Home Tags Posts tagged with "Commissione pari opportunità"

Commissione pari opportunità

Casarano – Continua a far discutere, e non solo a Casarano, il caso dei due giovani ai quali sarebbe stato negato l’affitto di un appartamento perché omosessuali. Il fatto risale alla scorsa settimana quando due ragazzi, a quanto pare dopo aver già versato la caparra, si sarebbero sentiti rispondere dal proprietario dell’appartamento che l’affare non si sarebbe più concluso: o per aver scoperto le loro inclinazioni sessuali o per una presunta “insolvenza” della coppia. Sta di fatto che l’episodio ha provocato tantissime reazioni di indignazione, anche sui media nazionali.

Sulla vicenda interviene anche il coreografo e ballerino Gabriele Cantando, originario di Casarano, ma da anni residente a Roma. «Il mio paese d’origine – dice Cantando – ha un’apertura mentale meravigliosa, come tanti comuni di questa terra splendida che è il Salento e che però ogni tanto viene macchiata da alcuni episodi. Ovviamente, il proprietario dell’appartamento può decidere chi mettersi in casa. Io però lo invito a fare un passo indietro, a parlarne con qualcuno che lo possa aiutare a capire cos’è l’amore».

Poi Cantando rivolge un appello a fare fronte comune. «Non dobbiamo nasconderci – aggiunge l’artista – perché non c’è nulla per cui nascondersi. L’amore va manifestato. Rivolgo un invito a tutte le associazioni gay, a tutti gli amici omosessuali, ma anche a tutti gli amici eterosessuali del Salento: siate da supporto per chi subisce questo tipo di discriminazioni. Questa lotta va fatta insieme. I problemi veri sono altri: sono la fame, sono le guerre. Preoccuparsi di due persone che si amano lo trovo assurdo».

Interpellato sulla questione, il presidente dell’Università Popolare, Marco Mazzeo, rammenta come si tratti “del primo episodio del genere che si pone alla ribalta pubblica per la nostra comunità”. «Non conosco i fatti direttamente – dice – e penso che ognuno debba poter utilizzare i propri beni come meglio crede. È importante, però, che questa vicenda si trasformi in un momento di confronto fra posizioni diverse e non sia l’ennesima, stucchevole e dannosa occasione per imporre il proprio punto di vista. Abbiamo bisogno di un confronto critico che porti alla crescita collettiva e non di scontri faziosi e preconcetti che acuiscono le divisioni. Personalmente – continua Mazzeo – avrei fatto scelte diverse, ma il punto non è questo. L’importante è che questa sia un’occasione di crescita e confronto. Come Università Popolare, ci rendiamo disponibili ad agevolare un dibattito nel merito. In bocca al lupo ai ragazzi per la loro ricerca di casa, che sicuramente troveranno!».

Sannicola – È l’assessore Ilenia Petrachi (in foto) a mettere in evidenza il bando indirizzato a tutti gli attori della città: entro il 13 agosto si possono far pervenire all’ufficio protocollo del Comune le candidature per far parte della Commissione Pari opportunità, che rinnova il suo organico e sarà composta da 9 membri, dei quali almeno il 50 per cento donne.

Da regolamento (varato nel 2014), è compito del primo cittadino nominare i componenti della Commissione, su indicazione però di associazioni, gruppi, organizzazioni culturali e sindacali, oltre che tenendo conto di richieste dirette che dovessero avanzare liberi cittadini non legati ad alcun ente.
Porte aperte al mondo dell’attivismo, dunque, per segnalare personalità particolarmente vicine soprattutto alla questione femminile: basta presentare tutte le informazioni necessarie sul sodalizio proponente, oltre al curriculum del candidato a far parte dell’organo.

Gallipoli – Un risultato inatteso dalla nomina della “Commissione pari opportunità provinciale” avvenuta in questi giorni, dove cinque componenti su 11 totali sono nate o residenti a Gallipoli. Il Consiglio provinciale ha eletto Teresa Chianella, Agnese Milano (originaria di Alezio), Maria Antonietta Negro, Maria Grazia Rizzo e Vanessa Schirosi (residente ad Alezio) esprimono così la loro soddisfazione e annunciano qualche impegno. “Non sapevo quante e quali gallipoline avessero aderito al bando – afferma Maria Antonietta Negro – ma, ad elezione avvenuta, immagino quanto grande sia stato l’impegno che la consigliera provinciale gallipolina, la dottoressa Titti Cataldi, ha messo nel proporre proprie concittadine all’interno della commissione e questo è il risultato della grande stima e fiducia che la Provincia nutre nei confronti della dottoressa. Per quanto mi riguarda, sono onorata perché sono prima di tutto una donna, che esercita la libera professione da avvocato e che ha scelto il Sud quale terra in cui vivere. Proprio per questo il mio impegno in Provincia continuerà ad essere quello iniziato qui a Gallipoli, dove rivesto la carica di vicepresidente della Commissione pari opportunità; cioè un impegno finalizzato alla
rimozione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna, promuovendo iniziative sociali e culturali volte al mondo della scuola, del lavoro, della politica, dell’associazionismo e della sanità”.

Pronte a dare il massimo anche le sue colleghe, tra cui Vanessa Schirosi, che ribadisce l’impegno per il conseguimento delle pari opportunità tra uomo e donna, e Maria Grazia Rizzo, che conferma di essere felice ed orgogliosa per il suo nuovo incarico. “Ho appreso e accolto la notizia con gioia ed entusiasmo. Con “Gea”, associazione di promozione sociale di cui sono socia, insieme a Vanessa Schirosi ed Agnese Milano, decidemmo di inviare la nostra candidatura. Non pensavamo di essere nominate tutte e tre. Un sentito ringraziamento va a tutto il Consiglio provinciale per la fiducia riposta. Sono sicura che faremo un buon lavoro, l’obiettivo è quello di proporre valide iniziative e raggiungere risultati concreti nel ruolo che siamo chiamate a svolgere”.

“Metterò tuta la mia esperienza al servizio di questa commissione provinciale”, commenta Teresa Chianella, già presidente della Commissione PO comunale e componente della Consulta PO regionale. “Il mio apporto è assicurato e, in base a quanto ho osservato anche come Fidapa,  credo sia opportuno cercare la strada di una rete delle varie commissioni comunali. Anzi considerando che le risorse sono scarsissime, credo che potrebbe essere utile anche collegarsi col Dipartimento Pari Opportunità nazionale per vedere la possibilità di progetti e risorse per realizzarli”.

Anche il sindaco di Gallipoli Stefano Minerva ha sottolineato il grande risultato ottenuto dalla sue concittadine: “Grazie all’impegno della nostra Consigliera Titti Cataldi che è riuscita a far valorizzare Gallipoli oltre i confini territoriali- conclude Minerva- ora si potrà fare molto di più. Con una commissione provinciale ancora più vicina si potrà lavorare in sinergia con quella comunale ed ottenere risultati migliori. Complimenti di cuore per il nuovo incarico e buon lavoro a tutte”.

 

 

Gallipoli – Eletta quest’oggi la nuova Commissione Pari opportunità provinciale. I consiglieri di Palazzo Celestini hanno votato le candidate presentate da associazioni e sodalizi, i loro curriculum secondo i termini e le regole contenute nel bando provinciale e quindi, con voto segreto si sono espressi. Dall’urne è uscito un risultato a sorpresa: su undici componenti la commissione, cinque sono di Gallipoli (anche se due sono residenti ad Alezio). Si tratta di Teresa Chianella, Agnese Milano, Maria Grazia Rizzo, Vanessa Schirosi (le ultime tre candidate con Gallipoli Futura alle elezioni comunali ultime), Maria Antonietta Negro. Molto soddisfatta la consigliera provinciale Titti Cataldi, consigliera anche a Palazzo Balsamo: “Ci ho messo tutto il mio impegno per queste care concittadine che hanno partecipato al bando. Alcune vicine a Fasano? Io non guardo questo; ho pensato piuttosto al loro valore e come gruppo Salento Bene Comune, sia pure di minoranza, le abbiamo sostenute. Ed ecco i risultati”.

“Grande successo per Gallipoli – afferma il Sindaco Stefano Minerva in una breve nota – grazie all’impegno della nostra consigliera Titti Cataldi che è riuscita a far valorizzare Gallipoli oltre i confini territoriali, ora si potrà fare molto di più. Con una commissione provinciale ancora più vicina si potrà lavorare in sinergia con quella comunale ed ottenere risultati migliori. Complimenti di cuore alle elette per il nuovo incarico e buon lavoro a tutte: che questo sia un percorso fruttuoso e produttivo”.
Le altre componenti la commissione provinciale sono Teresa Sabato di Taviano, Gabriella Marra di Collepasso, Lucia Patrizia Orlando di Surbo, Valentina Presicce di Otranto, Maria Luisa Colomba di Nardò, Maria Giovanna Nuccio di Supersano.

Casarano – “L’odio spezzato” è il romanzo di Simonetta D’Urso presentato venerdì 25 maggio, alle ore 19.30, nel chiostro comunale di Casarano. L’appuntamento è promosso dalla commissione comunale Pari opportunità. Con l’autrice dialogheranno Ilaria Decimo, presidente regionale Croce Rossa, Filomena D’Antini Solero, consigliera di Parità della Provincia di lecce, Daniele D’Amato, presidente del collettivo fotografico Xima ed il giornalista Antonio Memmi. I saluti sono della presidente della commissione comunale Pari opportunità Gabriella Marrella e della consigliera delegata Fabiola Casarano mentre le conclusioni del dibattito sono del sindaco Gianni Stefàno. Nel corso della serata, dal tema “Con gli occhi delle donne…la guerra ieri e oggi!”, sarà presente l’orchestra “Valente” per eseguire alcuni brani del suo repertorio.

Matino – “Violenza e legalità – dentro e fuori casa” è il tema del convegno organizzato al Marchesale di Matino, sabato 3 marzo alle ore 18, dall’Amministrazione comunale insieme alla commissione Pari opportunità. «Si analizzerà a fondo il fenomeno – spiega la consigliera delegata Maria Antonietta Ferraro – e i possibili sistemi di prevenzione e di aiuto al momento disponibili». Parteciperanno all’incontro: Roberto Tanisi, presidente Corte d’Appello di Lecce, Marta De Bellis dirigente del commissariato Polizia di Gallipoli, Roberta Altavilla, prima avvocatessa a ricoprire la carica di presidente dell’Ordine di Lecce,  Alessia Ferreri, giornalista e avvocato nel ruolo di moderatrice. Interverrà Sabrina Matrangola, figlia di Renata Fonte, che ritirerà il premio “Ri-guardo la donna”.  «Già dallo scorso novembre abbiamo dato via a iniziative di sensibilizzazione che hanno coinvolto la comunità e anche le scuole» precisa la Ferraro.

Commissione Pari opportunità e polemiche Per la Commissione Pari opportunità si tratta del primo evento ufficiale dopo che lo scorso 9 febbraio è stata deliberata, non senza polemiche, la costituzione dell’organismo. Pomo della discordia, tra maggioranza e opposizione, l’articolo del regolamento (il numero 5)  che ne disciplina la formazione, e una carica, quella di presidente attualmente ricoperta dal sindaco Giorgio Toma. Secondo tale articolo tale carica spetterebbe al “Sindaco o, se presente, all’assessore alle Pari opportunità delegato in qualità di presidente (membro di diritto)” escludendo del tutto la figura del consigliere. «Quest’articolo non è piena espressione della mia volontà. È necessario che venga modificato nel rispetto del principio stesso che mi ha spinto a volere l’istituzione di un organo così importante. Non dovrebbe esistere una discriminazione nei confronti dei consiglieri», fa sapere la consigliera di opposizione Pamela Lecci, primo assessore alle Pari opportunità nella città di Matino. Suo il regolamento, approvato nel 2014, e sue le iniziative che hanno portato all’istituzione di tale organismo a Matino. Sul tema si esprime così la consigliera Ferraro: «Sono prima di tutto una consigliera, credo nel mio ruolo, e mi dedico con impegno indipendentemente dalla carica assegnatami». La proposta di modifica, richiesta dall’opposizione, è stata discussa, ma respinta, in sede di Consiglio lo scorso 27 novembre. «Abbiamo notato delle altre discrasie che vorremmo sistemare e per questo presenteremo un nuovo regolamento», spiegò il Sindaco in quell’occasione.

Nardò – “Disconnettiti dai bulli” è il chiaro invito che la commissione Pari opportunità del Comune di Nardò rivolge agli studenti della città. Ai ragazzi delle superiori è riservato il concorso che invita a riflettere sui temi del bullismo e del cyberbullismo. Il bando lanciato dalla commissione comunale (presidente Federica Ruggeri, vice Mariangela Filieri, tutte donne le altri componenti) invita gli alunni neretini a produrre – singolarmente o per gruppi – degli elaborati (di testo, artistici, fotografici, multimediali) che denuncino i fenomeni del bullismo e dell’ormai diffuso “cyberbullismo”, cioè quegli atti di violenza e sopraffazione fisica e psicologica che avvengono – nelle scuole  e sempre più sul web – ai danni di coetanei svantaggiati, spesso con situazioni sociali o di disabilità difficili, e di frequente con preoccupante sfondo razzista, sessista o intollerante verso le diversità. Gli elaborati dovranno pervenire alla commissione (sul sito ufficiale del Comune le istruzioni sulle modalità di recapito) entro il 2 marzo 2018: nelle settimane seguenti saranno premiati – presso la sede scolastica  dei vincitori – tre dei lavori presentati che saranno poi utilizzati dal Comune e dalla Commissione per le eventuali iniziative di sensibilizzazione sul tema nei confronti della cittadinanza.

GALLIPOLI. C’è ancora tempo fino al 31 dicembre per partecipare al bando pubblico per la selezione di 10 persone per il “Corso base di cucina per soggetti svantaggiati”, indetto e finanziato dalla Commissione pari opportunità del Comune di Gallipoli con la delibera n. 376 del 12 ottobre scorso. «Durante la riunione di lunedì pomeriggio – afferma la dott.ssa Filomena Marisa Micale, presidente della Commissione pari opportunità – abbiamo capito che forse i quindici giorni stabiliti in precedenza erano veramente pochi per presentare la domanda, vista anche la poca affluenza dei partecipanti, ed abbiamo deciso di prolungare i termini di scadenza richiedendo anche requisiti di età meno restrittivi».

L’iniziativa è destinata a disoccupati, residenti, di età compresa tra i 20 e i 55 anni (non più tra 30 e i 50 anni come nelle precedenti indicazioni) che si trovano in una situazione di disagio economico e sociale. Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti la conoscenza degli elementi base e delle tecniche di cucina, per rilasciare poi un attestato di partecipazione di fine corso da spendere per la ricerca di future opportunità lavorative nell’ambito dei servizi di ristorazione. Il corso si svolgerà tra gennaio e febbraio 2018, per una durata totale di 8 lezioni, con incontri che si terranno due volte a settimana nelle ore pomeridiane (dalle 15.30 alle 19 e probabilmente nelle giornate di mercoledì e venerdì) presso la “Casa della Carità San Francesco d’Assisi”, Via Muzio Carlo n. 8. Il modulo di domanda è reperibile sul sito del Comune di Gallipoli. Info al 320/6291141 oppure inviare una e-mail all’indirizzo mail: cpo.comunedigallipoli@gmail.com

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...