compagnia ha in programma per il prossimo inverno.

image1PARABITA. Martedì 25 agosto alle ore 21 in piazza Sant’Anna a Parabita va in scena “RacCunti” uno spettacolo divertente e malinconico sul filo dei racconti e delle radici del Salento. Vincitore del Bando Gal Serre Salentine, la più recente produzione della Compagnia Teatrale Calandra di Tuglie dà voce ai personaggi fantastici e ai miti che popolano le narrazioni antiche. A prendere forma nello spettacolo scritto da Antonio Giuri e Patrizia Miggiano saranno le storie che narrano le radici e le tradizioni del Salento, i racconti di un tempo a metà strada fra realtà e sogno. La Compagnia mette in scena davanti e tra il pubblico cinque attori e tante di quelle infinite storie, accompagnate dalle melodie originali eseguite dal vivo da Federico Della Ducata e con la regia di Giuseppe Miggiano.

 

by -
0 873

calandraCOPERTINO. La tournè estiva della Compagnia teatrale Calandra si arricchisce di un importante appuntamento. Lo spettacolo “Sakara” approda al castello di Copertino, martedì 14 luglio alle ore 20,30, in occasione dell’International Arts Festival, la rassegna artistica diretta da Salvatore Cordella e Peppe Vessicchio. Il testo, scritto da Donato Chiarello, è un’affascinante e poetica storia d’amore ambientata nel Salento del ‘500 a cui si accostano le spettacolari scenografie video-proiettate, come quelle che vedono protagoniste la sakara e la murena, a cura dei video artist della Calandra Andrea Raho e Piero Schirinzi. Lo spettacolo, icona di una “salentinità” storica, ha interessato il Ministero della Cultura, vincendo nel 2009 il Premio “Che Ca Canta” di Tuglie come miglior progetto culturale e il Premio Cartapesta “Le Parole della Memoria” a Lecce sempre nel 2009.

by -
0 931

immagine

CORIGLIANO D’OTRANTO. Torna in scena mercoledì 24 giugno alle 21 nella suggestiva cornice del Circolo Aleteia di Corigliano d’Otranto “RacCunti”, la più recente produzione della Compagnia teatrale Calandra di Tuglie. A prendere forma nello spettacolo scritto da Antonio Giuri e Patrizia Miggiano saranno le storie che narrano le radici e le tradizioni del Salento, i racconti di un tempo a metà strada fra realtà e sogno. La Compagnia mette in scena davanti e tra il pubblico cinque attori e tante di quelle infinite storie, accompagnate dalle melodie originali eseguite dal vivo da Federico Della Ducata e con la regia di Giuseppe Miggiano.

 

 

Teatro FasanoTaviano. Sarà la Compagnia teatrale “Calandra” a salire sul palcoscenico del cine-teatro “Fasano” di Taviano, nell’ambito della XXX Stagione di prosa proposta dall’Amministrazione comunale e promossa dal circuito Teatro Pubblico Pugliese. In scena mercoledì 8 aprile prossimo “Il pianista sull’oceano”, tratto dal monologo teatrale Novecento di Alessandro Baricco, per la regia di Giuseppe Miggiano. Lo spettacolo è omaggio per gli abbonati. Per informazioni e prenotazioni biglietti rivolgersi presso l’ufficio Cultura del Comune di Taviano  (tel. 0833.916.227)

Luigi GiungatoGALLIPOLI. Prende il nome da uno dei principali centri di tortura clandestini dell’Argentina della dittatura, lo spettacolo «Automotores Orletti», scritto e diretto da Luigi Giungato (foto) e portato in scena dalla Compagnia teatrale Calandra domenica 23 novembre 2014 ore 20.30, nel teatro comunale «Garibaldi» di Gallipoli. Dal 1976 al 1982 la Giunta militare argentina sospende le libertà civili della Nazione in nome della lotta al terrorismo e mette in atto un piano che prevede l’annullamento psicologico e la sistematica eliminazione fisica di ogni potenziale dissidente. Tali vengono considerati anche i ragazzi al centro della vicenda raccontata nello spettacolo. Rifugiatosi in un’isolata fattoria alla periferia di Buenos Aires, il gruppo di giovani decide di mettere in scena uno spettacolo teatrale clandestino, andando contro il Governo della Giunta militare e la censura che ha annientato la facoltà di dissenso o di forma espressiva.
Il progetto di “Automotores Orletti” nasce nel 2013 grazie all’iniziativa della Compagnia Teatrale Calandra insieme agli allievi della sua Scuola di Teatro e coinvolge giovani attori tutti d’età compresa fra i 15 e i 20 anni.

TUGLIE. L’immobile comunale sito in largo Fiera (foto), attuale sede dell’associazione Donatori di sangue – Fidas, della Protezione civile e della compagnia teatrale “La Calandra”, diventerà un Centro per servizi sanitari. A volerlo il Consiglio comunale del 31 ottobre scorso che ha deliberato, con l’astensione della minoranza, l’accordo di concessione del piano terra all’Asl Lecce per quarant’anni, previo pagamento di novantamila euro, l’equivalente di dieci anni di canone mensile di locazione, che saranno utilizzati per i lavori di ristrutturazione.
«Nei prossimi mesi – afferma il sindaco Massimo Stamerra – Tuglie avrà un nuovo centro con la presenza di un servizio di continuità assistenziale, di ambulatori specialisti, di un punto prelievi e di un ufficio vaccinazione. Questo, non solo permette di azzerare le distanze tra le strutture sanitarie e i cittadini, ma creerà altri benefici sociali e di indotto a favore della comunità. Il primo piano dell’immobile, invece, sarà concesso a terzi per la realizzazione di un centro diurno socio-educativo e riabilitativo per persone con disabilità». Ci sono, però, i rilievi della minoranza. «Se l’immobile fosse stato ristrutturato con i Fondi sociali europei o con altre risorse – afferma Antonio Vincenti a nome del gruppo “Bene comune” – ciò avrebbe consentito al Comune di locare un’immobile già pronto, con un canone mensile superiore a quello che oggi l’Asl corrisponde al proprietario del locale adibito a Guardia Medica (pari a 600 euro mensili). Già da ora bisognava assicurare la presenza all’interno della struttura di una delle associazioni più attive sul territorio comunale, la Fidas, e capire poi a quanto ammonteranno realmente i costi, quando si darà inizio ai lavori e quando, invece, è prevista la conclusione. Si rischia così di iniziare i lavori, in assenza di reale copertura economica e di far sorgere a Tuglie l’ennesima opera incompiuta».

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...