Home Tags Posts tagged with "come frecce"

come frecce

RACALE. “…Come frecce” identifica un gruppo nato dal desiderio di alcuni ragazzi che, una volta finito il percorso catechistico tradizionale e ricevuto il sacramento della Cresima, ha voluto caparbiamente continuare a far parte integrante della parrocchia di “San Giorgio Martire”, guidata dal parroco, don Salvatore Tundo. L’inizio delle attività del gruppo risale ufficialmente al 7 giugno 2013, quando i ragazzi sono stati accolti in parrocchia dagli altri gruppi giovanili. Attualmente, i giovani contraddistinti dai caratteristici fazzolettoni associativi di color rosso-giallo son ben 23, i quali, guidati dai tre educatori responsabili Barbara Pagano, Antonella Morgante e Rocco Corvaglia (nella foto), hanno già realizzato varie iniziative nel corso del tempo.

In occasione delle imminenti festività natalizie, il gruppo ha organizzato l’allestimento di un piccolo, ma estremamente significativo mercatino di autofinanziamento, in cui sono messi in vendita i lavori realizzati durante gli incontri. Si tratta essenzialmente di due tipologie di prodotti: il primo è un calendario ideato e realizzato interamente da loro, al cui interno è possibile osservare e leggere, in maniera ricca e illustrata, immagini, racconti e ricette della tradizione racalina antica e moderna; il secondo prodotto in vendita è una confezione di dolci, anche questi fatti dai ragazzi. “Ogni singolo componente del gruppo ha dimostrato grande impegno e voglia di fare. La creazione del calendario, in particolare, ha destato loro stupore, meraviglia e tanta soddisfazione per quanto fatto”, commentano i tre educatori. Il mercatino natalizio dei “…Come frecce” è aperto al pubblico dal 16 al 23 dicembre, dalle 19:00 alle 20:00, nei pressi della chiesa parrocchiale.

RACALE. Dal 29 agosto e il 1° settembre, presso il Tiro a segno nazionale di Alezio, sono stati ospiti 20 ragazzi del gruppo parrocchiale “…Come frecce”, della parrocchia di San Giorgio Martire di Racale. I ragazzi erano accompagnati dal parroco don Salvatore Tundo, dalle  animatrici e da alcuni genitori. Un bel gruppo che ha vissuto la nuova esperienza con entusiasmo cogliendo l’aspetto formativo che era sotteso ad una  scelta che a prima vista può sembrare insolita. E invece tutti hanno apprezzato prima di tutto l’ospitalità e la calorosa accoglienza da parte del presidente della sezione di Alezio del Tiro a segno nazionale, cav. Claudio Stanca, e di tutto lo staff.
E alla fine una bella foto di gruppo, ognuno con l’attestato ricevuto. Non certo per raggiunte nuove competenze, cosa peraltro impossibile in tre giorni, ma per aver saputo fare tesoro di una esperienza che ha insegnato un principio fondamentale per i ragazzi: per raggiungere i propri obiettivi bisogna avere lo sguardo limpido, la mano ferma, pazienza, costanza e un po’ di testardaggine.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...