Home Tags Posts tagged with "cattedrale nardò"

cattedrale nardò

Nardò – Le telecamere della Rai nella cattedrale di Nardò per la diretta televisiva della santa messa. L’appuntamento è per domenica 13 maggio alle ore 10.55 con le telecamere di Rai1 presenti nella basilica-cattedrale Maria Ss. Assunta, per la regia di Antonio Ammirati ed il commento di Elena Bolasco. «Un momento importante per Nardò e il Salento –  osserva don Giuliano Santantonio, il parroco della cattedrale (originario di Racale) che celebrerà la Messa – che consentirà a migliaia di migliaia di telespettatori di conoscere una delle più belle architetture di culto del nostro territorio, considerata monumento nazionale, fondata come abazia in epoca normanna sui resti dell’antica chiesa basiliana di Santa Maria de Nerito e, nel corso dei secoli, rimaneggiata diverse volte». La Basilica, il cui aspetto attuale risale al Settecento, conserva ancora nella navata centrale il lato destro con archi a tutto sesto d’epoca normanna, mentre tra le opere di maggiore interesse vano annoverati la statua lignea del Crocifisso Nero e gli affreschi di Cesare Maccari per l’altare maggiore, risalenti all’inizio del Novecento.

La particolare illuminazione “domotica” Di particolare rilievo l’impianto di illuminazione, “a gestione domotica”, progettato dalla società di ingegneria Studio Aerrekappa di Lecce, curato dall’architetto Cristina Caiulo e dall’ingegner Stefano Pallara, già presentato con successo lo scorso anno al prestigioso “Salon internazionale du patrimoine culturel” di Parigi, considerato nel campo degli addetti ai lavori un punto di riferimento dei progetti per il risparmio energetico negli immobili storici vincolati, “eccellente punto di equilibrio – sottolinea Cristina Caiulo –  tra quanto di più innovativo offre oggi la tecnologia, nel pieno rispetto della sacralità e l’incommensurabile valore artistico e architettonico dell’edificio”.

Cattedrale di Nardodon giuliano santantonio racale copiaNardò. La Basilica Cattedrale di Nardò, dedicata all’Assunta, è tra tesori del Fai, il Fondo dell’ambiente italiano, insieme ad altri 779, di cui per un mese il Corriere della sera ha curato la promozione attraverso una guida. La comunicazione ufficiale è arrivata in città domenica 19 aprile, durante la visita di una delegazione del Fondi di Lecce guidata dal capodelegazione, professoressa Rossella Galante.
A fare da sfondo all’importante riconoscimento è stata una visita nel centro storico cittadino e in particolare al tempio religioso; a fare da guida l’architetto Giovanni De Cupertinis. Ad accogliere la notizia il vescovo, mons. Fernando Filograna, il parroco della Cattedrale, don Giuliano Santantonio (di Racale, foto sopra), il Sindaco Marcello Risi (foto), l’assessore comunale alla Cultura, Mino Natalizio.

La visita guidata inserita nel tour “Il percorso delle Cattedrali” del Fai, ha focalizzato le bellezze storico-architettoniche del monumento neretino fino all’innovativo impianto d’illuminazione, illustrato dai progettisti Cristina Caiulo e Stefano Pallara, architetto e ingegnere. Particolarmente apprezzato l’abito della statua lignea dell’Addolorata, il cui modello è stato donato dalo stilista neretino Gianni Calignano. «Siamo orgogliosi per questo riconoscimento – ha commenato Risi – che ci sprona ad un sempre maggiore impegno per salvaguardare il paesaggio e il patrimonio culturale dela città».

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...